Connect with us

Senza categoria

Cavese Academy 1919 (calcio), Zammarrelli: “Offerta irrinunciabile, entusiasta per il nuovo ruolo”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Cave (Rm) – Nella rivoluzione tecnica e societaria della Cavese Academy 1919 la sua figura ricoprirà un ruolo centrale. Armando Zammarelli ha ricevuto dal presidente Daniele Flavi e dal direttore tecnico Emanuele Giacchè le “chiavi” del club prenestino: sarà lui ad avere in mano le strategie tecniche delle varie selezioni della Cavese Academy 1919, dalla Seconda categoria fino alla Scuola calcio, passando per il settore giovanile agonistico. L’ex tecnico dei 2005 dell’Audace Genazzano, con cui ha passato le ultime sei stagioni (e prima ancora era stato per ben quindici anni alla Vis Artena), sarà formalmente alla sua prima esperienza da direttore sportivo: “Ma mi sono sempre messo a disposizione delle società in cui sono stato, da ogni punto di vista – dice Zammarrelli – Quando è arrivata la chiamata di Daniele Flavi, che conosco personalmente da tanti anni, e di Emanuele Giacchè, che ho incrociato spesso nel mondo del calcio, non potevo proprio dire di no: mi hanno fatto un’offerta irrinunciabile e soprattutto mi hanno dato totale carta bianca su tutte le decisioni che ovviamente sottoporrò loro. Questo mi ha fatto sentire una forte responsabilità a cui si aggiunge il fatto che da quasi quarant’anni vivo a Cave e dunque volevo fare qualcosa di significativo per questo paese. Sappiamo che dobbiamo ripartire praticamente da zero, ma il lavoro non mi spaventa”. Zammarrelli fa un quadro complessivo parlando dei progetti tecnici dei tre principali settori della nuova Cavese Academy 1919: “Con la Scuola calcio abbiamo fatto già dei raduni e riprenderemo a farli verso fine agosto o inizio settembre. Dobbiamo dare un input forte perché questo paese non può produrre solo trenta tesserati: l’obiettivo è toccare almeno quota cento già nella prima stagione di lavoro e per farlo stiamo proponendo delle quote di iscrizione molto popolari. Tra gli obiettivi c’è pure quello di fare una squadra femminile pura con un tecnico donna di esperienza nel mondo del calcio. Capitolo settore giovanile agonistico: l’anno scorso la Cavese non aveva selezioni e c’è bisogno di un’immediata inversione di tendenza. Al momento siamo convinti di poter fare una Juniores, un gruppo unico di Allievi (con la speranza che i numeri ci consentano di fare due squadre, ndr) e due Giovanissimi. Poi c’è la Seconda categoria che riparte dall’ottima base dello scorso campionato per fare un torneo di vertice: annunceremo l’allenatore entro la fine del mese e sarà un tecnico di spessore”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Senza categoria

Football Club Frascati, Mari e la nuova Prima categoria: “Vogliamo fare un campionato di vertice”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – La sinergia tra Lupa Frascati e Football Club Frascati non riguarderà solo il settore giovanile. La prova concreta sta nei programmi sbandierati dalla Prima categoria del Football, già l’anno scorso partita per fare un buon campionato (poi praticamente subito interrotto a causa della pandemia) e pronta ad approcciarsi alla stagione 2021-22 con ancora maggiore determinazione, come spiega il responsabile tecnico Andrea Mari. “La collaborazione forte che esisterà tra Lupa Frascati e Football Club Frascati permetterà a tutti i ragazzi, dalle giovanili alle prime squadre, di esprimersi nella giusta dimensione. Oltre a creare le migliori condizioni per collaborare anche a livello di impiantistica e per migliorare tutta una serie di questioni amministrative”. L’avventura della nuova Prima categoria del Football Club Frascati inizierà nei primi giorni di settembre: “Sembra che il campionato possa partire dopo la metà di ottobre e quindi c’è il tempo per fare una preparazione di buon livello” rimarca Mari che pochi giorni fa ha partecipato ad una importante riunione societaria in cui si sono tracciate le linee programmatiche della prossima stagione. “Ci è stato chiesto di allestire un organico che possa competere per il vertice della classifica. Ripartiremo dalle conferme di alcuni ragazzi importanti come Stornaiuolo, Crisari, Ferri, Giampietro, Desai e dei tanti giovani interessanti che avevamo già in rosa. Ma arriveranno anche giocatori di spessore per la categoria che ci consentiranno di fare un ulteriore passo in avanti rispetto alla scorsa stagione”. Il tutto affidandosi alla sapienza e all’esperienza di mister Mauro Fioranelli: “Un tecnico di assoluta garanzia che saprà tirare fuori il meglio da questi ragazzi, come accaduto praticamente per tutta la sua carriera” conclude Mari.

Continua a leggere

Senza categoria

Atletico Roma VI (calcio), il presidente Paoletti: “Emozione ed ambizione al centro del progetto”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Roma – Una nuova realtà si affaccia nella zona sud di Roma e lo fa con grande determinazione e ambizione. Si tratta dell’Atletico Roma VI che per la stagione 2021-22 ha scelto come quartier generale il centro sportivo di via Torbellamonaca 497, rinominato da poco “Linkem Arena”. E’ lì che il presidente Luigi Paoletti e tutto lo staff dirigenziale e tecnico cercheranno di costruire le basi di un club che vuole consolidarsi e diventare protagonista nel corso degli anni. “Inizieremo con le quattro categorie del settore giovanile agonistico che un tempo si chiamavano Giovanissimi e Allievi e ora si chiamano Under 14, Under 15, Under 16 e Under 17 – dice Paoletti -. Essendo una società neonata partiremo dai provinciali, ma siamo fiduciosi di poter ben figurare sin da subito e così conquistare categorie più importanti. Diversi ragazzi del gruppo 2006 (ovvero la futura Under 16, ndr) hanno già vinto un campionato provinciale due anni fa e sono molto competitivi, ma saranno molto ambiziosi anche i 2005 (Under 17, ndr) e i 2007 (Under 15, ndr) così come i 2008 (Under 14, ndr) che faranno una buona figura nel loro torneo. In futuro, inoltre, la società vuole strutturarsi anche con le categorie maggiori di Juniores e prima squadra, avviando pure un discorso di Scuola calcio”. Paoletti parla a grandi linee del progetto dell’Asd Atletico Roma VI: “Innanzitutto vogliamo consentire ai giovani del territorio di fare sport perché lo sport è vita e supporto psicologico, in special modo dopo un periodo così lungo e duro a causa della pandemia. Come modello ci ispiriamo alla vecchia Lodigiani di Sagramola e ai valori che la ispirava, il nostro slogan è “emozione ed ambizione” perché al divertimento e al riflesso sociale vogliamo unire anche ottimi risultati. In ogni caso invito tutti a venirci a trovare nello splendido centro sportivo che ci ospiterà per tutta la stagione, la nostra segreteria rimarrà aperta per le iscrizioni e per tutte le informazioni ci si può rivolgere anche alle nostre pagine social ufficiali, a cui a breve affiancheremo anche un sito” conclude il presidente.

Continua a leggere

Senza categoria

Nemi, rifiuti alla Radiosa: situazione fuori controllo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

È ormai fuori controllo la situazione dei rifiuti alla Radiosa a Nemi. Da quando il Sindaco ha “ritirato” l’idea (e il progetto?!) Di realizzare l’isola ecologica, l’area sta diventando una discarica a cielo aperto e i residenti e membri del Comitato I Corsi sono davvero sconcertati e furiosi: “Dal Comune – dicono – avevano assicurato che non permaneva ‘immondizia all’interno dello stadio e invece le fotografie scattate in queste ore mostrano i mezzi pieni di rifiuti, al caldo e con una puzza insostenibile. Oltre a questo i rumori vari del vetro e del via vai dei camion anche all’alba continuano a seminare disturbo e insofferenza”.

Non è finita: fuori dallo stadio si crea sempre una discarica.

Il degrado dell’area è le parole al vento continuano a far salire le temperature e la sopportazione. Le forze dell’ordine intendono intervenire?

Continua a leggere

I più letti