1

EGITTO: VOLO EGYPTAIR, TROVATI ROTTAMI IN MARE

di Angelo Barraco
 
Il Cairo – E’ ancora fitto il mistero che aleggia attorno alla sparizione del voto Egyptair, partito mercoledì 18 maggio da Roissy Charles de Gaulle con destinazione al Cairo dopo un viaggio di quattro ore ma misteriosamente scomparso dai radar alle 2.45 mentre sorvolava la Grecia. La tv di Stato egiziana riporta che “Pezzi di rottami dell'aereo e oggetti di passeggeri sono stati individuati 290 km a nord di Alessandria” e aggiunge che “le forze armate proseguono la ricerca dei resti dei rottami dell'aereo”. Fonti aeroportuali del Cairo riportano inoltre che “Tre inquirenti francesi dell'Ufficio indagini e analisi dell'Aviazione civile e un esperto tecnico dell'Airbus sono arrivati al Cairo per partecipare alle inchieste sullo schianto dell'aereo egiziano nel Mediterraneo”.
 
L’Airbus A320 con a bordo 66 persone è attualmente ricercato in modo minuzioso dalle autorità, che stanno ispezionando un’ampia area a sud dell’isola di Creta per rinvenire eventuali relitti. Il Ministro della Difesa greco  Panos Kammenos sostiene che il volo Egyptair ha effettuato una virata prima di cadere in mare, ma l’esercito ha riferito che non è sopraggiunto nessun sos. Sherif Fathi, Ministro dell’aviazione egiziana, ha riferito che l’abbattimento dell’aereo a seguito di un attacco terroristico è “superiore alla possibilità che si sia verificato un guasto tecnico”.  La sera della scomparsa dell’aereo si sono rincorse una serie di notizie in merito al rinvenimento di rottami di un aereo, prima dal fronte greco e poi dal fronte egiziano. Gli inquirenti stanno vagliando tutte le ipotesi, dalla Casa Bianca qualcuno ha anche parlato di “Indicazioni di una bomba” ma poi nulla è più stato detto. A bordo dell’aereo vi sarebbero 7 membri dell’equipaggio, 3 addetti alla sicurezza, 15 passeggeri francesi e 30 egiziani, non risulta nessun italiano. Le condizioni dell’Airbus erano perfette, aveva accumulato 48.000 ore di volo ed era stato rigorosamente controllato in Belgio nel mese di gennaio. Il pilota aveva un accumulo di 6.275 ore di volo, 2.101 europei, il copilota invece 2.766 ore di volo. Riferiscono inoltre che il comandante era apparso di buon umore. Il fronte francese piange ancora le vittime degli attentati compiuti per mano dell’Isis e il Presidente Holland ha sottolineato che se si dovesse trattare di un atto terroristico “dovremo trarne tutte le conseguenze”. Dagli USA, Donald Trump e Hillary Clinton, entrambi in corsa per la Casa Bianca, hanno affermato che “sembra proprio terrorismo”. Ma dalla Casa Bianca non si sbilanciano e dicono esplicitamente che è “Troppo presto per dire cosa possa aver causato”.