Connect with us

Sport

Frascati Scherma, Irene Vecchi ottima terza nella tappa di Coppa del Mondo di Tunisi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Frascati (Rm) – Tempo di Coppa del Mondo per la sciabola femminile nello scorso fine settimana. Le atlete del Frascati Scherma sono state di scena a Tunisi e ancora una volta la parte del leone l’ha fatta Irene Vecchi. La sciabolatrice toscana si è piazzata al terzo posto della gara individuale fornendo un’altra ottima prestazione, bissando il piazzamento ottenuto a inizio stagione nella tappa di Salt Lake City. Eppure la Vecchi aveva cominciato il suo percorso nel tabellone ad eliminazione diretta con grande fatica, piegando solo all’ultima stoccata la nipponica Tamura. Ai sedecimi ha estromesso la spagnola Navarro al termine di un altro combattuto assalto (15-13), mentre agli ottavi è stato decisamente più netto il successo contro la polacca Wator (15-8). Nel quarto di finale, la Vecchi si è sbarazzata con convinzione anche della francese Berder (15-9) prima di venire beffata dalla cinese Qian Jiraui che l’ha spuntata per 15-14. Il week-end della Vecchi si è completato con un’altra grande soddisfazione: assieme alle compagne di Nazionale (vale a dire quella di società Rossella Gregorio e poi anche Martina Criscio e Sofia Ciaraglia), la sciabolatrice ha ottenuto uno splendido primo posto nella gara a squadre che mancava alle azzurre dal 18 marzo 2018 quando arrivò uno splendido successo ad Atene. L’Italia della Vecchi e della Gregorio ha sconfitto nell’ordine la Tunisia agli ottavi, la Cina ai quarti, il Giappone in una semifinale dominata (45-30) e infine l’Ucraina in finale col punteggio di 45-42.
Rientrando in Italia, invece, è andata in scena ad Ancona la Coppa Italia nazionale Assoluta dove il miglior risultato tra gli atleti del Frascati Scherma lo ha ottenuto il fiorettista Filippo Guerra, capace di ottenere un buon sesto posto conclusivo. Al termine di questa manifestazione hanno guadagnato il pass per il campionato italiano Assoluto tra i fiorettisti Federico Colamarco, oltre allo stesso Guerra, e tra gli sciabolatori Emanuele Germoni.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Calcio

Rocca Priora (calcio, I cat.), Halauca e la “finale” col Labico: “Bisognerà usare la testa”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Rocca Priora (Rm) – Il Rocca Priora è a un passo dal sogno. La squadra di mister Paolo Lunardini ha bisogno di un punto nell’ultimo match di campionato, quello casalingo contro la Dinamo Labico che si giocherà sabato alle ore 16. La squadra ospite, perdendo lo scontro diretto di domenica scorsa contro il Crystal Pioda, dovrà giocarsi al “Montefiore” le speranze residue speranze di salvezza diretta e dunque la sfida si preannuncia ricca di significati forti. “Dovremo scendere in campo con la massima lucidità – dice il capitano Alexandru Gabriel Halauca – Non dovremo andare all’arrembaggio senza criterio, anche se non faremo calcoli basandoci sul fatto che ci potrebbe bastare un punto per vincere il campionato: non fa parte della nostra mentalità”. L’attaccante classe 1988, che ha segnato 19 gol in stagione, presenta le difficoltà della partita. “La Dinamo Labico ci ha fatto sudare parecchio anche all’andata quando vincemmo per 1-0 con una mia rete, anche se siamo convinti che al “Montefiore” sarà un’altra storia. I miei gol? Spero che ne arrivino altri sabato, ma che soprattutto siano pesanti per il risultato finale”. Lo slittamento dell’ultima giornata (in attesa del recupero tra la stessa Dinamo Labico e il Crystal Pioda) ha creato ulteriore “suspance” per il verdetto finale. “Avremmo preferito giocare subito per chiudere il discorso, ma ormai è andata così – rimarca Halauca – La squadra è carica, ha tanto entusiasmo e si sente vicina al coronamento di un sogno. D’altronde eravamo partiti con l’obiettivo di una tranquilla salvezza e invece gara dopo gara ci siamo accorti che avremmo potuto competere per i vertici della classifica. Ora ci siamo e abbiamo tanta fiducia di riuscire a spuntarla sabato”. Al “Montefiore” è attesa una cornice di pubblico importante, favorita pure dall’anticipo al sabato. “Sicuramente ci sarà tanta gente a vederci e noi vogliamo rendere speciale questa giornata” conclude Halauca.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Sport

Virtus Divino Amore (calcio, I cat.), l’ad Massimi: “Stagione stregata, ma ripartiremo più forti”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Roma – La Virtus Divino Amore non ce l’ha fatta. La squadra capitolina, in virtù dello 0-0 di domenica sul campo (inzuppato) della Clembofal, ha terminato il girone G di Prima categoria all’ultimo posto e non è riuscita ad agganciare quantomeno i play out. “L’ultima gara è stata la sintesi perfetta di una stagione stregata – dice l’amministratore delegato Gianluca Massimi – Siamo andati a giocare su un campo di terra reso pesantissimo dalla pioggia, ma i ragazzi hanno provato fino all’ultimo secondo del tempo di recupero a segnare il gol che ci avrebbe consentito di fare i play out. A loro va comunque il ringraziamento per l’impegno di questa stagione: sapevano che sarebbe stata una stagione difficile, ma hanno comunque sposato la causa della Virtus Divino Amore. Lo stesso ringraziamento che va a mister Paolo Lattanzio, che all’inizio accettò di guidare una squadra che non era tale, e a mister Andrea Fagiolo che è arrivato successivamente. Abbiamo provato a “mettere una toppa” a dicembre, ma questa era veramente una stagione segnata. La questione del campo di gioco, i tanti infortuni, gli arbitraggi e diversi episodi sfortunati ci hanno condannato alla retrocessione e una squadra come quella che ha terminato la stagione era impensabile vederla finire all’ultimo posto. Ma il verdetto è stato questo e ora guardiamo avanti”. La Virtus Divino Amore ripartirà con forza dopo questa esperienza negativa. “Non ci siamo abbattuti o spaventati per problemi ben più seri di una retrocessione, d’altronde la passione verso questo mondo è sconfinata – spiega Massimi – Non cambiano di una virgola i nostri obiettivi di due anni fa e cioè quelli di poter rifare un nostro settore di Scuola calcio e di arrivare in Promozione con la prima squadra. Vedremo in estate se sarà possibile fare una domanda di ripescaggio, ma sia in Prima che in Seconda nell’anno che verrà cercheremo di essere protagonisti ai vertici del campionato. Ora ci fermiamo qualche giorno a riflettere sugli errori commessi e poi cominceremo a riorganizzarci in vista della prossima stagione”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Sport

Rugby Frascati Union 1949, Ascantini e l’Under 12: “Un gruppo che è cresciuto con costanza”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Frascati (Rm) – La stagione del Rugby Frascati Union 1949 va verso la conclusione, ma in questo finale i protagonisti sono i gruppi giovanili. Domenica è stato il turno dell’Under 12 maschile che è stata protagonista (in collaborazione con la società amica del Formello) del raggruppamento organizzato dalla Capitolina. Oltre ai padroni di casa, erano presenti il Frascati Rugby Club e il Civitacastellana. “La pioggia ci ha concesso una tregua proprio in occasione del raggruppamento – racconta il responsabile del settore mini rugby Alessio Ascantini – I nostri ragazzi hanno dato l’ennesima dimostrazione di crescita, sia dal punto di vista dello spirito di squadra che da quello tecnico: questo è un gruppo che, per la maggior parte, gioca assieme da un paio d’anni e all’inizio ha dovuto stringere i denti. Col passare del tempo, però, questi ragazzi hanno cominciato a togliersi delle soddisfazioni e nella seconda parte di questa stagione sono diventati competitivi. Hanno fatto bene nei due recenti tornei disputati a Tivoli e a Città di Castello, ma anche domenica le risposte sono state positive”. Ora tutto il settore di base del Rugby Frascati Union 1949 è proiettato su un importante appuntamento di fine stagione. “Il prossimo 2 giugno parteciperemo con tutte le categorie al torneo degli Acquedotti, nel centro sportivo dell’Appia rugby – sottolinea Ascantini – Quella sarà l’occasione per valutare nuovamente i progressi di tutti i nostri ragazzi e un buon modo per chiudere l’annata 2018-19”.
Grandi soddisfazioni “giovanili” arrivano pure dal settore femminile dove ben otto ragazze del Rugby Frascati Union 1949 sono state convocate con la rappresentativa regionale Under 14 che ha disputato un torneo a Bari (in Puglia) nello scorso fine settimana. Si tratta delle ragazze classe 2005 Miriana Carlini, Cecilia Cudin e Rachele Giuffrè e delle classe 2006 Chloe Ceccaroli, Martina Clementi, Juanita Di Giusto, Rebecca Emmellino ed Aurora Salvagni. Intanto l’Under 18 femminile prepara l’importantissimo appuntamento delle finali scudetto del prossimo 2 giugno a Calvisano dove il sodalizio tuscolano sarà presente per la terza volta dopo le due finali Under 16 degli scorsi anni.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Maggio: 2019
L M M G V S D
« Apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it