Connect with us

Roma

FIUMICINO, SANTORI: "VOGLIAMO LA VERITA’ SU PASSO DELLA SENTINELLA"

Clicca e condividi l'articolo

Una storia di promesse disattese, come quelle dell’allora vicepresidente della Regione Lazio Esterino Montino

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione
Fiumicino (RM)
– Lunedi 27 dicembre 2015 la giunta Zingaretti risponde all’interrogazione a risposta immediata presentata dal Consigliere regionale Fabrizio Santori. “In un quartiere abbandonato a se stesso, dove per anni è stato totalmente abbandonato dall’Amministrazione, i cittadini osservano i lavori della strada argine andare avanti a ritmi serrati ed addirittura un censimento nelle loro case. Tanti dovrebbero essere i mea culpa, da chi negli anni ha Amministrato la città lavandosene le mani a chi oggi ha dato il via libera al progetto della strada-argine calando sulla testa degli oltre 600 residenti un intervento che inevitabilmente avrà enormi ripercussioni e che nessuno ha avuto fino ad oggi il coraggio di raccontar loro. Passo della Sentinella è certamente una storia complessa che viene da molto lontano a cui nessuno però ha avuto mai il coraggio di metter mano.

Una storia di promesse disattese, come quelle dell’allora vicepresidente della Regione Lazio Esterino Montino, che indossata la fascia tricolore da Sindaco del Comune di Fiumicino ha cambiato idea sull' annunciato crono programma degli interventi e sul progetto di piano di urbanizzazione consegnato dai residenti e contenuto all’interno di un accordo di programma, di cui oggi non si vuol tener conto. Qui c’è un fatto, diciamolo chiaramente, il Comune di Fiumicino d’intesa con la Regione Lazio hanno in programma la delocalizzazione di un intero quartiere.  Vengono ancora definitivi abusivi, ma ci sono sanatorie, condoni, decine di cause vinte per usucapione e ci sono regolari versamenti dei tributi sulla casa. Questo da oltre 30 anni. Quali diritti e quali garanzie vengono concessi oggi alle 200 famiglie? Stucchevoli anche qui le dichiarazioni del sindaco Montino che prima afferma che nessun sgombero verrà fatto ma poi dice che nessuna garanzia può essere data per ciò che farà la Regione Lazio o addirittura il Prefetto. Vogliamo la verità e non ci fermeremo di fronte l’arroganza di chi responsabile da decenni ora fa il santo sulla pelle dei residenti e che parla di trasparenza e decisioni condivise, quando ancora oggi i residenti sono all’oscuro di tutto. Comprendo come il Sindaco sia in altre faccende affaccendato, tra parentopoli, consulenze e assegnazione di fondi quantomeno sospette, ma il territorio non si abbandona in questo squallido modo”. lo dichiara Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio che ha presentato un’interrogazione immediata al Presidente Zingaretti che si discuterà lunedì 27 aprile alla Pisana per chiedere chiarezza sul progetto della strada-argine nel Comune di Fiumicino
 

Metropoli

Fiano Romano, ecco perché il Sindaco Ferilli si candida a Consigliere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Sindaco Ferilli, il suo impegno con Fiano Romano finisce a Ottobre con le prossime elezioni?
Assolutamente no. Sono candidato Consigliere a sostegno della lista civica Fiano 2030 di Davide Santonastaso. Dopo 10 anni alla guida di una comunità che è cresciuta facendo diventare Fiano appetibile come vivibilità ed economia, mi metto nuovamente al servizio della collettività.

Perché la scelta di candidarsi ancora? Perché la mia dedizione per la nostra Fiano non ha certo una scadenza temporale, io voglio continuare a far crescere la nostra città, a creare nuove opportunità per i giovani, proseguendo insieme a Davide un percorso fatto di passi, di scelte, azioni intraprese sempre seguendo il criterio del buon padre di famiglia.

Come giudica questa campagna elettorale? Non facile ma con l’abbraccio di tante persone che condividono i nostri valori e il nostro agire con lealtà, trasparenza, dedizione. È facile giocare con le parole ma più complesso confrontarsi con i fatti, lo capisco. Detto questo io penso alla nostra squadra e al prossimo ambizioso progetto che abbiamo per Fiano.

Qual’é l’obiettivo principale del programma di lista e ciò che intende realizzare?
A costo di essere ripetitivo ribadisco l’importanza di dare nuove opportunità ai giovani anche attraverso la prosecuzione di costruzione di una salda rete sociale e l’incentivazione di moduli formativi che si adattino alle opportunità di lavoro anche e soprattutto nel comparto turistico, informatico e che valorizzi il made in Italy e l’artigianato. Vogliamo come lista proseguire il cammino virtuoso intrapreso che permette a Fiano di distinguersi per servizi, accoglienza e appetibilità. Chi passa a Fiano spesso se ne innamora e ci rimane a vivere.

Continua a leggere

Castelli Romani

Ariccia, festa di Santa Apollonia: un successo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Si è conclusa ieri ad Ariccia la Festa di Santa Apollonia. Tre giorni di musica, arte,cultura ed enogastronomia ( con degustazione gratuita delle cannacce) organizzati dal Comitato Comunale per l’Organizzazione delle Manifestazioni guidato da Ermanno Bravetti e Rosanna Desiderio . Gli eventi, nel rispetto delle norme anti covid 19, hanno affiancato le celebrazioni religiose dedicate alla Santa Patrona di Ariccia. Particolarmente sentita la Santa Messa del sabato animata dal Coro in Maschera di Ariccia.
Soddisfatto per la riuscita della Festa il Sindaco Gianluca Staccoli che ha espresso un solo rammarico legato al mancato svolgimento della tradizionale Processione.
“Purtroppo, a causa dell’emergenza Covid 19- spiega il Sindaco Staccoli , non si è tenuta la tradizionale Processione per le vie della Città che vede impegnati i Cavalieri di Sant’Apollonia di Ariccia e tanti devoti della Nostra amata Santa. La speranza è che il prossimo anno si possa tornare a vivere in un clima di normalità una ricorrenza molto sentita e partecipata dalla nostra Comunità.

Continua a leggere

Metropoli

Bracciano, il Sindaco Tondinelli: “Riduzioni di quasi il 50% per le attività penalizzate dalla pandemia”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Le attività produttive di Bracciano obbligate a chiudere a seguito dei provvedimenti governativi dei mesi scorsi godranno di uno sgravio.
A beneficio del tessuto economico produttivo maggiormente colpito dalla grave situazione emergenziale derivante dalla pandemiada covid 19, arriva una ulteriore misura:”Abbiamo voluto introdurre una riduzione del 45,8% – ha dichiarato il Sindaco Armando Tondinelli- da applicare alla parte fissa e alla parte variabile delle tariffe delle utenze non domestiche interessate dalle chiusure obbligatorie o dalle restrizioni nell’esercizio delle rispettive attività. Porteremo questa proposta giovedì, nella prossima seduta di Consiglio Comunale per l’approvazione. Ad esempio, ridurre la tassa a quelle attività che di rifiuti, a causa del lockdown, ne ha prodotti pochissimi, è un atto doveroso e importante per dare una risposta concreta alle attività penalizzate dalla pandemia”.
Gli sconti saranno previsti per utenze non domestiche (attività produttive). 

Continua a leggere

I più letti