Connect with us

Sport

Frascati Scherma, Iaquinta festeggia a Cassino: “Felice della vittoria, sentivo la pressione”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Emanuele Iaquinta è stato uno dei tanti vincitori del Frascati Scherma nella prova regionale Gpg (Under 14) andata in scena a Cassino nello scorso fine settimana. Il fiorettista classe 2008, che proprio domenica scorsa ha compiuto 13 anni e che è allenato da Valerio Aspromonte e Sasà Di Naro presso la sezione capitolina del “Pio XII”, ha trionfato nella categoria Ragazzi (quella di sua appartenenza) che nell’occasione era mista a quella maggiore degli Allievi: “Sono felice di questa vittoria – dice Iaquinta – Dopo un anno senza gare, nelle ore che hanno preceduto la kermesse ero molto preoccupato: sentivo la pressione di dovermi riconfermare dopo le ultime buone prove dello scorso anno, poi in gara invece tutto è filato liscio. Ho superato i gironi vincendo tutti gli assalti, poi nella prima diretta ho vinto comodamente, mentre ai quarti di finale ero sotto con il mio compagno di sala Mauro Addato che sono riuscito a rimontare. La semifinale è andata molto bene e ha visto una mia chiara vittoria, mentre all’ultimo atto ho incrociato l’altro compagno di società Manfredi Di Russo con cui facciamo sempre assalti molto tirati, ma per fortuna l’ho spuntata. Ora mi concentrerò per la successiva prova di giugno e poi mi allenerò intensamente in estate per farmi trovare pronto ai campionati italiani di ottobre”. Iaquinta, che è romano ma ha chiare origini calabresi, è supportato da mamma Elisabetta e papà Francesco, oltre che dai fratelli Davide (anche lui schermitore a Frascati), Gabriele ed Elena. “La mia passione per la scherma è nata attorno agli otto anni e mezzo, guardando la tv. Quando ho cominciato gli allenamenti al “Pio XII” pensavo di aver troppo terreno da recuperare, invece grazie ai maestri Aspromonte e Di Naro sono riuscito a migliorare tanto”. La chiusura è proprio sul suo maestro Aspromonte: “So quello che ha fatto nel mondo della scherma e sarebbe bellissimo poter fare anche solo la metà del suo percorso”.
Non solo Iaquinta. Sono stati davvero numerosi i risultati dei piccoli atleti tuscolani nello scorso fine settimana a Cassino. Nel fioretto, nella stessa categoria di Iaquinta (Ragazzi/Allievi), sono arrivati il secondo posto del già citato Manfredi Di Russo, il quinto di Joan Sinopoli, il settimo di Mauro Addato, il nono di Ian Marino, il 12esimo di Alessandro Sglavo e il 19esimo di Emanuele Beciani. Nella stessa categoria al femminile trionfo di Maria Vittoria Berretta, seconda Flavia Landi e settima Rachele Angelino. Nella categoria Giovanissimi Sofia Mancini ha vinto, Gloria Pasqualino è arrivata seconda e Asia Pirozzolo ha chiuso terza, con Maria Rosa Salvatore sesta, Asia Masi ottava e Laura Incorvaia nona. Vittoria anche nella prova maschile con Davide Alteri che ha battuto in finale il compagno di società Damiano Pozzi, poi da segnalare il sesto posto di Francesco Bernardini, il settimo di Gabriele Cecchini, l’ottavo di Simone Minetti e l’11esimo di Gianmarco Cecchi. Altra vittoria nei Maschietti con Riccardo Mancini che ha anticipato Leonardo Alberto Papi (secondo), Filippo Ciani e Andrea Pasculli (terzi), Gabriele Dal Poz (quinto) e Giorgio Paturzio (settimo), mentre tra le Bambine è andata in scena una finale tutta tuscolana con Valeria Gneo che ha battuto Maya Toti. Corposo anche il quadro della sciabola: tra i Maschietti trionfo di Filippo Landi, Mattia Bottega terzo, Alessandro Fanelli sesto, Riccardo Caico 15esimo e Francesco Cipollone 21esimo, tra le Bambine successo per Greta Vinci davanti a Matilde Reale (seconda) e con Diletta Quattrociocchi sesta. Nelle Giovanissime Ludovica Rossetti si è piazzata quinta, nella prova maschile invece Riccardo Aquili ha chiuso secondo, Tristan Marcelli terzo, Lorenzo Tomassetti quinto, Emanuele Viscovo ottavo e Davide Pasquini decimo. Nella categoria maggiore Ragazze/Allieve Guya Micheli ha concluso sesta, Martina Calderini decima e Beatrice Perugini 12esima, mentre nella prova maschile Matteo Ottaviani è arrivato secondo, Valerio Reale e Samuel Marcelli terzi, Leonardo Reale sesto, Matteo Miucci 15esimo, Niko Gatta 22esimo, Fabio Ilari 24esimo e Gabriele Cecchinelli 29esimo. Buone notizie anche dal settore spada col trionfo di Carlotta Pasqua tra le Giovanissime, il bel quinto posto di Giorgia Amati tra le Ragazze/Allieve (con Francesco Retico 28esimo nella prova maschile) e poi nei Giovanissimi l’ottavo posto di Francesco Candidi e il decimo di Flavio Pizzuti.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Rocca Priora RDP (calcio, Promozione), Troisi all’ultimo respiro: “Una vittoria che fa morale”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Rocca Priora (Rm) – Il volo del Rocca Priora RDP continua. La squadra castellana ha piegato per 3-2 la Virtus Roma Club nel match disputato domenica sul manto (rimesso a nuovo) del “Montefiore”. A decidere la sfida è stato un gol allo scadere dell’esterno classe 1989 Paolo Troisi, al debutto in campionato dopo aver scontato una squalifica. “Una vittoria che fa morale e che ci farà lavorare con entusiasmo e serenità per preparare la prossima gara di lunedì 1 novembre. C’erano tanti scontri diretti in questo turno ed era importante vincere. Inoltre abbiamo ancora qualche assenza importante e nell’occasione Scacchetti ha potuto giocare solo uno scampolo di partita nel finale”. Troisi racconta nel dettaglio la gara con i capitolini: “Era la prima gara sul nostro campo e devo dire che la società ha fatto un buon lavoro sul terreno di gioco. Non abbiamo sottovalutato gli avversari e siamo entrati in campo nel modo giusto, ma purtroppo gli ospiti sono passati per primi in vantaggio. Abbiamo avuto una reazione da squadra vera e con una doppietta di Nuzzi a cavallo dell’intervallo siamo riusciti a ribaltare il risultato. A quel punto forse ci siamo un po’ adagiati e loro ci hanno messo in difficoltà, pareggiando i conti e sfiorando addirittura il gol del vantaggio. Poi nel finale ho sfruttato un assist perfetto di Filiberto Trinca e sono riuscito a bagnare nel migliore dei modi il mio debutto in campionato”. Il Rocca Priora RDP è ai vertici del girone D dopo quattro giornate di campionato: “L’inizio di stagione è stato sicuramente positivo nonostante le tante assenze che ci hanno condizionato. Ora siamo già con la testa a Torrenova: giocheremo contro una buonissima squadra che conosco bene essendo un ex. Hanno una società ambiziosa e tanti giocatori validi, ma andremo a giocarcela con le nostre carte, magari recuperando anche qualche altra pedina”. La chiusura è sul suo inserimento nell’ambiente del club castellano: “Conoscevo a livello personale e non calcistico i fratelli Guazzoli e ho scoperto due persone estremamente preparate, appassionate e professionali. Sono molto contento della scelta fatta in estate e dell’ambiente che ho trovato qui”.

Continua a leggere

Calcio

ULN Consalvo (calcio), i fratelli Aliberti e una famiglia a tutto campo. “Qui c’è un ambiente sano”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Roma – Quando si dice “sposare una causa”. E’ quello che ha fatto la famiglia Aliberti che ha affidato i suoi tre ragazzi all’ULN Consalvo: Riccardo (classe 2008), Simone (2010) e il piccolo Damiano (2013) sono tutti tesserati nella società cara al professor Umberto Consalvo. E pensare che i genitori Lorenzo e Claudia non sono certo “malati” di calcio: “Non li abbiamo spinti noi a giocare a pallone – racconta la mamma dei tre ragazzi – Tutto è nato dal secondo dei nostri figli, Simone, che ha giocato un anno di calcio tramite la scuola e poi ha “scoperto” l’ULN Consalvo grazie al centro estivo circa quattro anni fa. Una volta entrato nel mondo sportivo del club capitolino, ne siamo immediatamente rimasti affascinati e così abbiamo deciso di portare anche Riccardo e Damiano che si sono appassionati al gioco del calcio grazie a loro fratello. La cosa che rende speciale l’ambiente dell’ULN Consalvo è la familiarità e la passione dei dirigenti ha fatto il resto: sono quotidianamente al campo e si tratta di persone squisite, per questo abbiamo deciso di affidare i nostri tre figli alla società capitolina”. Se si domanda a mamma Claudia chi è il più “malato” dei tre la risposta è immediata: “Indubbiamente il più piccolo, Damiano. Ma, come detto, tutto è partito da Simone, mentre quest’anno Riccardo lo sta vivendo con un’emozione speciale visto che è entrato nel mondo dell’agonistica”. Ad agevolare la famiglia Aliberti è anche la vicinanza della loro abitazione rispetto al campo Consalvo: “Riccardo va addirittura da solo agli allenamenti, mentre papà Lorenzo segue più di me gli allenamenti degli altri due figli”. Anche i week-end non sono di semplicissima gestione, ma la passione della famiglia Aliberti è più forte di tutto: “Quando giocano in trasferta ci dividiamo per accompagnarli e seguirli, mentre quando giocano in casa è tutto più semplice”.

Continua a leggere

Sport

Volley Club Frascati (serie D maschile), Fabio Zampana: “Questa categoria è una grande esperienza”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – E’ stato un week-end speciale per Fabio Zampana. L’opposto (in qualche caso anche martello) classe 2006 del Volley Club Frascati ha fatto la sua prima apparizione nella lista della prima squadra maschile (la serie C), pur senza entrare in campo, e poi è stato protagonista nella gara della serie D contro la Sgvolleyroma. Ai tuscolani non è riuscito di fare punti, anche se la gara è stata molto combattuta come testimoniano i parziali (22-25, 23-25 e 24-26). “Abbiamo avuto di fronte una squadra molto valida e che aveva già vinto la prima partita di campionato, ma noi ci siamo fatti valere – dice Zampana – Nel secondo set siamo partiti molto male, ma siamo comunque riusciti a recuperare e a chiudere con uno scarto minimo. Forse ci è mancato quel pizzico di lucidità nei momenti finali di ogni parziale, l’età media del gruppo è molto bassa e in serie D questo può avere un peso. Comunque abbiamo fatto dei passi avanti evidenti rispetto alla prima gara di campionato col Puntolley, anche se in quell’occasione avevamo portato a casa un set”. Zampana, da tre anni al Volley Club Frascati, fa un passo indietro per parlare di come è iniziata la sua avventura nel mondo della pallavolo: “Ho iniziato sempre in questa società, sulle orme di mio fratello Alessio che è un classe 2004. Con lui abbiamo giocato insieme nell’Under 19 e ora condividiamo le esperienze in serie C e in D: per me ha un significato particolare perché mi dà un grande aiuto. La prima convocazione in C mi ha fatto molto piacere, mi sono reso conto “da vicino” che il livello è ancora molto alto per il sottoscritto. In questo senso un’annata in D mi potrà fare molto bene, anche perché il gruppo è compatto e ha accolto i tanti giovani in maniera propositiva. Il nostro obiettivo di campo è la salvezza, ma la cosa primaria è la crescita di tutti noi. Poi personalmente vivrò al meglio anche i campionati con l’Under 17 e l’Under 19, giocare tanto mi darà la possibilità di migliorare”.

Continua a leggere

I più letti