Connect with us

Sport

Club Basket Frascati, Fernando Monetti: “Roberto Giammò e Manuel Monetti due colonne del settore giovanile”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Frascati (Rm) – Il un momento in cui in casa Club Basket Frascati stanno ripartendo tutte le attività e giocoforza i riflettori sono maggiormente puntati sulla serie C Gold che ha iniziato la preparazione il 26 di agosto scorso, il presidente Fernando Monetti parla di ciò che rappresenta il cuore pulsante dell’attività del club tuscolano, quel florido settore giovanile che è enormemente cresciuto a livello di qualità oltre che di numeri. “In questi ultimi anni – dice il massimo dirigente – abbiamo investito moltissimo nelle strutture (oggi vantiamo la disponibilità di quattro impianti bellissimi di cui tre sono palazzetti e di diversi spazi in impianti scolastici) e in progetti più o meno specifici per la crescita dei nostri due settori maschile prima e femminile poi, che ci hanno permesso di ottenere risultati di grandissima soddisfazione sia come numero di atleti e atlete oggi facenti parte del nostro vivaio, che come risultati prettamente sportivi. Mi piace su tutti ricordare le due finali nazionali maschili consecutive del 2014-15 ottenute con l’under 15 e nel 2015-16 con l’under 16, dove arrivammo tra le migliori sei formazioni in Italia e poi ricordare anche nel femminile il titolo regionale under 16 della scorsa stagione con una serie incredibile di 22 vittorie consecutive senza mai perdere una partita, finali comprese, il terzo posto nella categoria under 13 e l’altro titolo nella Coppa Lazio under 18. Tutto questo è stato possibile grazie alla passione e all’enorme capacità di tutto il nostro staff tecnico e in particolare per il lavoro dei nostri due fondamentali allenatori e responsabili dei due settori, ovvero Roberto Giammò e Manuel Monetti rispettivamente responsabili l’uno del settore giovanile maschile e direttore tecnico della società e l’altro del settore femminile. Roberto Giammò è una vera e propria “icona” del basket giovanile, assolutamente uno dei migliori tecnici giovanili in circolazione: il suo modo di allenare “incanta”, è un po’ alla vecchia maniera quando gli allenatori curavano veramente i fondamentali di base e per ore stavano sui minimi particolari, dando sfogo però anche alle doti individuali con l’aggiunta di nozioni moderne nella parte tattica e soprattutto nella crescita fisica dei ragazzi, ma direi ancora di più in quella psicologica, aspetto su cui Roberto pone particolare attenzione da sempre – rimarca Monetti – Vederlo allenare i suoi ragazzi per ore e senza guardare mai l’orologio affascina anche i non addetti ai lavori e proprio il suo impegno ed il suo lavoro certosino ha permesso ai tantissimi ragazzi passati per le sue mani di arrivare a traguardi inizialmente insperati, come le finali nazionali e non solo. Infatti moltissimi dei sui ragazzi oggi giocano in prima squadra da noi in serie C gold, in altre prime squadre della regione o sono passati al semi professionismo delle categorie superiori di serie B e in alcuni casi anche di serie A, senza parlare poi dei tantissimi atleti che hanno fatto parte delle selezioni regionali e delle nazionali giovanili. Tantissime le annate su cui Roberto ha lasciato il “segno” indelebile del suo operato in questi anni al Club Basket Frascati, non per ultimi i gruppi 2002 e 2003 con alcuni elementi che già dallo scorso anno si sono affacciati nella nostra prima squadra, passando quindi nelle capaci e sapienti mani di coach Rossella Cecconi per continuare anche con lei un percorso di crescita, tant’è che abbiamo deciso per questo motivo di fare da quest’anno una seconda prima squadra con il nome Monteporzio che parteciperà al campionato di serie D e dare così maggiori opportunità ai nostri tantissimi giovani. Roberto, terminato il percorso di formazione, consegnerà alle categorie superiori come l’under 18, l’under 20 e appunto le prime squadre, i sui “gioielli” che per la maggior parte avrà visto crescere la propria asticella di qualità a prescindere dal naturale talento e a seguito di un periodo con lui di circa 3 o 4 anni, i ragazzi potranno continuare poi a divertirsi e giocare a basket anche dopo le giovanili essendo diventati tutti dei buoni giocatori – dice convinto il presidente – In questa stagione Roberto ripartirà nuovamente con lo stesso entusiasmo e passione dal basso prendendo sotto la sua ala protettrice e tecnica le annate 2004-2005 e 2006 e buttando un occhio attento anche sulla 2007 che esce proprio quest’anno dal mini basket: sono ancora di più certo che anche da questi gruppi riuscirà a plasmare i futuri campioni dei prossimi anni.
Per la femminile il discorso è leggermente diverso soprattutto nella storia, che è certamente molto più giovane e soprattutto per i numeri che non sono quelli della maschile e quindi per certi versi le difficoltà sono anche maggiori dovendo contare appunto su meno atlete a disposizione, specie per un settore che è iniziato da noi appena sei o sette anni fa. Anche per Manuel Monetti vale un po’ il discorso fatto per Roberto: dedizione totale e passione sono gli ingredienti del successo di questi anni, oltre chiaramente alle indubbie capacità. Formare un settore praticamente da zero, con atlete inizialmente di diverse annate è stato per Manuel un vero sforzo anche di formazione e di fantasia durante gli allenamenti, ma la costanza ed il coinvolgimento ha fatto in modo che questo settore sia cresciuto di anno in anno, pertanto ha potuto ottenere risultati straordinari e forse insperati in maniera veramente rapida, considerando che nelle due ultime stagioni Manuel è riuscito con le sue ragazze a partecipare in tutti i campionati delle diverse categorie Fip, dalla under 13 alla under 18, ottenendo come detto un titolo regionale under 16 da imbattuto, una Coppa Lazio under 18 e uno straordinario terzo posto alle final-four della categoria under 13 con le 2006-2007. Ma non è tutto qui, perché lo spessore del lavoro fatto per ore e ore in palestra tra allenamenti di squadra, individuali e atletici ha consentito di formare giocatrici che già da un paio di stagioni hanno potuto esordire con minutaggi molto importanti in serie B e per alcune di loro ci sono state opportunità importanti, come le selezioni nelle formazioni del Lazio e risultati altrettanto straordinari come il titolo di Mvp ottenuto proprio nel trofeo delle regioni della passata edizione, insomma un vivaio prolifero e di grande qualità formato in appena sei o sette anni di attività. La decisione è quella di lavorare sempre di più sul basso e sulle annate in entrata dal mini basket (dove la nostra responsabile del mini-basket Petra Prgomet sta facendo un ottimo lavoro) per potere attraverso la dedizione e le capacità di allenatori come Manuel fare un percorso ancora di maggiore qualità, proprio per questo ci sono in cantiere importantissimi progetti proprio per lo sviluppo e l’incremento del nostro vivaio anche al femminile. Per le più grandi con Manuel abbiamo deciso di intraprende percorsi diversi, per alcune ragazze offrire loro opportunità di maggiore crescita al di fuori dal nostro perimetro e per altre invece un percorso di crescita interno prendendo una decisione “coraggiosa”, ma estremamente futuribile per loro, ovvero quella di far partecipare la nostra prima squadra al campionato di serie C e comporre il roster prevalentemente di sole ragazze under. Si riparte con una stagione anche nel femminile piena di entusiasmo, soprattutto consapevoli che il lavoro sarà ancora più duro e di maggiore qualità, ma l’aver confermato Manuel Monetti alla guida di questo settore sarà per noi come società e soprattutto per tutte le ragazze che fanno parte del nostro vivaio e per quelle che decideranno di farne parte una garanzia totale di qualità tecnica e di concrete possibilità di diventare nel tempo delle ottime giocatrici. Un ringraziamento di cuore e un augurio di buon lavoro alle nostre due “colonne” del settore giovanile Roberto Giammò e Manuel Monetti” conclude il presidente Fernando Monetti.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sport

Atlante Eurobasket Roma, ancora vittoria: stavolta in trasferta a Chieti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Continua la striscia vincente dei capitolini in un match emozionantissimo contro la Lux Chieti

L’Atlante Eurobasket Roma non si ferma più: chiude nel migliore dei modi il trittico di partite in soli 8 giorni, cogliendo il successo anche a Chieti e tenendo aperta la striscia di tre vittorie consecutive in un match combattutissimo.

La Lux Chieti Basket 1974 schiera in quintetto Meluzzi, Williams, Santiangeli, Sorokas e Bozzetto; per i romani, orfani di Viglianisi a causa dell’infortunio rimediato a Cento, consueto starting five con Romeo, Gallinat, Bucarelli, Cicchetti e Olasewere.

I romani partono con uno spettacolare alley oop finalizzato da Roberto Gallinat, prima di subire gli attacchi degli abruzzesi; coach Pilot è costretto a chiamare timeout sul 11-8, dopo 4:10 dall’inizio della gara che vede un Meluzzi già autore di 6 punti. Al rientro tuttavia l’attacco romano spara ancora a salve, coi padroni di casa ad allungare fino al +8 del 16-8, fino al libero realizzato da Cicchetti. La vena offensiva degli abbruzzesi però non viene arginata: Chieti allunga fino al 24-13, prima che a

1:30 dal termine del primo quarto Eugenio Fanti non rimette mentalmente in partita i romani con una tripla dall’angolo. 4 punti consecutivi di Daniele Magro e risposta dei padroni di casa: la prima frazione termina col punteggio di 28-20.

La situazione falli dei lunghi capitolini (con Cicchetti e Magro con due personali) spinge coach Pilot a varare un quintetto piccolo, con Lorenzo Bucarelli da quattro tattico; la mossa dà i suoi frutti, con l’Atlante Eurobasket Roma ad erodere lentamente il vantaggio di Chieti. Santiangeli risveglia i padroni di casa dopo il parziale di 7-1 piazzato dai romani (guidati proprio da Bucarelli), diventando il primo giocatore ad arrivare in doppia cifra nel match, ma Janko Cepic gli risponde con la tripla del 34-32 a 4 minuti e mezzo dall’intervallo: i romani sono in partita, con Jamal Olasewere che a sua volta scollina quota 10 punti. Il fallo tecnico rimediato a 3 minuti dalla fine della seconda frazione consente però un nuovo allungo agli abruzzesi, che tornano a +7; due triple consecutive di Fanti e Olasewere però non permettono la fuga, e il canestro sulla sirena di fine quarto ancora di Magro manda le due squadre negli spogliatoi sul punteggio di 43-42 per i padroni di casa.

Alla ripresa delle ostilità i romani passano in vantaggio alla prima azione, grazie a Jamal Olasewere; piazzano un parziale di 9-4 nei primi 4 minuti, interrotto dalla tripla di Meluzzi. Nonostante la gara si faccia confusionaria, con vari errori da entrambe le parti causati dall’agonismo e dalla voglia di lottare su ogni pallone di entrambe le squadre, le facce dei romani sembrano più determinate, tenendo sempre l’inerzia dalla propria parte nonostante la vicinanza nel punteggio. Solamente nell’ultima azione del quarto, Chieti si riporta avanti chiudendo la terza frazione sul 60-59.

Apre le danze nell’ultima frazione Sodero, con il canestro del 62-59, prima di una serie di sorpassi e controsorpassi che vedono protagonisti Magro, Santiengeli, Romeo e ancora Sodero. Gli ultimi 5 minuti iniziano con le squadre sul 69 pari. A 3:28 dal termine, Chieti si trova in vantaggio per 71-70 Al rientro in campo dopo il timeout, Paulius Sorokas segna i due liberi successivi al fallo di Romeo, ma arriva il nuovo pareggio di un Roberto Gallinat che sale in cattedra con un gioco da 3 punti. Ancora due liberi segnati da Gallinat e i romani si portano sul +3; ai liberi segnati dall’americano dopo il canestro di Sorokas se ne sommano altri 2, così come arriva un altro jumper per il lituano che lascia i romani sopra di 1. Timeout di coach Pilot per superare la pressione dei padroni a tutto campo; missione compiuta e inevitabile fallo su Gallinat, freddissimo dalla lunetta che porta nuovamente l’Atlante Eurobasket Roma sul +3 a 14 secondi dal termine. Sorokas non ci sta a perdere il personale duello individuale con lo statunitense: realizza i due punti del -1 e, dopo altri due liberi di Gallinat e uno segnato da Bucarelli, sul -3 manda a bersaglio la tripla della disperazione che porta il match sulla sirena all’overtime, sull’83 pari.

Nell’overtime Chieti rimette la testa avanti al primo possesso, ma l’Atlante Eurobasket Roma, piegata, non è spezzata e si rialza: al libero di Bozzetto che porta il punteggio sul 84-83, risponde ancora Gallinat con 5 punti consecutivi che riportano i capitolini avanti. Arriva quindi il colpo di coda dei romani: due liberi di Bucarelli, due di Gallinat e due di Romeo scrivono la parola “Fine” sul match.

A fine match, le riflessioni di coach Pilot: “Abbiamo in pratica dovuto vincere la partita due volte, dopo il fantastico canestro di Sorokas. In molti si sarebbero disuniti, ma non è stato il caso del nostro gruppo, che è rimasto concentrato durante l’overtime, completando una prova di spessore”.

Il finale:

LUX Chieti Basket 1974 – Atlante Eurobasket Roma 91-95 d.t.s.

LUX Chieti: Meluzzi 16, Sorokas 29, Sodero 4, Ihedioha 4, Williams 13, Bozzetto 5, Santiangeli 20, Migliorelli n.e, Mijatovic n.e., Favali n.e., Insegno n.e., Arnold n.e.

All. Sorgentone

Ass. All. Di Chiara, Perricci

Atlante Eurobasket Roma: Olasewere 21, Ludovici n.e., Gallinat 22, Cepic 6, Fanti 11, Cicchetti 3, Bischetti n.e., Magro 10, Staffieri 1, Romeo 6, Bucarelli 15

All. Pilot

Ass. All. Crosariol, Zanchi

Continua a leggere

Sport

Tuscania supera Galatina 3/2 e si insedia in vetta al girone blu

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Nona vittoria consecutiva per la Maury’s Com Cavi Tuscania che a Montefiascone supera 3/2 Efficienza Energia Galatina e si porta in vetta, seppur insieme a Grottazzolina, Pineto e alla stessa Galatina, al girone blu della serie A3 Credem Banca.

Al fischio di inizio dei signori Grassia e Carcione Paolo Tofoli schiera così i suoi: Marsili in cabina di regia con Boswinkel in diagonale, Skuodis e capitan De Paola bande laterali, Cioffi e Ceccobello centrali, libero Pace.

Il coach salentino Stomeo risponde con Parisi al palleggio in diagonale con Giannotti, Elia e Musardo al centro, Lotito e Maiorana laterali, Torchia libero.

Parte in equilibrio il primo parziale fino all’ace di Musardo che porta Galatina sul 15/12 e costringe Tofoli a chiamare il primo time-out. Segue un lungo scambio concluso da Giannotti 12/16. Triplo Boswinkel, Tuscania torna sotto 15/16 e questa volta è Stomeo a fermare il tempo. Ancora Boswinkel, l’opposto olandese trova il mani fuori del muro, 17 pari. De Paola commette invasione, Tofoli chiede il video-check: le riprese danno ragione al secondo arbitro 18/20. Ace di Elia con l’aiuto del nastro 18/21, Tofoli ferma per la seconda volta il tempo. Errore di De Paola dai nove metri 19/22. Giannotti mette a terra il 19/23. Attacco vincente di Ceccobello su una palla slash 21/23. Boswinkel murato, primo set-ball per gli ospiti 21/24. L’attacco di Ceccobello finisce fuori, il primo parziale va a Galatina 21/25.

Secondo set. Tuscania prova subito l’allungo. Muro di Skuodis su Maiorana, Stomeo ferma il tempo 7/3. Muro di Ceccobello su Elia 8/3. Attacco vincente di De Paola, Galatina chiede di verificare se ha toccato la rete. Il video-check dà ragione agli ospiti 8/5. Attacco vincente di Boswinkel, 11/6, massimo vantaggio Tuscania. Attacco fuori di Boswinkel e muro su Skuodis e Galatina si riporta sotto 14/12, Tofoli ferma il tempo. Maiorana sbaglia dai nove metri 17/14, nel Tuscania in campo Catinelli per Ceccobello per il servizio. Invasione a rete di Cioffi, Galatina prima si riporta in parità 2poi si porta sopra grazia all’ace di capitan Lotito 20/21. Tofoli ferma il tempo. Skuodis spara fuori, al suo posto Tofoli fa entrare Gradi 20/22. Maiorana trova il mani fuori del 21/23. Muro di Boswinkel su Maiorana dopo un’azione prolungata, 23 pari. Stomeo chiama il time-out. Giannotti mette a terra il primo set-ball. Per Galatina in campo Buracci al posto di Parisi. Muro di Ceccobello per il 24 pari. Errore in attacco di Boswinkel 24/25. De Paola annulla il secondo set-ball 25 pari. Giannotti spara fuori, set-ball Tuscania 25/26. Lo stesso Giannotti annulla. Cioffi mette a terra una palla slash su servizio di Boswinkel, Tuscania si aggiudica il secondo set 28/26.

Terzo set, nella Maury’s Com Cavi Tuscania Gradi al posto di Skuodis. Muro di Cioffi su una pipe di Lotito, Tuscania prova subito ad allungare 7/4, Stomeo ricorre al primo time-out. Due errori di misura di Tuscania, Galatina si porta a +2, 9/11. Tofoli ferma il tempo. Ace di Marsili, Tuscanai di nuovo avanti 16/13. Maiorana fuori misura, Stomeo ferma il tempo 17/13. Cesare Gradi trova il mani out del muro, 18/13, massimo vantaggio Tuscania. Boswinkel, 19/14. Stomeo cambia Parisi con Buracci 20/15. Nel Tuscania in campo Catinelli per il servizio. Buracci sbaglia dai nove metri e Stomeo chiude il cambio 23/18. Boswinkel trova le mani esterne del muro, primo set-ball Tuscania 24/20. L’attacco di Maiorana finisce sull’asta, a Tuscania il terzo parziale 25/21.

Quarto set. Parte in avanti Tuscania 4/2. Ace di Marsili, 9/7, Stomeo ferma il tempo. Attacco vincente di Boswinkel, nel Galatina Lentini per Maiorana 12/10. Si va avanti punto a punto. Lentini mette a terra il 13/15, Tofoli chiama il time-out. Muro di Marsili su Lentini 15/16. Ancora una palla slash risolta da Ceccobello 17 pari. Catinelli in campo per il servizio 18 pari. Galatina di nuovo avanti 18/20, Tofoli ricorre al secondo time-out. Parisi mette a terra il 18/21. Muro di Marsili su Lentini 20/21. Nel Tuscania in campo Skuodis per Gradi 21/22. Primo tempo di Musardo, primo set-ball Galatina 22/24. L’ace di Parisi porta in parità gli ospiti 22/25.

Tie-break. Si parte punto a punto. L’attacco di Elia finisce sul nastro, Stomeo ferma il tempo 5/2. Muro di Ceccobello su Lotito, Tuscania va al cambio campo sull’8/3. Elia mette fuori un primo tempo, Stomeo chiama il time-out 9/3. Tuscania allunga decisamente, 12/3. Delizioso pallonetto di Boswinkel, primo match-ball Tuscania 14/3. Lentini annulla. Cesare Gradi mette a terra il 15/4 e regala a Tuscania il primo posto in classifica.

MAURY’S COM CAVI TUSCANIA – EFFICIENZA ENERGIA GALATINA 3/2

(21/25 – 28/26 – 25/20 – 22/25 – 15/04)

Durata set: ’27, ’34, ’31, ’29, ’13

MVP: Hidde Boswinkel

MAURY’S COM CAVI TUSCANIA: Stamegna, Marsili 6, Pace (L1), Menichetti, De Paola (cap) 14, Gradi 9, Boswinkel 41, Catinelli, Skuodis 5, Cioffi 5, Ragoni, Ceccobello 10, Zibella (L2). All. Tofoli, vice Barbanti. Ass. Victor Perez Moreno

EFFICIENZA ENERGIA GALATINA: Apollonio (L), Parisi 2, Musardo 10, Giannotti 30, Lotito (cap) 16, Gallo, Maiorana 7, Elia 9, Torchia(L), Conoci A., Conoci F., Antonaci, Lentini 2, Buracci 1. All. Stomeo, vice Bray

Arbitri: Luca Grassia e Vincenzo Carcione di Roma

Continua a leggere

Sport

Maury’s Com Cavi Tuscania in casa con Galatina, in palio il primato nel girone

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Cresce l’attesa per domani pomeriggio a Montefiascone (VT) per lo scontro al vertice tra i padroni di casa della Maury’s Com Cavi Tuscania e la capolista Efficienza Energia Galatina per la seconda di ritorno del girone blu della serie A3 Credem Banca.

Le due squadre sono attualmente distanziate da un solo punto in classifica, 28 per i salentini contro i 27 dei ragazzi di Tofoli. Classifica che vede le immedie inseguitrici, Grottazzolina e Pineto, entrambe ad un solo punto, 26, dal Tuscania. Con tutta probabilità, saranno queste quattro formazioni a contendersi fino alla fine il primato del girone.

I pugliesi vengono dalla prima sconfitta interna subita domenica scorsa dalla Franco Tigano Palmi mentre i padroni di casa sono riusciti ad avere la meglio su Gestioni&Soluzioni Sabaudia solo ai vantaggi, dopo aver perso nettamente i primi due parziali.

“Domenica ospitiamo la prima in classifica che è a un solo punto sopra noi -commenta Paolo Tofoli. E’ un incontro importantissimo, se vogliamo diventare primi dobbiamo fare una grande partita. Certo che se giochiamo come abbiamo fatto contro Sabaudia perdiamo di sicuro. Nel corso della settimana abbiamo preparato bene il match e sono sicuro che partiremo con la carica giusta e con la voglia di riscattare la brutta prestazione di domenica scorsa. Galatina ha due giocatori di un’altra categoria, Alberto Elia al centro e Stefano Giannotti opposto. Naturalmente senza nulla togliere agli altri tutti molto bravi ed esperti. All’andata perdemmo 3/1, fu una gara combattuta con loro che nei momenti decisivi riuscirono a sfruttare al meglio la maggiore esperienza. Sono una squadra che non ti regala niente per questo dovremo dare il massimo e lottare su ogni palla”.

Probabile formazione ospite: Parisi al palleggio con Giannotti opposto, Elia e Musardo al centro, Lotito e Maiorana laterali, Torchia libero.

A dirigere l’incontro, i signori arbitri Luca Grassi e Vincenzo Carcione. Si gioca alle 18 al Palazzetto dello Sport di Montefiascone. Diretta Legavolley.tv.

Continua a leggere

I più letti