Connect with us

Calcio

Colleferro (calcio, Eccellenza), capitan Amici: “Il settimo posto? Dev’essere l’obiettivo minimo…”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Colleferro (Rm) – Il Colleferro ne ha vinta un’altra. La squadra di mister Antonio Battistelli ha portato a cinque le gare di imbattibilità battendo con un perentorio 3-1 il Città di Paliano nel match disputato domenica scorsa in un “Caslini” come sempre ribollente di entusiasmo per i rossoneri. “Abbiamo cominciato bene la sfida – dice il capitano e centrocampista offensivo classe 1994 Matteo Amici – Ma dopo il gol del vantaggio siglato da Tornatore, come spesso ci capita, ci siamo un po’ addormentati e abbiamo subito la rete del pareggio. Preso lo schiaffo, siamo tornati a giocare e il gol della svolta lo ha segnato Calabresi poco prima dell’intervallo. Nella ripresa ci ha messo una pezza Ercoli che ha fatto una grande parata sul 2-1, poi Tornatore a metà frazione ha segnato la rete del 3-1 che di fatto ha chiuso anticipatamente i conti. Nel secondo tempo, comunque, abbiamo legittimato la vittoria finale”. Amici (ritratto nella foto di Leonardo Pera) parla della capacità di adattamento del gruppo alla massima categoria regionale: “Gli “over” di questo organico come Cerroni, Lisi, Galeazzi e il sottoscritto avevano già una ricca esperienza in Eccellenza. I tanti giovani potevano accusare un po’ di più il salto dalla Promozione, ma al di là di qualche fisiologica difficoltà invece si sono totalmente calati nella categoria. Inoltre sono arrivati elementi nuovi di grande qualità ed esperienza che stanno dando un grosso contributo”. Il capitano parla anche del progetto del “nuovo” Colleferro che viaggia spedito: “Ho vissuto in questa piazza gli anni d’oro della vittoria della Coppa Italia di Eccellenza e di altre annate da protagonisti, poi anche quelli più amari come la stagione della retrocessione. Questa nuova proprietà è destinata a portare ancor più in alto il Colleferro: magari non accadrà nell’immediato, ma succederà in un futuro molto prossimo”. In realtà la situazione del girone C di Eccellenza è fluida: “Il settimo posto (e quindi la salvezza senza passare dai play out, ndr) dev’essere il nostro obiettivo minimo, poi mai dire mai anche perché finora ad eccezione della Lupa Frascati che è la mia personale favorita nessun avversario ci ha mai messo sotto. Adesso avremo la delicata trasferta di Arce contro un avversario che ha giocatori importanti come Marini, Moriconi, Pintori e Basilico, poi affronteremo Itri e Ferentino in casa e infine faremo visita alla Vis Sezze: alla fine di questo poker di gare avremo le idee un po’ più chiare…”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Quarto Municipio (calcio, Eccellenza), Rossi e il pari col Sezze: “Ci dà consapevolezza”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Roma – Il Quarto Municipio fa un altro passo in avanti in classifica. La squadra del presidente Tonino D’Auria ha impattato in casa contro la Vis Sezze per 1-1 al termine di una partita gagliarda che il difensore centrale classe 1995 Marco Rossi analizza così: “Il primo tempo è stato equilibrato e si è chiuso con le reti bianche. Nel secondo siamo andati sotto, ma abbiamo avuto il merito di non mollare e alla fine siamo riusciti a trovare il pareggio con Fabiani. Per il gioco espresso, però, credo che il pareggio ci vada un po’ stretto, abbiamo lasciato poche possibilità a un avversario forte come la Vis Sezze, ma purtroppo ci è mancata un po’ di incisività. Comunque partite come questa ci possono dare consapevolezza nei nostri mezzi”. L’ex difensore del Palestrina e del Sant’Angelo Romano parla degli obiettivi stagionali: “Il primo pensiero è ovviamente quello della salvezza, ma non bisogna mai accontentarsi: dobbiamo pensare a fare il massimo e poi tireremo le somme. Ad Artena ho vinto un campionato senza che nessuno ci avesse dato per favoriti”. Adesso arriva la pausa per l’impegno della Rappresentativa regionale nella “Uefa Regions’ Cup”: “Probabilmente era meglio giocare – dice Rossi – Ma questo è il calendario e dobbiamo rispettarlo, cercheremo di sfruttare questi giorni per migliorare la condizione generale, io stesso ancora non sono al top”. Il difensore parla del rapporto con mister Daniele Lo Monaco: “Mi piace il suo modo di intendere il calcio e anche di approcciare ai tanti giovani che ci sono in rosa. E’ un allenatore competente, sono convinto che farà strada”. Rossi si dice soddisfatto della scelta di approdare al Quarto Municipio: “Mi ha voluto fortemente il direttore sportivo Mauro De Liso che mi inseguiva da un po’ e con cui finalmente riusciamo a lavorare insieme. Qui ho trovato una società organizzata che non ci fa mancare nulla, un gruppo di ragazzi con cui ho una buona intesa e un presidente come D’Auria che è sempre presente e vicino alla squadra”. Dopo la sosta il Quarto Municipio affronterà la trasferta con la Boreale: “Veniamo da due sconfitte esterne contro club di prima fascia come Civitavecchia e Unipomezia, ovviamente cercheremo di fare punti. Ho sempre fatto il girone “sud” in carriera, ma anche questo ha un livello molto alto e il ritorno alle 18 squadre indubbiamente ha contribuito ad alzare la qualità della competizione”.

Continua a leggere

Calcio

Rocca Priora RDP (calcio, Promozione), capitan Rosi: “Gruppo giovane, ma faremo bene”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Rocca Priora (Rm) – Prima delusione stagionale per il Rocca Priora RDP che viene eliminato dalla Coppa Italia di Promozione per mano del De Rossi. La squadra capitolina si è imposta in terra castellana per 2-1, ribaltando così il k.o. interno (per 1-0) rimediato sette giorni prima. E’ il capitano del Rocca Priora RDP Adriano Rosi ad analizzare il match di domenica scorsa con la consueta lucidità: “Dopo un primo tempo senza reti, siamo andati in vantaggio proprio con un mio gol da calcio di punizione. Poi gli avversari hanno trovato subito la rete del pari e nel finale sono riusciti a vincere la gara e a guadagnare la qualificazione al turno successivo. La sconfitta credo sia giusta perché abbiamo commesso troppi errori e li abbiamo pagati: dobbiamo migliorare a livello di gioco offensivo e poi ci sono altre situazioni da valutare, lavoreremo con il mister in questi giorni per farci trovare pronti all’esordio in campionato”. Il 9 ottobre il calendario metterà di fronte al Rocca Priora RDP la sfida interna con la Vivace Grottaferrata: “L’anno scorso rimediammo una battuta d’arresto fondamentale nella nostra corsa al vertice, inoltre c’è mister Gioacchini che è un fresco ex e poi si tratta di un derby, oltre che della prima di campionato. Insomma ci sono tutti gli ingredienti per una partita molto sentita e noi dopo l’eliminazione dalla Coppa abbiamo un motivo in più per fare bene”. Per Rosi è iniziato il quinto anno consecutivo a Rocca Priora, con cui aveva mosso i primi passi calcistici da ragazzino. “Mi trovo bene in questo ambiente e assieme ad alcuni ragazzi della “vecchia guardia” con cui c’è un rapporto che va anche oltre al calcio – dice il centrale difensivo classe 1997 – La fascia di capitano? E’ un segnale forte della stima che la società e il mister nutrono nei miei confronti e mi fa molto piacere, ma anche senza indossarla avrei dato il massimo per questa maglia”. La chiusura di Rosi è sulle prospettive stagionali del gruppo: “Siamo una squadra molto diversa e più giovane rispetto a quella dello scorso anno. Siamo all’inizio di un percorso e sappiamo che c’è tanto da lavorare, ma anche che ci sono le potenzialità per fare un buon campionato”.

Continua a leggere

Calcio

Atletico Lariano (calcio, Prom.), Ronchetti: “Esame di Coppa superato, ora sotto col campionato”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Lariano (Rm) – L’Atletico Lariano ha già dimostrato che in Promozione ci può stare. La formazione castellana ha eliminato dalla Coppa Italia di categoria anche l’Atletico Morena (tra le protagoniste della passata stagione), dopo aver estromesso lo Sporting Ariccia retrocesso dall’Eccellenza. “Volevamo vedere a che punto stavamo, visto che qualcosa nel gruppo e a livello di staff tecnico è cambiato” dice Mattia Ronchetti, capitano e difensore centrale classe 1993. “Con lo Sporting Ariccia abbiamo passato il turno grazie a due pareggi ed altrettante buone prestazioni. Con l’Atletico Morena abbiamo pareggiato 1-1 all’andata e poi vinto 2-0 domenica scorsa coi gol di Mastrella e Rossi nel secondo tempo. Sono contento perché abbiamo rischiato pochissimo anche al cospetto di una squadra che l’anno scorso arrivò in finale di questa competizione e ai vertici del suo girone di campionato. Segno che anche in questa categoria possiamo dire la nostra”. Ronchetti parla delle “novità” stagionali che hanno caratterizzato l’Atletico Lariano: “Qualche elemento “storico” del gruppo non c’è più, ma i nuovi si sono integrati subito. Questa squadra era legatissima al vecchio mister Damiano Cavola che comunque è sempre vicino a noi e al club, ma ha accolto nel modo giusto il neo tecnico Fabrizio Centra che tra l’altro avevo avuto già ad Artena qualche anno fa. Si tratta di un ottimo allenatore che sa dare tanto ai suoi gruppi pure dal punto di vista umano e alla fine è la persona giusta per sostituire mister Cavola”. Chiusa la parentesi di Coppa Italia che verrà riaperta più avanti, l’Atletico Lariano inizia a preparare il match interno del 9 ottobre con la Bi.Ti. Marino che segnerà il ritorno in Promozione per il club castellano: “Affronteremo una delle protagoniste annunciate insieme a Valmontone e Paliano – dice Ronchetti – Per noi è un grande stimolo, soprattutto in casa ci teniamo a fare bene. Obiettivo stagionale? Vogliamo giocare ogni partita per vincerla, poi ovviamente da neopromossi prima di tutto dobbiamo cercare di mantenere la categoria. Siamo felici dell’entusiasmo che c’è nell’ambiente: nelle prime partite di Coppa ci ha seguito tanta gente sia dentro che fuori casa e anche durante gli allenamenti sentiamo un sostegno costante”.

Continua a leggere

I più letti