Connect with us

Roma

COTRAL, IL CONSIGLIERE CDA GIOVANNI LIBANORI CONTESTA TITOLO E PARTE DELL'ARTICOLO DE L'OSSERVATORE LAZIALE

Clicca e condividi l'articolo

"Il compenso corrisponde a quanto stabilito da una delibera dell'Assemblea dei Soci Cotral indistintamente per ogni membro del CdA e che non si tratta di una cifra così facoltosa"

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Di seguito si pubblica la richiesta di rettifica da parte del consigliere di amministrazione Cotral SpA Giovanni Libanori:

In riferimento agli tabella pubblicati sul quotidiano online "L'Osservatore laziale", in data 01.07.2013, dal titolo "Roma, Cotral. Paura per la perdita della poltrona: si manifesta o si strumentalizza?", a firma di Chiara Rai, il sottoscritto Giovanni Libanori, nella sua qualità Consigliere di Amministrazione di Cotral SpA, chiede formale rettifica del titolo e di parte dei contenuti dell'articolo in quanto ritenuti lesivi della propria dignità personale e istituzionale, oltre che denigratori per la propria immagine. In particolare, nell'articolo, che riferisce della protesta dei lavoratori Cotral Spa dovuta ad ritardato pagamento della 14a mensilità, si legge che "…in mezzo a loro, c'era il Consigliere del CdA Cotral Giovanni Libanori…". A tal proposito, come si evince dalla sequenza dei comunicati stampa inviati anche alla vs testata dall'ufficio stampa Cotral, é su iniziativa del sottoscritto che si é svolta la protesta dei dipendenti davanti la sede di Atac Spa. In secondo luogo, nell'articolo si legge che "…Lui non é un lavoratore… ma un politico…", intendo precisare che conosco perfettamente le problematiche dei lavoratori perché io stesso, oltre ad essere un politico, sono prima di tutto un uomo che lavora nel suo campo professionale da circa venticinque anni. Certamente, la politica non mi distoglie da quelle che sono le problematiche sociali che decido di affrontare. Quanto, poi, alla parte in cui si fa espressamente riferimento "…al suo facoltoso stipendio o al suo personale autista…", tengo a precisare che il compenso corrisponde a quanto stabilito da una delibera dell'Assemblea dei Soci Cotral indistintamente per ogni membro del CdA e che non si tratta di una cifra così facoltosa come subdolamente si vuole far credere all'opinione pubblica. Mentre la dotazione di un autista é legata alle esigenze di servizio: Cotral, come tutti sanno, é un'azienda di trasporto extraurbano, con strutture e impianti presenti in tutto il territorio del Lazio e va da se che si rendono spesso necessari spostamenti per risolvere le problematiche che, di volta in volta, si possono verificare. Per concludere, alla luce di quanto detto, appare del tutto fuori luogo il contenuto del titolo dell'articolo che avrebbe dovuto semmai focalizzarsi all'oggetto vero e proprio della notizia che era la manifestazione dei dipendenti indetta per il ritardato pagamento della 14a mensilità.

Si chiede, pertanto, al fine di ottenere una attitudine informativa equivalente alla notizia ritenuta diffamante e di soddisfare l'esigenza legittima del sottoscritto di riportare la propria verità in merito ai fatti esposti, di volere pubblicare la presente rettifica integralmente, con il medesimo rilievo della stessa notizia e secondo i tempi previsti dalla legge. In difetto e nel perdurare di tale atteggiamento persecutorio che va avanti da mesi attraverso la pubblicazione di tabella pretestuosi e al limite della diffamazione da parte della Vs testata nei miei confronti, mi vedrò costretto a far valere le mie ragioni nelle sedi opportune.

Giovanni Libanori

Consigliere di Amministrazione Cotral SpA

 

LEGGI ANCHE:

 25/05/2012 COTRAL: ECCO GLI STIPENDI DEL CDA

 01/07/2013 ROMA, COTRAL. PAURA PER LA PERDITA DELLA POLTRONA: SI MANIFESTA O SI STRUMENTALIZZA?

 29/06/2013 TERREMOTO ZINGARETTI: TREMANO LE POLTRONE COTRAL

 27/06/2013 COTRAL, MANCATO PAGAMENTO 14^ MENSILITA': INTERVIENE L'AMMINISTRATORE DELEGATO VINCENZO SURACE

 25/06/2013 COTRAL, TRA POLEMICHE E TAGLI: MENO PROPAGANDA E PIU' FATTI

 24/06/2013 COTRAL, MANCATO PAGAMENTO QUATTORDICESIME

 21/11/2012 LAZIO, TRASPORTO PUBBLICO: COTRAL E LA SINDROME DEL TERSICOREO

Gallery

Roma, sostenibilità ambientale e sociale: Poste Italiane rafforza la flotta green

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

105 autovetture, 180 motomezzi e 197 nuovi motocicli elettrici a tre ruote

ROMA – Salgono a oltre 480 i mezzi ecologici in forza nei 19 Centri di Recapito dai quali ogni giorno partono i portalettere per la consegna di corrispondenza e pacchi ai circa 3 milioni di abitanti della Capitale.

La flotta green romana è composta da 105 autovetture, 180 motomezzi e 197 nuovi motocicli elettrici a tre ruote. In particolare nei contesti urbani, Poste Italiane sta puntando molto nella fornitura dei nuovi tricicli poiché garantiscono emissioni zero, maggiore capacità di carico, stabilità e sicurezza.

Alimentati elettricamente al 100%, infatti, hanno una potenza di 4 kW che garantisce una velocità massima di 45km/h, in linea con i limiti imposti dal codice della strada nei centri abitati e sono dotati di un’autonomia energetica di circa 60 km, tale da permettere ai portalettere di consegnare la corrispondenza e i pacchi giornalieri con una sola ricarica.

La particolare conformazione del veicolo a tre ruote, inoltre, ne aumenta la stabilità e la sicurezza per il conducente e permette l’installazione di uno speciale baule che aumenta la quantità di pacchi e lettere trasportabili: fino a 270 litri, contro i 76 dei motocicli tradizionali, caratteristica ancora più importante visto il costante aumento dei pacchi da consegnare grazie allo sviluppo importante dell’e-commerce.

Ogni giorno abbiamo circa 33.500 mezzi che girano per il paese – ha dichiarato Matteo Del Fante – per cui abbiamo molto a cuore il tema della sostenibilità. Ci siamo dati l’obiettivo di ridurre di circa il 40% le emissioni entro il 2022 passando da circa l’11% di mezzi green ad oltre il 50%. Anche i nostri nuovi Centri di Recapito – ha concluso Del Fante – sono pensati e realizzati in base a standard energetici di altissimo livello”.

Il piano “green” di Poste Italiane è in linea con l’ESG – il piano d’azione in materia di sostenibilità ambientale e sociale approvato dal Consiglio di Amministrazione ad agosto 2018, che ha l’obiettivo di garantire la definizione degli indirizzi del Gruppo con ricadute positive per tutto il territorio.

Continua a leggere

Metropoli

Anguillara Sabazia, dal Pd in Regione il sostegno di Michela a Michele

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Arrivano i primi “in bocca al lupo” politici per il candidato di centrosinistra ad Anguillara Sabazia Michele Cardone che ha appena ufficializzato la sua candidatura a sindaco di Anguillara per le prossime comunali del 20 e 21 settembre.

Cardone, imprenditore con tre agenzie immobiliari e un negozio di biciclette ad Anguillara ha appena incassato un commento positivo dal consigliere regionale del Pd Michela Califano: “Apprendo con soddisfazione – dice Califano – della candidatura di Michele Cardone a Sindaco di Anguillara per il centrosinistra. Una scelta coraggiosa, importante, controcorrente e per questo degna di nota. Un ragazzo per bene, di contenuti, espressione di quel mondo civico e associativo che è nostro dovere sostenere e far emergere. Un imprenditore capace. Una soluzione unitaria, rispetto alla frammentarietà del centrodestra. La migliore possibile per una città importante come Anguillara che ha bisogno di risollevarsi dopo l’ultima deludente parentesi amministrativa. A Michele il mio personalissimo in bocca al lupo e un grazie per aver dato la propria disponibilità e aver messo a disposizione la propria competenza per una nuova importante fase per Anguillara”.

Continua a leggere

Castelli Romani

Frascati, al Divan Japonais nasce il drink “La Mandragata”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

FRASCATI (RM) – Grazie a un barman creativo e cinefilo diventa un drink il film’Febbre da Cavallo‘, il cult movie firmato Steno e interpretato da Gigi Proietti, Enrico Montesano, Catherine Spaak e tanti altri attori e caratteristi che hanno reso grande il cinema italiano.

A inventare il cocktail ‘La Mandrakata‘, ispirato dalla famosa espressione di Proietti, Max La Rosa, proprietario e barman del Divan Japonais di Frascati

Max La Rosa proprietario e barman del Divan Japonais di Frascati

Gli ingredienti

Il drink si prepara con 3,5 cl di Jim Beam Rye Whiskey, 3,0 cl di Cherry Stock, 12 foglie di menta marocchina, 4 cl succo di limone, 3 cl sciroppo homemade allo Zafferano di Navelli, 3 splash bitter homemade agli agrumi e quanto basta di Gosling’s Ginger beer. Per prepararlo, pestare delicatamente la menta in un bicchiere highball doppio da 450 ml, quindi versare tutti gli ingredienti, tranne la Gosling’s Ginger beer e aggiungere ghiaccio. Versare quindi la Gosling’s Ginger beer e mescolare ancora per completare, decorando con una fetta di limone e della menta cosparsa di zucchero a velo vanigliato.

Il whisky ‘maschio senza rischio‘ o meglio ‘teschio maschio senza fischio‘ evocato dal film è ingrediente principale del drink, in questo caso Jim Beam Rye, whiskey di segale del Kentucky, distribuito in Italia da Stock Spirits, caratterizzato da note di vaniglia e un finale pungente, con aromi di noce moscata, chiodi di garofano e pepe nero. Il tutto levigato nel drink dalla menta e dai sapori di agrumi e amarena. E attinente è l’ispirazione del cocktail a un grande classico, il Mint Julep, datato 1938 e servito durante la più famosa corsa di cavalli statunitense, il Kentucky Derby, dove veniva apprezzato da più di 120mila persone l’anno. Insomma, un drink da assaporare mentre si ascoltano le inconfondibili note del trio Bixio-Frizzi-Tempera, scommettendo su Soldatino o D’Artagnan e tifando per Mandrake e Pomata.

Continua a leggere

I più letti