Connect with us

Roma

FRASCATI BASKET, IL PRESIDENTE MONETTI E IL DIRIGENTE CIVILI TRACCIANO UN PRIMO BILANCIO

Clicca e condividi l'articolo

"C'è stata una crescita evidente e costante rispetto alle scorse stagioni. Ma dobbiamo continuare a lavorare"

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Frascati (RM) – Il Basket Frascati Linea Gaggioli arriva alla pausa natalizia e traccia i primi bilanci con il presidente Fernando Monetti e col dirigente consigliere Romeo Civili. «Finora è stata un'annata abbastanza soddisfacente – esordisce Monetti – che di fatto ha visto continuare il nostro progetto sulla valorizzazione dei nostri ragazzi. Le squadre giovanili stanno dimostrando di avere tutte un'elevata competitività in special modo nei gruppi Under 15, 14, 13 e minibasket. Quest'anno, tra l'altro, abbiamo “coperto” tutte le categorie, dunque il risultato assume ancor più valore. Siamo orgogliosi, inoltre, del nostro staff tecnico composto da allenatori preparati e sempre vogliosi di far bene». Un concetto confermato e ampliato anche da Civili. «Sui giovani abbiamo fatto altri passi in avanti, crediamo fortemente che sia la strada giusta. La società? C'è stata una crescita evidente e costante rispetto alle scorse stagioni. Ma dobbiamo continuare a lavorare». Se dai giovani il Basket Frascati riesce a farsi regalare quasi sempre sorrisi, un po' meno felice sarà il Natale della prima squadra che si trova a metà classifica del campionato di serie C2 regionale. «Al momento – riprende Monetti – i risultati non danno merito al reale valore del roster a nostro avviso tra i più competitivi in questo girone A della serie C2, ma noi non abbiamo messo addosso al gruppo e all'allenatore nessuna “pressione da traguardi”. Quello che noi chiediamo è che si costruisca e conseguentemente si veda un gioco più corale, più di insieme, più di squadra: in un contesto del genere è anche più facile inserire i nostri giovani nel campionato maggiore. Un gioco che punti solo sull'individualità non è quello che cerchiamo, se si gioca di collettivo anche i risultati arriveranno conseguenzialmente». «La prima squadra – aggiunge Civili – deve ancora definire il suo ruolo all'interno del campionato. Finora le cose non sono andate come speravamo, ma la fiducia nel gruppo di coach Nevio Ciaralli è assolutamente intatta». Il presidente Monetti sottolinea che sicuramente il lavoro di coach Ciaralli e del suo assistente Cristiano Mocci in questa seconda parte della stagione porterà i risultati sperati in termini di gioco e dunque di risultati, poi chiosa un “ammiccamento”. «Abbiamo inoltre in cantiere progetti molto interessanti e importanti dei quali però parleremo a tempo debito. Una cosa però posso anticiparla: vogliamo cercare nuovi spazi per allargare il più possibile la nostra base, vero cuore della nostra attività». La società Frascati Basket, infine, augura a tutti delle serene festività.

Castelli Romani

Ariccia, intimidazioni alla consigliera Leggia. Guglielmino: “Atto vile contro una donna, mamma e professionista impegnata in politica”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Una intimidazione in stile mafioso è stata intentata alla consigliera comunale PD di Ariccia Giorgia La Leggia, avvocato e presidente del consorzio stradale Monte Gentile. La sua vettura è stata completamente riempita di benzina e rotto un finestrino dell’auto, è stato posizionato un cappio all’interno. Tanta la solidarietà arrivata da tanti rappresentanti politici locali. Non è mancato l’intervento del consigliere comunale della Lega Pina Guglielmino: “Intervengo su quanto è accaduto alla collega e amica consigliera di Ariccia, Giorgia La Leggia – dice Guglielmino – di cui ho appreso la notizia solo ieri in tarda serata. Intraprendere un percorso politico, per una donna, non è scelta facile, soprattutto se si è anche mamma ed impegnata con il lavoro. Dedicare del tempo alla propria città è un gesto di amore verso la collettività e verso le persone che credono nelle tue capacità. Quanto subito dalla consigliera La Leggia, rende il tutto ancora più complicato perché un atto di questa portata, rimette in discussione tutto, il tuo percorso, la tua vita privata e le tue priorità. Conoscendo Giorgia, immagino che questo atto vile non scalfirà la sua grinta e la sua voglia di fare, anzi, questo le darà più forza. Con queste poche ma sentite parole, esprimo la mia vicinanza e solidarietà a Giorgia”.

Continua a leggere

Cronaca

Roma, lite in piazza Saxa Rubra: uccide un cucciolo Labrador a calci

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Al culmine di una lite, un 50enne ha sfogato la sua rabbia su un Labrador di due mesi, uccidendolo a calci. È accaduto venerdì pomeriggio in piazza di Saxa Rubra (Roma). I proprietari del cane e alcuni residenti che hanno assistito alla scena hanno tentato di linciare l’aggressore, ma sono stati fermati dai poliziotti dei commissariati Villa Glori e Ponte Milvio. Lo riporta Il Messaggero.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia e riportato dal quotidiano, l’uomo, originario della Romania, stava discutendo animatamente con alcuni connazionali – tra questi c’erano anche i proprietari del cane – quando, apparentemente per ripicca, ha iniziato a prendere a calci l’animale, poi scaraventato a qualche metro di distanza esanime.

A quel punto, la folla, inferocita, ha aggredito l’uomo finché il presidente del Municipio XV Stefano Simonelli, che si trovava lì di passaggio, ha chiamato il 112. Al loro arrivo, gli agenti hanno bloccato la rissa e caricato il 50enne sull’auto per poi portarlo in commissariato. È stato denunciato per uccisione di animale e per possesso di arma da taglio (aveva con sé un coltello).

Continua a leggere

Litorale

Ardea, sparatoria in strada: colpiti a morte due bambini e un anziano

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ARDEA (RM) – Colpi d’arma da fuoco in strada ad Ardea, vicino a Roma. Colpiti a morte due bambini, i fratellini Daniel di 10 anni e David di 5 e un 74enne.

I carabinieri hanno individuato il probabile autore della sparatoria. L’uomo si è barricato in un appartamento di Ardea. Sul posto i carabinieri di Ardea, Anzio e Pomezia. Si tratta di un 34enne italiano, con gravissimi problemi psichici trovato senza vita nella camera da letto di un appartamento dove si era barricato. Si è sparato con la stessa arma usata per uccidere i bimbi e l’anziano passante.

Continua a leggere

I più letti