Connect with us

Litorale

Fiumicino, serata per la piccola Alice: standing ovation per il sindaco di Amatrice

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

FIUMICINO (RM) – Il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, ospite speciale della serata di beneficenza, dedicata ad Alice, bambina affetta da SLA ed organizzata dall’associazione “Laboratorio una Donna” di Maricetta Tirrito e da Simone Carabella testimonial contro la violenza sulle donne. L’evento, dello scorso 25 novembre, si è svolto nel ricordo delle vittime del femminicidio, nella lotta contro la violenza sulle donne alla stregua delle ultime statistiche che riportano come una donna su tre sia vittima di violenze domestiche. Il sindaco di Amatrice, dopo essere stato accolto da un fragoroso applauso dai circa 300 presenti, ha speso gran parte della serata per parlare con gli ospiti. Momento particolarmente emozionante quello che ha visto protagonista Massimo Ciarpella, presidente dell’associazione Insieme con Giordano, padre del piccolo rimasto vittima del sisma del 24 agosto 2016 ad Amatrice, insieme con Sergio Pirozzi, il sindaco che ha fatto da guida in un momento così difficile.

 

Sergio Pirozzi ha poi tenuto un discorso volto soprattutto al ringraziamento di quelle associazioni e di quelle persone che si sono prodigate immediatamente per cercare di dare una mano agli abitanti delle frazioni terremotate. Un piccolo accenno alla sua candidatura alle prossime regionali del Lazio, dove il sindaco di Amatrice si presenterà con una lista civica, aperta a chi ne condividerà i contenuti.

Pirozzi ha poi risposto, al nostro quotidiano, a due domande, dopo aver consegnato il premio annuale per una donna che fa la differenza edizione 2017. Quindi, dopo aver salutato gli ospiti, Sergio Pirozzi è tornato nella sua Amatrice.

 

Una serata speciale, dunque, interamente dedicata ad Alice e alle donne vittime di violenza domestica, per la quale Sergio Pirozzi ha reppresentato l’ospite speciale insieme a Simone Carabella, quest’ultimo da sempre impegnato nel sociale e nelle battaglie per i diritti dei più deboli.

 

Gianpaolo Plini

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Castelli Romani

Formalba, lavoratori senza stipendi: proclamato lo sciopero di tutto il personale

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

ALBANO LAZIALE (RM) – Proclamato lo sciopero di tutto il personale dell’ente di formazione Formalba per l’intera giornata dell’11 dicembre.

Questa la decisione presa dall’organizzazione sindacale SGB-CUB insieme ai lavoratori Formalba rappresentati, dopo che l’azienda ha anticipato la sospensione dell’attività didattica per le festività natalizie al 14 dicembre con la possibilità anche di un posticipo del riavvio delle attività, nell’eventualità che le condizioni esterne non siano variate.

Condizioni esterne che vanno ricercate nella richiesta di incontro da parte del sindacato, quest’ultima disattesa dall’azienda, per discutere sulla grave crisi che in questo momento sta coinvolgendo la formazione professionale in generale e, in particolare, nel Lazio oltre al mancato pagamento degli ultimi 4 mesi che si aggiungono agli 8 arretrati.

Condizioni che a quanto riferiscono dal sindacato creano una costante incertezza sul proprio futuro lavorativo di una intera categoria di docenti e personale ausiliario e amministrativo oltre a quella che è stata interpretata come “la mancata volontà da parte delle istituzioni di istituire una commissione d’inchiesta sull’enorme debito provocato dalla malagestione della precedente società partecipata Albafor. Nonché la mancata trasparenza nella gestione dell’Ente Formalba in merito al piano di riorganizzazione amministrativa e del personale. E il mancato riconoscimento della Rappresentanza Sindacale Aziendale di SGB (oltre il 15% di adesione) da parte dell’azienda.”

  1. L’aumento delle risorse destinate dal Governo nazionale e dalla Regione Lazio alla Formazione Professionale in funzione delle reali necessità delle nuove generazioni e alle accresciute esigenze formative;
  2. Un bilancio degli effetti delle esternalizzazioni/privatizzazioni, avvenute nel settore negli ultimi dieci anni, sull’utenza e sui lavoratori; 
  3. L’istituzione di una commissione di indagine della Regione con le Amministrazioni Locali sullo stato dell’Ente e sulle responsabilità politiche ed amministrative che hanno determinato l’indebitamento di Formalba;
  4. La riapertura della graduatoria del personale della F.P. del Lazio (Albo previsto dalla Legge Regionale n. 23/92) e una sua piena attuazione, per garantire la qualità del servizio, impedire le pressioni indebite sui lavoratori, le discutibili e precarie assunzioni pre elettorali;
  5. Lo sblocco dei finanziamenti previsti e l’impegno da parte della Regione e della Città Metropolitana, ognuna per le sue competenze, affinché siano in futuro erogati regolarmente, il controllo (già nel bando di accreditamento) sulle effettive capacità economiche e gestionali delle aziende che si propongono per esercitare una funzione costituzionale pubblica come la formazione;
  6. Il pagamento da parte dell’Ente di tutte le spettanze ai lavoratori, d’altra parte  è stata una libera scelta della onlus “ Don Milani” e del suo Rappresentante Legale assumersi la responsabilità di gestire Formalba;
  7. Trasparenza nella gestione del piano di riorganizzazione amministrativa e del personale, con particolare attenzione alle nuove assunzioni; 
  8. Il riconoscimento della RSA di SGB e il versamento delle quote sindacali detratte dalle buste paga dei lavoratori iscritti al sindacato;
  9. Per il mantenimento dell’attività formativa secondo il normale calendario, per il riconoscimento della funzione e dello scopo dell’istituto contrattuale dell’autoaggiornamento, materia di contrattazione e pianificata.

“La decisione dell’azienda di chiudere la scuola per un periodo indeterminato, dal 14 dicembre con un preavviso di soli 4 giorni, – hanno dichiarato attraverso una nota i referenti SGB B. Battista  – D. Cicerchia – D. Agostini – arriva con una procedura che non rispetta tempi e procedure collegiali proprie di una scuola, né tantomeno la vita delle centinaia di famiglie di lavoratori e studenti che su di essa fanno conto per il proprio presente e futuro. Non possiamo non considerarlo un atto unilaterale – prosege la nota sindacale – a seguito della comunicazione da parte della scrivente che, già in data 5 dicembre 2019, ha diffidato l’azienda al pagamento delle mensilità arretrate, con l’indizione di una assemblea sindacale per il 16 dicembre, condizioni che se non soddisfatte annunciavano l’apertura della procedura di sciopero. L’uso strumentale dell’autonomia scolastica (che non è potere assoluto dei padroni della scuola) e dell’istituto contrattuale dell’autoaggiornamento non possono essere, a nostro parere, sufficienti a coprire la realtà di una vera e propria serrata, che causerà gravi e peggiori danni all’utenza e ai lavoratori, mettendo a rischio l’esistenza stessa dell’ente, visto il periodo in cui cade: la fase della raccolta delle pre-iscrizioni per il prossimo anno formativo.”

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Gallery

Ostia, operazione pulizia tratto di spiaggia per i volontari di Care The Oceans

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

OSTIA (RM) – Domenica mattina i volontari dell’Organizzazione di Volontariato per la difesa diretta della flora e fauna acquatica Care The Oceans si sono impegnati a pulire in tratto di spiaggia a Ostia.

Durante le attività di pulizia spiaggia non é mancata la realizzazione
dell’ “albero di rifiuti di natale”, a dimostrazione che anche i presenti hanno voluto a modo loro fare un albero natalizio che sensibilizzi a una maggiore attenzione alla difesa della flora e fauna acquatica e dei rifiuti che nel mare e nelle spiagge si trovano.

Tra i rifiuti maggiormente raccolti si é potuto osservare molta plastica in tutte le sue forme, dimensioni, utilizzi e colori, così come reti e attrezzi da pesca.

Molti anche i curiosi che si sono fermati a osservare e domandare, dando così modo ai volontari di sensibilizzare sul tema della plastica e rifiuti in mare.

A fine pulizia spiaggia Franco Sacchetti ha presentato i suoi due libri a tema ambientale ai presenti in spiaggia: Fratini d’Italia e La marcia dei frigoriferi, quest’ultimo riaggiornato e presentato poi nel pomeriggio alla fiera del libro di Roma. Non solo cittadini sensibili al tema ambientale, ma anche la società nazionale di salvamento presente con i propri uomini a dare una mano nella giornata dedicata alla pulizia spiaggia.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Castelli Romani

Come evitare le liste di attesa negli ospedali: ecco come fare

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Lunghe e stancanti, le liste di attesa per le prestazioni sanitarie nelle strutture pubbliche, rappresentano molto spesso motivo di disagio e, nei casi particolarmente critici, di ansia. Un problema annoso, se ne discute da anni, malgrado gli strumenti impiegati dalla Regione Lazio che, triste realtà, non sempre riescono ad accorciare i tempi. Le soluzioni alternative ci sono e senza costi aggiuntivi oltre al ticket, nei casi in cui i pazienti non fruiscano dell’esenzione. È l’intramoenia.

Dietro al termine astruso, si nasconde un meccanismo che può evitare le assurde file negli ospedali. Cosa sono le liste d’attesa? Come si possono evitare? E quando si può chiedere l’intramoenia? Di questo, e altro ancora, se ne discuterà nell’incontro di domani, 6 dicembre, presso la sede dell’associazione Via del Fare nel quartiere romano di Torre Maura (Via dei Colombi 163/A ore 17.30), organizzatrice dell’evento.

«La CGIL e lo SPI informano i cittadini su come fare andando in intramoenia e pagando solo il ticket», recita il comunicato dell’associazione presieduta da Daniela Cioccolo, «esiste una norma del 1998 che prevede che quando il Sistema Sanitario non sia in grado di dare gli appuntamenti nei tempi previsti, il cittadino possa effettuare la stessa prestazione in intramoenia, pagando solo il ticket. Ne parliamo con Natale Di Cola, Segretario della CGIL di Roma e del Lazio».  

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Dicembre: 2019
L M M G V S D
« Nov    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it