Connect with us

Roma

CIAMPINO, ASP: CGIL FP, CGIL FILCAMS E CISL FISASCAT NON SOTTOSCRIVONO L'ACCORDO CON L'AZIENDA

Clicca e condividi l'articolo

"L'accordo prevede il pagamento di 250 euro a tutti i dipendenti come anticipo su “ eventuali spettanze future “.

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Ciampino (RM) – "Riteniamo che i problemi dell’Azienda siano ben altri e purtroppo molto seri. – Così inizia la nota comune dei sindacati Cgil Fp, Cgil Filcams, Cisl Fisascat, che prosegue – Ricordiamo a tutti che a luglio, per ridurre il costo del lavoro, l’Asp aveva aperto le procedure di mobilità per 30 lavoratori. L’accordo per evitare i licenziamenti prevedeva tra l’altro il pagamento delle tredicesime posticipato. Ma questo ai revisori dei conti non è bastato, tanto che l’Asp ha scritto una nota ai firmatari dell’accordo dichiarando che dette spettanze non sarebbero state più pagate. Una scelta grave, alla quale abbiamo risposto unitariamente con la dichiarazione dello stato di agitazione. Ci siamo resi conto comunque che una simile scelta da parte dell’Azienda stava a significare che si è sull’orlo della liquidazione. Per questo abbiamo provato a pensare soluzioni che tenessero insieme la tenuta dell’azienda ed i diritti dei lavoratori. In questo clima, un sindacato autonomo, che non firma mai alcun contratto nazionale  ne si ferma a leggere con attenzione i bilanci, proclama un’assemblea, che poi si trasforma in occupazione, lascia senza pasti caldi centinaia di bambini,  e chiede il pagamento delle tredicesime, come se nulla fosse e non sapesse la gravità del momento.

A oggi attendiamo ancora di sapere se e come l’Azienda abbia sanzionato sul serio certi comportamenti, al di là dei comunicati. Perché non siamo tutti uguali, e ci teniamo a distinguerci in termini di etica e responsabilità, soprattutto quando una vertenza colpisce i più deboli ed esposti, e quei cittadini costretti a lasciare il posto di lavoro per riprendere il figlio al nido.

Anche per questo quindi non condividiamo i contenuti dell’accordo, che lasciamo i problemi tutti irrisolti. – La nota conclude –  Un conto è aiutare quei lavoratori che per motivi personali hanno bisogno di un sostegno economico in questo particolare momento dell’accordo, altro è dare un contentino che maschera il vero problema dell’ASP, ossia l’assenza di un piano industriale forte e condiviso. In questo modo si salvano posti di lavoro, professionalità e servizi pubblici".

LEGGI ANCHE:

 02/08/2013 CIAMPINO, ASP NIDI COMUNALI: TAGLI AI SALARI DELLE EDUCATRICI , MARTEDI' 6 AGOSTO CONSIGLIO COMUNALE AD HOC

 29/07/2013 CIAMPINO: RAGGIUNTO ACCORDO ALL'ASP. SCONGIURATI I LICENZIAMENTI

 20/07/2013 CIAMPINO – ASP: CINQUE CONSIGLIERI DEL PD DETTANO LE CONDIZIONI PER L’APPROVAZIONE DEL BILANCIO 2012

 04/07/2013 CIAMPINO, LICENZIAMENTI ASP: DEPUTATA PIAZZONI A DISPOSIZIONE PER INTERVENIRE SUL FUTURO DELLA MULTISERVIZI

 29/06/2013 CIAMPINO, LICENZIAMENTI ASP: DAL PRIMO LUGLIO LAVORATORI IN LUTTO PER STRADA A DISTRIBUIRE VOLANTINI

 27/06/2013 CIAMPINO, CRISI ASP: 30 LAVORATORI A CASA. LA SOCIETA' DEL COMUNE METTE A RISCHIO IL SETTORE SOCIALE


 

Print Friendly, PDF & Email

Castelli Romani

Nemi, cambio di guardia in casa Pd

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Cambio della guardia in casa PD a Nemi. Azzurra Marinelli si dimette da segretaria del Partito Democratico del Circolo di Nemi. Dopo 10 anni alla guida dell’unico partito strutturato presente nel paese, rassegna le sue dimissioni davanti alla segreteria e al comitato direttivo: “Ho lavorato tanto e con grande passione” – queste le parole di Marinelli” – “forse avrei potuto fare di più e meglio, ma lascio la segreteria senza rimpianti e con grande tranquillità d’animo”. Raccoglie la staffetta, con l’unanimità dei voti del comitato direttivo e della segreteria, la consigliera comunale Patrizia Corrieri:
“So che si tratta di un incarico molto oneroso, ma sono pronta a portare un grande partito alle prossime amministrative che si terranno tra un anno – dichiara la consigliera Corrieri. – Abbiamo un progetto ambizioso: quello di riportare a Nemi un clima di serenità, che rimetta al centro la partecipazione dei cittadini nella vita politica e associativa di questo paese. Solo così Nemi potrà tornare agli antichi splendori che oggi sono solo un ricordo. È un’impresa faticosa, ma io amo le sfide difficili. Ringrazio Azzurra Marinelli per il lavoro che ha svolto fino a oggi e sono pronta, con la massima determinazione, a guardare al futuro del PD di Nemi”.
Il Partito Democratico di Nemi ha sempre lavorato in massima armonia con i segretari Provinciale e Regionale del partito. Importanti e costanti sono i rapporti con i consiglieri regionali, i senatori e i deputati del Partito Democratico.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Roma

Roma, passeggia armato al Pigneto: in tasca un coltello da cucina di 20 cm

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ROMA – Prosegue l’attività straordinaria di controllo del territorio nelle zone del Prenestino Labicano, Tor Pignattara e Pigneto da parte dei Carabinieri della Compagnia Roma Casilina, impegnati a fornire ai cittadini una maggiore percezione di sicurezza.

Nella giornata di ieri, i militari di zona, in servizio perlustrativo insieme ai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma e della Compagnia di Intervento Operativo del Reggimento “Lazio”, dislocati in punti strategici della zona in cui sono stati predisposti numerosi posti di controllo, hanno svolto accertamenti nei confronti di 105 persone e 73 veicoli.

Nel corso delle attività, i Carabinieri hanno notato un uomo mentre si aggirava in atteggiamento sospetto nelle immediate vicinanze di un supermercato di via del Pigneto, decidendo di controllarlo.

Dalle tasche del sospettato – un romano di 43 anni già conosciuto alle forze dell’ordine – è spuntato un coltello da cucina della lunghezza di 20 cm che gli è costato la denuncia a piede libero con l’accusa di porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Le attività di controllo proseguiranno in tutto il quadrante anche nei prossimi giorni.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Roma

Roma, auto con “kit da scasso” in giro per l’Aventino: denunciata una coppia

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ROMA – I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro hanno denunciato a piede libero una coppia, per possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli.

I due, un 49enne Albanese e una 32enne italiana di Anzio, entrambi già noti alle forze dell’ordine, nel transitare in via delle Terme di Caracalla, a bordo di un’autovettura, sono stati notati aggirarsi con fare sospetto dalla pattuglia di Carabinieri. Fermati per un controllo più approfondito, la coppia, in evidente stato di agitazione, non ha dato una motivazione valida della loro presenza quindi i militari hanno esteso gli accertamenti anche all’interno dell’auto, dove hanno rinvenuto un grosso borsone contenente numerosi arnesi da scasso quali, chiavi inglesi, pinze, tenaglie e giraviti, nonché un dispositivo elettronico per la diagnosi delle centraline veicoli.

I Carabinieri hanno sequestro tutto il materiale rinvenuto nel mezzo e denunciato a piede libero la coppia

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti