Connect with us

Sport

Frascati Scherma, Baldini e la Karamete uniti in pedana e fuori: l’obiettivo è Tokyo 2021

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Da circa due mesi si sono detti il fatidico sì, a dispetto dell’emergenza Coronavirus. Andrea Baldini, 34enne fiorettista che fino a poco tempo fa è stato uno dei protagonisti della scherma italiana, ha sposato la sua Irem Karamete, 27enne fiorettista turca in grande ascesa e con un’esperienza olimpica (quella di Rio 2016) già alle spalle. La ragazza turca si allena da circa un anno presso la palestra “Simoncelli”, quartier generale del Frascati Scherma, mentre Baldini era entrato nella grande famiglia sportiva tuscolana già a inizio 2016 e ultimamente è stato meno protagonista in pedana, limitando i suoi impegni in gare ufficiali. Dal 2017, invece, segue da maestro la crescita di Irem con cui si è fidanzato poco prima dell’Olimpiade di Rio 2016 e ora vuole togliersi con lei delle nuove soddisfazioni schermistiche. “Non è sempre facile distinguere il piano personale da quello sportivo – racconta Irem – Quando si hanno delle discussioni durante l’attività schermistica non è semplice cancellarle una volta arrivati a casa, ma sono convinta che con lui posso crescere ancora tanto”. “E’ certamente particolare il poter condividere le gioie e anche le sofferenze con un’atleta così “speciale” a livello sentimentale – aggiunge Baldini – Non so se una volta appeso ufficialmente il fioretto al chiodo questa sarà la mia strada, ma sicuramente fare il maestro è una cosa che mi affascina”. La Karamete è riuscita a riportare la Turchia all’Olimpiade a distanza di tantissimi anni: “Una grande emozione per me, una cosa che volevo fortemente. Mia mamma è stata una schermitrice e tra l’altro il suo maestro era mio padre, quindi in un certo senso io con Andrea stiamo vivendo un’esperienza molto simile”. L’obiettivo del 2021 per la fiorettista turca è abbastanza chiaro, come sottolinea il suo maestro e marito Andrea Baldini: “Sarebbe bello per lei ottenere un’altra qualificazione: poco prima del lockdown stavamo preparando una gara importante, ora invece abbiamo praticamente un’intera stagione davanti per cercare il pass”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sport

Vis Casilina (calcio, Under 17 reg.), Abbafati: “Il primo successo? Dovevamo capire le idee del mister”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Roma – L’Under 17 regionale della Vis Casilina ha battuto il primo colpo. I ragazzi di mister Marco Savo hanno ottenuto il primo successo stagionale superando in uno scontro diretto casalingo l’Atletico Roma VI per 4-2. A parlare del match è il difensore classe 2006 Cristian Abbafati: “Abbiamo iniziato bene la sfida andando avanti col gol di Angeli, poi loro hanno pareggiato e così si è arrivati all’intervallo, ma il punteggio ci stava stretto perché abbiamo sciupato qualche buona occasione. Nella ripresa siamo tornati in vantaggio con Ciciou, ma loro hanno di nuovo pareggiato su un calcio di punizione. La partita in quel frangente era molto combattuta, ma su un mio assist Pepaj ha siglato la rete del 3-2. Poi ho realizzato il quarto gol con una punizione tirata quasi dalla metà campo: ho visto che il portiere non era pronto, ci ho provato ed è andata bene. E’ stato il mio secondo gol stagionale, c’erano i miei genitori Antonio e Bocena in tribuna e la dedica è per loro”. Il primo successo in campionato può dare slancio alla Vis Casilina: “Abbiamo dovuto conoscere i sistemi e le idee di calcio del mister, inoltre per molti di noi è la prima volta in un campionato regionale e quindi qualche difficoltà era preventivabile. Ovviamente l’obiettivo è quello della salvezza: se continuiamo a impegnarci come stiamo facendo, possiamo raggiungere questo traguardo. I tre punti dello scorso week-end possono darci fiducia ed entusiasmo”. Abbafati, che era alla Vis Casilina già nella passata stagione, parla del rapporto con mister Savo: “L’ho conosciuto quest’anno: si tratta di una persona alla mano con cui si può parlare anche di cose extra-calcio, mi trovo bene con lui”. La chiusura del difensore è sul prossimo turno, sulla carta proibitivo: “Faremo visita all’Atletico Lodigiani prima della classe: sarà una gara tosta, ma andiamo a giocarcela senza paura perché non abbiamo nulla da perdere”.

Continua a leggere

Sport

Vis Casilina (calcio, Under 17 reg.), Abbafati: “Il primo successo? Dovevamo capire le idee del mister”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Roma – L’Under 17 regionale della Vis Casilina ha battuto il primo colpo. I ragazzi di mister Marco Savo hanno ottenuto il primo successo stagionale superando in uno scontro diretto casalingo l’Atletico Roma VI per 4-2. A parlare del match è il difensore classe 2006 Cristian Abbafati: “Abbiamo iniziato bene la sfida andando avanti col gol di Angeli, poi loro hanno pareggiato e così si è arrivati all’intervallo, ma il punteggio ci stava stretto perché abbiamo sciupato qualche buona occasione. Nella ripresa siamo tornati in vantaggio con Ciciou, ma loro hanno di nuovo pareggiato su un calcio di punizione. La partita in quel frangente era molto combattuta, ma su un mio assist Pepaj ha siglato la rete del 3-2. Poi ho realizzato il quarto gol con una punizione tirata quasi dalla metà campo: ho visto che il portiere non era pronto, ci ho provato ed è andata bene. E’ stato il mio secondo gol stagionale, c’erano i miei genitori Antonio e Bocena in tribuna e la dedica è per loro”. Il primo successo in campionato può dare slancio alla Vis Casilina: “Abbiamo dovuto conoscere i sistemi e le idee di calcio del mister, inoltre per molti di noi è la prima volta in un campionato regionale e quindi qualche difficoltà era preventivabile. Ovviamente l’obiettivo è quello della salvezza: se continuiamo a impegnarci come stiamo facendo, possiamo raggiungere questo traguardo. I tre punti dello scorso week-end possono darci fiducia ed entusiasmo”. Abbafati, che era alla Vis Casilina già nella passata stagione, parla del rapporto con mister Savo: “L’ho conosciuto quest’anno: si tratta di una persona alla mano con cui si può parlare anche di cose extra-calcio, mi trovo bene con lui”. La chiusura del difensore è sul prossimo turno, sulla carta proibitivo: “Faremo visita all’Atletico Lodigiani prima della classe: sarà una gara tosta, ma andiamo a giocarcela senza paura perché non abbiamo nulla da perdere”.

Continua a leggere

Sport

Vis Casilina (calcio, Under 17 reg.), Abbafati: “Il primo successo? Dovevamo capire le idee del mister”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Roma – L’Under 17 regionale della Vis Casilina ha battuto il primo colpo. I ragazzi di mister Marco Savo hanno ottenuto il primo successo stagionale superando in uno scontro diretto casalingo l’Atletico Roma VI per 4-2. A parlare del match è il difensore classe 2006 Cristian Abbafati: “Abbiamo iniziato bene la sfida andando avanti col gol di Angeli, poi loro hanno pareggiato e così si è arrivati all’intervallo, ma il punteggio ci stava stretto perché abbiamo sciupato qualche buona occasione. Nella ripresa siamo tornati in vantaggio con Ciciou, ma loro hanno di nuovo pareggiato su un calcio di punizione. La partita in quel frangente era molto combattuta, ma su un mio assist Pepaj ha siglato la rete del 3-2. Poi ho realizzato il quarto gol con una punizione tirata quasi dalla metà campo: ho visto che il portiere non era pronto, ci ho provato ed è andata bene. E’ stato il mio secondo gol stagionale, c’erano i miei genitori Antonio e Bocena in tribuna e la dedica è per loro”. Il primo successo in campionato può dare slancio alla Vis Casilina: “Abbiamo dovuto conoscere i sistemi e le idee di calcio del mister, inoltre per molti di noi è la prima volta in un campionato regionale e quindi qualche difficoltà era preventivabile. Ovviamente l’obiettivo è quello della salvezza: se continuiamo a impegnarci come stiamo facendo, possiamo raggiungere questo traguardo. I tre punti dello scorso week-end possono darci fiducia ed entusiasmo”. Abbafati, che era alla Vis Casilina già nella passata stagione, parla del rapporto con mister Savo: “L’ho conosciuto quest’anno: si tratta di una persona alla mano con cui si può parlare anche di cose extra-calcio, mi trovo bene con lui”. La chiusura del difensore è sul prossimo turno, sulla carta proibitivo: “Faremo visita all’Atletico Lodigiani prima della classe: sarà una gara tosta, ma andiamo a giocarcela senza paura perché non abbiamo nulla da perdere”.

Continua a leggere

SEGUI SU Facebook

SEGUI SU Twitter

I più letti