Connect with us

Latina

FORMIA, LAVORI PUBBLICI: UDC CRITICA CON L'AMMINISTRAZIONE

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Udc:"L’assessorato guidato da Eleonora Zangrillo è lo specchio di una città morta perché non capace di realizzare il minimo indispensabile"

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

A cura del Gruppo Consiliare Udc Formia

Formia (LT) – Ormai Formia rappresenta una vera e propria sconfitta per le opere pubbliche programmate, finanziate e non realizzate o smarrite…

L’assessorato guidato da Eleonora Zangrillo è lo specchio di una città morta perché non capace di realizzare il minimo indispensabile per l’incapacità stessa della assessora nel portare avanti i vari progetti messi in campo da anni, tanto meno di fare una seria programmazione su quelli futuri.

La sua assenza da qualsivoglia progetto unito al periodo di crisi profonda ormai è lacerante, una inutile presenza nell’ancora rimaneggiata giunta formiana.

A dimostrazione di ciò, ove ce ne fosse bisogno, la lunga lista delle incompiute, i debiti fuori bilancio, i progetti scaduti, fino al numero di finanziamenti ricevuti dal suo insediamento; un numero su tutti: zero.

Il resoconto di questo anno e mezzo di amministrazione a capo dei lavori pubblici è più che fallimentare, da chiusura dell’ufficio per manifesta incapacità sua e del suo staff al completo.

Ci dica che fine hanno fatto i lavori di realizzazione del parcheggio di Maranola, l’adeguamento e messa a norma della scuola di Maranola già finanziate ed approvate, i lavori di sistemazione del cimitero di Maranola che potrebbero partire domani mattina visto che sono stati assegnati più di un anno fa ma non partono (per la cronaca i loculi sono esauriti), la messa in sicurezza del muro pericolante del cimitero sempre di Maranola a rischio crollo, la Torre campanaria della chiesa di Santa Caterina di Castellonorato, la realizzazione del canile a Penitro, i lavori di sistemazione del collettore fognario di Formia, la pavimentazione stradale del centro città e della via Appia ormai ridotte a strade di campagna, il progetto di rilancio dell’acquedotto di Pagnano, il progetto di collegamento della stazione ferroviaria con il Porto (finanziamento perso? Debito fuori bilancio per i progettisti che attendono ancora risposte?) senza citare Piazza Vittoria e il suo cuci e scuci alle spalle dei cittadini che devono sborsare altri ottantamila euro per i suoi vezzi. Le periferie sono ormai dimenticate e divenute terra di nessuno. E’ di oggi l’ultima, ma solo in ordine temporale, della trasformazione della Scuola dell’Infanzia “Arcobaleno” di Penitro in una piscina comunale. “La nuova scuola è una struttura totalmente moderna realizzata secondo i parametri imposti dalla normativa per gli istituti di infanzia”, queste le parole dell’amministrazione all’inaugurazione in pompa magna del 12 settembre di quest’anno …

Potremmo averne ancora per molto mentre l’assessora è intenta a curare la sua campagna elettorale facendo inutili varianti al piano triennale con recupero di mutui da lavori già finanziati, sistemando qualche muretto o asfaltando delle viuzze sul Redentore.  A tal proposito saremmo curiosi di sapere se ad oggi che sono iniziati i lavori in montagna siano pervenuti presso gli uffici comunali i pareri riguardanti la valorizzazione di incidenza (in quanto aria ZPS), il parere PAI idro-geologico, il vincolo idrogeologico e quello paesaggistico. Alla fine ci tocca fare anche il lavoro dell’Assessora Manzo alla Tutela al Patrimonio Ambientale e Naturalistico in quota Sel. A differenza sua però noi siamo a favore di questi interventi per lo sviluppo turistico ma sostenibile del Redentore ma a patto che ci siano tutti i pareri e siano rispettate tutte le prescrizioni che queste aree di pregio legittimamente devono ottenere per intervenire.

Lasciamo ad una prossima nota invece lo stato dell’arte, o forse sarebbe meglio dire “il non stato dell’arte” sui finanziamenti europei Plus che ormai rischiamo di perdere.

Cara Assessora a questo gioco al ribasso noi non ci stiamo, le vogliamo far sapere che a questo articolo seguiranno interpellanze singole al Presidente del consiglio Comunale per capire i suoi giochetti e smascherare la sua campagna fatta di piccole manovre che stanno danneggiando la città tutta, non comprendendo come la commissione lavori pubblici sia inerme di fronte a questo stato delle cose disastroso o più semplicemente viene faziosamente superata.

Quanto al Sindaco Bartolomeo che ci consiglia di stare tranquilli gli auguriamo tanta tranquillità quanta ne abbiamo noi, suggerendogli però di andare dal suo amico Presidente Zingaretti a prendere nuovi finanziamenti e non esultare per non aver perso quelli che già avevamo, ci sembra una trattativa al ribasso e la nostra città non lo merita.  Ma soprattutto esortiamo il Sindaco negli incontri che fa con i cittadini, come quello calendarizzato nel “dimenticato” quartiere di Scacciagalline con il sempre propositivo Comitato Associazione Rio Fresco (formato da tanti ragazzi, molti dei quali anche laureati, che hanno a cuore il loro rione), che si occupa dei problemi del quartiere visto che l’amministrazione Bartolomeo non lo fa, a mantenere gli impegni  presi come ad esempio le strisce pedonali rialzate (dossi) finanziate dall’amministrazione Forte e dopo più di 18 mesi ancora non installate. Perché?

Castelli Romani

Lazio, elezioni comunali: ecco tutti i sindaci eletti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Ecco tutti i sindaci eletti nei vari comuni del Lazio che andavano alle urne.

ROMA (provincia)

Allumiere: eletto Luigi Landi del Fronte civico per Allumiere con il 68,79% dei consensi.
Camerata Nuova: il sindaco è Settimio Liberati, eletto con il 48,09% con la lista Sviluppo e Tradizione. Sei le liste in gara. Il secondo classificato, Filippo Vittori (Camerata si rinnova) ha preso il 46,82%.
Capena: Roberto Barbetti, lista Futuro adesso, è stato eletto sindaco con il 32,46%.
Casape: eletto Giuliano Colagrossi, che ha ottenuto il 54,2% dei voti con la lista Rinascita Casape.
Castel Gandolfo: con il 62,98% il sindaco è Alberto De Angelis della lista Castel Gandolfo Futura.
Castelnuovo di Porto: Riccardo Travaglini, della lista Movimento cittadino Castelnuovo rinasce, è stato eletto soindaco con il 72,95% dei voti.
Ciciliano: Massimiliano Calore, unico candidato in quanto è stata ammessa solo la sua lista (Idee in Comune) è diventato sindaco con il 100% dei voti.
Labico: Danilo Giovannoli (Labico Bene Comune) ha vinto con il 68,23% dei voti
Lanuvio: eletto sindaco Andrea Volpi con la lista Lanuvio per la democrazia: ha preso il 54,27%.
Lariano: eletto Francesco Montecuollo, lista Insieme per Lariano, con il 55,45%.
Manziana: Alessio Telloni ha vinto con la lista Si amo Manziana e con il 67,37% dei consensi.
Mazzano Romano: con il 57,32% delle preferenze è stata eletta sindaca Nicoletta Irato (lista Progetto Mazzano).
Nemi: eletto sindaco Alberto Bertucci, lista Uniti per Nemi, con il 74,22% delle preferenze.
Nerola: con il 51,51% è diventato sindaco Domenico Lelli, della lista Il bene in comune.
Torrita Tiberina: eletta Rita Colafigli, lista Torrita bene comune, con 511 voti (il 100%)

VITERBO

Barbarano Romano: Rinaldo Marchesi eletto sindaco con il 66,72% dei voti. Si è presentato con la lista Barbarano Unito.
Capodimonte: eletto Mario Fanelli con il 44,62%, lista Capodimonte rinasce.
Capranica: Pietro Nocchi (lista Senza Frontiere) ha sconfitto gli avversari con il 74,73% dei consensi.
Castel Sant’Elia: Vincenzo Girolami, di Cambiamo insieme, eletto con il 73,75% dei voti.
Latera: Francesco Di Biagi (Insieme per Latera) eletto con il 95,91 per cento delle preferenze.
Montalto di Castro: con il 32,79% eletta Emanuela Socciarelli, lista Idee in comune.
Ronciglione: Mario Mengoni eletto sindaco con la lista Insieme partecipiano. ha preso il 63,43% dei consensi.

RIETI

Antrodoco: con il 63,2% è stato eletto Alberto Guerrieri con la lista Antrodoco futuro insieme.
Casaprota: Cosimo Mastrorocco eletto sindaco con Progetto Futuro Condiviso. Ha ottenuto 285 voti, l’83,33%.
Cittaducale: con l’80,45% dei consensi è stato eletto sindaco Leonardo Ranalli, a capo della lista Svolta comune
Nespolo: Luigino Cavallari di Futuro e Tradizione è eletto sindaco del Comune di Nespolo con il 55,63% di voti.
Pescorocchiano: eletta Ilaria Gatti della coalizione «Slancio sul futuro con il 58,28% dei voti.
Salisano: eletta Gisella Petrocchi con il 53,43% dei voti.

FROSINONE

Campoli Appennino: eletta sindaca Pancrazia Di Benedetto (lista Vivere Campoli) con il 65,47% dei voti, cioè 711 voti.
Castelnuovo Parano: Oreste De Bellis, lista Impegno per Castelnuovo la ginestra è stato eletto con il 92,39 per cento.
Picinisco: eletto con l’82,26% delle preferenze Marco Scappati, lista Progetto Picinisco.
Pofi: Angelo Mattoccia, lista Siamo Pofi, è sindaco con il 60,59% dei consensi.
San Biagio Saracinisco: Antonio Iaconelli, con il 52,07% dei voti, ha battuto i candidati sindaco di altre cinque liste.
San Giovanni Incarico: Paolo Fallone è stato eletto con il 67,09% dei voti. Guidava la lista Con te per San Giovanni Incarico.

LATINA (provincia)

Cori: eletto Mauro De Lillis con il 78,97% dei consensi.
Ponza: eletto sindaco Francesco Ambrosino con la lista Cambiamo il vento: ha ottenuto il 55,23% dei voti (1.093) contro Pompeo Porzio di Crescere insieme (44,77% pari a 886 voti).
San Felice: eletta Monia Di Cosimo, della lista Circeo Futura, con il 61,84% delle preferenze.
Santi Cosma e Damiano: Franco Taddeo eletto con il 56,8% con la lista Alleanza per Santi Cosma e Damiano continuiamo insieme.
Ventotene: eletto sindaco Carmine Caputo, a capo della lista Insieme per Ventotene: è stato scelto dal 55,02% degli isolani.
San Felice Circeo: eletta Monia Cosimo della lista Circeo Futura , con il 61,84% dei voti.

Continua a leggere

Cronaca

Sicurezza in volo: al Comani di Latina l’incontro tra operatori militari e civili

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Presente il personale del 70° Stormo e i rappresentanti degli Aero Club, Scuole di Volo, Associazioni Aeromodellismo, Parapendio, Deltaplano e Paracadutisti che operano all’interno dello spazio aereo pontino

LATINA – Prevenzione e Sicurezza Volo il tema dell’incontro, denominato Piano M.A.C.A. (Mid Air Collision Avoidance), che si è tenuto questa mattina presso l’Aeroporto “E. Comani” di Latina Scalo tra il personale del 70° Stormo e i rappresentanti degli Aero Club, Scuole di Volo, Associazioni Aeromodellismo, Parapendio, Deltaplano e Paracadutisti che operano all’interno dello spazio aereo pontino.

Tra le finalità principali, di questo appuntamento annuale, quelle di condividere esperienze e idee nell’ambito della “safety” delle operazioni di volo e confermare e mantenere saldi quell’insieme di legami tra i vari utenti del volo, di ogni forma e tipologia, che giornalmente operano, in campo civile e militare, all’interno del variegato Spazio Aereo pontino, caratterizzato dal costante aumento dell’attività di volo da diporto sportivo (VDS) e dalla sempre maggiore diffusione delle attività di volo APR (droni).

Ad accogliere i convenuti presso l’aula “Graziani” vi era il Comandante di Stormo Col. Michele Grassi, il quale, nel ricordare il compito primario del 70° Stormo, ovvero la formazione iniziale dei futuri piloti militari, ha evidenziato quanto sia di fondamentale importanza instillare nei giovani piloti, sin dalle prime fasi dell’addestramento, i principi base della Sicurezza Volo e istruirli alla “cultura del riporto dei propri errori” (Just Culture). “Tramite la condivisione di idee ed esperienze personali e la diffusione delle Lessons Learned è possibile realizzare un valido strumento di analisi e prevenzione attraverso il quale identificare le possibili concause degli inconvenienti di volo e degli incidenti in campo aeronautico e al tempo stesso individuare opportune misure di mitigazione dei rischi”.

Attraverso brevi briefing condotti dal Capo Ufficio Sicurezza Volo e da personale del Servizio Controllo Spazio Aereo, rispettivamente su tematiche quali il “Visual Scanning”, le “limitazioni dell’occhio”, le peculiarità dello Spazio Aereo di Latina, lo studio di alcuni eventi di “Mid Air Collision” e l’analisi statistica degli eventi derivanti da “penetrazioni non autorizzate in Spazio Aereo Controllato”, gli astanti hanno potuto approfondire lo studio sulle possibili cause alla base di tali eventi e individuare le idonee “best practice” da mettere in pratica da ciascun utente del volo al fine di ridurre, per quanto possibile, il ripetersi di eventi analoghi.

Notevole l’interesse suscitato nell’auditorio e diversi sono stati gli interventi attraverso i quali ciascun pilota ed addetto ai lavori ha potuto condividere la propria esperienza, a testimonianza quindi di quanto queste iniziative siano necessarie per avvicinare il mondo dell’aviazione civile a quello dell’aviazione militare nell’intento comune della prevenzione e dell’incremento della sicurezza del volo.

La giornata si è quindi conclusa con il saluto e ringraziamento del Comandante di Stormo rivolto a tutti i partecipanti e a quanti hanno operato per la migliore riuscita dell’evento, dicendosi certo che si siano rinsaldate le fondamenta per poter operare insieme nel pieno rispetto delle reciproche attività volative e dei principi della Sicurezza Volo.

Continua a leggere

Latina

Giulianello, grande festa per i 100 anni di nonna Vittoria

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

GIULIANELLO (LT) – Vittoria Centra, classe 1922, ha spento ieri a Giulianello le sue prime 100 candeline. Oltre alla famiglia, come di consueto, a festeggiarla e a renderle omaggio c’era anche l’amministrazione comunale di Cori che, tramite il sindaco Mauro Primio De Lillis, le ha donato una targa ricordo di questa importante giornata. Un momento emozionante che ha visto al centro dell’attenzione e dell’affetto di tutti chi ha tagliato un traguardo così invidiabile.

“Dall’amministrazione comunale e da tutta la comunità di Cori e Giulianello – ha detto il primo cittadino – tanti auguri alla signora Vittoria Centra. Siamo felici di festeggiare nuovamente il secolo di vita di uno dei nostri anziani e ci auguriamo che questo sia di buon auspicio per tutti noi. Questi nonni portano un bagaglio di memoria e di saggezza prezioso per le nuove generazioni, facciamo sempre tesoro del loro esempio”.

Continua a leggere

I più letti