Connect with us

Roma

ESERCITO ITALIANO: BARACK OBAMA CONCEDE LA "LEGION OF MERIT" AL GENERALE GRAZIANO

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Campbell: “Oggi è un giorno speciale, è un vero onore insignire il Generale Graziano della Legion of Merit, l’onorificenza più alta che le forze armate USA conferiscono ai leader stranieri."

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

La “Legion of Merit” è un’onorificenza istituita dal Presidente Franklin D. Roosevelt il 20 luglio 1942 e può essere concessa ai Capi di Stato Maggiore o a cariche superiori.

 

Redazione

Roma – A nome del Presidente degli Stati Uniti d’America, il Generale Donald Campbell, Comandante dell’Esercito statunitense in Europa, ha decorato, questo pomeriggio, presso la Biblioteca Militare Centrale di Palazzo Esercito, il Generale di Corpo d’Armata Claudio Graziano, Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, della “Legion of Merit”, con il grado di “Commander”.

Il Generale Campbell, rivolgendosi poi al Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, ha dichiarato: “Oggi è un giorno speciale, è un vero onore insignire il Generale Graziano della Legion of Merit, l’onorificenza più alta che le forze armate USA conferiscono ai leader stranieri. L’impegno e l’iniziativa personale del Generale Graziano hanno contribuito al potenziamento delle operazioni internazionali di sicurezza e hanno rafforzato la cooperazione tra Stati Uniti, Italia e NATO”.

Il Generale Graziano, dopo aver ringraziato il Generale Campbell che “con la sua presenza ha voluto conferire particolare risalto all’evento”, nel suo intervento, ha voluto sottolineare “la profonda e antica amicizia che lega l’esercito italiano e quello statunitense, basata sulla condivisione di valor fondamentali quali libertà, giustizia e democrazia, che si estrinseca nell’alleanza atlantica e nell’ambito delle numerosi organizzazioni tra Italia e Stati Uniti.” – ha poi proseguito il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito – “Un forte vincolo che quotidianamente è ulteriormente vivificato dai molteplici impegni operativi che vedono i nostri soldati operare fianco a fianco per stabilizzare le aree di crisi e permetterne la ricrescita”.

L’alta onorificenza è stata concessa al Generale Graziano per “il servizio eccezionalmente meritorio in qualità di Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano, dal dicembre 2011 al luglio 2012.” – si legge nella motivazione – “L’approccio olistico del Generale di Corpo d’Armata Graziano nel trasformare l’Esercito Italiano in una forza interoperativa e più efficace ha offerto supporto agli sforzi della coalizione. Il Generale di Corpo d’Armata Graziano ha introdotto un cambiamento dinamico, strutturale e istituzionale che ha potenziato le capacità expeditionary dell’Esercito Italiano. La sua visione della natura complessa e in continua evoluzione della guerra moderna insieme al suo stile di comando altamente efficace hanno massimizzato i contributi della componente terra alle operazioni di sicurezza internazionali e hanno rafforzato la cooperazione strategica tra gli Stati Uniti e l’Italia. L’acuta consapevolezza del Generale di Corpo d’Armata Graziano delle esigenze di interoperabilità dell’Esercito Italiano, le attività di approntamento delle missioni, e il suo supporto alle Forze Armate degli stati Uniti di stanza in Italia avranno impatto significativo, duraturo e positivo sugli Stati Uniti, sull’Organizzazione del Trattato dell’Atlantico del Nord e sull’Italia. Lo sforzo straordinario, la leadership eccezionale e l’iniziativa personale mostrati dal Generale di Corpo d’Armata Graziano danno grande credito non solo a lui, ma anche all’Esercito Italiano e alla sua Nazione”.

Il Generale Graziano è già stato insignito della “Legion of Merit”, con il grado di Ufficiale, per il periodo di servizio prestato quale Addetto Militare presso l’Ambasciata d’Italia a Washington DC dal 2001 al 2004. Nella schiera degli illustri Comandanti e uomini di Stato insigniti di questa prestigiosa onorificenza, tra gli altri, Re Giorgio VI, Charles De Gaulle, il Generale Leclerc e l’Ammiraglio Giampaolo Di Paola. La “Legion of Merit” è un’onorificenza istituita dal Presidente Franklin D. Roosevelt il 20 luglio 1942 e può essere concessa ai Capi di Stato Maggiore o a cariche superiori.
 

Castelli Romani

Nemi, il sindaco uscente segnala Azzurra Marinelli alla Corte D’Appello

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Revocata dalla carica di Presidente di seggio

La Corte d’Appello di Roma ha revocato la nomina di Azzurra Marinelli da presidente del seggio elettorale della sezione 2 del Comune di Nemi.

La revoca arriva dopo una segnalazione scritta dall’attuale sindaco uscente Alberto Bertucci, datata 17 maggio 2022. Bertucci segnala che Marinelli è la moglie del candidato sindaco “della lista di opposizione” all’attuale primo cittadino uscente.

Da circa 25 anni, Azzurra Marinelli ricopre il ruolo di presidente di seggio in occasioni delle elezioni amministrative di Nemi. Anche nel 2017 con il marito candidato sindaco, Marinelli ha svolto l’attività di presidente di seggio senza che l’allora sindaco Alberto Bertucci segnalasse l'”inopportunità”.

Il Consiglio di Stato a più riprese ha ribadito che la parentela tra componenti dell’ufficio elettorale di seggio e candidati sindaco o amministratori non costituisce presupposto di incompatibilità.

Continua a leggere

Cronaca

Guidonia Montecelio, inaugurato il polo affido familiare del distretto

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Il sindaco Barbet: “La nostra Amministrazione Comunale crede molto in questo strumento che abbiamo finanziato e su cui puntiamo grazie alla collaborazione con la Asl Roma 5″

GUIDONIA MONTECELIO (RM) – Nella giornata di martedì 24 maggio il Sindaco Michel Barbet, il Presidente della Commissione Sociale Consiliare Matteo Castorino con la Presidente della Commissione Pari Opportunità della Regione Lazio Eleonora Mattia e la dottoressa Stefania Salvati della Asl Roma 5 hanno inaugurato il polo affido familiare del distretto che si trova a Setteville in Via Pascoli 52.

“Il polo affido familiare si pone come scopo quello di mettere in contatto le famiglie affidatarie ed i bambini e ragazzi in difficoltà- spiega il Presidente Castorino- con l’obiettivo di consentire un graduale rientro del minore nella famiglia di origine a fronte di un progetto personalizzato di aiuto e supporto”.

“La nostra Amministrazione Comunale crede molto in questo strumento che abbiamo finanziato e su cui puntiamo grazie alla collaborazione con la Asl Roma 5. Tutelare i minori in difficoltà è un compito che spetta alle amministrazioni pubbliche e che dobbiamo perseguire con tutti gli strumenti a nostra disposizione”- conclude il Sindaco Michel Barbet.

Continua a leggere

Roma

Roma, scomparso lo storico comandante dei Vigili Giovanni Catanzaro

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Milani (Sulpl): “Ci lascia una delle figure più carismatiche ed amate del Corpo”

ROMA – Si rincorre sulle chat e sulle pagine Facebook il tam tam di cordoglio per la scomparsa di Giovanni Catanzaro, storico comandante della Polizia Locale di Roma, un uomo che nel Corpo aveva percorso tutti i gradini della propria carriera.

Tra i molti a ricordarlo il SULPL (Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale), che in una nota del Segretario Romano Marco Milani dichiara: “Esprimiamo dolore e cordoglio per la scomparsa di uno dei Comandanti più carismatici ed amati che il Corpo di Polizia Locale di Roma Capitale abbia mai avuto. Nell’esprimere le nostre più sentite condoglianze alla famiglia, ci piace ricordarlo come un uomo capace di stimolare i suoi uomini al conseguimento dei migliori risultati, esercitarne il controllo in maniera anche rigida ed al contempo difenderli ed assisterli a fronte qualsiasi imprevisto. Qualità tipiche di un Comandante che saputo fare la sua gavetta all’interno del Corpo fino a giungere all’apice. Ci auspichiamo che amministrazione e Comando, sappiano tributargli la giusta memoria”. Così concludono dal sindacato, con quello che appare essere un messaggio indirizzato all’amministrazione Gualtieri.

Continua a leggere

I più letti