Connect with us

Calcio

Champions: Juve ko, Roma pari

Spread the love

Bianconeri battuti 3-0 dal Barça, giallorossi 0-0 con A.Madrid

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Spread the love

Troppo Barcellona per la Juventus nella prima giornata di Champions League. Al Nou Camp finisce 3-0 per i catalani, ispirati da un grande Messi autore di una doppietta (45′ e 69′) e che ha propiziato il gol di Rakitic (56′). All’Olimpico la Roma pareggia 0-0 con l’Atletico Madrid. Il migliore per i giallorossi è stato il portiere Alisson. Nel finale gli spagnoli colpiscono un palo con Saul Niguez mentre Perotti reclama un rigore.

Fino al primo gol di Messi, i bianconeri hanno respinto con mestiere l’onda d’urto catalana, non troppo veemente in verità, ma nei pochi istanti del vantaggio si è notata l’evidente differenza tecnica: uno scambio stretto tra Suarez e l’argentino ha pietrificato Sturaro, Barzagli e Benatia (persino un tunnel tra le sue gambe), con Buffon che non poteva certo raggiungere quell’angolo lontano dove Messi aveva deciso di depositare il pallone.

Alle assenze strutturali e numerose (Mandzukic, Chiellini, Khedira, Cuadrado, Marchisio, Hoewedes, più Lichtsteiner non inserito nella lista Uefa), dopo nemmeno mezza gara è andata ad aggiungersi quella dell’infortunato De Sciglio, il quale peraltro aveva a lungo vagato con estremo imbarazzo. Dopo la sua uscita, la Juve si è sistemata con una insolita difesa a 3, con Barzagli lasciato comunque al centro insieme a Benatia e Sturaro piazzato sull’esterno destro, però più avanzato rispetto a De Sciglio. Tutto sarebbe stato più semplice se Lichtsteiner non fosse stato escluso abbastanza inspiegabilmente da questa prima fase di Champions.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Calcio

San Siro, il tweet del sindaco scatena i tifosi: critiche e sfottò. Il Meazza diventa ‘conteso’

Pubblicato

il

Spread the love

Un tweet che apre un botta e risposta: tra il sindaco Giuseppe Sala e Inter e Milan. E poi tra tifosi nerazzurri e rossoneri. Nella serata di ieri il primo cittadino scrive sul social network “Prendo atto della dichiarazione del Milan su San Siro.

Facciamola semplice: penso che per Milano, per i tifosi e i turisti, l’impianto debba essere ammodernato. Il Milan quando sarà in grado di dirmi se è disponibile o no a investire insieme sul nostro stadio?” e a stretto giro pubblica un altro tweet “Sia chiaro a tutti: l’invito vale anche per l’Inter, perché San Siro è lo stadio dei milanesi”. Parole che innescano le reazioni dei due club. Il Milan, con un comunicato chiarisce che “il Club non ha mai manifestato il desiderio di lasciare San Siro.

Fermo restando che il Milan ritenga importante pensare per il proprio futuro di giocare in uno Stadio di proprietà, quindi non in co-abitazione con altre squadre, la decisione su quali possano essere i futuri impianti sportivi delle squadre cittadine – si legge nella nota – non potrà che essere presa con i tempi adeguati, e con la piena condivisione di tutte le parti direttamente coinvolte. Proprio per questo il Milan, di concerto con l’Amministrazione Comunale, ha avviato una serie di incontri di analisi e di valutazioni delle aree disponibili sul territorio, tenendo in debita considerazione il valore dello Stadio di San Siro e le eventuali ipotesi di riqualificazione del medesimo. Solo alla conclusione di questo percorso, tutte le parti coinvolte potranno esprimere una valutazione compiuta ed assumere eventuali decisioni”.

Anche i cugini nerazzurri rispondono, via Twitter: “Gentile Beppe Sala, come ricorderà abbiamo investito tempo e risorse nello stadio dei milanesi, il nostro piano è chiaro a tutti da 18 mesi e non è cambiato.     Aspettiamo un tavolo di discussione con tutti gli attori coinvolti per parlarne con chiarezza”, è la risposta del club. Ma i due post del sindaco non passano inosservati e scatenano le tifoserie. Soprattutto quella rossonera. Sono infatti decine i commenti di tifosi milanisti infastiditi dalla ‘provocazione’ del sindaco, notoriamente tifoso nerazzurro. Ma non mancano neanche le polemiche, inevitabili, tra le due sponde del tifo nerazzurro con lo scambio reciproco di sfottò e la rivendicazione di entrambe le tifoserie su San Siro con, va da sè, l’invito l’uno all’altro “ad andarsene”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Calcio

Milano: arrestato il vicepresidente Foggia Calcio

Pubblicato

il

Spread the love

MILANO – Il vicepresidente onorario del Foggia Calcio Ruggiero Massimo Curci è stato arrestato a Milano dalla Guardia di Finanza e dalla Polizia. Il commercialista Curci, che sino al maggio del 2017 era indirettamente socio al 50% della squadra pugliese, é considerato il promotore di un complesso sistema di evasione fiscale e avrebbe ricevuto compensi illeciti per circa 600mila euro da parte di società riconducibili a soggetti coinvolti nella prima fase dell’inchiesta.

Nei confronti di Curci, inoltre finanzieri e poliziotti ipotizzano di aver in parte riciclato parte di quel denaro finanziando con rilevanti importi il Foggia Calcio nelle stagioni 2015- 2016.
La misura è stata emessa nell’ambito dell’operazione “Security”, che nel maggio 2017 aveva portato all’esecuzione di misure cautelari per 15 persone a vario titolo accusate di far parte di un’associazione per delinquere che ha favorito gli interessi, in particolare a Milano e provincia, della famiglia mafiosa catanese dei “Laudani”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Calcio

Roma VIII calcio (I cat.), Middei convocato in Rappresentativa: «Ma domani bisogna vincere»

Pubblicato

il

Spread the love

Roma – In attesa di ricevere buone notizie dal campo, la Juniores provinciale della Roma VIII applaude un suo giocatore. Si tratta di Alessandro Middei, trequartista o mezzala classe 2001 che è stato convocato per un raduno della Rappresentativa Allievi provinciali in programma il prossimo mercoledì 6 dicembre. «Davvero una bella sensazione – racconta Middei – Vuol dire che qualcuno ha potuto apprezzarmi e ovviamente darò il massimo per far vedere le mie qualità anche durante il raduno». Eppure l’inizio di stagione di Middei è stato molto sfortunato: prima un problema al quadricipite e mercoledì scorso, nel corso della consueta amichevole in famiglia con la Prima categoria, un pestone al piede sinistro che ne mette in serio dubbio la presenza nel match casalingo in programma domani (alle ore 14,30) contro il Colonna. «Dobbiamo assolutamente sbloccarci, abbiamo un solo risultato» dice Middei senza troppe giri di parole. Alcuni segnali importanti, senza il conforto del risultato, sono arrivati dall’ultimo match esterno. «Sabato scorso abbiamo perso 2-0 contro la Vis Subiaco che in questo momento è in testa al girone assieme all’Atletico Zagarolo – rimarca il giovane trequartista – Dal punto di vista difensivo abbiamo fatto davvero una grande partita, subendo gol in una delle pochissime occasioni lasciate agli avversari. In attacco, invece, ci sono mancate un po’ di precisione e di determinazione, ma la prestazione ci ha ridato quella fiducia che in questa prima parte di campionato è mancata. Il gruppo ora sta molto bene ed è determinato a dimostrare che l’attuale classifica è molto bugiarda». D’altronde i ragazzi di mister Daniele Polletta erano partiti con ben altre ambizioni. «Sono assolutamente convinto che questo è un gruppo molto valido e che può ancora rincorrere le zone di vertice. Per questo è fondamentale fare risultato contro il Colonna» chiosa Middei.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

febbraio: 2018
L M M G V S D
« Gen    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

L’Osservatore su Google+

Le più lette

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it