Connect with us

Roma

CIVITAVECCHIA, BRACCIANO, FLAMINIA: "BELLI E DEMOCRATICI" PER CUPERLO

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Primarie PD: Giulia Sala, Clemente Longarini, Vittoria Marini, Armando Fortini, Carmela Teverino per Gianni Cuperlo Segretario

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Civitavecchia, Bracciano, Flaminia (RM) – Le primarie del Partito Democratico dell’8 dicembre segnano per l’Italia un appuntamento importante. In gioco infatti la segreteria del più grande partito di centrosinistra e con esso quella dell’intero Paese. Il Pd infatti in questa fase politica resta uno dei pilastri su cui si regge il Paese di fronte anche allo sgretolamento dello schieramento di centrodestra.

Quella tra i tre candidati alle primarie Pd costituisce ad oggi una sfida cruciale dalla quale tutti i cittadini responsabili vicini alle istanze di sinistra non possono chiamarsi fuori. I tra candidati promuovono, pur all’interno della stessa compagine politica, una idea diversa di centrosinistra e di Paese. Votare in questa fondamentale occasione per l’uno o per l’altro vuol dire fare una scelta che impegna il futuro dell’Italia. Per Gianni Cuperlo c’è bisogno di un partito che abbia “radici salde nella società”, di un “partito vero, aperto, intelligente e democratico”, un “soggetto politico e non uno spazio senza anima”.

“Siamo europeisti – dice Cuperlo intervenendo nel dibattito che investe l’Unione Europea – per cambiare a fondo questa Europa”. E a condividere con convinzione queste idee si mobilitano nei territori volti nuovi. Per il collegio che va da Civitavecchia a Fiumicino, fino a Riano e Castelnuovo, passando per il litorale, il lago di Bracciano e i Monti della Tolfa scendono in campo per rinnovamento e Sinistra, persone preparate che sostenendo Cuperlo vogliono un partito con una forte identità, fondata nei valori storici della sinistra – lavoro, uguaglianza, diritti civili – e una rappresentanza sociale dei ceti non ricchi.

Un'area molto vasta, con grandi potenzialità e tantissimi problemi. La drammatica situazione Alitalia, ma anche il porto di Civitavecchia con i croceristi e le scarse infrastrutture. La sanità con gli ospedali da rilanciare.

A sostenere Cuperlo, una lista innovativa candidata al Consiglio Nazionale del Partito Democratico. Ne fanno parte Giulia Sala, braccianese, trent'anni, laureata in Giurisprudenza, militante fin da ragazza, volto nuovo, pragmatica e concreta; Clemente Longarini nato a Civitavecchia nel 1956, appena eletto all'unanimità segretario cittadino del Pd, colonna storica della sinistra civitavecchiese; Vittoria Marini, nata a Campagnano nel 1947, commerciante, da sempre punto di riferimento del Pd di Cerveteri; Armando Fortini, nato a Roma nel 1963, componente della segreteria dell'unione comunale del Pd Fiumicino; Carmela Teverino, segretaria del Pd di Sacrofano, già consigliere comunale, insegnante di scuola primaria. Componente del Direttivo Flc Cgil Roma Nord, sempre in prima fila nella battaglia per i diritti dell'infanzia e delle donne. Cinque personalità che si mettono in gioco per ridare fiducia al centrosinistra e al Paese.
 

Metropoli

Monterano antica, case a 1 euro…l’ultima bufala sul bel borgo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Ormai le fate news che girano in rete fanno più danni della grandine. Il sindaco di Canale Monterano Alessandro Bettarelli ha dovuto smentire un grande bufala. Ecco cosa ha detto:

“Generalmente evito di rispondere a certe stupidaggini che leggo in Rete: un fiume di piccole, medie o grandi fake news scritte e dette da chi dovrebbe prima collegare la tastiera al cervello, ma questa è davvero incredibile. In pratica a Monterano si potrebbero comprare “case” ad un euro per “rilanciare” un borgo disabitato, soprattutto dai giovani. Con 10 euro si porta a casa San Bonaventura e ci si apre una pizzeria? Con 20 il Castello Ducale per farci un b&b?Li perdoniamo solo per i complimenti alla bellezza di Monterano, che ormai stabilmente viene citato dai Media nazionali tra le ghost town più belle d’Italia”.

Continua a leggere

Roma

Roma, Settecamini. In macchina con pistola pronta a sparare: arrestati due uomini

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

La pistola è stata sequestrata ed inviata ai laboratori del RIS per verificare l’eventuale utilizzo in episodi criminali

ROMA – I Carabinieri della Stazione di Roma Settecamini hanno arrestato due cittadini italiani, di 33 e 40 anni, già noti alle forze dell’ordine, con le accuse di porto illegale di arma e ricettazione in concorso.

La scorsa notte, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio effettuati nella periferia est di Roma, i Carabinieri hanno intimato l’alt ad un’autovettura che, alla loro vista, rallentava notevolmente la marcia.

A bordo del veicolo, i due sono apparsi fin da subito molto nervosi per il controllo che li vedeva coinvolti. I Carabinieri hanno deciso quindi di approfondire e hanno effettuato la perquisizione dell’auto trovando una pistola carica e pronta a sparare celata all’interno di un sacchetto.

Interrogati sul perché viaggiassero con l’arma al seguito e di chi fosse, i due non hanno fornito valide risposte cercando anche di giustificarsi goffamente riferendo che l’avevano appena trovata. La pistola è stata sequestrata ed inviata ai laboratori del RIS per verificare l’eventuale utilizzo in episodi criminali.

Gli arrestati sono stati portati in caserma e trattenuti fino al rito direttissimo, al termine del quale il 33enne è stato portato in carcere e il 40enne sottoposto ai domiciliari.

Continua a leggere

Metropoli

Palombara Sabina, sequestrata area di 700 mq con rifiuti speciali e autodemolizioni abusivo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

PALOMBARA SABINA (RM) – A Palombara Sabina, i Carabinieri della locale Stazione Forestale hanno scoperto, unitamente ai colleghi del luogo, una discarica abusiva a cielo aperto annessa ad una attività di autodemolizione non autorizzata oltre a diverse autovetture di origine sospetta.

Un’area di circa 700 mq è stata sottoposta a sequestro per dispersione di rifiuti speciali, ma oltre ai rifiuti, regolarmente accatastate e sistemate per l’esposizione, i Carabinieri hanno scoperto decine di parti di carrozzeria ricavate nel tempo dalle autovetture “cannibalizzate” per la rivendita di pezzi usati (sportelli, cruscotti, parabrezza, paraurti). Sono tuttora in corso le ulteriori indagini per risalire alle origini del materiale sospetto.

Continua a leggere

I più letti