Connect with us

Calcio

Football Club Frascati, Bernardini neo tecnico dell’Under 15: “Il gruppo è in formazione”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Il Football Club Frascati “coprirà” tutte le categorie dell’agonistica nella prima stagione post-Covid. Tra quelle “mancanti” nell’annata 2019-20 c’era la “vecchia” Under 14 che diventerà Under 15 e che sarà guidata da Manolo Bernardini. Ex tecnico dell’Under 19 dell’Atletico Monteporzio, l’allenatore è stato il vice di Manuel Ricci (neo ds del settore giovanile agonistico tuscolano) al Casilina e lo scorso anno da dicembre a Frascati. “Il rapporto con Manuel sarà lo stesso perché ci conosciamo e portiamo rispetto da oltre quindici anni – spiega Bernardini – In passato c’è stato confronto costante tra noi e continueremo a farlo anche nella nuova stagione e sotto le nuove vesti. Sono felice dell’opportunità che mi ha concesso il Football Club Frascati: qui ho trovato un ambiente fantastico, tra l’altro ho cominciato a giocare a pallone nella vecchia e questa piazza ce l’ho nel cuore”. L’allenatore spiega come procede la costruzione della nuova Under 15: “Siamo partiti quasi da zero e insieme a Lorenzo Marcelli, Manuel Ricci, Gianfranco Di Carlo e tutta la società stiamo cercando di formare una squadra senza grandi pretese, ma che possa ben figurare quest’anno e in particolare l’anno successivo. Oggi alle ore 18 e poi sabato mattina alle ore 9 allo stadio “Otto Settembre” ci saranno altri due raduni prima di rivederci a settembre. L’obiettivo principale è quello del divertimento e della crescita dei ragazzi: non sono abituato a fare proclami, inizieremo a tirare le prime somme a gennaio o febbraio”. Bernardini si dice fiducioso sulle qualità del suo gruppo: “Sono abbastanza soddisfatto di quello che ho visto in questi raduni: i ragazzi già tesserati con noi (e aggregati al vecchio gruppo dei 2005, ndr) sono preparatissimi, ma anche dai nuovi ho avuto buone sensazioni. Mancano ancora alcuni tasselli in determinati reparti, ma c’è un costante contatto con la società e sono convinto che verrà costruito un gruppo all’altezza. Il tecnico dell’Under 14 Massimiliano Graziani? Ci sarà massima collaborazione con lui e con tutti gli allenatori del Football Club Frascati, cercherò di carpire qualche segreto da loro”.
Anche il direttore sportivo del settore giovanile Manuel Ricci spiega i motivi che hanno portato la società frascatana ad affidare a Bernardini la nuova Under 15: “Conosco Manolo da diversi anni: è una persona di un’umiltà unica, molto rigoroso nel rispetto delle regole. E’ sempre disponibile ed è bravo nel lavorare coi ragazzi, sa farsi apprezzare e meritava da parte nostra piena fiducia. Questa categoria mancava lo scorso anno, ma ci tenevamo tantissimo a farla anche per quei ragazzi che con spirito di sacrificio si erano aggregati ai 2005 nella passata stagione”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Asd Grottaferrata calcio a 5 (serie C2), altro botto! Murilo: “Qui c’è un progetto meraviglioso”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Grottaferrata (Rm) – L’Asd Grottaferrata calcio a 5 non si ferma più. Dopo gli innesti italiani di Galante e Bizzarri e quelli “internazionali” dello spagnolo Ramos e del brasiliano Kustel e dopo essersi legata per due anni alla Nike, ecco un altro colpo da urlo per il club criptense del presidente Manuel Masi. C’è l’ufficialità dell’accordo col forte laterale (all’occorrenza anche pivot) classe 1993 Murilo Duarte che in Italia ha giocato con le maglie di Lecco, Modugno (in serie A2) e Vicenza due anni fa, prima di fare ritorno in Brasile dove nelle ultime due stagioni ha militato in una squadra di A2. Un giocatore che in serie C2 può chiaramente spostare gli equilibri e che, nonostante il curriculum di tutto rispetto, ha sposato la causa biancorossa con grande entusiasmo: “Avevo da tempo in testa l’obiettivo di tornare a giocare in Italia – ha spiegato Murilo dal Brasile dove si sta godendo gli ultimi giorni di riposo prima della nuova avventura – Ho sentito parlare della possibilità di approdare al Grottaferrata e non ne ho mai fatto un problema di categoria, anche se non ho mai giocato in serie C2. Alcuni amici mi hanno detto che questo club ha un progetto meraviglioso e dalle prime chiacchierate con la società ne ho già avuto la conferma. C’è voglia di salire al più presto di categoria e di fare cose molto importanti, per questo la mia idea è di legarmi al Grottaferrata per più di una stagione”. Tra le cose che lo hanno portato ad accettare la proposta del club del presidente Masi c’è indubbiamente anche la vicinanza a Roma. “In Italia ho giocato con due società del nord e una del sud, quindi anche quello ha inciso. Non vedo l’ora di tuffarmi in questa nuova avventura e di ripagare tutta la fiducia che il club ha dimostrato di avere nei miei confronti”.
Il botto di mercato legato all’arrivo di Murilo non può che riempire di soddisfazione il direttore generale Alessio Passerini che ha curato in prima persona la trattativa: “Cercavamo la ciliegina sulla torta e avevamo avuto una serie di contatti per alcuni giocatori di spessore, ma l’accordo con lui evidentemente era nel destino perché tra le parti c’è stata subito una grande affinità. Come tutte le trattative internazionali, anche questa non è stata per nulla semplice, ma devo ringraziare la SportSolutions Agency (che ne cura la procura, ndr) per la collaborazione e la fiducia nei confronti del nostro club”.

Continua a leggere

Calcio

L’Asd Grottaferrata calcio a 5 (serie C2) “sposa” la Nike. Il presidente Masi: “Un accordo storico”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Grottaferrata (Rm) – L’Asd Grottaferrata calcio a 5 sta facendo davvero le cose in grande. Non solo a livello tecnico, visti i nomi dei primi acquisti ufficializzati dal club castellano, ma anche a livello strutturale e organizzativo. In questo ambito rientra l’annuncio dato ieri dal sodalizio del presidente Manuel Masi nella sede societaria di via del Boschetto 51: “Abbiamo stipulato un accordo biennale di collaborazione con la Nike, un fatto storico – dice il massimo dirigente con evidente orgoglio – Oltre alla fornitura di abbigliamento sportivo per la squadra, avremo la possibilità di gestire il merchandising sul territorio sia online che nella nostra sede e questo è motivo di grande orgoglio”. Felice per l’importante accordo anche il direttore generale Alessio Passerini: “Devo ringraziare Walter Antonini che ha fatto da tramite tra la nostra società e la Nike e ha permesso la positiva conclusione della trattativa. Un ulteriore motivo di crescita per l’Asd Grottaferrata calcio a 5 che si lega ad un marchio prestigioso come quello della multinazionale americana”.
Presente per un saluto anche il sindaco di Grottaferrata Luciano Andreotti: “Ho voluto presenziare a questo evento per fare i complimenti al club del presidente Masi che sta crescendo in maniera notevole. Sono una società giovane e con tanto entusiasmo, hanno molta voglia di fare e cercano di rappresentare al meglio il nome della città, quindi dal sottoscritto troveranno sempre porte aperte. Non ho mai seguito il calcio a 5, ma accetterò con molto piacere il loro invito per la prima partita di campionato”. A livello istituzionale è spiccata anche l’entusiastica presenza della presidentessa del Consiglio comunale, l’avvocato Francesca Maria Passini: “Come rappresentante del Comune di Grottaferrata sono felice di vedere crescere rapidamente questa nuova realtà sportiva. Nel nostro paese un club di calcio a 5 è praticamente un inedito e anche nel territorio non ci sono tanti altri esempi. Inoltre l’Asd Grottaferrata calcio a 5 si sta muovendo con passi importanti ed ambiziosi, come dimostrano l’acquisto di una sede e anche quello di un pullman societario per affrontare le trasferte. Auguro a questa nuova realtà di portare il nome della nostra città sempre più in alto”.

Continua a leggere

Calcio

Il Colleferro (calcio, Promozione) riparte da capitan Amici: “Sarà il mio decimo anno qui”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Colleferro (Rm) – Il Colleferro aveva fatto cose davvero importanti prima dello stop per l’emergenza Coronavirus. E il club rossonero, giustamente, è voluto ripartire dalle certezze. La prima di queste riguarda la conferma di Matteo Amici che guiderà (da capitano) il gruppo colleferrino anche nel prossimo campionato. “Sarà il mio decimo anno di fila con questa maglia – dice il centrocampista classe 1994 che è colleferrino doc – Decisamente una bella sensazione, anche perché significa che nel corso del tempo ho guadagnato la stima dell’intero ambiente”. Tra i meriti del Colleferro della passata stagione c’è stato quello di riportare tanta gente al Caslini: “Eravamo partiti tra lo scetticismo di molti, anche perché venivamo da due annate oggettivamente deludenti – dice Amici – Poi il fatto di avere una squadra composta da tanti ragazzi di Colleferro ha convinto gli appassionati di calcio della città a tornare allo stadio. E poi i risultati sempre più confortanti della squadra hanno fatto il resto, ma questa è una piazza che ha sempre avuto una forte cultura calcistica. Il merito va condiviso ovviamente anche con la società, ma in special modo col direttore sportivo Pino Di Cori e con mister Antonio Battistelli che ci sono stati sempre vicini e hanno favorito la nascita di un fortissimo spirito di gruppo”. Il Colleferro non potrà che avere i “riflettori” puntati nel prossimo campionato di Promozione: “Non mi è mai piaciuto fare proclami, ma al tempo stesso bisogna sapersi prendere le responsabilità e non nascondersi: vista la riforma dei campionati regionali e l’aumento dei gironi di Eccellenza e Promozione, non possiamo tirarci indietro. Sappiamo di dover essere protagonisti”.
Intanto il Colleferro ha annunciato la conferma pure di tre ragazzi classe 2001, prodotti del vivaio: si tratta degli attaccanti Pietro Bernabei e Wendel Sorgente e del difensore Antonio Procacci. La linea verde (e locale) del club rossonero, che ha regalato tante soddisfazioni nel recente passato, non cambia di una virgola.

Continua a leggere

I più letti