Connect with us

Roma

CIAMPINO AEROPORTO, NUOVO VOLO ROMA – BUDAPEST

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Tutte le compagnie aeree low cost all'assalto di Budapest. La capitale dell'Ungheria – anzi il suo aeroporto – ha da pochi giorni perso uno dei vettori principali, la Malev, che ha dichiarato fallimento. Di proprietà dello Stato ungherese, il vettore è stato costretto a lasciare a terra i passeggeri dopo l'intimazione da parte dell'Unione Europea al pagamento di circa 200 milioni di euro per le sovvenzioni statali. Impossibilitata a pagare il debito, la compagnia ha dichiarato fallimento. Come in un effetto domino, si sono scatenate una serie di conseguenze importanti per il mercato aereo, in particolare per quello legato a Budapest.

Wizz Air è stata una delle prime a decidere di investire sulla città, così come la Ryanair che ha immediatamente lanciato il volo Bergamo Orio al Serio – Budapest.

Appena un giorno dopo quest'annuncio, il vettore low cost ha deciso di lanciare un nuovo collegamento dall'Italia: dal 21 febbraio 2012 ci sarà il collegamento Roma-Budapest, dall'aeroporto romano di Ciampino. Per quanto riguarda gli orari, la partenza dall'Ungheria sarà alle ore 20 con arrivo a Roma alle 21:45 mentre da Roma la partenza è prevista per le 22:10 con arrivo alle 23:55. Il prezzo lancio per questa nuova rotta è di € 9,99. Con il Roma-Budapest passano a 51 i collegamenti operati dalla Ryanair dall'aeroporto di Ciampino. Infine ecco una guida turistica di Budapest, dove prendere spunto per una vacanza nella capitale ungherese: cosa fare, cosa vedere, i principali monumenti e le bellezze di una delle capitali più affascinanti del Vecchio Continente.
 

Metropoli

Anguillara Sabazia, primo Consiglio comunale per il governo di Angelo Pizzigallo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – Primo Consiglio comunale ad Anguillara Sabazia dopo la recente tornata elettorale che ha visto eleggere al secondo turno l’Avvocato Angelo Pizzigallo Sindaco della Città.

Il primo cittadino ha preso la parola subito dopo l’appello e dopo aver ringraziato tutti gli intervenuti ha fatto presente che in questi ultimi 15 giorni ha preso visione delle carte comunali rendendosi conto che c’è molto da fare.

Pizzigallo ha poi voluto ricordare il difficile momento che sta attraversando l’Italia con l’emergenza coronavirus che ad Anguillara Sabazia assiste ad un aumento dei contagiati sintomatici e asintomatici, condizione quest’ultima che non ha permesso lo svolgimento del Consiglio comunale aperto in presenza alla popolazione.

Continua a leggere

Roma

Roma, giocano a carte scommettendo soldi per strada e ignorando le norme anti-Covid: denunciate 6 persone

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ROMA – I Carabinieri della Stazione Roma Eur hanno denunciato in stato di libertà sei cittadini filippini, per i reati di esercizio e partecipazione a gioco d’azzardo.

Transitando all’interno del piazzale Enrico Fermi, nei pressi della fermata metropolitana, i Carabinieri hanno sorpreso 6 cittadini stranieri, di età compresa tra i 45 e 74 anni, intenti a giocare a carte scommettendo del denaro contante, usando come “tavolo verde” un cassonetto dei rifiuti.

Successivamente il gruppetto, è stato anche contravvenzionato per violazione delle misure imposte dal DPCM in vigore per il contenimento del contagio da Covid-19, poiché i sei hanno creato un assembramento, senza mantenere il distanziamento interpersonale.

Continua a leggere

Castelli Romani

Nemi, da 9 mesi senza Vicesindaco nonostante le indicazioni della Prefettura: il Consigliere Tersigni presenta mozione di sfiducia al Sindaco

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

NEMI (RM) – Mozione di sfiducia con votazione segreta al Sindaco di Nemi Alberto Bertucci quella presentata oggi dal Consigliere di opposizione Stefano Tersigni di “Insieme per Nemi” per la mancanza della figura del Vicesindaco che ormai si protrae da ben nove mesi nonostante le indicazioni fornite dalla Prefettura di Roma che aveva invitato l’amministrazione comunale a provvedere alla necessaria nomina del Vicesindaco richiamando quanto ribadito con la circolare ministeriale n. 2379 del 16.02.2012, proprio per l’esercizio delle indefettibili funzioni sostitutive del sindaco impedito o assente.

“Sono trascorsi quasi nove mesi dalle dimissioni del Vicesindaco Edy Palazzi e le dimissioni del Vicesindaco Pietro Pazienza che sono state presentate dopo solo tre settimane di incarico”. Questo quanto evidenziato dal Consigliere comunale il quale ha evidenziato il fatto che “nella specifica e attuale situazione per il Comune di Nemi la Giunta è composta dal solo Sindaco e dall’Assessore Pietro Pazienza il quale risulta già dimissionario dalla carica di Vicesindaco. Risultando quindi inattuabile anche la condizione precedentemente citata da fonte del Ministero dell’Interno, oltre al fatto che la figura del Sindaco/Vicesindaco è interessata da nuovi doveri imposti dall’ultimo DPCM”.

Tersigni rileva il fatto che “l’articolo 53, comma 2 del d.lgs.n. 267/2000 che prevede la sostituzione del Sindaco da parte del solo Vicesindaco e in mancanza di designazione è Vicesindaco di diritto l’assessore più anziano , non essendo ammissibili ulteriori figure istituzionali che lo possano sostituire nelle proprie competenze quale organo monocratico ovvero quale capo della Giunta. Pertanto, ferma restando l’assoluta necessità di ottemperare al disposto di legge che richiede l’esplicita designazione del Vicesindaco da parte del Sindaco, la citata norma fornisce il necessario strumento per l’individuazione della figura vicaria del Sindaco. ( rif. Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli affari Interni e Territoriali). Quindi nella specifica e attuale situazione per il Comune di Nemi la Giunta è composta dal solo Sindaco e dall’Assessore Pietro Pazienza il quale risulta già dimissionario dalla carica di Vicesindaco. Risultando quindi inattuabile anche la condizione precedentemente citata da fonte del Ministero dell’Interno”.

Ora la mozione dovrà essere votata in Consiglio comunale, qualora venga ammessa e il Consigliere di “Insieme per Nemi” ha voluto lanciare un avvertimento che “se anche questa volta la mozione non dovesse essere ammessa a votazione” si rivolgerà direttamente all’Autorità Giudiziaria”.

Continua a leggere

I più letti