Connect with us

Castelli Romani

Castelli Romani: tutto pronto per rilanciare il Turismo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Lunedì 15 giugno i rappresentanti del Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani, molti dei suoi amministratori, i Presidenti del Parco dei Castelli Romani, della Comunità Montana, del GAL e dell’IRVIT, hanno incontrato in videoconferenza l’Assessore al Turismo della Regione Lazio Giovanna Pugliese.

Un confronto aperto e costruttivo che ha visto anche la partecipazione di un folto gruppo di operatori del turismo, uno dei settori più duramente colpiti dagli effetti della pandemia. “Abbiamo avvertito l’urgenza di raccogliere le istanze degli operatori del nostro territorio e la necessità di dare loro delle risposte concrete”, ha dichiarato il Presidente del Consorzio Giuseppe De Righi che ha aggiunto, “è fondamentale stabilire un raccordo diretto con la Regione Lazio, individuare all’interno del programma di rilancio regionale le opportunità e le misure adatte a massimizzare la promozione di tutta l’area dei Castelli Romani. Condivisione progettuale e lavoro sinergico tra le Amministrazioni e gli Enti territoriali sono essenziali; dobbiamo ripartire facendo “sistema” per attrarre risorse che siano un aiuto effettivo per le imprese, rilanciando anche il ruolo della DMO Castelli Romani come catalizzatore di iniziative e interlocutore con gli stakeholder”.

Ampia ed esaustiva la disamina dell’Assessore regionale Giovanna Pugliese: “Il settore turistico ha subito il contraccolpo più duro di questa crisi epocale; l’Italia vedrà una drammatica flessione del turismo straniero, che nel Lazio si attestava oltre il 60% delle presenze. Occorre ragionare su soluzioni nuove, la nostra Regione, con il suo immenso patrimonio naturale e artistico, ha tutte le potenzialità necessarie. Dobbiamo mettere a sistema le risorse di cui disponiamo, pensare prodotti turistici alternativi rivolti ad un turismo interno, più consapevole e meno estemporaneo, capace di accogliere il cittadino turista che apprezza la straordinaria ricchezza culturale e paesaggistica che abbiamo da offrire”. L’Assessore ha poi illustrato tutte le misure a fondo perduto messe a disposizione dalla Regione Lazio per contribuire al riavvio delle attività in sicurezza: 20 milioni di euro stanziati per la ripartenza dell’intero settore (alberghi, attività extra alberghiere imprenditoriali e non, agenzie di viaggio, tour operator) e il Piano turistico triennale 2020-2022, recentemente passato in Consiglio, che punta a rafforzare il prestigio del brand Lazio.

“La nuova programmazione turistica vuole stimolare le Amministrazioni locali e tutti gli operatori privati a proporre e attuare progetti che coinvolgano i principali settori produttivi della Regione, secondo una logica di rete. Tutte le imprese dei Castelli Romani sono invitate a partecipare” ha aggiunto la Pugliese, “spero che questo sia l’inizio di un lavoro condiviso che evolva in un sistema continuo e solido; i Castelli Romani possiedono un potenziale eccezionale che deve essere promosso come merita, attraverso una narrazione del territorio che punti a valorizzare ogni aspetto della sua eterogenea ricchezza, dando vigore al ruolo della DMO Castelli Romani, favorito anche dall’imminente cambio statutario del Consorzio SBCR che potrà d’ora in poi occuparsi a pieno titolo di promozione territoriale”. Al termine del suo intervento, su sollecitazione del Direttore del Consorzio Giacomo Tortorici, l’Assessore si è impegnata a favorire il lavoro in rete dei Comuni piuttosto che le iniziative presentate da soggetti singoli.

Compatta e unitaria la posizione dei Presidenti degli Enti territoriali: Gianluigi Peduto, Parco Regionale Castelli Romani; Francesco Paolo Posa, IRVIT; Stefano Bertuzzi, GAL; Danilo Sordi, Comunità Montana. Tutti hanno espresso pieno appoggio a una politica di rilancio basata sul lavoro sinergico e sulla condivisione di idee e progetti che valorizzino le risorse turistiche del territorio incentivando un’offerta di tipo qualitativo piuttosto che quantitativo. Al termine della videoconferenza, piena soddisfazione è stata espressa dagli operatori di settore che hanno ringraziato l’Assessore per la disponibilità mostrata e il Presidente De Righi per averli invitati a prendere parte al confronto.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Castelli Romani

Rocca di Papa: sfiduciata la sindaca Veronica Cimino

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuti
image_pdfimage_print

I consiglieri di maggioranza e opposizione hanno fatto cadere la sindaca Veronica Cimino. Le dimissioni di massa arrivano a pochi giorni da un blitz per dismettere le antenne abusive a Rocca di Papa. Ecco cosa scrive Andrea Croce sul suo profilo Facebook: «Abbiamo appena protocollato al Comune le dimissioni da Consiglieri comunali. Siamo in totale 10, 6 di minoranza e 4 di maggioranza.Il Consiglio comunale sarà sciolto e Veronica Cimino non sarà più la nostra sindaca.Una sindaca che il sottoscritto non ha mai sostenuto, nemmeno al ballottaggio. E lo rivendico con orgoglio!Finalmente si mette fine ad una delle esperienze amministrative più tristi e brutte degli ultimi decenni che lascia Rocca di Papa nell’insicurezza e nel degrado.Siamo felici che alcuni Consiglieri di maggioranza siano alla fine venuti sulle stesse posizioni del Partito Democratico che, con la mia attività di capogruppo, quella della Consigliera Gloria Silvestrini, insieme al rinnovato Direttivo, non ha mai smesso di criticare e picconare Cimino, chiedendo di cambiare rotta o di dimettersi.Non appena sarà nominato il Commissario prefettizio, prenderò subito un appuntamento per chiedergli di non trascurare alcune importanti situazioni che Cimino ha tralasciato e che invece vanno urgentemente risolte.Poi sarà tempo di guardare avanti: dovremo dare a Rocca di Papa un’amministrazione capace, umile, laboriosa, unita. Noi ci saremo e faremo di tutto per dare a Rocca di Papa tutto il nostro meglio».

Continua a leggere

Castelli Romani

Nemi, cittadini senza acqua da 24 ore: grave guasto alla pompa di via dei Corsi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

NEMI (RM) – Niente acqua per i residenti della parte alta di Nemi a causa di un guasto alla pompa di sollevamento di via dei Corsi. “La mancanza di acqua iniziata nel tardo pomeriggio di ieri – ha riferito un cittadino – in questi quartieri si verifica da anni quasi sempre nel periodo natalizio e in quello estivo”.

Immediato il tam tam tra i vari abitanti che hanno iniziato a telefonare al numero verde del gestore Acea. E dopo numerose chiamate e una Pec inviata ad Acea e per conoscenza all’ufficio Tecnico del Comune di Nemi nel pomeriggio di oggi, dopo quasi 24 ore dal guasto, è arrivato il messaggio del sindaco che ha fatto sapere che Acea sta sostituendo la pompa del pozzo a causa di un grave guasto causato dal maltempo e che il ripristino del regolare flusso è previsto per la serata di domani. Il primo cittadino ha fatto sapere anche che sono state posizionate delle autobotti in via Parco dei Lecci incrocio con via dei Corsi e in via Nemorense nei parcheggi del ristorante “Il Faro”.

Alcuni residenti fanno però sapere che delle autobotti non c’e’ traccia.

E c’è chi ha immortalato con una foto, scattata nel tardo pomeriggio di oggi, via Parco dei Lecci angolo con via dei Corsi dove di autobotti non c’è traccia.

Alle 21 circa un residente ha confermato la presenza dell’autobotte che nel frattempo è arrivata posizionandosi in via Parco dei Lecci angolo via dei Corsi.

Continua a leggere

Castelli Romani

Maltempo Castelli Romani, Prenestina e Tiburtina: allagamenti, alberi caduti e persone intrappolate in casa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuti
image_pdfimage_print

Nella notte tra il 21 e 22 novembre sono stati effettuati circa 80 interventi dalle squadre VVF a causa del maltempo. Le zone più colpite sono quelle dei Castelli Romani, Prenestina e Tiburtina , dove si è intervenuti per richieste legate a tipologie di interventi quali alberi e/o rami pericolanti ,insegne pericolanti, allagamenti e danni d’acqua in generale .

Si sta operando presso via del Passo della Sentinella, a Fiumicino (Idroscalo), dove il personale del Nucleo Sommozzatori con ulteriori 4 squadre in supporto ed il mezzo anfibio,stanno provvedendo al recupero di alcune persone rimaste intrappolate nelle loro abitazione a seguito di allagamenti.Seguiranno aggiornamenti.

Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

SEGUI SU Twitter

I più letti