Connect with us

Castelli Romani

Ciampino, casali del 600 all’asta per pochi soldi: l’appello al commissario prefettizio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

CIAMPINO (RM) – Lanciato l’appello al commissario prefettizio affinché il Comune di Ciampino acquisti i Casali risalenti al ‘600 della Marcandreola che altrimenti andranno all’asta.

Marco Bartolucci e Giuseppe Granata riassumono la vicenda

I Casali sorgono all’interno di un area sottoposta a vincolo monumentale e paesaggistico, ricca di testimonianze storico-artistiche come i portali e alla chiesuola secenteschi e ai resti di una natatio appartenente ad una villa romana, appartenuta al Console Valerio Messalla e un uliveto secolare.

A firmare la lettera indirizzata vice prefetto Raffaela Moscarella sono i consiglieri comunali uscenti del M5S di Ciampino, Marco Bartolucci, Marilena Checchi e Daniele De Sisti, insieme al MeetUp Ciampino e Morena 5 Stelle e a Italia Nostra i quali hanno informato il commissario della prossima scadenza per poter esercitare il diritto di prelazione per il secondo lotto dei Casali per poterlo acquisire al patrimonio comunale: «La Soprintendenza – spiegano – ha ufficialmente ricevuto la denuncia di avvenuta vendita e a breve questa verrà notificata ai vari Enti per esprimere la volontà di esercizio di prelazione prevista per i beni sottoposti a tutela.

Marco Bartolucci (m5s Ciampino) Marilena Checchi (m5s Ciampino) Rodolfo Corrias (presidente Italia Nostra Ciampino e Consigliere nazionale Italia Nostra) ospiti della trasmissione Officina Stampa condotta da Chiara Rai

L’impegno di spesa è esiguo rispetto al valore storico, artistico e paesaggistico di questo bene e ancor di più diverrebbe il suo valore se si realizzasse il più ampio progetto di parco pubblico». Da qui l’appello al commissario per salvare un bene storico della comunità ciampinese. La stessa lettera è stata inviata anche al Ministero dei beni culturali e a diversi portavoce del Senato e della Regione Lazio del M5S: «Un progetto sano e bello – si legge – che farà bene ad una comunità ormai arrabbiata e scontenta, qualcosa che dia speranza di poter vivere in una città più bella e umana».

Non lontano dai casali c’è il tracciato della Via Appia Antica, con i sepolcri che la affiancano, che dal 1988 è inserito nel “Parco Regionale dell’Appia Antica”. C’è anche il percorso dell’antica Via Cavona, che costituisce un antico tracciato trasversale di transumanza, presso il quale si conserva la Mola Cavona, uno dei rari esempi di manufatto industriale di età moderna. Il Consiglio Comunale di Ciampino in passato già si è espresso si è già espresso favorevolmente all’esercizio del diritto di prelazione: «Questa area -concludono i firmatari della lettera – ricade in un contesto paesaggistico che va tutelato e messo a disposizione dei cittadini; un bene prezioso e, soprattutto, un bene collettivo che deve essere valorizzato e consegnato alla cittadinanza ciampinese, in primis, e al patrimonio artistico italiano, poi».

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Castelli Romani

Ciampino aeroporto, il Consiglio di Stato conferma la riduzione dei voli

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Respinto il ricorso di Ryanair e confermata la riduzione dei voli. “Prevale il diritto alla salute dei cittadini”

“Dopo anni di proteste, migliaia di denunce alla magistratura, il ricorso all’Unione Europea e moltissime iniziative nei confronti delle istituzioni, la giornata di oggi segna una svolta per le decine di migliaia di cittadini che vivono nelle aree urbane limitrofe all’aeroporto di Ciampino.” dichiara il portavoce del comitato dei cittadini Roberto Barcaroli

Il Consiglio di Stato, infatti, con la sentenza di oggi, conferma la riduzione dei voli nell’aeroporto di Ciampino e la validità del decreto del Ministro dell’ambiente 345/2018 che ne prevede tempi e modi.

La sentenza respinge tutte le richieste di Ryanair e Wizz Air per impedire che i voli vengano ridotti e conferma la precedente sentenza, con gli stessi contenuti, emessa dal TAR Lazio il 17 marzo, contro cui Ryanair e Wizz Air si erano appellate.

“Una ottima notizia per i cittadini di Ciampino, Roma sud e Marino, colpiti da anni da un inquinamento che spesso rende difficile la vita quotidiana.” continua il portavoce del comitato dei cittadini.

Le indagini epidemiologiche su adulti (indagine SERA) e sui bambini (indagine SaMBa), condotte dal Dipartimento Epidemiologico Regionale, hanno confermato la sofferenza della popolazione delle aree colpite, come riporta la stessa sentenza del Consiglio di Stato.

Su questo tema lo stesso Consiglio di Stato richiama la sentenza della corte di cassazione che conferma come il diritto alla salute e alla qualità della vita sia prioritario: “il limite della tutela della salute è da ritenersi ormai intrinseco nell’attività di produzione oltre che nei rapporti di vicinato, alla luce di una interpretazione costituzionalmente orientata, dovendo considerarsi prevalente, rispetto alle esigenze della produzione, il soddisfacimento ad una normale qualità della vita” (cfr. Cass. civ., 8 marzo 2010, n. 5564).

“Un aeroporto con un grande traffico aereo in mezzo alle case non è tollerabile. Le leggi nazionali e comunitarie per limitare il traffico e l’inquinamento che l’aeroporto produce esistono da anni ma, fino ad oggi, sono state applicate molto poco. La sentenza di oggi è importante e deve essere applicata subito, è una svolta e una conquista non solo per noi. Ora non si deve tornare indietro.” conclude Roberto Barcaroli.

Continua a leggere

Castelli Romani

Marino, Cangemi (Lega): “Congratulazioni e buon lavoro a Stefano Cecchi”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

“Congratulazioni a Stefano Cecchi, eletto sindaco di Marino. Il compito cui è chiamato a far fronte è oneroso, ma la sua competenza e la sua abnegazione saranno un valore importante per la guida della città. A lui i miei migliori auguri di buon lavoro”

E’ quanto dichiara il vicepresidente del consiglio regionale del Lazio e consigliere Lega, Giuseppe Emanuele Cangemi

Continua a leggere

Castelli Romani

Frascati, Francesca Sbardella è la nuova sindaca

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

FRASCATI (RM) – Francesca Sbardella vince il ballottaggio con Roberto Mastrosanti e si aggiudica la poltrona di sindaca della città. Una vittoria ottenuta con 4021 voti pari al 54,03% rispetto il competitor che ha ottenuto il 45,97% con 3.421 voti.

Continua a leggere

I più letti