Connect with us

Roma

COMUNE DI MARINO, ELEZIONI 2016: MARCO COMANDINI SCENDE IN CAMPO E SI CANDIDA A SINDACO

Clicca e condividi l'articolo

Ci metto la faccia, insieme ad un gruppo di persone che si vogliono impegnare per il nostro territorio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Comune di Marino (RM) – Marco Comandini segretario IDV a Marino Laziale scende in campo per le prossime amministrative 2016 e si candida come Sindaco al Comune di Marino.

Marco Comandini spiega le ragioni della scelta attraverso una nota: "Perché lo faccio? Prima di tutto sono molto stanco di vedere la mia città sgovernata da svariati anni e ridotta al collasso sotto molti punti di vista, poche cose funzionano tante altre no. Vediamo lavori pubblici inadeguati o malfatti o che si dovrebbero fare: si pensi alle strade e marciapiedi non terminati, alle vie piene di buche, alle scuole che avrebbero bisogno di lavori importanti, ad un illuminazione pubblica ancora mancante in strade trafficate; ad un vero piano per il commercio e l'artigianato, al sostegno e protezione per il settore agricolo, alla realizzazione di un servizio di raccolta differenziata porta a porta che consenta di abbassare le tasse ai cittadini e che permetta di dare più posti di lavoro, alla realizzazione di un vero decentramento.
Ho deciso di candidarmi perché sono stanco di vedere il Mitreo chiuso da tanti anni nonostante siano state fatte mille inaugurazioni, di vedere un ostello della gioventù desolatamente chiuso, dei parchi abbandonati a se stessi (si pensi a Villa desideri), di vedere compromesse le zone delle frazioni ricche di reperti e bellezze storico archeologiche, perché non è possibile constatare che i soliti raccomandati vanno avanti e di osservare al tempo stesso altri cittadini arrampicarsi sugli specchi per cercare di veder riconosciuti i loro diritti: si pensi alla casa e al lavoro.
Mi candido perché anche la frazioni non siano luoghi di serie b, ma un territorio unico che con differenti peculiarità, dove ognuna ha bisogno di interventi diversi e tutti importanti.
Ci metto la faccia, insieme ad un gruppo di persone che si vogliono impegnare per il nostro territorio, abbiamo grandi idee per questa città, pensiamo che con una buona amministrazione si possono realizzare molte cose che delle quali si sente la necessità: si pensi ad una Casa della Musica ad una cittadella dello sport ad un canile pubblico, a spazi attrezzati per bambini ed anziani, si pensi insomma ad una città a misura d'uomo, dove ci siano spazi aggregativi adeguati e standard di vita accettabili, si pensa ad una città realmente trasparente dove i concorsi pubblici siano chiari, dove vengano fatti bandi per assegnare locali pubblici, dove realtà importanti presenti sul nostro territorio siano valorizzate adeguatamente con spazi adeguati, si pensi ad esempio, alla Croce Rossa, alla Protezione Civile
Una città dove tutti trovino spazio, si pensi a chi fa attività nei cosiddetti “sport minori” che poi minori non sono vista la grande partecipazione che hanno e vista anche la funzione di aggregazione sociale che svolgono, si pensi alle cosiddette “amatoriali”.
Una città dove le parole d'ordine siano riuso e riciclo dei materiali e che per questo dovrà diventare di esempio, non nei Castelli Romani ma nell’intera regione Lazio, per trasformare “rifiuti in opportunità”;  dove si organizzeranno convegni e manifestazioni per promuovere la cultura del nostro territorio, con una Sagra dell'Uva che sia di qualità, un evento internazionale; si pensi anche ad una città che organizzi eventi che richiamino persone da tutta Italia, abbiamo pensato a “Marino Sposa”, alla festa della Musica e del Cinema, insomma tante cose che dovranno essere messe in cantiere e che abbiamo intenzione di realizzare nei prossimi 5 anni, talmente tante che saranno ben descritte nel programma elettorale che sarà un work in progress e che metteremo al più presto in rete.
Pensiamo in una città che non sia cementificata selvaggiamente, ma in cui vi sia un connubio tra edilizia ed ambiente, in cui vengano rispettate le leggi sull’incremento abitativo annuo. Pensiamo ad un urbanistica e ad un edilizia che siano incentrate non sulla speculazione immobiliare e nel consumo del territorio, ma nella messa a norma degli edifici, nella sicurezza, si pensi ai problemi radon ed al rischio sismico.
Chiederemo poi a Ferrovie di Stato e Cotral di avere maggiore attenzione sul nostro territorio, chiedendo il rifacimento e relativo spostamento della Stazione di Santa Maria delle Mole, e poi pensiline con orari dei mezzi Cotral, ricordando la scellerata perdita di un finanziamento regionale di alcune decine di migliaia di euro del centrodestra, per la realizzazione di un pensilina Cotral Sull’Appia angolo Cava dei Selci.
Pensiamo anche ad una Multiservizi efficiente ed amministrata da un cittadino di Marino, di persone con competenze adeguate che sappiano gestire quest’azienda per fortuna ce ne sono e molte, che conoscano persone e territorio e relative problematiche e ad aree di intervento. Una Municipalizzata che sappia valorizzare i dipendenti più meritevoli, dove chi vuole potrà anche specializzarsi con corsi ad hoc che saranno istituiti, una municipalizzata che possa essere un punto di arrivo ma anche di partenza per altre esperienze lavorative.
Vogliamo una città solidale con i più deboli, in cui sia previsto un “Red” un Reddito di dignità”, cioè un piccolo aiuto economico mensile per chi sia senza lavoro, ed abbia reddito Isee al di sotto di una certa soglia e che non abbia rifiutato un lavoro; una città che sappia ascoltare tutti, prevedendo sportelli aperti al pubblico e collegamenti helpdesk.
Una città a misura di disabile, che non deve sentirsi un cittadino “ostacolato”, prima di tutto in ogni struttura comunale, qualunque essa sia, e su tutto il territorio, va rimossa ogni barriera architettonica, per questo verrà istituita una delega apposita.
Per realizzare questo nostro progetto stiamo adoperandoci nel fare liste che saranno presenti alle elezioni, con le molte persone che contattiamo e che ci contattano entusiaste, saremo in grado di fare più liste e dire la nostra in campagna elettorale, la presentazione delle stesse avverrà nelle prossime settimane, dopo le feste natalizie, con un evento pubblico.
Il lassismo della politica locale, spesso troppo distante dai problemi reali dei cittadini, ci induce ad uno scatto di reni, essendo noi persone che amano affrontare le problematiche locali, discutere ed indicare soluzioni; persone come molte altre, che però non amano perdere tempo, ritenendo che un giorno di ritardo su una qualsiasi azione potrebbe essere un giorno tolto a 40.000 cittadini. E di tempo questa città ne ha perso anche troppo.
Discuteremo quindi con i cittadini di queste ed altre argomenti che ci stanno a cuore e con chi abbia visioni programmatiche simili alle nostre, lasciando la porta aperta politicamente ad alleanze future, ma non con chi ha dato prova di “sgovernare” la nostra città senza pentimento alcuno, riteniamo che questo sia il tempo dell’estrema chiarezza e trasparenza, rimaniamo quindi lontano da pastrocchi ed inciuci, e ci rivolgiamo ai cittadini liberi, a chi schifato dichiara di non voler più votare, a chi è deluso da altri partiti o movimenti, ebbene noi ci siamo, io ci sono. Liberi e forti e sempre a testa alta fieri di sapere che la città può cambiare per davvero".
 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Castelli Romani

Albano Laziale: procedure semplificate per l’occupazione di suolo pubblico e nuove agevolazioni per la sosta a pagamento

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ALBANO LAZIALE (RM) – La Giunta  ha deliberato le misure per favorire la ripartenza sul territorio di Albano Laziale. Sono state introdotte procedure semplificate per l’occupazione di suolo pubblico sino al 31 ottobre 2020 e di un nuovo piano tariffario agevolato della sosta a pagamento.

Questi provvedimenti si aggiungono alla costituzione di uno specifico Fondo Covid-19 di circa 1 milione di euro, votato all’interno della recente approvazione da parte del Consiglio Comunale del Bilancio di Previsione 2020.

La Giunta ha recepito le disposizioni contenute nel Decreto Legge 34/2020, che prevedono l’esonero del pagamento Tosap (Tassa Occupazione Suolo Pubblico) da parte dei pubblici esercizi che effettuano somministrazione di cibi e bevande fino al 31 ottobre 2020. È stato introdotto un regime autorizzatorio semplificato, in base al quale basterà una semplice domanda autocertificata da parte dei richiedenti per allargare spazi già autorizzati o richiederli per la prima volta.

«La giunta ha dato piena operatività agli impegni assunti con associazioni di categoria e commercianti, in occasione dei tavoli condivisi iniziati ad aprile» commenta l’Assessore alle Attività Produttive, Franca Di Matteo.

La Giunta, in accordo con le categorie di rappresentanza dei commercianti, ha anche deliberato il ritorno della sosta a pagamento, a partire da lunedì 8 giugno. Sono state introdotte nuove agevolazioni: la tariffa ridotta di € 0.50 per ogni ora fino ad un massimo di cinque per un totale giornaliero di € 2.50 si applicherà, oltre che alle aree comprese nel settore C (Cecchina e Pavona), anche all’area adiacente la stazione ferroviaria di Albano – Metropark e al parcheggio di Campo Boario. Inoltre è prevista la tariffa minima di euro € 0.50 per tutti i settori.

Il ritorno della sosta a pagamento ripristinerà la naturale rotazione delle auto in sosta, agevolando anche la mobilità sul territorio, oltreché facilitare la fruibilità e l’accesso a tutte le attività commerciali.

L’Assessore al Bilancio, Alessio Colini, dichiara: «Abbiamo definito un efficace pacchetto di misure per consentire ad Albano Laziale di ripartire condividendo un percorso partecipato con i commercianti che ha come obiettivo quello di tornare a riappropriarci e a vivere il territorio dopo il lockdown. Uniti ce la faremo!».

Il Sindaco Nicola Marini conclude: «L’Amministrazione, dando seguito a quanto deciso dal Consiglio Comunale, dopo un serrato confronto con le Associazioni di Categoria, si è dimostrata pronta a definire le prime risposte concrete volte a favorire la ripresa di tutte le attività produttive, imprenditoriali, artigianali e commerciali. A questi primi provvedimenti, ne seguiranno altri che andranno nella stessa direzione. Continueremo inoltre ad assistere tutte le famiglie più disagiate, in particolare quelle che interessano le persone più fragili». 

Continua a leggere

Castelli Romani

Albano Laziale, superenalotto: sfiorato il jackpot di oltre 45 milioni di euro

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ALBANO LAZIALE (RM) – Jackpot del SuperEnalotto sfiorato nel Lazio. Nel concorso di lunedì 1 giugno – anticipo dell’estrazione del 2 giugno, Festa della Repubblica – ad Albano Laziale, in provincia di Roma, é stato centrato un “5” da 35.476,31 euro.

La schedina vincente è stata convalidata alla Tabaccheria di via Vivaldi 22

La caccia al “6”, invece, prosegue e nel concorso di domani verranno messi in palio 46,2 milioni di euro. L’ultimo “6” è stato centrato il 28 gennaio ad Arcola, in provincia di La Spezia, mentre nel Lazio, come riporta Agipronews, il Jackpot manca invece dal 2012 quando furono realizzati due 6, entrambi a Roma, uno da 25,8 milioni a maggio e un altro da 18,8 milioni ad agosto.

Continua a leggere

Roma

Roma, Raggiate quotidiane: ti sfiduciano? E io ti nomino mia delegata. Domani manifestazione di protesta del centrosinistra al IV Municipio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ROMA – Manifestazione davanti il IV Municipio quella indetta dalle forze del centro sinistra per protestare contro il provvedimento della sindaca Raggi che ha nominato la presidente sfiduciata del IV Municipio a delegata del sindaco per la gestione dello stesso Municipio.

“Domani 4 giugno sarò davanti al IV Municipio, in via Tiburtina, per partecipare alla manifestazione indetta dalle forze del centro sinistra contro la nomina della ex Presidente Della Casa a delegata della Sindaca, dopo la sfiducia del suo stesso consiglio. – Fa sapere Sabrina Alfonsi, Presidente del Municipio Roma I Centro – Era già inaccettabile la nomina dell’ex Presidente Torelli a Commissario in XI Municipio, – prosegue Alfonsi – dopo essere stato sfiduciato: ma almeno in quel caso Torelli era stato sfiduciato dall’opposizione. Quello che sta accadendo in IV Municipio rasenta l’assurdo e il grottesco: la Presidente Della Casa è stata sfiduciata dai suoi stessi Consiglieri ed è gravissimo che la Sindaca ritenga di nominarla sua delegata, senza alcun rispetto del voto del Consiglio, dei cittadini, del territorio. Alcuni esponenti del Movimento 5 Stelle romano hanno avuto l’ardire di affermare che questa consiliatura è stata una sorta di selezione della classe dirigente, e io mi chiedo: ma veramente hanno fatto questo sulla pelle della città? Dei cittadini? Dopo il III e l’VIII Municipio, sono caduti l’XI e il IV. Una chiara evidenza delle contraddizioni interne e dell’incapacità di amministrare dei Cinque Stelle. Ed ora anche il XII traballa. Fino a quando dovremo assistere a tutto questo? Basta improvvisazione, la città si governa con la competenza e con rispetto del voto degli eletti e dei cittadini”. Così in una nota Sabrina Alfonsi, Presidente del Municipio Roma I Centro”.

Continua a leggere

I più letti