Connect with us

Roma

CIAMPINO, CENTO GIORNI DI PD: GABRIELLA SISTI CHIUDE IL GIRO DI INTERVISTE

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti "Noi vigileremo comunque con serietà e costanza sull'operato di un’amministrazione che non promette nulla di buono"

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

di Daniele Rizzo
Ciampino (RM)
– Concludiamo il giro di interventi sui primi cento giorni di amministrazione Terzulli con Gabriella Sisti. In primo piano nella sua analisi il problema della trasparenza degli atti. Ecco cosa ci ha detto:
“Anche se obiettivamente 100 giorni sono pochi per fare un’analisi dell’operato di un’Amministrazione, mi sento obbligata a puntualizzare un aspetto, forse quello più rilevante e grave: l’aspetto della trasparenza degli atti.Come amministratore, rilevato dal sito del comune che mancavano numerosi dati ho formulato un’interrogazione per chiedere i dati che non erano stati pubblicati.
Compito fondamentale di un consigliere comunale è il controllo e nell’interrogazione presentata al Comune puntualizzo come il Decreto 33 sulla trasparenza negli atti amministrativi imponga un costante ed attento aggiornamento delle informazioni e conseguentemente chiedo di avere tutte le determine dirigenziali non pubblicate, di essere portata a conoscenza degli incarichi esterni assegnati dal nostro Comune e dalle Società Partecipate ASP e AMBIENTE.
La risposta scritta dell’Amministrazione che vi allego è alquanto preoccupante.
L’Assessore alla comunicazione, mi risponde che la produzione del materiale da me richiesto risulterebbe non solo superfluo ma di inutile aggravio al regolare svolgimento del servizio degli uffici competenti.
Quindi, costa sapere quanto costa la macchina amministrativa e per non essere di peso alla mia amministrazione io, Capogruppo Consiliare eletta dal popolo, mi rivolgerò direttamente alla Procura della Repubblica per avere tali risposte non trascurando di inviare la risposta che mi è stata data dall’amministrazione. Insomma, dopo il Movimento 5 Stelle che pochi giorni fa è stato accusato di incompetenza , la nostra forza politica chiede notizie inutili.
I 100 giorni di un’Amministrazione che invia il Piano Socio Sanitario di zona in Regione Lazio senza la firma della ASL, che paga fior di consulenze legali, ma assiste inerte alla chiusura dell’AVIS,si commentano da soli, come si commentano da soli i debiti della Società ASP e della Società Ambiente verso Inps e Inail (p. es. Ambiente debiti tributari Euro 7.550.000 circa) e i ritardi nell’erogare le spettanze ai lavoratori (vedi ritardi quattordicesima mensilità Soc. Ambiente).
Noi vigileremo comunque con serietà e costanza sull’operato di un’amministrazione che non promette nulla di buono e dimentica nel cassetto problemi come gli asili nido, Barbuta, Cooperative 167 ecc ecc.”

Metropoli

Anguillara Sabazia, furti auto di turisti in sosta: 2 arresti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Era da qualche tempo che i Carabinieri di Anguillara Sabazia ricevevano segnalazioni per furti su autovettura, in particolare ai danni di turisti che, dopo avere parcheggiato su via Trevignanese, si recavano in spiaggia.Per arginare il fenomeno che stava turbando l’usuale serenità del comune sabatino, i Carabinieri hanno quindi organizzato un mirato servizio di osservazione nel corso del quale hanno notato due soggetti avvicinarsi con aria furtiva ad un’autovettura parcheggiata. I due, dopo avere infranto un finestrino laterale del veicolo, sono stati sorpresi a impossessarsi di un trolley e a tentare di allontanarsi immediatamente ma sono stati inseguiti e raggiunti dai Carabinieri, che li hanno bloccati e perquisiti. In loro possesso, i Carabinieri hanno rinvenuto due cassette degli attrezzi e un trapano, risultate provento di furto perpetrato poco prima con le medesime modalità e restituiti al legittimo proprietario.Gli arrestati, due uomini di 29 e 38 anni, dopo una notte passata in camera di sicurezza, sono stati sottoposti a giudizio con rito direttissimo presso il Tribunale di Civitavecchia, dove il loro arresto è stato convalidato, applicando la misura della custodia cautelare in carcere.

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, morto in ospedale il 35enne affogato ieri al lago

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

L’uomo era stato rianimato da alcuni bagnanti e trasportato in elisoccorso all’ospedale Gemelli

CASTEL GANDOLFO (RM) – E’ morto in ospedale il 35enne di nazionalità irachena che ieri era stato rianimato da alcuni bagnanti al lago Albano di Castel Gandolfo dopo aver avuto un malore ed essere annegato.

L’uomo era stato portato in elisoccorso all’ospedale capitolino del Gemelli in situazione disperata dove è poi deceduto a causa di alcune complicazioni.

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, annega nel lago e viene salvato in extremis da alcuni bagnanti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

CASTEL GANDOLFO (RM) – Un 35enne annega nel lago Albano di Castel Gandolfo e viene salvato da alcuni bagnanti che avevano appena effettuato un corso di BSLD (manovre di primo soccorso con impiego di defibrillatore) promosso dagli operatori sanitari della Asl Roma 6 per la sicurezza in mare e nei laghi.

“Queste iniziative formative producono effetti benefici multidimensionali: ci aiutano a salvare vite; avvicinano le istituzioni ai cittadini; ci rendono persone migliori. I miei ringraziamenti vanno ai nostri operatori sanitari, che si stanno dedicando con grande passione a questo progetto” ha detto il direttore generale della Asl Roma 6, Cristiano Camponi.

Continua a leggere

I più letti