Connect with us

Cronaca

Civitavecchia tra buche, spiagge abbandonate, occupazioni “pazze” e degrado

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

CIVITAVECCHIA (RM) – Diversi residenti sono sul piede di guerra a Civitavecchia a causa di degrado e incuria e anche di una presunta “carenza gestionale” da parte del sindaco pentastellato Cozzolino. E raccontano di una “città in totale degrado e abbandono”

E se il biglietto da visita di una cittadina è rappresentato dal verde pubblico, Civitavecchia non fa certo una bella figura. Appare assente la  cura e potatura delle piante, aiuole, siepi e potature delle palme sia sul lungomare che per il paese. Le palme appaiono visibilmente in pessimo stato

“Le palme dell’orrore”

Tutte le palme presenti hanno dei rami lunghissimi che fra poco raggiungeranno la terra ferma. Manca poco e il contatto con il pavimento servirà ad incoronare il più totale degrado

A.A.A. cercasi spiagge

le aree destinate a” spiaggia” sono in totale abbandono anzi sabbiere per cani. Prima erano attrezzate, c’era anche qualche punto ristoro per ripararsi dall’afa e bere una bevanda o consumare un aperitivo in compagnia. Adesso è il deserto dei tartari, delizia dei cani che defecano in riva al mare, indisturbati

Viabilità e sicurezza queste sconosciute

La viabilità non ha nulla da invidiare alla Capitale, buche di varia profondità e dimensioni. Eppure pochi giorni fa il consigliere M5S Emanuele La Rosa nel rispondere a Tidei ha fatto capire che il “Comune di Civitavecchia, quest’anno, ha rescisso il contratto con Moody’s e così ha risparmiato 40.000 euro all’anno (qualche buca tappata in più invece di dare i nostri soldi alle già ricchissime agenzie di rating)”. Sono tanti i cittadini ad essere contenti di questo risparmio ma sarebbe anche interessante poter vedere i risultati delle presunte buche tappate di cui parla il consigliere….

Occupazioni “pazze” del suolo pubblico

Il Comune continua a fare cassa con le occupazioni del suolo pubblico, certo ciò si identifica come incremento per le attività di ristorazione, bar, ecc ma prima di rilasciare certe autorizzazioni si è verificata la fattibilità? Ad esempio il ristorante L’Angoletto, ha un manufatto che rende pressoché impossibile l’accesso ai mezzi di soccorso.

Non era meglio verificare prima la fattibilità di certe richieste a salvaguardia degli interessi della collettività e residenti?

Il consigliere del Pd Mirko Mecozzi all’attacco nei giorni di Ferragosto…

“Una crisi idrica che attanaglia diverse aree della città ormai in pianta stabile e la cosa peggiore è che il Sindaco Cozzolino continua a dire che questo anno la fornitura è doppia rispetto allo scorso anno e quindi non si capisce cosa determina questa situazione insostenibile per migliaia di cittadini.

Ad aggravare la situazione ci si è messa un’ordinanza di non portabilità tuttora vigente che non ne consente l’uso se non attraverso degli accorgimenti sanciti dalla ASL. Appare chiaro quali e quante siano le responsabilità del fatto e l’Amministrazione non ne è affatto esclusa perché il Sindaco Cozzolino è e resta il maggior responsabile della tutela della salute pubblica ed è lui che deve intervenire con tutti i mezzi che ha a disposizione per obbligare ACEA a porre fine a questa vicenda dai lati oscuri.

Il Sindaco di Cerveteri Pascucci è riuscito a far aumentare da ACEA la portata idrica per Campo di Mare dando soluzione ad una questione analoga a Civitavecchia, con l’unica differenza che lui ci è riuscito e Cozzolino ancora no. ACEA adotta la medesima tattica dello scorso anno riducendo al lumicino le portate idriche nel fine settimana, perché deve garantire un afflusso idrico superiore alle utenze litoranea a Nord di Roma che proprio nel fine settimana vedono duplicare i cittadini che si affollano sulle spiagge romane e tutto a danno dei civitavecchiesi che riescono a respirare, si fa per dire, solo nei giorni infrasettimanali.
Anche le manovre suggerite dai tecnici comunali, sempre che siamo messe in atto, hanno dato risultati deludenti ed allora ci si chiede, se le portate sono doppie rispetto allo scorso anno, che fine faccia l’acqua immessa in rete anche perché mi sembra di osservare che le perdite idriche al momento sono abbastanza contenute rispetto al recente passato.
Il giochino di dare la responsabilità agli altri non regge più, le risposte serie il cittadino le pretende dal suo Sindaco, quello che hanno votato affinché guidasse la città in un percorso di crescita e non certo di involuzione, cosa invece che sta sotto gli occhi di tutti.
Appare chiaro proprio agli occhi di tutti, che in questi ormai quasi 5 anni di mandato non è stato creato un sol posto di lavoro, si è invece incrementata/o, la disoccupazione, l’incertezza del futuro delle aziende storiche, il commercio in crisi, gli esercizi commerciali chiusi, le periferie abbandonate, la crisi idrica, l’acqua non potabile, le strade dissestate, i cimiteri esauriti, il verde pubblico malcurato, il trasporto pubblico mediocre, la qualità dell’aria mediocre/pessima, la mortalità ai primi posti a livello nazionale e chi più ne ha più ne metta.
Un quadro desolante che fa di questa Amministrazione, nonostante i buoni propositi, forse, una delle peggiori che la storia di Civitavecchia ricordi e pensare che solo pochi anni fa è stata considerata quella della svolta e del cambiamento, peccato però che lo abbia fatto soltanto in negativo”. Mirko Mecozzi – consigliere Pd

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Ragusa, ancora 64 migranti con coronavirus. Razza: “Pesanti sottovalutazioni da parte di Roma”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

“Ho appena appreso dai sanitari dell’Asp di Ragusa che a Pozzallo altri 64 migranti ospiti dell’hotspot sono risultati positivi al Coronavirus. Tutto questo in un solo giorno! Spero che adesso si capisca perché da mesi parliamo della necessità di un protocollo sanitario e di pesanti sottovalutazioni da parte di Roma”. Lo rende noto l’assessore alla Salute della Regione Sicilia, Ruggero Razza.

“Le (non) decisioni adottate – aggiunge Razza – stanno contribuendo drasticamente al contagio continuo dei migranti tra loro con pesanti ripercussioni in termini di sicurezza”. Spero che ora tutti comprendano che nessuno ha mai voluto strumentalizzare alcunché: semmai si sta verificando semplicemente quello che avevamo rappresentato da subito alle autorità competenti. Basta. La Sicilia non lo merita!” 

Continua a leggere

Cronaca

Formia, l’isola ecologica itinerante fa tappa sul monte Redentore

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

FORMIA (LT) – Per il secondo anno consecutivo le Giornate Ecologiche hanno fatto tappa in montagna nell’area del Quadrivio.

L’appuntamento domenicale che si è tenuto sul Redentore, la settimana prima delle festività di Ferragosto, ha consentito ai proprietari delle abitazioni in montagna di potersi disfare degli oggetti ingombranti.

Dopo il successo dello scorso anno l’isola ecologica itinerante anche ieri ha ottenuto riscontri positivi sul fronte della raccolta.

Nel corso della mattinata sono stati consegnati sacchetti per l’organico a 21 utenze, conferiti 5 metri cubi di materiali ingombranti, 3 metri di R.A.E.E. (grandi e piccoli elettrodomestici, telefoni cellulari, tablet, Tv, monitor e computer) 1 mt cubo di ferro e 20 materassi.

Prezioso come di consuetudine si sono rivelati il lavoro degli operatori della Formia Rifiuti Zero, dei volontari del Ver sud Pontino Formia Protezione Civile e il supporto delle associazioni “Fare Verde” e “Mamurra” che si sono messi a completa disposizione della cittadinanza per fornire informazioni utili e dettagliate sulla raccolta differenziata.

“Per il secondo anno tra le ‘Domeniche Ecologiche’ c’è anche il percorso verso i nostri monti, verso la montagna, dando la possibilità a tutti di non abbandonare i rifiuti, ma di conferirli in modo corretto. Grazie ai volontari che continuano a renderlo possibile, grazie agli operatori della FRZ sempre a disposizione”, ha commentato il sindaco Paola Villa.

Il prossimo appuntamento è fissato il 13 settembre nell’area del Porticciolo Caposele sul litorale di Vindicio. 

Continua a leggere

Cronaca

Coronavirus, positivi 8 giovani rientrati da Malta

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

“La Asl Roma 3 ha comunicato la positività di 8 ragazzi tra i 17 e i 19 anni, rientrati il 7 agosto da Malta dove sono stati in vacanza per una settimana”. A renderlo noto l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato.L’assessore ha aggiunto che è stato avviato “il contact tracing sui contatti stretti che al momento sembrano circoscritti”. “Sempre la Asl Roma 3 comunica di un ulteriore nuovo positivo di ritorno da Ibiza il 31 Luglio dove aveva alloggiato in una villa con amici – aggiunge l’assessore -. È stato avviato il contact tracing internazionale. Massima attenzione al rispetto delle misure di prevenzione non bisogna abbassare la guardia”. “Voglio rivolgere un appello ai ragazzi a fare attenzione con il Covid non c’è da scherzare, si rischia di mettere a repentaglio voi e i vostri affetti più cari. Ci attendiamo un aumento dei casi”, aggiunge l’assessore.

Continua a leggere

I più letti