Connect with us

Roma

CIAMPINO, POLIZIA LOCALE: CON "TARGA SYSTEM" E' CACCIA AI VEICOLI NON ASSICURATI, NON REVISIONATI O RUBATI

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Ciampino è tra i primi comuni in Italia ad essere dotato di questo sistema all'avanguardia

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Ciampino (RM)
– E' entrato in funzione, a pieno regime, sulle strade di Ciampino il sistema "Targa System", nuovo strumento tecnologico in dotazione alla Polizia Locale capace di individuare in tempo reale i veicoli in transito privi di copertura assicurativa, senza revisione, rubati o oggetto di sequestro amministrativo.
Nella sola serata di ieri, lunedì 18 agosto, gli agenti impegnati sul territorio hanno proceduto al controllo, sia con "Targa System" che con una specifica app installata nei tablet a disposizione, 600 veicoli in due ore, procedendo alla contestazione di 36 violazioni per circolazione con assicurazione scaduta e 48 per circolazione con veicolo con revisione scaduta. Nello stesso periodo, i controlli della velocità effettuati mediante Telelaser hanno accertato 95 violazioni per eccesso di velocità, di cui 18 con velocità di oltre 40 km/h superiore al limite consentito.
 
Ciampino è tra i primi comuni in Italia ad essere dotato di questo sistema all'avanguardia, uno strumento che permette di effettuare controlli mirati ed efficaci. Purtroppo sono sempre più numerosi i veicoli che circolano con assicurazione o revisione scadute, circa 4 milioni in Italia e migliaia nel Lazio, realtà che incide direttamente sulla sicurezza, soprattutto in caso di incidenti stradali. Solo nel 2014, a Ciampino, il Comando ha già registrato una decina di casi di incidenti stradali con feriti causati da veicoli privi di assicurazione, cosa che impedirà ai feriti di essere risarciti.
 
Proprio in questa direzione, il "Targa System" si aggiunge agli altri strumenti già in dotazione al Comando, come gli autovelox, il telelaser e le telecamere di videosorveglianza, che presto verranno integrate al "Targa System". Tutti dispositivi che vengono utilizzati anche di concerto con le altre forze dell'ordine del territorio, in particolar modo con la Tenenza dei Carabinieri, nell'ambito dell'ormai consolidato rapporto di costante collaborazione, che anche nella giornata di ieri ha visto militari ed agenti impegnati nel sedare un principio di rissa nei pressi di un bar del centro.
 
Per capire meglio il funzionamento di questo strumento, esso è composto da una telecamera che riprende tutti i veicoli in transito. Il programma installato su un computer portatile legge in meno di un secondo la targa dei mezzi in transito (ambo i lati della carreggiata) ed effettua in simultanea controlli incrociati nelle banche dati del Ministero dell'Interno e dei Trasporti. Nel giro di 2 o 3 secondi sul computer vengono segnalate le eventuali anomalie, che permettono ad una pattuglia posizionata a qualche centinaio di metri di distanza, collegata con un tablet, di fermare i veicoli che risultano irregolari per il sistema e procedere al controllo dei documenti. Il sistema comunica in tempo reale con i tablet in dotazione al Comando e funziona sia in orario diurno che notturno.
Da oggi, quindi, tutti i veicoli che transiteranno davanti alla pattuglia dotata di "Targa System" privi di copertura assicurativa, o con la revisione scaduta, o peggio ancora oggetto di sequestro o furto, verranno fermati ai posti di blocco appositamente istituiti.
Inoltre, il sistema permette di archiviare tutti i passaggi comunque avvenuti davanti alla telecamera, in modo tale da inviare a casa le sanzioni – con relativo invito di presentazione – ai proprietari dei veicoli.
Si ricorda che la sanzione prevista dal Codice della Strada per i veicoli che circolano senza copertura assicurativa è pari, in misura ridotta, a 841 euro, con sanzione accessoria del sequestro del mezzo finalizzato alla confisca; di 168 euro per i mezzi con revisione scaduta; di 1.988 euro, salvo ulteriori provvedimenti di natura penale, per i veicoli che circolano anche se sottoposti a sequestro.
 
Dal mese di settembre il sistema verrà integrato alle telecamere di videosorveglianza installate nelle strade di Ciampino, in modo tale da monitorare tutti i transiti veicolari in transito.
Obiettivo nel medio termine è quello di eliminare definitivamente dalle strade i veicoli potenzialmente pericolosi per la sicurezza stradale.

 

Metropoli

Anguillara Sabazia, furti auto di turisti in sosta: 2 arresti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Era da qualche tempo che i Carabinieri di Anguillara Sabazia ricevevano segnalazioni per furti su autovettura, in particolare ai danni di turisti che, dopo avere parcheggiato su via Trevignanese, si recavano in spiaggia.Per arginare il fenomeno che stava turbando l’usuale serenità del comune sabatino, i Carabinieri hanno quindi organizzato un mirato servizio di osservazione nel corso del quale hanno notato due soggetti avvicinarsi con aria furtiva ad un’autovettura parcheggiata. I due, dopo avere infranto un finestrino laterale del veicolo, sono stati sorpresi a impossessarsi di un trolley e a tentare di allontanarsi immediatamente ma sono stati inseguiti e raggiunti dai Carabinieri, che li hanno bloccati e perquisiti. In loro possesso, i Carabinieri hanno rinvenuto due cassette degli attrezzi e un trapano, risultate provento di furto perpetrato poco prima con le medesime modalità e restituiti al legittimo proprietario.Gli arrestati, due uomini di 29 e 38 anni, dopo una notte passata in camera di sicurezza, sono stati sottoposti a giudizio con rito direttissimo presso il Tribunale di Civitavecchia, dove il loro arresto è stato convalidato, applicando la misura della custodia cautelare in carcere.

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, morto in ospedale il 35enne affogato ieri al lago

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

L’uomo era stato rianimato da alcuni bagnanti e trasportato in elisoccorso all’ospedale Gemelli

CASTEL GANDOLFO (RM) – E’ morto in ospedale il 35enne di nazionalità irachena che ieri era stato rianimato da alcuni bagnanti al lago Albano di Castel Gandolfo dopo aver avuto un malore ed essere annegato.

L’uomo era stato portato in elisoccorso all’ospedale capitolino del Gemelli in situazione disperata dove è poi deceduto a causa di alcune complicazioni.

Continua a leggere

Castelli Romani

Castel Gandolfo, annega nel lago e viene salvato in extremis da alcuni bagnanti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

CASTEL GANDOLFO (RM) – Un 35enne annega nel lago Albano di Castel Gandolfo e viene salvato da alcuni bagnanti che avevano appena effettuato un corso di BSLD (manovre di primo soccorso con impiego di defibrillatore) promosso dagli operatori sanitari della Asl Roma 6 per la sicurezza in mare e nei laghi.

“Queste iniziative formative producono effetti benefici multidimensionali: ci aiutano a salvare vite; avvicinano le istituzioni ai cittadini; ci rendono persone migliori. I miei ringraziamenti vanno ai nostri operatori sanitari, che si stanno dedicando con grande passione a questo progetto” ha detto il direttore generale della Asl Roma 6, Cristiano Camponi.

Continua a leggere

I più letti