Connect with us

Calcio

Cynthialbalonga (calcio, serie D), senti D’Agostino: “L’Ostiamare? Meglio un big match subito”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Genzano (Rm) – La Cynthialbalonga è entrata nella settimana dell’esordio stagionale ufficiale. Avendo saltato il turno preliminare di Coppa Italia, gli azzurri del neo tecnico Raffaele Scudieri debutteranno sul campo dell’Ostiamare per la prima di campionato. “Un esordio duro contro un avversario ostico – dice l’attaccante classe 1992 Stefano D’Agostino, tra i pochi “reduci” del vecchio gruppo – Li abbiamo affrontati recentemente in un allenamento congiunto e mi hanno fatto una buona impressione. Il campo è abbastanza piccolo e insidioso: dovremo farci trovare pronti, ma per me è meglio iniziare subito con una partita di cartello”. L’ex giocatore di Taranto, Floriana e Campobasso (tra le altre) parla del processo di amalgama della nuova Cynthialbalonga: “Abbiamo iniziato molto presto con la preparazione e, anche se c’è stato da faticare molto, questo ha contribuito ad accelerare la conoscenza tra di noi. Inoltre il mister ha voluto in rosa alcuni giocatori che già conoscevano i suoi metodi e anche questo aspetto è stato importante. Pure dal punto di vista fisico siamo in una buona condizione generale, ma è chiaro che la forma migliore la si prende solo giocando partite vere”. D’Agostino ritorna nel gruppo G che l’ha visto protagonista qualche anno fa: “L’ho fatto una sola volta quando avevo 21 anni, dividendomi tra Terracina e soprattutto Fondi dove le cose sono andate benissimo: alla fine del campionato chiusi a 26 gol. La mia posizione ideale? Se un giocatore vuole essere considerato importante, deve sapere incidere in ogni ruolo. Sono un attaccante che può giocare da esterno, da trequartista, da seconda o da prima punta: l’importante è l’interpretazione”. Il talentuoso giocatore è rimasto alla Cynthialbalonga come da programmi iniziali: “Avevo un accordo biennale e sono stato felice di portarlo avanti perché qui ho trovato un club che ha rispettato tutte le promesse”. Chiusura su Scudieri: “Un allenatore molto preparato che cura tutti i dettagli e ama un gioco propositivo: il club gli ha messo a disposizione la rosa adatta per la sua idea di calcio”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Polisportiva Borghesiana (calcio), la Fiorentini responsabile dell’attività di base e del calcio a 5 rosa

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Roma – Tempo di novità nello staff alla Polisportiva Borghesiana. Il club capitolino ha ufficializzato l’ingresso di Daniela Fiorentini che avrà un doppio ruolo: quello di responsabile dell’attività di base (e in particolare dei Piccoli Amici 2013-14 e dei Primi Calci 2015-16), ma anche della nuova prima squadra femminile di calcio a 5 che militerà nel campionato di serie D. “Tutto è nato da una chiacchierata estiva col responsabile del settore calcio Lino Virgili: lui mi aveva chiesto di poter collaborare sull’attività di base e io ho “rilanciato” proponendogli anche di aggiungere il calcio a 5 femminile all’offerta sportiva del club”. D’altronde la Fiorentini già portava avanti questi ruoli nella vicina società del Borussia dove ha lavorato fino alla scorsa stagione: “La risposta delle famiglie del territorio è stata molto buona, ben oltre le nostre aspettative. Le famiglie, evidentemente, hanno voglia di far fare sport ai loro ragazzi dopo una stagione in cui, a causa dell’obbligo di “allenamenti individuali”, avevano perso la possibilità di fare le partitine che sono la loro gioia”. In questo compito la Fiorentini sarà coadiuvata da altre tre ragazze per uno staff tutto al femminile: “Collaboreranno con me Giorgia Domenicale, Martina De Vecchis e Maria Giulia Ceccarelli che giocano con la D del calcio a 5. I gruppi dei Piccoli Amici e dei Primi calci si alleneranno due volte a settimana il lunedì e il giovedì dalle 17,30 alle 19”. E chissà che in un prossimo futuro non si riesca a creare un gruppo di Scuola calcio tutto al femminile: “Mi piacerebbe molto anche perché le ragazzine hanno una capacità di concentrazione superiore ai maschietti. In ogni caso qualche bimba è già venuta a provare in questi giorni e verrà integrata coi gruppi maschili”. La chiusura è sulle aspettative per la serie D di calcio a 5: “Una novità assoluta per la Polisportiva Borghesiana: all’inizio c’era un po’ di scetticismo, ma siamo state accolte molto bene. Assieme alla preparatrice dei portieri Ilaria D’Errico cercheremo di portare questo gruppo ai vertici: giochiamo per competere”.

Continua a leggere

Calcio

Ssd Colonna (calcio), Genovese e l’Under 19: “I ragazzi vengono da ben undici paesi diversi”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Colonna (Rm) – Sarà una delle novità nello staff tecnico del Colonna per la stagione 2021-22. A Stefano Genovese è stata affidata l’Under 19 che al momento è provinciale, ma che nutre qualche speranza di ripescaggio nei regionali. “Col Colonna l’accordo è nato quasi per gioco, parlando con il responsabile della Scuola calcio Sergio Raponi e l’ex ds David Pinci. Qui, poi, ho ritrovato il direttore generale Angelo Carletta con cui ho lavorato a Rocca Priora: fu lui, insieme allo stesso Raponi, a propormi di prendere la Juniores anche all’epoca. Ritrovarlo in questo ruolo mi fa molto piacere: è una persona che ha una gran voglia di fare e sa dare indicazioni chiare ai suoi collaboratori”. Genovese fa un passo indietro per “salutare” la sua ultima società, ovvero la Df Academy di Marino: “L’anno scorso avevo l’Under 17 da loro e c’era un programma di tipo biennale: sono stato lì pochi mesi, ma sono stati molto intensi anche se alla fine ho fatto scelte diverse. Ringrazio anche pubblicamente il direttore generale Andrea Piccinno e il presidente Francesco Florio che sono stati squisiti col sottoscritto”. L’allenatore descrive le peculiarità del nuovo gruppo Under 19 del Colonna: “Innanzitutto abbiamo avuto una grande risposta a livello numerico, poi ci ha colpito il fatto che i 23 elementi della nostra rosa arrivino da undici paesi del circondario. Bisognerà lavorare tanto per diventare un gruppo, anche se tecnicamente ci sono delle buone qualità: abbiamo sei ragazzi del 2002, altri del 2003 e molti del 2004. La rosa, quindi, è mediamente sotto età, ma ha voglia e può giocarsela, dimostrando di avere la malizia giusta per affrontare questo campionato. La squadra ha iniziato a lavorare dallo scorso 31 agosto con due allenamenti, poi la “vera” attività ufficiale è iniziata dal 6 settembre. Abbiamo giocato due amichevoli col Garbatella (k.o. per 3-1) e poi a Castelverde (perso 3-2), ma in entrambi i test ho avuto buoni riscontri. Domenica giocheremo in casa con la Vivace Grottaferrata e aspettiamo nuove risposte”.

Continua a leggere

Calcio

Cavese Academy 1919 (calcio, Under 17), Proietti: “Cercheremo di giocarcela con tutti”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Cave (Rm) – La Cavese Academy 1919 lo ha fortemente voluto “promuovere” nel settore agonistico. Domenico Proietti Modi sarà l’allenatore dell’Under 17 provinciale del club prenestino: un gruppo composto da 2005 e 2006 che dovrà fare una stagione senza grandi pressioni. “L’obiettivo è quello di divertirci e provare a giocarcela con tutti, ma sia chiaro: non andremo in giro a fare scampagnate, non vogliamo fare brutte figure”. Il campionato inizierà il prossimo 31 ottobre: “Non sappiamo ancora se giocheremo nel girone di Roma o in quello di Frosinone, in ogni caso ci capiterà di giocare su campi difficile – dice Proietti Modi – Se il gruppo è pronto dal punto di vista della personalità? Sono ragazzi e quindi devono crescere sotto vari aspetti, ci aspetta tanto lavoro da fare”. L’allenatore segue la squadra da dieci giorni: “Sinceramente non ci aspettavamo di poter riuscire ad allestire un gruppo così numeroso, anche se composto da una doppia fascia d’età. In tal senso la società e in particolare il responsabile tecnico Armando Zammarelli hanno fatto un gran lavoro: con lui ci conosciamo da una vita ed è quello che ha spinto di più per farmi fare il “salto” nell’agonistica al mio terzo anno da allenatore. Col gruppo dell’Under 17 stiamo imparando a conoscerci e domenica giocheremo la prima amichevole a San Cesareo: la rosa è disomogenea nel senso che ci sono ragazzi più pronti e altri quasi alle prime esperienze calcistiche, ma cercheremo di farli crescere tutti e di formare il giusto spirito di squadra”. L’anno scorso Proietti Modi allenava già nella Cavese Academy 1919: “Mi sono dedicato agli Esordienti in una stagione molto dura a causa della pandemia. Avrei voluto aspettare un pochino prima di tuffarmi nel settore agonistico, ma Zammarrelli assieme al presidente Daniele Flavi e a Emanuele Giacchè hanno insistito molto e quindi ho accettato con entusiasmo. In questa nuova avventura, comunque, mi aiuteranno il vice Graziano Pasquazi e Augusto Marchetti che si occuperà della parte burocratica e dirigenziale del nostro gruppo”.

Continua a leggere

I più letti