Connect with us

Frosinone

FERENTINO, FARMACIE COMUNALI: IL COMUNE PREPARA LA VENDITA?

Clicca e condividi l'articolo

Il 12 Agosto 2015 è stata acquisita la perizia sulla stima del valore delle quote di maggioranza detenute dal Comune di Ferentino e del valore di concessione.

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

di Giuseppa Guglielmino

Ferentino (FR) – L’amministrazione comunale di Ferentino starebbe valutando l'ipotesi di vendere le due Farmacie comunali. Dopo che lo scorso Dicembre 2014, con l’approvazione della Delibera di Consiglio comunale n.44 che prevedeva la vendita delle quote di maggioranza del 51% e la concessione del servizio farmaceutico, il 12 Agosto 2015 è stata acquisita la perizia sulla stima del valore delle quote di maggioranza detenute dal Comune di Ferentino e del valore di concessione.

Sulla questione interviene Maurizio Berretta  Capogruppo DemocraticaMente: “Dopo aver esaminato con molta cura la Perizia Valutativa delle 2 farmacie comunali di Sant’Agata e di via Casilina con molto stupore e rammarico ho appreso che le quote del  51% del Comune hanno un valore irrisorio, la Perizia Giurata prevede Euro 10.000,00 di valore totale,  ed Euro 3.000,00 al mese a farmacia per la concessione del servizio,  praticamente rischiamo di vendere 2 farmacie comunali ad Euro 10.001,00. La maggioranza a questo punto ha da un lato una grave responsabilita’ dall’altro quella  morale nei confronti della collettivita’, il fallimento di un’azione amministrativa politica degenerata nell’”incapacita’” amministrativa di questi ultimi 2 anni. Con i colleghi consiglieri Bernardini, Maddalena e Valeri, abbiamo tentato in ogni modo di far ravvedere tutto il Consiglio dalle scelte” scellerate” dei  Pompeo e i suoi “mentori”, abbiamo proposto soluzioni alternative, a tutela della parte pubblica, di quella che ne e’ titolare la collettivita’, la cittadinanza, nello stesso periodo sono intervenuti per far desistere gli stessi anche l’allora membro del cda rappresentante del comune ed il Nucleo Tecnico di Valutazione Interno che nel Verbale n. 35 del 23 MAGGIO 2014, invitava l’Amministrazione tutta ed il Sindaco a voler procedere alla contestazione del comportamento non collaborativo del legale rappresentante della societa’ nonche’ socio di minoranza, e comunque nulla avvenne se non una maggioranza politica “cieca” e con un chiaro atteggiamento dedito agli interessi di “pochi”.  Con la perizia si viene a definire il fallimento sia della gestione della societa’ Farmacie di Ferentino e sia della parte politica, un societa’ che da una parte  detiene 2 immobili destinati alla vendita dei farmaci del  valore di Euro 1.400.000,00, dall’altra una montagna di debiti insormontabili, e  tanti sono stati i soldi pubblici spesi in questo periodo direttamente dalla Giunta Pompeo, tra ripiani delle perdite, consulenze a professionisti (per piani industriali, diritti di prelazione ecc ecc,). Nel 2004 valutava le due farmacie oltre 1.460.000,00 oggi a distanza di 11 anni 20.000 euro, un disastro senza fine. Sia chiaro la nostra azione non si fermera’ a tutte le iniziative che gia’ sono state intraprese, andremo avanti senza se e senza ma, chiedendo l’appoggio incondizionato della cittadinanza, per difendere una loro proprieta’ e non permettere le svendite  o regalie di questa maggioranza di governo, il buon senso vorrebbe che si tornasse in Consiglio Comunale per  riconsiderare quelle scelte, ancora siamo in tempo. Le farmacie sono un bene pubblico di proprietà della città di Ferentino e non venite a dirci che la colpa era di uno o dell’altro, le delibere parlano chiaro per chi ha votato nel 2004 e nel 2014, cosi’ come parlano chiaro le nomine dei vari personaggi che si sono succeduti nelle responsabilità verso le Società Partecipate comunali e soprattutto di coloro che di volta in volta sono andati a votare nelle Assemblee dei Soci delle relative società approvando qualsiasi proposta senza le opportune valutazioni. “

 

Castelli Romani

Vaccini anti Covid: il Lazio parte con la terza dose

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il Lazio parte con la somministrazione della terza dose di vaccino. A renderlo noto lo stesso governatore Nicola Zingaretti attraverso un tweet. “Dalla prossima settimana – ha scritto il presidente della Regione – iniziamo con chi ha ricevuto un trapianto e che saranno contattati dal sistema sanitario regionale. Continuiamo a mettere in sicurezza la vita e il futuro”.

Sono 4.664 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 5.193. Sono invece 34 le vittime in un giorno, ieri erano state 57.

Sono 267.358 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 333.741. Il tasso di positività è all 1,7%, in lieve aumento rispetto all’1,6% di ieri.

Sono 559 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 12 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 36 (ieri erano 40). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 4.113 (ieri 4.117), quattro in meno rispetto a ieri.

Continua a leggere

Frosinone

Frosinone, in 500 persone fanno festa in un locale in periferia

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Arriva la polizia e trova minorenni che ballano e bevono

Nella serata di ieri, personale della Questura, impiegato nei servizi di controllo del territorio finalizzati all’attuazione delle misure volte a fronteggiare l’emergenza epidemiologica da covid-19, è venuto a conoscenza dell’organizzazione di una festa, che si sarebbe svolta presso un locale del Capoluogo, in una zona decentrata. Con il supporto degli agenti della Divisione di Polizia Amministrativa, Sociale e dell’Immigrazione e degli specialisti della Scientifica è stata accertata la veridicità della notizia. Presso il locale, infatti, erano presenti circa 500 persone, anche minorenni, tutte intente in attività di ballo e di consumazione di bevande.
I poliziotti, pertanto, hanno invitato i responsabili del locale ad interrompere la festa e a far defluire i presenti.
Inoltre è stato anche richiesto l’intervento del 118 per una ragazza minorenne, riversa su uno dei divani, priva di sensi. Trasportata in Ospedale, i sanitari ne hanno accertato lo stato di coma etilico. La giovane ragazzina fortunatamente, grazie alle cure, si è ripresa senza gravi conseguenze.
Al titolare dell’attività è stato notificato il provvedimento di chiusura dell’attività, atto eseguito contestualmente dagli agenti della Polizia di Stato.

Continua a leggere

Frosinone

Colleferro, preso il ladro seriale dei supermercati

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

L’uomo era tornato a colpire nei pressi di un centro commerciale di Colleferro

COLLEFERRO (RM) – La sua tecnica era quella di appostarsi nei pressi dei supermercati ed attendere il momento propizio per rubare all’interno delle autovetture delle sue vittime designate.

Ad interrompere la spirale di furti sono stati i Carabinieri della Compagnia di Colleferro che nei giorni scorsi hanno arrestato un 44enne di Frosinone, con precedenti, con le accuse di furto aggravato e indebito utilizzo di carte di credito.

L’uomo, già responsabile di una serie di furti della stessa natura commessi nelle province di Latina e Frosinone, era tornato a colpire nei pressi di un centro commerciale di Colleferro: a farne le spese, questa volta, è stata una donna di 62 anni del posto che, dopo aver fatto la spesa, è salita a bordo della propria auto appoggiando sul sedile del passeggero una borsa, che il ladro, affacciandosi dal finestrino, è riuscito ad acciuffare allontanandosi velocemente dal posto.

La vittima ha denunciato l’accaduto nel vicino Commissariato di Polizia che ha immediatamente diramato le ricerche del sospettato anche ai Carabinieri.

In meno di mezz’ora, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Colleferro lo hanno intercettato nei pressi di un altro supermercato della zona, dove si era appena appostato a caccia di potenziali vittime da “ripulire”.

La refurtiva è stata recuperata dai Carabinieri e il 44enne è stato portato in caserma: nel corso degli accertamenti è emerso che l’uomo, poco prima di essere individuato e bloccato dai militari, era anche riuscito ad effettuare dei prelievi di denaro, per complessivi 400 euro, con la carta della vittima.

Il ladro è stato trattenuto in caserma e al termine del giudizio dinnanzi al Tribunale di Velletri, che ha convalidato l’operato dei Carabinieri, il 44enne è ricorso al rito abbreviato patteggiando una pena di 10 mesi.

Continua a leggere

I più letti