Connect with us

Calcio

Colleferro (calcio, Eccellenza), Amici e la salvezza: “Domenica ad Arce emozioni bellissime”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Colleferro (Rm) – Il Colleferro è salvo. Al termine di una stagione molto complicata, la squadra del presidente Giorgio Coviello ha ottenuto il risultato sperato, quello di ripartire dalla “nuova” Eccellenza (che tornerà con la formula a due gironi) nella prossima stagione. Il 3-1 nel play out di Arce è stato fortemente voluto dai ragazzi di mister Gian Luigi Staffa e tra i protagonisti non poteva che esserci il capitano e centrocampista classe 1994 Matteo Amici: “E’ stata una gara tutta in salita, giocando fuori casa, partendo in svantaggio e rimanendo anche in inferiorità numerica. Ma alla fine le emozioni sono stati forti e bellissime. Non avevamo iniziato male, anzi il portiere avversario ha fatto una bella parata su Valentino, ma poi siamo andati sotto sugli sviluppi di un calcio di punizione. Nel finale è arrivata anche l’espulsione eccessiva di Roberto Galeazzi e in campo a quel punto è subentrata una certa paura di non farcela. Nello spogliatoio, però, ci siamo guardati negli occhi e compattati: a inizio ripresa mi aspettavo che gli avversari rientrassero più aggressivi, ma questo non è successo mentre noi siamo rimasti sempre in partita. Oduamadi ha fatto una partita mostruosa, saltando l’uomo ogni volta e conquistando diverse punizioni. Sugli sviluppi di una di queste è arrivato il mio gol dell’1-1, poi è stato fondamentale l’autentico miracolo con cui il nostro portiere Cifra (da poco entrato al posto di Alessandri che ha avuto un problema fisico, ndr) ci ha tenuto in piedi: se fossimo andati sotto non so se avremmo avuto la forza di recuperare. Successivamente è arrivato il gol del 2-1 su rigore di Tornatore che poi in contropiede ha firmato anche la terza rete. Questa squadra, per i valori della rosa, non doveva arrivare a giocare il play out, ma vincere così è stato bellissimo e un plauso va fatto anche ai tanti sostenitori arrivati da Colleferro: il loro sostegno ci ha fatto giocare in parità numerica, anche quando eravamo con un uomo in meno in campo”. Il capitano (ritratto nella foto di Leonardo Pera) è stato autore di alcuni sigilli fondamentali in questo finale di stagione: “Questo campionato non era iniziato benissimo a livello personale in parte a causa di alcuni problemi fisici e in parte per colpa mia, ma nel finale di stagione sono riuscito a segnare qualche gol pesante e per me che sono di Colleferro e da anni vesto la maglia rossonera questo ha un valore ancor più importante”. Per pensare al futuro ci sarà tempo: “Ora godiamoci questa salvezza – dice Amici – Il prossimo anno la società vuole fare salto di categoria e la piazza lo merita, ci siamo andati vicini tante volte in passato poi è arrivata la retrocessione in Promozione e in quel momento è stato fondamentale il lavoro di mister Battistelli e del suo staff che hanno ricostruito una base importante e valorizzato in modo eccellenti tanti ragazzi del posto. Con mister Staffa personalmente c’è stata qualche incomprensione iniziale, ma con lui alla guida sono arrivati punti importanti: è un tecnico molto pragmatico e questo aspetto è stato fondamentale per centrare l’obiettivo della salvezza”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Valmontone 1921 (Under 21/Terza cat.), mister Fanfoni: “Il gruppo si è impegnato tantissimo”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Valmontone (Rm) – Sarà l’ultima squadra giovanile a concludere il campionato. Mancano tre gare, ma è già tempo di bilanci in casa Valmontone 1921 per il gruppo Under 21 che, alla fine, ha dovuto giocare nel torneo di Terza categoria confrontandosi con avversari decisamente più esperti. “Il gruppo ha inevitabilmente sofferto il passaggio dal campionato giovanile a quello dei grandi – dice mister Oreste Fanfoni – E’ mancata ovviamente un pizzico di esperienza e malizia che questi ragazzi acquisiranno giocando, ma hanno comunque dimostrato tanta voglia di migliorare e un grandissimo impegno. Il girone di ritorno sta terminando in crescendo sia a livello di convinzione che di qualità gioco. Inserendo due o tre innesti di esperienza questi ragazzi si potranno togliere diverse soddisfazioni nel prossimo futuro”. E alla fine di ogni stagione è tempo di ringraziamenti, ecco quelli di mister Fanfoni: “Innanzitutto grazie ai dirigenti Bruno Bellotti e Mirco Gianfranceschi che ci hanno supportato in tutto e per tutto, ma anche al mio preparatore Damiano Massa che si è dimostrato ragazzo molto professionale e ovviamente a tutti i ragazzi. Vorrei fare il nome di Riccardo Sale che è stato impiegato poco, ma si è sempre allenato ed è stato dentro al gruppo per sostenere sempre i suoi compagni e queste cose fanno bene al calcio. Tutto questo, comunque, non sarebbe stato possibile senza il supporto della società che ha creduto in questa categoria fin dal primo momento”. Nell’ultimo turno (giocato ieri) il Valmontone 1921 ha impattato in casa contro il Gavignano per 1-1: “E’ stata una gara un po’ confusionaria: eravamo superiori agli avversari, ma ci siamo intestarditi troppo a livello individuale e alla fine è arrivato un pareggio che ci va molto stretto”.
Al gruppo arrivano anche gli applausi del responsabile del settore giovanile agonistico Fabio Carosi: “Questa squadra è nata pensando ai ragazzi penalizzati dalla pandemia che non avevano vissuto la bellezza del campionato Under 19. Fanfoni e il suo staff hanno fatto un grandissimo lavoro, assieme al sempre presente dirigente Bruno Bellotti e all’altro dirigente Mirco Gianfranceschi che, insieme ai ragazzi Manuel Frasca e Antonio Consalvi, hanno contribuito tantissimo alla formazione di questa squadra. Il gruppo ha portato l’impegno fino alla fine con divertimento, sintonia e voglia di fare. E nel corso del tempo si sono aggiunti anche altri ragazzi, segno di un progetto che è stato portato avanti nel modo giusto”.

Continua a leggere

Calcio

Ssd Colonna (calcio), Basciani neo ds del settore giovanile agonistico: “Grazie al club per la fiducia”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Colonna (Rm) – Il settore calcio del Colonna sta già lavorando per il futuro. La società castellana ha designato Claudio Basciani, attuale allenatore dell’Under 15 provinciale, come futuro direttore sportivo del settore agonistico. Si coordinerà col direttore generale Angelo Carletta e con il direttore sportivo di prima squadra e Under 19 Gianluca Cippitelli. “Sarà la mia prima volta in questo ruolo – dice Basciani – L’idea è arrivata direttamente dalla società che ha fatto alcune valutazioni e ha ritenuto che potessi dare il mio contributo in questo ruolo anche per agevolare l’enorme lavoro che ha portato avanti l’attivissimo dg Angelo Carletta in questa stagione. Come ho reagito a questa richiesta della società? All’inizio ho chiesto se fossero proprio sicuri – sorride il neo ds – Ma in ogni caso questo è un grande attestato di stima e di fiducia da parte di una società in cui mi sono sempre trovato benissimo sin da quando, tre anni fa, ho cominciato ad allenare. Era doveroso da parte mia mettermi a disposizione, con l’aiuto delle altre componenti dirigenziali sono convinto di poter fare del mio meglio. Ci sarà un confronto costante con Angelo Carletta e con Gianluca Cippitelli, oltre che con tutti i tecnici del settore giovanile e anche con gli allenatori della prima squadra e dell’Under 19 che saranno rispettivamente Dino Di Julio e Alessio Rippa”. Il nuovo incarico, comunque, non lo toglierà dal campo: “Al momento la società mi ha detto che proseguirà anche l’avventura assieme all’attuale gruppo Under 15 che nella prossima stagione “diventerà” Under 16. Poi è chiaro che il ruolo di direttore sportivo mi porterà ad avere una visione globale delle squadre che saranno sotto la mia competenza, ma questo non mi distoglierà dal fare il massimo anche come allenatore”. La sua Under 15 provinciale, intanto, vuole chiudere al meglio l’annata: “Ci mancano tre partite e miriamo al quinto posto, al momento occupato dal Ciampino che affronteremo domenica e che ha un punto di vantaggio in classifica. Per noi è stata una stagione comunque positiva in un girone che ha annoverato avversari di ottimo livello”.

Continua a leggere

Calcio

Football Club Frascati (Prima cat.), Fioranelli: “Domenica col Lanuvio ci giochiamo il campionato”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Con una incredibile rimonta, la Prima categoria del Football Club Frascati è tornata clamorosamente in corsa per le prime posizioni nel girone G. Nel turno infrasettimanale di ieri, i tuscolani hanno passeggiato sul campo del Santi Michele e Donato, imponendosi per 10-0 grazie al poker di uno scatenato Crisari, alla tripletta di Ferri e ai gol di Massacci, Di Stefano ed Emanuele Giorgilli. “Abbiamo affrontato un avversario che ha già tirato i remi in barca e che si è presentato praticamente senza cambi – dice mister Mauro Fioranelli – Hanno tenuto botta per i primi venti minuti, poi abbiamo chiuso già in vantaggio di tre reti all’intervallo e nella ripresa i ragazzi che ho messo in campo hanno avuto voglia di far bene e mettersi in evidenza, così il punteggio si è dilatato”. Nel turno infrasettimanale, la Prima categoria del Football Club Frascati ha guadagnato punti su tutte le altre concorrenti dell’alta classifica stanti i pareggi tra Lanuvio (43 punti) e Pro Calcio Cecchina (44, con una gara in più delle altre) e tra Campo di Carne (38) e Pro Cori (42): “Tolto il campo di Carne quinto, tutte hanno speranze di arrivare in vetta – dice Fioranelli – Nelle ultime due giornate può accadere di tutto, anche perché ci saranno degli incroci importanti”. Uno si giocherà domenica mattina all’Otto Settembre e vedrà protagonista il Football Club Frascati che ospiterà il Lanuvio Campoleone: “A noi non resta che puntare a fare sei punti tra la prossima gara e quella del 2 giugno sul campo della Doganella, un bottino che ci consentirebbe di arrivare almeno secondi, poi dipenderà anche dagli incroci delle altre, ad esempio all’ultima c’è Lanuvio-Pro Cori. In ogni caso alla fine del girone d’andata nessuno si sarebbe immaginato che a due turni dalla fine potessimo essere ancora in corsa, questo campionato è già un successone e ora possiamo mettere la ciliegina sulla torta. Domenica ci giochiamo tutto”. L’allenatore, soprannominato “Re Mida” in passato per la capacità di saper “arrivare a dama” con le squadre allenate in carriera, parla più nello specifico del big match col Lanuvio: “Una bella squadra, altrimenti non sarebbe in corsa per il vertice. Loro probabilmente possono giocare per due risultati su tre e so che ci sono venuti a vedere nel match infrasettimanale. Non credo che ci saranno troppi tatticismi, sarà una sfida aperta e noi speriamo di far valere il fattore-campo”.

Continua a leggere

I più letti