Connect with us

Castelli Romani

Elezioni, il neo eletto Marco Silvestroni: “Fdi vince in provincia di Roma”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

“Sento il dovere di ringraziare tutti gli iscritti e simpatizzanti di Fratelli d’Italia per il risultato che Fratelli d’Italia ha raggiunto in provincia di Roma”. E’ quanto dichiara Marco Silvestroni, deputato di Fratelli d’Italia e segretario della Federazione di Fdi dei corcoli della provincia di Roma.

“Grazie a tutti i candidati, eletti o meno, per il grandissimo impegno dedicato al Movimento in questa difficile campagna elettorale. Tra i nostri iscritti, ci rappresenterà nel Parlamento Francesco Lollobrigida. Giancarlo Righini continuerà a rappresentarci  nel Consiglio regionale del Lazio. Un grazie dunque – sottolinea Silvestroni – a Paolo Della Rocca, al momento primo dei non eletti in Regione, Micol Grasselli, Marika Rotondi, Flaminia Bottacchiari, Stefano D’Angelo, Federica Nobilio, Fabrizio Cherubini, Maira Falcone, Monica Fasoli, Vincenzo Elifani e Bruno Mari, cui va va il mio personale apprezzamento per gli importanti risultati raggiunti”.

“Voglio anche dedicare una menzione speciale al nostro presidente Giorgia Meloni – osserva Silvestroni – che anima e corpo si è dedicata anche a questa campagna elettorale. Seppur ‘schiacciati’ dai mass media e, come sempre, osteggiati dai poteri forti, abbiamo resistito portando in parlamento 49 Patrioti pronti a mantenere gli impegni assunti. Dopo il M5S e la Lega siamo il partito che è maggiormente cresciuto più che raddoppiando dalle ultime elezioni politiche”.

“I nostri sacrifici, la nostra passione e il nostro amore per il territorio – conclude Silvestroni – ci hanno finalmente premiato. Fratelli d’Italia ha vinto in provincia di Roma e per noi questo è solo l’inizio di un percorso di rinascita per il popolo italiano”.

Print Friendly, PDF & Email

Castelli Romani

Velletri Servizi, è caos notifiche: nulli oltre mille accertamenti. Paolo Trenta (M5s) presenta emendamenti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

VELLETRI (RM) – È caos notifiche alla Velletri Servizi perché sono state inviate più di mille cartelle per il pagamento della tassa sui rifiuti tramite poste private che adesso si rivelano essere nulle. Sono scattati i ricorsi a pioggia da parte dei destinatari che finora sono stati accolti.

Il consigliere M5S Paolo Trenta ha presentato degli emendamenti in proposito e non solo, anche per la modifica dello statuto (sostituzione articolo 20. Ma andiamo per gradi.

Una storia che potrebbe costare una perdita di svariate centinaia di migliaia di euro alle casse comunali

Al punto 2 del verbale del consiglio di amministrazione del 7 settembre 2018 si parla dell’esistenza di accertamenti notificati con l’ausilio di poste private. Ci sono 810 accertamenti notificati  con poste private nel 2015 e 679 nel 2016. Sono somme che non sono state ancora riscosse e che si riferiscono al 2010 e 2011 . Nel verbale si legge che queste notifiche “devono ritenersi nulle e stanno comportando l’accoglimento dei ricorsi presentati dai contribuenti. Una storia che potrebbe costare una perdita di svariate centinaia di migliaia di euro alle casse comunali.

“In merito la Velletri Servizi – ha detto, tra l’altro Paolo Trenta, consigliere comunale M5S – Siamo stati gli unici a presentare emendamenti che andavano nel recepimento della normativa e verso una maggiore meritocrazia. Volevamo che un amministratore che avesse chiuso un anno in perdita fosse mandato a casa restringendo le maglie della legge, invece la maggioranza ci ha bocciato, motivandola come troppa burocrazia che rende le cose difficili, meglio lasciare tutto com’è. Abbiamo chiesto che gli amministratori delle partecipate non potessero avere debiti con l’Ente, per evitare conflitti d’interesse, ma ci hanno bocciato anche questo. D’altra parte ce lo aspettavamo, fecero lo stesso quando chiedemmo di far rispettare la legge, facendo decadere i consiglieri che avevano debiti con il comune. Sul caso delle notifiche degli accertamenti che di fatto sono nulle, abbiamo evidenziato il problema al sindaco chiedendo un atto di responsabilità e di verifica. Il sindaco Pocci ha risposto che sarebbe stata sua cura intervenire nell’immediato. Verificheremo quanto accaduto, la cosa non finisce qui”.

Emendamento su sostituzione articolo 20 (lettura emendamento)

La modifica proposta nella bozza di delibera in realtà non rimuove questa causa ostativa, in quanto nuovamente ribadisce la sudditanza del CDA all’assemblea al fine di assicurare il “suo ordinario funzionamento ed andamento”. Si pone un ulteriore problema: la società si muove sulla base di affidamenti contrattuali con il Comune attraverso convenzioni firmate con i dirigenti dei settori, secondo l’articolo 20 proposto si potrebbe verificare il caso in cui l’assemblea dia direttive contrastanti con gli affidamenti. L’assemblea ovvero il socio, che non ha responsabilità civili, da ordini in contrasto con gli affidamenti causando danno civili che pagherebbe l’organo amministrativo.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Premio Castel Gandolfo, iniziati i lavori per la seconda edizione

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

CASTEL GANDOLFO (RM) – Grandissimo successo per la prima edizione del Premio Castel Gandolfo lo scorso 7 settembre.

La kermesse, che si è tenuta sulle rive del Lago Albano presso la prestigiosa location de I QUADRI, è stata organizzata dalle associazioni AGENSAL e CULTURIAMO con il patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Castel Gandolfo. I temi sociali che hanno fatto da filo conduttore all’intera serata sono stati la sicurezza e il prestigio della comunicazione italiana e il contrasto alla violenza di genere. A condurre l’evento Chiara Rai, che insieme a Katia Domanico e Remo Bianchi hanno presentato i numerosi ospiti intervenuti.

IL VIDEO SERVIZIO

Sul palcoscenico, dove lo scenario mozzafiato del lago castellano ha fatto da sfondo, sono saliti il Prefetto Francesco Tagliente che ha ricevuto il premio dall’onorevole Pino Cangemi vice presidente della Regione Lazio, lo storico fotoreporter de Il Messaggero Rino Barillari, al secolo the king of paparazzi premiato da Pietro Lepore proprietario e direttore generale dell’Harry’s bar il locale della dolce vita per antonomasia di via veneto, la criminologa Roberta Bruzzone premiata dal consigliere metropolitano e segretario particolare del governatore Nicola Zingaretti e l’ambasciatore dell’Azerbaijan Mammad Ahmadzada premiato dall’onorevole Marco Silvestroni

Un momento di grande emozione quando il tenore Francesco Grollo alla presenza del Ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha cantato l’inno d’Italia.

Oltre ai premi sono stati assegnati riconoscimenti per il loro valore e impegno civico a: Luigi Brunamonti, Giulio Pettinato e Federico Bronzi.

Momenti di alto valore artistico con le attrici Valeria de luca e Melania Fiore e la vocalist interprete Cinzia Tedesco.

Adesso sono già iniziati i preparativi per la seconda edizione e già si stanno individuando i nuovi temi sociali che verranno affrontati il prossimo anno. In lizza per i 4 premi personaggi di caratura mondiale e momenti di alto rilievo artistico.

Alessandro Poggio

 

      

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Grottaferrata, 66enne punto da super calabrone finisce in ospedale: Vigili del Fuoco e Guardiaparco rimuovono l’alveare

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

GROTTAFERRATA (RM) – E’ stato rimosso nel pomeriggio di ieri il nido di calabroni e bonificata l’area attorno a via Cardinal Bessarione, località Campovecchio, da martedì sotto osservazione in seguito alla presenza di grossi insetti che hanno punto un residente, costretto a ricorrere alle cure del Pronto Soccorso di Frascati, dove l’uomo, un 66enne, è arrivato in codice giallo.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Marino e una squadra di guardiaparco del Parco dei Castelli Romani che hanno provveduto a rimuovere l’alveare degli insetti che, dopo le verifiche effettuate, sono risultati essere calabroni di grosse dimensioni (esemplari di vespa crabro) generalmente diffusi in Europa e Nordamerica.

Apicoltori della zona hanno offerto la loro collaborazione volontaria all’opera di rimozione e numerosi studiosi di scienze naturali hanno contattato il Comune dopo la prima comunicazione che parlava della presenza dei più rari calabroni asiatici.

Il sindaco Luciano Andreotti ringrazia i guardiaparco, la Asl e i Vigili del Fuoco per il pronto intervento sul posto oltre agli uffici comunali e alla Polizia locale che nella giornata di oggi si sono adoperati per risolvere quanto prima l’emergenza.

“La diffusione della notizia attraverso i social media e i mezzi d’informazione tradizionali ha destato una grande attenzione sulla nostra città” ha detto il sindaco. “Quello che mi piace sottolineare, oltre allo scampato pericolo per il nostro concittadino a cui vanno i più sinceri auguri, sono l’efficacia della sempre necessaria e auspicabile collaborazione tra enti e istituzioni del territorio, e la solidarietà, insieme alla buona volontà davvero lodevole dimostrata da tanti cittadini comuni, addetti ai lavori e studiosi nel particolare settore delle scienze naturali che da tutta Italia si sono prodigati nel darci consigli, spiegazioni, rassicurazioni. Tutto è bene ciò che finisce bene. L’occasione è propizia per ricordare alla cittadinanza che nell’ultima settimana del mese in corso sarà effettuato l’ultimo ciclo di disinfestazioni contro gli insetti alati per questa stagione estiva 2018. Tutte le note specifiche saranno disponibili sui manifesti e sul sito istituzionale dell’ente”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

L’Osservatore su Google+

Le più lette

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it