1

CONSIGLIO REGIONE, AL VIA ESAME IN COMMISSIONE DEL PIANO DI DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO

Redazione

Avviato questa mattina, in commissione Scuola, l'esame del Piano regionale di dimensionamento scolastico per l'anno 2012- 2013. "Iniziamo oggi un lavoro molto impegnativo – ha detto la presidente Olimpia Tarzia (Per) – perché si tratta di un tema che riguarda da vicino le famiglie della nostra regione e tante sono le istanze che provengono dai cittadini".

Nella seduta odierna sono state discusse, in particolare, osservazioni riguardanti le province di Roma, Latina, Viterbo e Frosinone.
Approvate a maggioranza le proposte dell'assessore all'Istruzione Gabriella Sentinelli che prevedono l'attivazione di nuovi indirizzi di studio in alcune scuole superiori di Guidonia, Nettuno, Latina, Formia, Fondi, Terracina, Ponza e Aprilia e la riorganizzazione di istituti di Latina, Fondi, Terracina, Sezze e SS Cosma e Damiano. Via libera, sempre a maggioranza, alla soppressione di due circoli didattici e riorganizzazione di sei istituti comprensivi a Viterbo (per iniziativa della presidente Tarzia) ed all'integrazione relativa all'istituto comprensivo di Tarquinia chiesta dal consigliere Pietro Sbardella (Udc) e dal vicepresidente di commissione Chiara Colosimo (Pdl).
Accolte all'unanimità, invece, le osservazioni dell'altro vicepresidente Fabio Nobile (Fds) – riguardanti l'attivazione di nuovi indirizzi di studio in due istituti di Ronciglione e Bassano Romano (entrambi in provincia di Viterbo) – e la proposta di attivazione di un nuovo indirizzo di studio nell'istituto Colasanti di Civitacastellana, a firma del consigliere del Pd Marco Di Stefano.
Avviata, infine, la discussione su Frosinone con l'approvazione, a maggioranza, di un emendamento a firma della presidente Tarzia che riscrive l'intera riorganizzazione della rete scolastica provinciale.

L'esame del Piano di dimensionamento proseguirà domani mattina, a partire dalle ore 11.

Ad inizio seduta la commissione aveva respinto, a maggioranza, una risoluzione presentata da Nobile e sostenuta anche dai consiglieri Di Stefano e Filiberto Zaratti (Sel), con la quale si chiedeva alla Giunta di prorogare all'anno scolastico 2013/2014 il termine per l'adozione del piano di dimensionamento e di "stabilire deroghe ai criteri meramente numerici "adottati. "Non comprendiamo la fretta di concludere un piano così complicato – aveva spiegato Nobile – che non tiene conto delle esigenze di offerta formativa dei territori, non sufficientemente coinvolti. Non si comprende, poi, perché la proposta della Giunta regionale tagli 39 dirigenze in più rispetto alle richieste del Governo nazionale". "Tutte le Regioni stanno procedendo al dimensionamento – aveva obiettato l'assessore Sentinelli- e dal ministero non è arrivata nessuna risposta alla richiesta di proroga che era stata presentata a novembre dalla Conferenza Stato-Regioni. La delibera di Giunta risponde quasi totalmente alle indicazioni arrivate dalle Province, è stato fatto un lavoro complesso e molto importante".

Hanno partecipato alla seduta i consiglieri Isabella Rauti (Pdl), Giuseppe Melpignano (Lista Polverini), Alessandro Vicari (Lista Polverini), Gina Cetrone (Pdl), Gianfranco Gatti (Lista Polverini), Claudio Mancini (Pd), Luigi Nieri (Sel), Antonio Paris (Gruppo misto), Giuseppe Parroncini (Pd), Francesco Pasquali (Fli), e Annnamaria Tedeschi (Idv).