1

FIRENZE IN BALIA DI UNA TROMBA D'ARIA

A. D. M.

Firenze – Tanta paura per una tromba d'aria fortissima. Ma ora, è tornata regolare la circolazione ferroviaria tra Roma e Firenze, interrotta ieri da una tromba d'aria che alle 19,30 ha colpito il capoluogo toscano. I tecnici di RFI – rende noto la societa' Ferrovie dello Stato – hanno riattivato, uno alle 5.00 e l'altro alle 5.45, i due binari della linea Direttissima Roma – Firenze interrotti ieri per la rottura di una travata metallica di sostegno della linea elettrica, colpita da un pesante tetto divelto da una tromba d'aria.Almeno 11 persone sono rimaste ferite, soprattutto a causa della caduta di rami e altri oggetti strappati via del vento. Il temporale è cominciato alle 19 e 30 di ieri sera con pioggia e grandine ed è durato per due ore. Molti sottopassi della città sono ancora allagati e la circolazione del traffico sta riprendendo lentamente ma con molte difficoltà. A Gavinana, nel sud di Firenze, l’acqua ha raggiunto un metro di altezza e le persone che si trovavano in strada sono state costrette a salire sui cassonetti, auto in sosta o muretti.

 

 

Alle 3 di stanotte era gia' stato riattivato un binario della linea storica consentendo di fatto il ripristino della circolazione, seppure a senso unico alternato, di tutti i treni rimasti fino ad allora bloccati.
 

 

Tutti i treni hanno quindi potuto riprendere la loro corsa verso la destinazione finale o retrocedendo, come programmato, a Roma e Milano. Entro le 7 e' prevista la riattivazione anche del secondo binario della linea storica. Procede quindi la completa normalita' la circolazione dei treni lungo la dorsale Firenze – Roma.

Anche nel trasporto regionale la riattivazione della circolazione consentira' di accompagnare a destino i viaggiatori ancora in attesa nelle stazioni coinvolte, in particolare Firenze, Arezzo e Pontassieve.

A seguito della violenta ondata di maltempo che ha investito Firenze, la Sala di Protezione Civile della Citta' Metropolitana di Firenze, segnala numerosi allagamenti sulla viabilita', nei sottopassi e negli scantinati. Per il forte vento si sono verificate la caduta di alberi e la scoperchiatura di tetti.

"Le squadre di Protezione civile della Citta' Metropolitana – avverte il consigliere delegato Angelo Bassi – in collaborazione con i volontari stanno aiutando il ripristino della viabilita' in alcune zone della citta', rimuovendo piante e ramaglie cadute e liberando parti allagate. Stiamo intervenendo anche a sostegno dei passeggeri bloccati su alcuni treni, rispondendo a una richiesta di assistenza di Rete ferroviaria italiana".