1

Colleferro (calcio), Coviello: “Vogliamo la serie D, arriveranno altri giocatori importanti”

Colleferro (Rm) – Il suo avvento ha dato “la scossa” alla piazza di Colleferro. Alla fine del primo anno di gestione (che poi ha segnato anche il ritorno del club rossonero nel campionato di Eccellenza), il presidente Giorgio Coviello traccia il bilancio della sua avventura: “Direi che è sicuramente positivo. Il settore giovanile ha fatto molto bene e ha chiuso “col botto” conquistando la categoria Elite con l’Under 19. Nella prossima stagione conteremo su almeno tre gruppi ai nastri di partenza in quella categoria (più un quarto in caso di eventuale ripescaggio) e nel nostro territorio è sicuramente un “unicum”. Domenica scorsa la nostra Under 17 ha vinto la “Romagna Cup” che si è disputata a Cesenatico con l’Under 15 seconda e i Pulcini 2011 terzi: la dimostrazione che sia nel settore giovanile agonistico che in quello di base si sta marciando nel modo giusto”. Ma il progetto di Coviello comprende anche una prima squadra molto importante: “Al momento dell’insediamento avevo detto che il nostro obiettivo era quello di salire in serie D entro due stagioni e confermo questa volontà, poi sappiamo bene quanto è difficile vincere i campionati. L’anno prossimo diminuiranno le squadre in Eccellenza e questo vorrà dire che la qualità sarà ancora più alta, ma siamo pronti ad allestire una rosa forte. Verranno confermati i migliori giocatori di questa stagione e arriveranno altri atleti importanti, anche dall’estero. Oduamadi è confermato, poi prenderemo un centrocampista di grandissimo livello che ha giocato in serie A e B, un esterno difensivo dal Seregno (l’altro club di cui Coviello è proprietario, ndr) e un attaccante molto forte. Nella stagione appena conclusa abbiamo centrato l’obiettivo della permanenza in categoria ed era quello che volevamo. Staffa? Ha dato un buon contributo alla squadra ed è giusto che prosegua il suo lavoro”. Tra le “vittorie” del Colleferro targato Coviello c’è il forte entusiasmo da parte della piazza: “Sono cinque anni che abito qui e quindi conosco un po’ l’ambiente, ma sinceramente non mi aspettavo tutta questa attenzione. Credo che il Colleferro arrivasse in serie C la piazza esploderebbe… L’impianto? Non sarebbe un problema fare qui un campionato professionistico, con alcuni lavori come a Seregno ci si può tranquillamente adeguare alle norme vigenti: lo spazio per fare tutto c’è”. A proposito del club lombardo, chi temeva che Coviello “diminuisse” il suo impegno su Colleferro dovendo seguire un sodalizio professionistico è stato ampiamente rassicurato: “Tengo tantissimo a questa piazza. D’altronde oltre al Seregno, siamo interessati anche ad un altro club professionistico laziale… e poi seguiamo anche il Cerveteri. Ma non trascuriamo nulla”.