Connect with us

Roma

FIUMICINO M5S: IL PASTICCIACCIO BRUTTO DELL'APPALTO PER IL CANILE. MONTINO CANCELLA IL LAVORO DELL’ASSESSORE POGGI

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Inoltre non è chiaro se le spese di trasporto fino a Caserta siano o meno incluse nelle tariffe indicate, il che ovviamente incide sul costo finale.

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Redazione


Fiumicino
– Nulla di fatto alla Commissione Diritti Animali che si è riunita il 26 febbraio per discutere del Bando di gara che ha visto assegnare ad un canile di Caserta la convenzione per la custodia, il mantenimento e l’assistenza veterinaria di cani e gatti catturati sul territorio del Comune di Fiumicino.
I molti rappresentanti delle Associazioni animaliste presenti, non hanno potuto avere le risposte per cui erano intervenuti, in quanto i Consiglieri Comunali facenti parte della Commissione non avevano ancora preso visione della documentazione relativa alla gara, che verra’ loro consegnata solo in questi giorni.
Sembrerebbe che il provvedimento sia in netto contrasto con la legge regionale 43/2010 promossa dall’attuale sindaco di Fiumicino Esterino Montino, che nel 2010 in qualita’ di Vice Presidente della Regione Lazio firmo’ la “Direttiva per il coordinamento delle funzioni amministrative e sanitarie in materia di animali d’affezione e di prevenzione del randagismo”.
La dove i Comuni con piu’ di 20.000 abitanti non abbiano un proprio Canile Comunale, la legge firmata da Montino prevede che il Comune provveda al servizio “..tramite una struttura privata ubicata all’interno del territorio dell’ASL competente” e ancora che nei criteri di valutazione per l’assegnazione del bando si assegnino punteggi maggiori a “quelle strutture che comportino minimi spostamenti degli animali preferendo ove possibile strutture sul proprio territorio provinciale o regionale.. e che premino una politica di adozioni efficace ” . (testuale ddg 43/2010)
Nei punteggi relativi ai criteri di assegnazione, oltre allo stress dell’animale ed alla permanenza sul territorio, il criterio economico avrebbe dovuto essere valutato non in modo riduttivo in base al semplice costo giornaliero, ma considerando anche i tempi di permanenza dell’animale nel canile.
Una volta a Caserta infatti, i nostri cani difficilmente saranno adottati dai cittadini di Fiumicino e, di conseguenza, invece di costare al nostro Comune 5,60€ al giorno per qualche mese, costeranno 4,50€ per tutta la loro vita, con un evidente aumento di spesa.
Basterebbe questo solo dato economico per rendersi conto che sarebbe opportuna una sospensione del bando per riconsiderare gli effettivi criteri di assegnazione.
Inoltre non è chiaro se le spese di trasporto fino a Caserta siano o meno incluse nelle tariffe indicate, il che ovviamente incide sul costo finale.
Infine è doverosa una riflessione di ordine morale, in quanto, vista la maxi indagine recentemente condotta proprio sui canili che inviano gli animali a loro affidati al circuito dei combattimenti e della vivisezione, riteniamo indispensabile che vengano effettuati tutti i controlli necessari sulle strutture affidatarie e ci chiediamo inotre se l'amministrazione comunale abbia messo in conto anche i costi per controllare nel corso del tempo le condizioni degli animali affidati.
Considerato che a promuovere la legge regionale 43/2010 fu proprio il sindaco Montino, e considerato il grande impegno dell’assessore Poggi da sempre impegnata sul fronte dei diritti degli animali, la decisione di deportare i cani e gatti di Fiumicino a Caserta arriva come un fulmine a ciel sereno, azzerando il lavoro dell'assessore responsabile del settore e contraddicendo le scelte operate fino ad ora .
Questo bando ha cancellato in un colpo solo l’ottima campagna di adozioni avviata dall’amministrazione comunale, che con i provvedimenti di riduzione fiscale a fronte di adozioni e la nuova campagna per l’adozione di cani anziani, e con il faticoso e costante lavoro delle Associazioni locali, ha visto i cani ospitati nella struttura di Vallegrande ridursi da 90 a circa 37 unita’ in poco piu’ di 2 anni.
Dispiace vedere come un meccanismo che una volta tanto stava cominciando a funzionare bene, si sia inceppato a causa della gestione frettolosa e superficiale dell’amministrazione Montino.
Restiamo in attesa della prossima Commissione Diritti Animali per capire se il Sindaco e la sua maggioranza possano trovare una soluzione migliore per gli animali, che non vada a pregiudicare il lavoro svolto dai suoi stessi assessori.
Come sempre il MoVimento5Stelle proseguira' nella sua azione di informazione e controllo.
 

Castelli Romani

Marino, nuovo decoro al sito della Memoria a Villa Desideri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Si è tenuta in forma essenziale, a causa delle prescrizioni anti Covid, la cerimonia commemorativa in occasione del Giorno della Memoria che ricorre oggi 27 gennaio.La delegazione comunale ha visto presenti il Sindaco Stefano Cecchi e la Giunta comunale quasi al completo insieme ad alcuni Consiglieri Comunali e rappresentanti della politica locale.Accompagnato dal Comandante F.F. della Polizia Locale Monica Palladinelli, il Sindaco ha scoperto la nuova targa installata presso l’Ulivo della Memoria nell’aiuola prospiciente la Biblioteca Civica “V. Colonna”.Successivamente l’omaggio di una corona di margherite gialle a ricordo della stella gialla di David che i nazisti obbligavano agli ebrei a cucirsi sui vestiti.“Sebbene sia stata una cerimonia semplice, scoprire la targa è stato come confermare a tutta la comunità che il ricordo è vivo, lucido, presente e indelebile anche qui sul nostro territorio.”

Continua a leggere

Roma

Roma, Santori (Lega): “Valorizzare sampietrini. Cantieri infiniti!”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

“I sampietrini romani sono un patrimonio unico che la città non riesce a valorizzare e custodire come dovrebbe. I cantieri sono infiniti, le strade restano chiuse per mesi e quando riaprono sono già piene di toppe, il commercio è ridotto al lumicino. Disabili bloccati, passi carrabili ostruiti da ruspe e camion, negozi chiusi”. Lo dichiara in una nota il consigliere della Lega e segretario in aula Giulio Cesare Fabrizio Santori, a margine della riunione odierna della commissione capitolina Lavori Pubblici di cui è componente. “Vogliamo saperne di più sul destino dei sampietrini rimossi dalle strade romane, faremo un sopralluogo per controllare i depositi nei quali sono custoditi. Chi conta gli storici blocchetti romani, chi li custodisce e chi li cataloga, soprattutto quando restano ammucchiati agli angoli delle strade. Sono una ricchezza”, afferma Santori, che annuncia sull’argomento una mozione in Assemblea capitolina. “Incuria e abbandono la fanno da padroni, basta guardare via Nazionale, dove dopo gli interventi il fondo stradale è di nuovo pieno di rattoppi, e via Baccina, ridotta a una discarica a cielo aperto, mentre degli operai che avrebbero dovuto completare i lavori non c’è più traccia. Via dei Cerchi e viale Aventino sono ormai ostaggio dei cantieri, le ciclabili un miraggio, la viabilità un incubo, e in questa triste danza di incompetenza e faciloneria Roma sprofonda quotidianamente nel caos”, conclude Santori.

Continua a leggere

Metropoli

Colleferro, 18enne sorpreso con 80 dosi di hashish

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

I Carabinieri della Stazione di Colleferro, al termine di un mirato servizio di controllo del territorio, hanno arrestato un 18enne del luogo, indagato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.Il giovane, già noto alle forze dell’ordine, è stato fermato dai Carabinieri e sottoposto a perquisizione personale, ad esito della quale è stato trovato in possesso di 65 g di hashish, suddiviso in 80 involucri, già confezionati e pronti per la cessione.Il 18enne, al termine dell’udienza di convalida dell’arresto, è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione in caserma, in attesa del processo.  

Continua a leggere

I più letti