Connect with us

Sport

Frascati Scherma, Garozzo: “Olimpiadi? In questo momento la priorità è la salute pubblica”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Come tutte le palestre d’Italia, anche la “Simoncelli” (storico quartier generale del Frascati Scherma) rimane chiusa. E così anche gli atleti di spessore internazionale del club presieduto da Paolo Molinari devono “arrangiarsi” autonomamente con gli allenamenti. L’emergenza Coronavirus è capitata in un anno particolarmente importante per il mondo dello sport e nello specifico per quello della scherma: a luglio si dovrebbero disputare (il condizionale è d’obbligo, al momento) i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, l’appuntamento clou per la vita di un atleta. Eppure c’è grande incertezza e c’è anche chi in questo momento non lo considera un pensiero primario. E’ il caso di Daniele Garozzo che sarebbe sicuramente tra i protagonisti della rassegna a “cinque cerchi”, tanto da dover difendere addirittura il titolo olimpionico individuale di fioretto oltre che partecipare alla gara a squadre con i suoi compagni di nazionale. “Ma in questo momento sto pensando poco all’Olimpiade, sono sincero – spiega il forte atleta siciliano – L’emergenza internazionale dovuta al Coronavirus e la salute pubblica sono assolutamente prioritarie, speriamo che la situazione si risolva presto. Tra l’altro leggo che i bookmaker considerano più probabile lo slittamento dell’evento e loro raramente sbagliano… Dal punto di vista personale un rinvio non sarebbe un grande problema a livello organizzativo”. Garozzo non sembra particolarmente allarmato per la preparazione della gara olimpica: “Ribadendo che il primo pensiero è un altro, ritengo che per uno schermidore cento giorni siano sufficienti per preparare al meglio un evento importantissimo come le Olimpiadi. A mio parere è molto più complicato il discorso per altri atleti come i nuotatori o i fondisti perché la preparazione è più lunga e non allenarsi adesso rappresenta un grosso problema”. Il campione olimpico, in questo momento, si sta arrangiando a casa: “La palestra è chiusa e credo che sia un provvedimento giusto. Io sto cercando di fare un po’ di lavoro fisico nella mia abitazione. L’augurio è che si possa tornare a fare sport perché vorrebbe dire che la situazione generale sta migliorando”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Sport

Frascati Scherma, Molinari e i primi giorni della ripartenza: “Sono tornati quasi tutti i ragazzi”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Il Frascati Scherma è tornato “totalmente” in pedana. Dopo che qualche giorno fa era toccato agli atleti di interesse nazionale, da lunedì scorso tutte le categorie dei tesserati del club tuscolano sono potute rientrare alla “Simoncelli”. In realtà, i ragazzi del Frascati Scherma stanno facendo allenamento anche nel vicino campo sportivo dell’Otto Settembre. “D’altronde in questo primo periodo di rientro, il lavoro da fare è soprattutto fisico – sottolinea il presidente Paolo Molinari – Dalla prossima settimana la Federazione ha inserito nei suoi rigidi protocolli la possibilità di fare tecnica con un maestro, naturalmente “distanziato” dall’atleta con l’arma”. Il massimo dirigente del pluridecorato club tuscolano descrive lo spirito con cui il Frascati Scherma ha ripreso i corsi: “E’ sicuramente un po’ strano per noi essere così inflessibili dal punto di vista degli orari degli allenamenti, ma abbiamo dovuto necessariamente dividere i gruppi per fasce d’età e lasciare i genitori fuori dalla sala. Inoltre facciamo firmare un’autocertificazione che vale per quattordici giorni ed è visionata da un medico, oltre ad osservare tutta una serie di accortezze come la misurazione della temperatura corporea e la continua sanificazione degli ambienti. Stiamo adattandoci a questo modo nuovo di vivere la nostra disciplina e magari qualche esperienza vissuta in questo periodo potrà tornarci utile anche in futuro”. Buona anche la risposta degli atleti e delle loro famiglie a questa “fase 2” del Frascati Scherma: “Nessuno ha evidenziato particolari timori nel riprendere l’attività sportiva, pochi hanno scelto di rimandare tutti i discorsi a settembre – sottolinea Molinari – L’attività proseguirà “regolarmente” fino alla fine di giugno, ma siamo disponibili a fare qualcosa anche nel mese di luglio qualora ci fosse la disponibilità da parte dei nostri ragazzi”.

Continua a leggere

Sport

Il Volley Club Frascati è ripartito, il ds Graziani: “Una scelta dettata soprattutto da tre motivi”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Il centro sportivo della Banca d’Italia a Vermicino, storica “tana” del Volley Club Frascati, ha riaperto i battenti. I ragazzi e le ragazze della società del presidente Massimiliano Musetti sono potuti tornare al palazzetto, ovviamente seguendo i rigidi protocolli imposti dalla Federazione che recentemente hanno dato anche il “via libera” ad un lavoro di coppia col pallone. “I nostri ragazzi stanno facendo soprattutto qualche lavoro atletico, oltre a qualcosa di tecnica – dice il direttore sportivo Alessio Graziani – Oltre al palazzetto e al pallone tensostatico, si può sfruttare anche l’adiacente pista all’aperto. Per motivi organizzativi sono stati chiaramente ridotti sia il numero degli allenamenti che quello dei ragazzi presenti in ogni singola seduta, ma per questa ripartenza siamo riusciti a coinvolgere quasi tutte le selezioni”. Nonostante la stagione stia volgendo al termine, il Volley Club Frascati ha voluto comunque “riabbracciare” i suoi tesserati: “Lo abbiamo fatto principalmente per tre motivi – racconta Graziani – Innanzitutto per la forte valenza sociale che può significare un ritorno all’attività sportiva, poi per far tornare a “muovere” i nostri ragazzi che altrimenti avrebbero rischiato una inattività di sei mesi, considerando l’imminente periodo estivo aggiunto ai precedenti tre mesi di stop forzato per la quarantena. E infine abbiamo voluto dare un segnale ai tesserati e alle loro famiglie che il Volley Club Frascati c’è ed è loro vicino”. La risposta dei giovani atleti e dei genitori è stata molto positiva: “Abbiamo potuto rivedere in palestra la maggior parte dei nostri tesserati e questo ci ha confortato – spiega Graziani – Quasi tutte le scuole, tra l’altro, finiranno in questa settimana e questo ci permetterà di ampliare il numero delle ore in cui fare allenamento. I centri estivi? Stiamo ragionando sull’opportunità di organizzarli, decideremo a stretto giro di posta anche in base a quelle che saranno le indicazioni governative e della Federazione”.

Continua a leggere

Calcio

Football Club Frascati, il direttore generale Di Carlo: “L’agonistica? Un bilancio soddisfacente”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Giugno è tempo di bilanci per le società sportive e in special modo calcistiche. L’emergenza Coronavirus ha “mozzato” i campionati, ma comunque la stagione del Football Club Frascati è stata positiva. Ne è convinto il direttore generale Gianfranco Di Carlo, protagonista lunedì scorso di una bella diretta sulla pagina Facebook ufficiale della società assieme a grandi protagonisti del mondo del calcio professionistico (il responsabile della Scuola calcio dell’As Roma Mirko Manfrè e il preparatore dei portieri della Scuola calcio giallorossa Sandro Pastori, ma anche il presidente dell’Albalonga Bruno Camerini e l’ex bomber Alessandro Bucri, oltre al preparatore dei portieri del Football Club Frascati Francesco Carosi): “Partendo dal presupposto che si può sempre fare meglio, devo dire che siamo soddisfatti del comportamento delle nostre squadre giovanili agonistiche. E’ chiaro che per dare un giudizio i mesi di marzo, aprile e maggio rappresentavano quelli del rush finale, ma siamo contenti di aver visto un forte attaccamento dei ragazzi alla nostra società e una notevole compattezza dei vari gruppi. Anche la prima squadra, che ha militato per la prima volta in Seconda categoria dominando il campionato dall’inizio alla fine, è in attesa dell’ufficialità della promozione al torneo superiore”. Tra gli aspetti molto positivi di questa stagione del Football Club Frascati c’è indubbiamente l’affiliazione con l’As Roma, aspetto a cui il direttore generale ha lavorato molto assieme ai co-presidenti Stefano Lopapa e Claudio Laureti e al responsabile della Scuola calcio Lorenzo Marcelli. “Un rapporto molto costruttivo. Come da promesse di Bruno Conti, l’As Roma ci ha dimostrato una costante vicinanza: sono state organizzate riunioni nei centri sportivi del club giallorosso e alcune visite dei tecnici romanisti sia all’Otto Settembre che nel nostro “polo Morena” dei Colli Tuscolani. I nostri bambini hanno avuto la possibilità di assistere ad alcune partite di serie A allo stadio “Olimpico” e ci sono state altre iniziative interessanti. Insomma è stata una collaborazione molto concreta a differenza di altre che spesso sono solo di facciata: nei prossimi giorni valuteremo se ci saranno le condizioni per portarla avanti e da parte nostra c’è tutta la volontà di proseguire”.

Continua a leggere

I più letti