Connect with us

Roma

CIVITAVECCHIA, AIA. IL MOVIMENTO NOCOKE ALTOLAZIO: "SERVONO FATTI CONCRETI"

Clicca e condividi l'articolo

Il 28 agosto p.v. si terrà al TAR Lazio la prima udienza del ricorso presentato dal CODACONS per richiedere l’annullamento del decreto AIA 114/2013

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Movimento Nocoke Altolazio

Civitavecchia (RM) – Accogliamo con soddisfazione il riaccendersi del dibattito relativo all’approvazione della nuova Autorizzazione Integrata Ambientale di TVN e l’estendersi della consapevolezza, seppur tardiva per taluni, della necessità che tale provvedimento, estremamente peggiorativo delle condizioni di esercizio della centrale, vada rivisto. E certo ci auguriamo che le diverse sollecitazioni inviate al Governo e Parlamento con la presentazione di mozioni ed interpellanze, possano convincere il Ministro dell’Ambiente, in qualità di titolare del ministero individuato dalla legge quale “autorità competente”, viste le tante irregolarità del provvedimento, a disporne con urgenza il riesame.

Ma la celerità con cui l’AIA Dec-Min 114 del 5 aprile 2013 è stata approvata, l’esperienza accumulata in tanti anni di lotte e la scarsa gamma di possibilità offerte dalla normativa vigente per riesaminare/rinnovare un provvedimento di AIA ormai approvato, non ci rendono particolarmente ottimisti circa le possibilità di un esito positivo di tali iniziative..

Vi sono però alcuni passaggi che, se veramente si vuole agire per arginare gli effetti nefasti del nuovo provvedimento, risultano imprescindibili e che soprattutto coloro che siedono nelle maggioranze comunali e regionali possono porre in essere.

Il 28 agosto p.v. si terrà al TAR Lazio la prima udienza del ricorso presentato dal CODACONS per richiedere l’annullamento del decreto AIA 114/2013, che, è bene sottolinearlo, non è un protocollo d’intesa ed è nettamente peggiorativo del precedente provvedimento 970/2009. Tale ricorso è presentato avverso tutte le amministrazioni che hanno espresso parere positivo in seno alla Conferenza dei Servizi, compresi il Comune di Civitavecchia e la Regione Lazio. Sarebbe bene che entrambi gli enti non si costituissero contro il Codacons e motivassero la loro mancata costituzione con il mancato rispetto delle Migliori Tecniche Disponibili (Monossido) e del Piano di qualità dell’Aria (percentuale di zolfo nel carbone). Ed anzi su questo ultimo punto sarebbe auspicabile che il Consiglio Regionale del Lazio chiarisse, una volta per tutte, che non sono ammissibili deroghe, se non espressamente previste, ai propri strumenti di pianificazione, quale il Piano di Qualità dell’Aria. Atti questi che consentirebbero effettivamente di richiedere il riesame del provvedimento AIA 114/2013 e che, unitamente al pretendere il rispetto delle prescrizioni della Valutazione d’Impatto Ambientale, (ricordiamo propedeutiche all’esercizio della centrale) permetterebbero di frenare l’arroganza di ENEL rispetto al territorio, resa evidente anche dall’ultimo in commentabile comunicato dell’ente energetico.

Ben prima della Conferenza dei Servizi, presentammo una petizione indirizzata al Sindaco Tidei, ed inviata a tutti i consiglieri comunali, in cui si chiedeva un impegno importante proprio sui temi che oggi costituiscono le criticità più gravi dell’AIA, ovvero (quantità di carbone utilizzabile, ore di funzionamento, limiti emissivi per il monossido di carbonio e percentuale di zolfo); allora fummo da tutti inascoltati. Auspichiamo che oggi queste nostre parole non cadano nel vuoto ma vengano utilizzate da tutti coloro che hanno deciso di adempiere al proprio ruolo di tutela della salute dei cittadini in maniera fattiva.

Per tentare di frenare il grave inquinamento che sta decimando la nostra comunità non bastano le dichiarazioni di intenti, servono fatti concreti. Noi siamo disponibili a collaborare con tutti coloro che tali fatti concreti vogliano porre in essere.

LEGGI ANCHE:

 15/03/2013 CIVITAVECCHIA, RILASCIATA L'AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE. SCOPPIA LA BAGARRE

 11/03/2013 CIVITAVECCHIA CENTRALE ENEL:. DOMANI LA CONFERENZA DEI SERVIZI PER IL RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE INTEGRATA

Metropoli

Fiano Romano, ecco perché il Sindaco Ferilli si candida a Consigliere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Sindaco Ferilli, il suo impegno con Fiano Romano finisce a Ottobre con le prossime elezioni?
Assolutamente no. Sono candidato Consigliere a sostegno della lista civica Fiano 2030 di Davide Santonastaso. Dopo 10 anni alla guida di una comunità che è cresciuta facendo diventare Fiano appetibile come vivibilità ed economia, mi metto nuovamente al servizio della collettività.

Perché la scelta di candidarsi ancora? Perché la mia dedizione per la nostra Fiano non ha certo una scadenza temporale, io voglio continuare a far crescere la nostra città, a creare nuove opportunità per i giovani, proseguendo insieme a Davide un percorso fatto di passi, di scelte, azioni intraprese sempre seguendo il criterio del buon padre di famiglia.

Come giudica questa campagna elettorale? Non facile ma con l’abbraccio di tante persone che condividono i nostri valori e il nostro agire con lealtà, trasparenza, dedizione. È facile giocare con le parole ma più complesso confrontarsi con i fatti, lo capisco. Detto questo io penso alla nostra squadra e al prossimo ambizioso progetto che abbiamo per Fiano.

Qual’é l’obiettivo principale del programma di lista e ciò che intende realizzare?
A costo di essere ripetitivo ribadisco l’importanza di dare nuove opportunità ai giovani anche attraverso la prosecuzione di costruzione di una salda rete sociale e l’incentivazione di moduli formativi che si adattino alle opportunità di lavoro anche e soprattutto nel comparto turistico, informatico e che valorizzi il made in Italy e l’artigianato. Vogliamo come lista proseguire il cammino virtuoso intrapreso che permette a Fiano di distinguersi per servizi, accoglienza e appetibilità. Chi passa a Fiano spesso se ne innamora e ci rimane a vivere.

Continua a leggere

Castelli Romani

Ariccia, festa di Santa Apollonia: un successo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Si è conclusa ieri ad Ariccia la Festa di Santa Apollonia. Tre giorni di musica, arte,cultura ed enogastronomia ( con degustazione gratuita delle cannacce) organizzati dal Comitato Comunale per l’Organizzazione delle Manifestazioni guidato da Ermanno Bravetti e Rosanna Desiderio . Gli eventi, nel rispetto delle norme anti covid 19, hanno affiancato le celebrazioni religiose dedicate alla Santa Patrona di Ariccia. Particolarmente sentita la Santa Messa del sabato animata dal Coro in Maschera di Ariccia.
Soddisfatto per la riuscita della Festa il Sindaco Gianluca Staccoli che ha espresso un solo rammarico legato al mancato svolgimento della tradizionale Processione.
“Purtroppo, a causa dell’emergenza Covid 19- spiega il Sindaco Staccoli , non si è tenuta la tradizionale Processione per le vie della Città che vede impegnati i Cavalieri di Sant’Apollonia di Ariccia e tanti devoti della Nostra amata Santa. La speranza è che il prossimo anno si possa tornare a vivere in un clima di normalità una ricorrenza molto sentita e partecipata dalla nostra Comunità.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, il Sindaco Tondinelli: “Riduzioni di quasi il 50% per le attività penalizzate dalla pandemia”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Le attività produttive di Bracciano obbligate a chiudere a seguito dei provvedimenti governativi dei mesi scorsi godranno di uno sgravio.
A beneficio del tessuto economico produttivo maggiormente colpito dalla grave situazione emergenziale derivante dalla pandemiada covid 19, arriva una ulteriore misura:”Abbiamo voluto introdurre una riduzione del 45,8% – ha dichiarato il Sindaco Armando Tondinelli- da applicare alla parte fissa e alla parte variabile delle tariffe delle utenze non domestiche interessate dalle chiusure obbligatorie o dalle restrizioni nell’esercizio delle rispettive attività. Porteremo questa proposta giovedì, nella prossima seduta di Consiglio Comunale per l’approvazione. Ad esempio, ridurre la tassa a quelle attività che di rifiuti, a causa del lockdown, ne ha prodotti pochissimi, è un atto doveroso e importante per dare una risposta concreta alle attività penalizzate dalla pandemia”.
Gli sconti saranno previsti per utenze non domestiche (attività produttive). 

Continua a leggere

I più letti