Connect with us

Costume e Società

Dieta antiage: il parere del biologo nutrizionista Stefano Scafuri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Fin dall’antichità l’essere umano ha cercato di ritardare gli effetti dell’invecchiamento usando “trucchi” ed a volte molto pericolosi tanto che fra gli esempi di “Fashion Victim” del passato possiamo citare Elisabetta I, nel ritratto della sua incoronazione aveva un viso pallido perché usava un cerone ricco di piombo, era non solo dannoso alla pelle, ma portava danno alla salute in generale. Ma concretamente possiamo ritardare gli effetti dell’invecchiamento restando in salute?

A  questa domanda noi dell’Osservatore d’Italia abbiamo voluto chiedere un parere ad un nutrizionista su come prolungare la giovinezza restando in salute, a questa domanda risponde il Dott. Stefano Scafuri  biologo nutrizionista, laurea conseguita presso l’Università Federico II di Napoli, collabora con vari studi medici della Campania: Baiano, Avellino e Monte di Procida al centro “Diagnostica Medica”.

 

“HEALTHY AGING”

Bisogna investire fin da giovani sul proprio “healthyaging”. L’invecchiamento del corpo umano è influenzato da numerose variabili, alcune delle quali dipendono strettamente dal nostro stile di vita. Tra i fattori su cui BISOGNA intervenire positivamente per rallentare l’invecchiamento cellulare sono: lo stile alimentare, il livello di stress e di attività fisica e il benessere interiore. La cosiddetta Dieta Anti Age (o Anti Aging) è un particolare regime alimentare redatto con l’obiettivo di migliorare la lunghezza e la qualità della vita. Esaminando i modelli alimentari anti-age presenti in letteratura- un’eccellenza è rappresentata dal Cilento in quanto modello assoluto di dieta mediterranea – ci accorgiamo che si tratta per lo più di studi sviluppati in regioni costiere e su popolazioni che si nutrono dei prodotti del territorio. Ciò in quanto in queste zone rurali il “piatto” si basa su verdure e legumi dell’orto, frutta degli alberi locali, pesce ed eventualmente latticini e vino.

 

In virtù di questo, nella dieta antiage è importante:

Preferire i cosiddetti prodotti a chilometri zero, accertandosi della sicurezza sanitaria dei prodotti acquistati;

Prediligere cibi ipernutrienti e non ipercalorici (gli alimenti industriali sono spesso ricchi di zuccheri, grassi e sale, e poveri di nutrienti, apportano cioè calorie vuote e vanno ridotti al minimo e sostituiti da alimentari naturali, ipernutrienti e non raffinati).

Da non trascurare, ovviamente, sono i metodi di cottura. Occorre infatti, prediligere quelli “meno aggressivi”, perché la cottura può alterare profondamente gli alimenti diminuendone le proprietà e arricchendole di tossine. E’ consigliabile usare temperature più basse e a tal proposito l’opzione migliore è la cottura a vapore. Nella preparazione può essere un’ottima idea sostituire il sale con delle spezie, come ad esempio: La curcuma, la paprika e l’aglio  che è una fonte generosa di principi attivi consideranti utili in chiave anti-aging (grazie alle loro attività antinfiammatorie, antiossidanti, ipertensive eccc.)

 

Gli alimenti importanti nella dieta anti-age:

Frutta e verdura in virtù dell’elevato contenuto d’acqua tra gli alimenti a minore densità calorica (cioè che apportano meno calorie a parità di peso consumato) e contengono importanti quantità di vitami ne, sali minerali   e antiossidanti; in particolare quelle fresche di stagione garantiscono un ottimo apporto di macronutrienti e in tal caso note sono le proprietà di mirtillo, uva nera, melograno (studi realizzati a Losanna nel 2016 hanno evidenziato la presenza di una molecola che durante la digestione del frutto infatti, si sviluppa chiamata urolitina A, portentosa nel combattere l’invecchiamento cellulare.

Non è nel frutto quindi che si trova la peculiare sostanza: essa si sviluppa mentre i batteri dell’intestino lo metabolizzano e svolge un ruolo chiave nel contrastare il decadimento fisico) e carote. Si consiglia di consumare due porzioni di verdure di stagione al giorno e due porzioni di frutta fresca di stagione al giorno.

Ruolo controverso assumono i carboidrati, demonizzati in particolare dalle donne, il loro ipotetico ruolo nelle localizzazioni adipose; a tal proposito bisogna evidenziare la differenza tra le varie farine e individuare come ottimo alleato anti-invecchiamento l’utilizzo di cereali integrali ( FARINA DI TIPO 2) e dei pseudo-cereali come quinoa, miglio o amaranto; in particolare questi ultimi privi di glutine riducono il potere infiammatorio presente nel proprio stile di vita. Fondamentale è assumere fonti proteiche come uova, legumi, derivati della soia  come tofu o tompeh, e formaggi  leggeri come il cottage o la ricotta, e consumare pesce in almeno due o tre pasti settimanali, evitando il ricorrere sistematicamente al consumo di pesci di grossa taglia come ad il tonno o il pesce spada e quando possibile preferire il pesce selvatico rispetto a quello di allevamento.

Consigliatissima è l’assunzione giornaliera di un alimento fermentato, come lo yogurt (vaccino o di soia), il kefir, alimenti ai quali è iscritto un ruolo benefico sul trofismo della flora batterica intestinale, con ripercussioni positive a livello digestivo, metabolico e immunitario. Non dimentichiamo il ruolo del “cosmetico” anti rughe per eccellenza, ossia l’olio extravergine di oliva ( La vitamina A promuove la crescita e la riparazione dei tessuti e in tal modo nutre e mantiene la pelle morbida e liscia), così come la possibilità di condire l’insalata con semi e frutta secca oleosa, come ad esempio noci, semi di zucca, semi di lino, semi di chia, mandorle (quest’ultime ricche di vitamina E benefica per il nostro organismo per difendersi dai danni provocati alle cellule dai radicali liberi e aiuta la pelle a rimanere giovane e morbida).

Giuseppina Ercole           

Commenti

Costume e Società

A “Ci vediamo a via Veneto” Virginia Scialò. Da Roma a Milano “effetti speciali” per realizzare il sogno di diventare truccatrice per il cinema

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Virginia Scialò, una ragazza di 20 anni con la passione per gli effetti speciali nel cinema. E stando alle immagini postate su Facebook e Instagram, relative i suoi lavori di “make up” ha sicuramente tanto talento da vendere.

Virginia sarà ospite del format “Ci vediamo a via Veneto” condotto da Chiara Rai sabato 22 febbraio dove dall’esclusiva location dell’Harry’s Bar di via Veneto racconterà quello che è stato il suo percorso didattico e professionale fino ad oggi e il perché della scelta di fare la pendolare settimanalmente tra Roma e Milano.

Dopo aver frequentato l’Istituto Cine Tv Roberto Rossellini di Roma, un’eccellenza italiana per quanto riguarda l’audiovisivo, dove ha poi conseguito la maturità, oggi fa la spola settimanalmente tra la Capitale e Milano dove frequenta la prestigiosa Mba Making Beauty Academy, scuola di trucco del Fashion e dello Spettacolo. Il suo sogno? Diventare truccatrice per il cinema nel settore degli effetti speciali.

Continua a leggere

Costume e Società

Noodles, il nuovo video del Colle der Fomento backstory del film “La Partita”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Online da venerdì 21 febbraio il video di Noodles, il terzo estratto dall’ultimo album del Colle der Fomento Adversus che è stato scelto come prequel del nuovo film La Partita di Francesco Carnesecchi con Francesco Pannofino, dal 27 febbraio al cinema grazie a Zenit Distribution.

Il videoclip nasce come una backstory dell’opera prima di Carnesecchi, che ancora prima della proiezione nelle sale vuole raccontare gli antefatti alla base della sceneggiatura del lungometraggio.

Nel video realizzato dallo stesso Carnesecchi assieme a Daniele Guardia, compare gran parte del cast del film, dove gli attori protagonisti Alberto Di Stasio (Italo) e Alberto Mariani (il figlio Leo) si trovano al centro di un tragico evento che attraverserà tutta la narrazione de La Partita.

Il playback di Masito e Danno s’inserisce nelle immagini che richiamano l’atmosfera drammatica del film, con un cameo di DJ Baro e DJ Craim. Le rime e i beat si mescolano con le scene drammatiche che rivelano l’antefatto che ha dato inizio alla storia, dove tutti personaggi sono legati da un filo che unisce il calcio, storie di vita e criminalità. Il brano è poi legato al mondo cinematografico anche per il titolo Noodles, dedicato proprio al personaggio interpretato da Robert De Niro nel cult movie “C’era una volta in America”, e non solo. Nelle immagini del videoclip è presente anche una chicca per i cinefili: la fedele riproduzione dell’epitaffio presente nel film recante la frase “Erected to their everlasting memory by their friend and brother David Aaronson ‘Noodles’ 1967”.

Il brano Noodles è inoltre presente nella colonna sonora de La Partita, durante i titoli di coda.



Continua a leggere

Costume e Società

Claudio Simonetti, il “complice” di Dario Argento a “Ci vediamo a via Veneto”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Sabato 15 febbraio alle 18 Claudio Simonetti sarà ospite della trasmissione in diretta dall’Harry’s Bar “Ci vediamo a via Veneto” condotta dalla giornalista Chiara Rai per un’intervista da non perdere.

Suspiria, Pheanomena, Non ho sonno, Profondo Rosso questi alcuni dei titoli delle colonne sonore scritte da Claudio Simonetti per i film di Dario Argento. Ma anche Tenebrae, Phenomena, Dawn of The Dead, Zombi, Demons per un percorso discografico, quello dei Goblin, iniziato nel lontano 1973, che li ha visti salire alla ribalta con la musica di Profondo Rosso che ha stabilito, con il singolo 45 giri, l’ancora ineguagliato record di permanenza consecutiva al primo posto della Hit Parade Nazionale. Una formazione, quella dei Goblin che ha segnato un percorso indelebile per il rock progressive italiano e che ancora oggi, dopo 45 anni, vede Claudio Simonetti con suoi Goblin, band in versione rinnovata, girare il mondo nelle tante tournée dove registrano sempre il tutto esaurito.

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Febbraio: 2020
L M M G V S D
« Gen    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it