Connect with us

Sport

Frascati Scherma, Aspromonte sveste i panni da atleta: “Voglio dedicarmi totalmente alla vita da maestro”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – L’ultima diretta Facebook sulla pagina ufficiale del Frascati Scherma è stata a dir poco scoppiettante. Il protagonista assoluto è stato Valerio Aspromonte che ha spiegato la decisione di appendere il fioretto al chiodo e di dedicarsi esclusivamente alla vita da maestro. “Supportato dal mio gruppo sportivo delle Fiamme Gialle, avevo già elaborato l’idea di completare il quadriennio olimpico e poi smettere. D’altronde da un anno e mezzo ho iniziato ad allenare un’atleta fortissima come Camilla Mancini e questo impegno si è aggiunto a quello sempre più intenso coi bimbi del “Pio XII” (il “polo” romano del Frascati Scherma, ndr). Per fare questo, devo impiegare tanto tempo per studiare cose nuove e guardare video di altri atleti per conoscerne le caratteristiche. Nella mia vita schermistica sono sempre stato abituato a dare il mio 110% e in questo momento ho preferito scegliere di darlo nell’insegnamento e non nell’attività agonistica. Credo sia stato il momento giusto per farlo: ho raggiunto livelli ottimi da atleta ed è anche giusto non buttare una carriera come la mia “alle ortiche”. E’ meglio lasciare un bel ricordo piuttosto che trascinarsi per qualche anno nel finale di carriera. Negli anni mi sono un po’ logorato fisicamente, ma anche mentalmente e quindi questa era la scelta giusta da prendere”. Trovare un “nuovo Aspromonte” sembra essere un’impresa complicata: “Non vedo ragazzi che mi somigliano, tante volte il mio carattere è stato ingombrante e da giovane ero molto meno serio degli atleti attuali. Ci sono due fiorettisti che mi piacciono tantissimo e sono Guillaume Bianchi (anche lui atleta del Frascati Scherma, ndr) e Tommaso Marini: esprimono una bella scherma e un certo tipo di carattere in pedana, frutto di una buona e sana strafottenza”. Il percorso di Valerio Aspromonte nel mondo della scherma inizia nel lontano 1995: “Un giorno vinsi una garetta nella mia scuola di Grottaferrata, la “Virgo Fidelis”. La presenza di Sasà Di Naro (poi diventato suo maestro, ndr) fu decisiva per la mia scelta. Le gare che più ricordo con maggior piacere sono la vittoria nel mondiale Giovani in Corea del Sud che rappresentò il mio primo importante successo e poi successivamente il trionfo in una gara di Coppa del Mondo Assoluti a Venezia, una delle due tappe della competizione che ho vinto in carriera. L’oro olimpico a squadre di Londra 2012? E’ stata un’emozione fortissima, ma ciò che ricordo con maggior piacere è stato tutto il percorso per arrivare a quel titolo”. Nel ripercorrere alcuni passi della sua prestigiosa carriera, Aspromonte ha anche parlato del giapponese Yuki Ota: “E’ stata la mia bestia nera, non sono riuscito mai a batterlo, ma forse anche perché ne ho avuto sempre un grandissimo rispetto. Ora è presidente federale giapponese e tutto quello che sta facendo ora da dirigente lo rende ai miei occhi ancor più speciale”.
Per Valerio Aspromonte c’è stato anche il “tributo” in diretta Facebook del presidente Paolo Molinari: “Non abbiamo mai parlato della sua possibilità di fermarsi come atleta, ma credo che il passaggio di Valerio alla carriera magistrale sia stato naturale e che fosse nell’aria. Sta facendo bene in questo nuovo percorso e ci mette tanta passione. Il lavoro che hanno portato avanti al “Pio XII” lui con Sasà Di Naro e recentemente con Guido De Bartolomeo è stato veramente notevole. Da atleta ci ha regalato grandi emozioni che rimarranno per sempre nella storia del nostro club. Abbiamo vissuto pure un momento molto difficile in cui c’è stata l’ipotesi che andasse via, ma lui è uno dei simboli più importanti del Frascati Scherma e siamo felici di aver speso tante energie per trattenerlo”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Uln Consalvo (calcio), già pronti i nuovi programmi per agonistica e Scuola calcio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Roma – Il Consalvo è già pronto a ripartire. La società capitolina, cara al presidente Umberto Consalvo e alla vice-presidentessa Francesca Spila, ha già le idee chiare in vista della prima stagione post-Covid. A gestire i gruppi giovanili saranno ancora i responsabili Paolo Schiavi (che si occuperà più direttamente di agonistica) e Armando Ciarrocchi (che “curerà” maggiormente il settore di base), i quali saranno come sempre in stretto contatto per ogni tipo di decisione. Per ciò che concerne i gruppi maggiori, il Consalvo ha già praticamente definito lo staff tecnico: l’Under 19 sarà guidata da Giuseppe Centrone che già aveva in carico l’Under 17 nella scorsa stagione e che dunque continuerà a seguire il percorso di crescita di questi ragazzi. Medesimo discorso per la “nuova” Under 17 provinciale che continuerà ad essere allenata da Emilio Carnevale. Ci sarebbe poi il gruppo Under 16 regionale che al momento è in “stand by”: l’anno scorso il Consalvo non aveva contato sui 2005 e quindi il club sta valutando se si potrà allestire una squadra all’altezza della categoria. Infine saranno regolarmente ai nastri di partenza sia l’Under 15 provinciale che l’Under 14 (che potrebbe essere ripescata tra i regionali e che sarà “rinforzata” da diversi ragazzi provenienti dal De Rossi): nel primo caso l’allenatore sarà ancora Emanuele Aiuto (che aveva i 2006 già l’anno scorso), nel secondo il Consalvo sta pensando a un paio di allenatori che già fanno parte dello staff tecnico capitolino. Per quanto concerne la Scuola calcio, le attività riprenderanno dal primo settembre prossimo come specifica Ciarrocchi: “Stiamo organizzando più giorni di “open days” per dare la possibilità alle famiglie e ai ragazzi di testare il nostro club. In ogni caso siamo convinti di coprire anche quest’anno tutte le categorie del settore di base. Inoltre andrà avanti il rapporto di affiliazione con la Spal: siamo orgogliosi che il nostro centro sportivo sia un punto di riferimento nel Lazio per il club emiliano. A tal proposito, vorremmo portare qualche nostro gruppo al torneo delle affiliate Spal che si terrà a Ferrara a fine settembre”.
Nel frattempo, la società ha “tenuto vivo” il suo centro sportivo tramite l’organizzazione (come sempre apprezzata) dei centri estivi che hanno pienamente superato “l’esame” delle rigide disposizioni governative in tema di sicurezza anti-Covid.

Continua a leggere

Calcio

Ssd Colonna (calcio, I cat.), sette colpi di lusso per mister Torricelli. E non è finita qua…

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Colonna (Rm) – La prima “ondata” di nuovi arrivi è di tutto rispetto. Il Colonna ha messo a segno i primi sette colpi ufficiali per la nuova avventura nel campionato di Prima categoria. Il direttore generale David Pinci e mister Alberto Torricelli hanno annunciato il raggiungimento dell’accordo con alcuni importanti calciatori che erano stati identificati come obiettivi principali per il consolidamento del gruppo. Per l’attacco la società castellana ha puntato su Francesco Celano, estroso attaccante classe 1990 ex Atletico Monteporzio, Tivoli e Trastevere: un giocatore che nel tempo è diventato sinonimo di fantasia e anche “praticità” in termini realizzativi. Nello stesso reparto è arrivato pure Gianluca Sgarra, potente attaccante classe 1992 ex Lupa Frascati e (recentemente) Atletico Monteporzio, un ragazzo che ha fatto già tante battaglie ma ha ancora tanta voglia di far bene. Davanti c’è da segnalare l’importante ritorno di Mattia Tiberi, fortemente voluto sia dal calciatore che dalla società. Un ragazzo che per tanti anni ha vestito con orgoglio i colori del Colonna e sul quale la società ripone ancora totale fiducia. A proposito di qualità, c’è da ricordare l’accordo con Mattia Magretti, metodico centrocampista classe 1997 con il vizio del goal che in passato ha vestito le maglie di Rocca Priora e San Cesareo. Un rinforzo importante è arrivato anche per il centrocampo con il sì di Valerio Schina, validissimo playmaker di centrocampo classe 1994 ex Atletico Monteporzio, San Cesareo e Valle Martella. Infine il Colonna ha dato solidità al suo reparto difensivo con l’innesto dei fratelli Davide e Cristiano Teofani: il primo, classe 1989, è un centrale tosto con tanta esperienza, proveniente dai Canarini e da anni presente nelle categorie dilettantistiche che contano. Fatta anche per il fratello Cristiano (classe 1994), valido difensore con esperienze in categorie superiori che potrà fare sicuramente comodo a mister Torricelli. “Abbiamo cercato e scelto calciatori che avessero la nostra stessa voglia di fare bene – sottolinea il dg Pinci – Abbiamo cercato di allestire qui a Colonna una squadra di vertice per ripagare tutti gli sforzi fatti dalla società in questi anni: volevamo questo progetto e lo stiamo portando avanti con entusiasmo e passione, ma non è finita qui e nei prossimi giorni annunceremo altri colpi per completare l’organico”. Già nota anche la data di inizio della preparazione del nuovo Colonna che comincerà a sudare dal prossimo 31 agosto.

Continua a leggere

Calcio

Vjs Velletri, colpo top per la porta: arriva Gianmarco D’Agapiti. Intanto si forma la squadra Allievi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

VELLETRI (RM) – È un inizio di agosto ricco di lavoro per la Vjs Velletri. Il club del presidente Marco Silvagni, infatti, è impegnato nella programmazione della stagione che verrà. La prima squadra, dopo le conferme della scorsa settimana, ufficializza l’arrivo del forte portiere classe ’98 Gianmarco D’Agapiti, ex Frosinone e Lodigiani. L’estremo difensore sarà alla corte di mister Stefano De Massimi per il campionato in arrivo. Confermato, invece, l’esterno ‘94 Yuri Giordani, già valido elemento della passata annata calcistica e pronto a migliorarsi ancora. Anche la Juniores abbraccia nuovi giocatori: si tratta dei classe 2003 Federico Scalercio e Giordano Mastrantonio. In fermento anche il cantiere per la categoria Allievi, con gli arrivi di Alessio Salucci, Gabriele Monfreda, Mattia Ottavi, Riccardo Simonetti, Stefano Santucci, Damiano Sbordoni, Lorenzo Calcagni, Andrea Schirru. La squadra, che affronterà il campionato provinciale, si sta arricchendo in queste ore di ulteriori pedine e sarà guidata dal tecnico Fabrizio Palombi. Per completare il settore agonistico, diverse conferme in rosa per la categoria dei Giovanissimi 2006 (che saranno guidati da Andrea Morè). Questo l’organigramma tecnico dell’Agonistica per la stagione 2020-2021: Massimo Canini (Direttore Sportivo), Antonello Cipriano (Direttore Tecnico Settore Agonistico), Giulio Del Grosso (Allenatore Juniores), Fabrizio Palombi (Allenatore Allievi), Andrea Morè (Allenatore Giovanissimi 2006). Proseguono, infine, le iscrizioni per la Scuola Calcio: sono già numerosi i ragazzi che hanno rinnovato la fiducia al club rossonero, in attesa delle regole per la disputa degli allenamenti che dovrebbero ricominciare a metà settembre presso il centro sportivo “Vittorio Recine”.

Continua a leggere

I più letti