1

CISTERNA DI LATINA: NOMINATI I COMPONENTI DELLE 6 COMMISSIONI CONSILIARI

Redazione

Cisterna di Latina (LT) – Oltre quattro ore di Consiglio comunale di cui quasi la metà per giungere alla nomina dei componenti delle sei commissioni consiliari.

E’ stato proprio l’ultimo degli otto punti all’ordine del giorno ad animare la discussione in aula a causa della mancanza di una proposta unitaria avanzata dai consiglieri della minoranza.

Il Consiglio, che ha visto l’assenza di Carturan e Lucarelli, si è aperto con una proposta di Panfili di anticipare l’esame dell’assestamento del bilancio – che però non ha trovato il favore della maggioranza dei presenti – mentre ha poi posto all’attenzione della sala il rischio di chiusura del consultorio e più in generale quanto Cisterna sia stata penalizzata dalla ASL nelle varie programmazione d’investimento in strutture e servizi.

Il tema della sanità ha trovato d’accordo maggioranza e opposizione. Il Sindaco ha informato che il primo dicembre si terrà una conferenza dei sindaci per discutere i tagli del nuovo piano ASL. Ha accolto la proposta di convocare un apposito consiglio comunale invitando il nuovo direttore generale Caporossi e, all’occorrenza, di intraprendere azione di protesta.  

Del Prete ha presentato una interrogazione per avere chiarimenti sulle azione svolte e da svolgere nell’area antistante il palazzo comunale nota come “buca”, la Innamorato ha chiesto una riorganizzazione delle qualifiche del personale della Polizia Locale e quali iniziative l’amministrazione intende intraprendere per due determine, una sulla gestione del Filetto e l’altra sulla refezione scolastica, che sono state successivamente revocate.

Giorgi ha chiesto, come già avviene in altri comuni, di introdurre la registrazione sulla carta d’identità della volontà del richiedente di donare i propri organi e tessuti. Inoltre se c’è la volontà di riaprire gli uffici decentrati nel quartiere San Valentino e il motivo della loro chiusura. Ha concluso interrogando l’amministrazione sulla necessità di rifare i marciapiedi che collegano Collina dei Pini al centro urbano.

Merolla è intervenuto su una vicenda apparsa sui giornali locali riguardante un esponente dell’associazione Eupolis e un assessore chiedendo l’intervento del sindaco per una riconciliazione tra le parti.

Quindi, il presidente del Consiglio, Ganelli, ha aperto l’esame dei punti all’ordine del giorno con l’approvazione dei verbali delle sedute precedenti (18 voti favorevoli e 5 astenuti). 

Approvati senza particolari osservazioni la comunicazione del prelievo di 1.753 euro per il servizio di trasporto pubblico dal fondo di bilancio e la revisione della pianta organica comunale che, a seguito del pensionamento di alcuni dipendenti e della riduzione di alcune cariche dirigenziali, nel 2015 prevede alcune assunzioni ottenendo comunque un risparmio di spesa generale.

Con 15 voti a favore , 4 contrari e 2 astenuti, è stato approvato l’assestamento di bilancio che prevede la riassegnazione dei risparmi generati dai ribassi delle gare di affidamento degli interventi del PLUS per il potenziamento della raccolta differenziata informatizzata nel centro urbano e per aiuti alle piccole e medie imprese. L’Assessore Martelli ha illustrato come l’avvenuto riconoscimento di maggiori trasferimenti erariali ha prodotto un avanzo di gestione corrente che verrà accantonato nel fondo di svalutazione crediti così da mettere in sicurezza il bilancio.

Sono stati due i punti riguardanti il riconoscimento di debiti fuori bilancio: le spese di risarcimento e legali per una vertenza tra un cittadino e l’ente per un sinistro su via Roma avvenuto nel 2012; le spese per un’azione legale de Il Sole 24 Ore per fatture non pagate su un contratto stipulato nel 2008 ritenuto illegittimo dal Comune il quale, pertanto, intende rivalersi sul responsabile.

Il settimo punto in esame ha riguardato la rettifica di un mero errore di trascrizione nella tabella illustrativa, alla voce fabbricati rurali ad uso strumentale, allegata alla delibera di approvazione delle aliquote TASI. 

E’ stata dunque la nomina dei componenti delle Commissioni consiliari a portare momenti di animato confronto in assise. Il motivo è stata la mancata presentazione da parte della minoranza di un’unanime proposta di candidatura dei propri consiglieri all’interno della sei commissioni. Dopo un lungo dibattito e due sospensione della riunione per un confronto interno alla minoranza, sono emerse comunque due distinte proposte. Il presidente del Consiglio ha pertanto portato a votazione in maniera nominale i singoli componenti delle commissioni. Una parte dell’opposizione (Merolla, Del Prete, Innamorato, Lauri) ha dissentito abbandonando l’aula. Al termine della votazione le Commissioni sono risultate così composte: 1° Commissione: Frezza, Mastrantoni, Cassetti, Chinatti, Ianiri Pierluigi, Innamorato, Lauri, Panfili; 2° Commissione: Mastrantoni, Boccabella, Ruzzini, Ianiri Pierluigi, Filippi, Di Lelio, Monti, Giorgi; 3° Commissione:  Lucarelli, Ianiri Francesca, Marasca, Ferraiuolo, Chinatti, Monti, Innamorato, Del Prete; 4° Commissione: Di Cori, Giarola, Ianiri Francesca, Lucarelli, Frezza, Lauri, Carturan, Merolla; 5° Commissione: Chinatti, Giarola, Boccabella, Di Cori, Filippi, Di Lelio, Panfili, Merolla; 6° Commissione: Ianiri Francesca, Cassetti, Marasca, Ruzzini, Ferraiuolo, Carturan, Del Prete, Giorgi.