Connect with us

Redazione Lazio

Cotral: dopo 10 anni arriva la nuova flotta di mezzi

Clicca e condividi l'articolo

81 milioni di euro per 340 nuovi autobus entro il 2017, il primo dei quali entrerà in servizio il prossimo 19 ottobre.

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

 

Red Cronaca

 

Regione Lazio –  Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha presentato insieme all’Assessore regionale alle Politiche del Territorio e alla Mobilità, Michele Civita, e al Presidente di Cotral Spa, Amalia Colaceci i nuovi autobus in arrivo per il trasporto regionale extraurbano.


Dopo dieci anni Cotral Spa rinnova la propria flotta con 340 nuovi autobus entro il 2017, il primo dei quali entrerà in servizio il prossimo 19 ottobre. Si tratta di mezzi di ultima generazione, ecologici e confortevoli che consentiranno di mandare progressivamente in pensione i più vecchi ancora in circolazione.
Un investimento di 81 milioni di euro. L’acquisto dei nuovi pullman è stato possibile grazie ad un investimento di 81 milioni di euro, di cui 51 milioni finanziati dalla Regione Lazio, 15 dal Ministero dei Trasporti, 8 dal Ministero dell’Ambiente e 7 autofinanziati da Cotral per l’acquisto dei bus bipiano.
Più sicurezza e maggior tutela dell’ambiente. I nuovi bus euro 6, la categoria più bassa in termini di emissioni inquinanti, saranno dotati di video sorveglianza a bordo, cabine di protezione per gli autisti e sensori di guida sicura.


Il cronoprogramma delle consegne.
La fornitura prevede la consegna di 33 bus al mese fino all’autunno del 2017, di questi 300 saranno “Interurbino" di 12 metri prodotti da Solaris e 40 bipiano da 90 posti prodotti dalla casa tedesca Man che entreranno in servizio sulle linee a più alta frequentazione, garantendo oltre 1600 posti a sedere in più.


Un servizio a misura di utente.
Quattro colori vestiranno la livrea dei bus con il nuovo logotipo aziendale, totalmente rinnovato nella grafica e nell’uso dei font. Un cambiamento che segue di pari passo l’evoluzione dell’azienda sia sul piano dell’affidabilità del servizio – oggi Cotral garantisce il 99% delle corse programmate – che della comunicazione alla clientela. Un nuovo sito internet, più accessibile e ricco di informazioni, e un nuovo sistema di gestione dei reclami hanno permesso di dimezzare i tempi di risposta all’utenza.


Risparmi e nuove assunzioni.
Il bando di gara, vagliato dall’Anac, ha incluso anche la manutenzione dei mezzi in full service per dieci anni che consentirà un risparmio di circa 3,5 milioni di euro. E non solo: Cotral nel 2015 ha chiuso il proprio bilancio in pareggio, dimezzando i debiti verso i fornitori, passati da 347 milioni di euro del 2014 a 178 milioni del 2015. Questo risultato è stato possibile grazie alla regolarizzazione dei pagamenti da parte della Regione Lazio, al taglio degli sprechi e all’ottimizzazione delle risorse. In particolare, la diminuzione degli interessi passivi sul debito ha consentito un risparmio di 6,5 milioni di euro, mentre 2,5 milioni sono stati recuperati grazie ad una migliore organizzazione del lavoro. La riduzione di spese legali e notarili ha portato un risparmio di 670 mila euro, circa 800 mila euro provengono invece dal taglio delle spese di telefonia, delle consulenze e dei compensi degli organi societari. Risparmi che vanno di pari passo con gli investimenti: nel biennio 2014/2015 Cotral ha assunto 220 nuovi autisti, di cui la metà under 30, colmando le carenze di organico sui territori.


L’azienda in numeri.
Cotral Spa è l’azienda di trasporto pubblico regionale il cui azionista unico è la Regione Lazio. E’ il primo vettore di trasporto pubblico su gomma extraurbano in Italia. Gli autobus Cotral percorrono oltre 200.000 chilometri al giorno, collegando fra loro 376 comuni del Lazio (isole escluse) e 17 comuni di regioni limitrofe, per un totale di 8.472 corse giornaliere. In 20 ore d’attività vengono portati a destinazione oltre 200.000 passeggeri e pendolari. Ogni anno più di 70 milioni di persone salgono sugli autobus di linea. L’azienda impiega 3.205 dipendenti, di cui 2.406 sono autisti, e possiede una flotta di 1.559 autobus.
 

Print Friendly, PDF & Email

Roma

Roma, laghetto dell’Eur: carabinieri arrestano pusher di cocaina

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

In casa nascondeva altre dosi di “polvere bianca” e 21.500 euro in contanti

ROMA – I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma E.U.R. hanno arrestato un romano di 28 anni, pregiudicato, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo è stato notato dai militari in viale America, dal lato del laghetto, mentre stava contrattando con un suo “cliente” – un romano di 49 anni – il prezzo per la cessione di una dose di cocaina.

Interrotta la trattativa, i Carabinieri hanno fatto scattare la perquisizione nell’abitazione dello spacciatore, dove sono stati rinvenuti e sequestrati altri 20 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e la somma in contanti di oltre 24.500 euro, ritenuti provento della sua attività illecita.

Per il 28enne sono scattate le manette ai polsi e il trasferimento agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo, mentre l’acquirente è stato segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo in qualità di assuntore di droghe.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Roma

Roma, Tor Bella Monaca: 4 arresti e una denuncia in poche ore

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ROMA – Nel corso di mirati servizi finalizzati alla repressione dei reati inerenti allo spaccio di sostanze stupefacenti nella nota “piazza” di spaccio di Via dell’Archeologia, nel quartiere Tor Bella Monaca, i Carabinieri della Compagnia di Frascati hanno arrestato quattro persone e denunciata in stato di libertà una quinta all’Autorità Giudiziaria, per detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

Nello specifico, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Frascati, durante un servizio di osservazione, hanno individuato una donna che, supportata da due complici, un uomo e una donna, con il compito di “palo”, cedeva cocaina.

I tre, una volta bloccati dai Carabinieri sono stati perquisiti e trovati in possesso di 11 involucri contenenti cocaina, pronti per essere venduti e della somma di 150 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio.

Sempre in via dell’Archeologia, una pattuglia della Stazione di Roma Tor Bella Monaca ha intercettato un altro “scambio”, tra un altro pusher di nazionalità algerina ed un acquirente. Anche in questa occasione, i Carabinieri hanno rinvenuto 16 dosi di cocaina e la somma contante di 110 euro in contanti.

Infine, nel corso della nottata, un equipaggio dei Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Frascati, in transito nella stessa zona, insospettito dall’atteggiamento di una donna che, alla vista dei militari ha cercato di nascondersi, è stata raggiunta e fermata. La donna, durante le operazioni di identificazione, ha consegnato spontaneamente 4 involucri contenenti cocaina, per un peso complessivo di 2 grammi.

I Carabinieri hanno sequestrato lo stupefacente ed hanno denunciato in stato di libertà la donna, per il reato di detenzione ai fini di spaccio. 

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Università, Lazio. Mattia (Pd): “Impegno massimo per garantire diritto allo studio”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

“Continua l’impegno della Regione Lazio per garantire il massimo supporto possibile agli studenti in questa fase estramemente complicata dal punto di vista logistico ed economico. – dichiara Eleonora Mattia, Presidente commissione scuola, diritto allo studio, politiche giovanile in Consiglio Regionale del Lazio – “Con la pubblicazione delle graduatorie per le Borse di studio straordinaria 2020-2021, saranno circa mille i nuovi beneficiari del contributo straordinario.”

Il bando è stato pensato, in collaborazione con l’Ente regionale per il diritto allo studio, Disco, appositamente per rispondere alle esigenze specifiche sorte con la pandemia e arriva dopo la copertura integrale di tutti gli studenti idonei al Bando ordinario per il medesimo anno accademico. 

“Il nostro obiettivo è fare in modo che tutte e tutti godano pienamente del diritto allo studio – continua Mattia – anche a condizioni mutate a causa della situazione straordinaria che ci troviamo a vivere. Non possiamo permettere che i giovani rinuncino ai progetti di vita e di studio e l’impegno è massimo per garantire connettività, dispositivi tecnologici, accesso sicuro agli spazi di ricerca, ma anche il mantenimento della residenza nelle città dove i giovani si sono stabiliti per frequentare l’università. Siamo al fianco di tutto il corpo studentesco perché mai come ora è necessario investire sul futuro dei nostri ragazzi e ragazze che non devono essere lasciati soli”

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

I più letti