Connect with us

Sport

Frascati Scherma: Vecchi si ferma agli ottavi in Cdm, Paolucci vince due volte tra i paralimpici

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Frascati (Rm) – Si è fermata per mano della fortissima ucraina Kharlan (che si è poi piazzata al primo posto) la corsa di Irene Vecchi nella prova di Coppa del Mondo post-pasquale disputata a Seul (in Corea del Sud). La sciabolatrice toscana (nella foto di Augusto Bizzi) ha perso 15-13 negli ottavi di finale e si è piazzata al 14esimo posto, fornendo comunque una buona prestazione che l’ha vista mettere in fila precedentemente prima l’italostatunitense Francesca Russo (15-12) e poi la cinese Qian Jiarui, piegata 15-9.
Rientrando in Italia, è stato tempo di prove a squadre sia per la sciabola che per la spada maschile, di scena in quel di Reggio Emilia. I primi hanno riconfermato il loro posto in serie A2 anche per la prossima stagione piazzandosi al quinto posto: Emanuele Marronaro, Edoardo Ramunno, Lorenzo Ottaviani e Riccardo Pucci sono stati autori di una buona prova, ma sono stati stoppati all’ingresso nelle semifinali dalla Lazio Scherma Ariccia che si è imposta per 45-36. Non è andata bene agli spadisti: Riccardo De Maria, Lorenz Lauria, Andrea Meuti e Leonardo Luongo hanno perso lo spareggio con Casale, si sono piazzati al 14esimo posto e sono retrocessi in B1.
Sempre a Reggio Emilia è andata in scena la quarta prova paralimpica in cui Gianmarco Paolucci è stato protagonista di un bel doppio successo che ne conferma il crescente spessore: il giovane atleta tuscolano si è imposto sia nel fioretto che nella sciabola della categoria B. Nella categoria A, invece, va segnalato il positivo terzo posto nel fioretto di Manuela Lanari che si è invece piazzata sesta nella prova di sciabola.
Infine il fiorettista brasiliano Guilherme Toldo ha vinto un’importante gara nazionale in Brasile, imitando la sua connazionale Ana Beatriz Di Rienzo Bulcao e qualificandosi ai Giochi Panamericani.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Calcio

Città di Valmontone (calcio, Under 15 reg.), Picci: “Questo è un gruppo che ha voglia di imparare”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Valmontone (Rm) – Il Città di Valmontone gli ha affidato la panchina dell’Under 15 regionale dopo il lavoro svolto nella passata stagione alla guida dell’Under 19. Francesco Pizzi si è messo a disposizione del club e lo ha fatto con tanto entusiasmo: “Ho iniziato il mio secondo anno in questa società, qui mi trovo molto bene. Mi ha fatto piacere la fiducia del presidente Massimiliano Bellotti e del direttore sportivo dell’agonistica Giuseppe Consalvi, non ci ho pensato un momento a dare la mia disponibilità. Inoltre qui al Città di Valmontone c’è uno staff di allenatori che è sempre pronto a collaborare e questo è un aspetto molto positivo, poi la società mette tutti i tecnici nella condizione di lavorare con tranquillità”. Picci parla delle qualità del gruppo che avrà a disposizione in questa annata: “Abbiamo iniziato a lavorare assieme da quasi un mese, facendo anche una settimana di ritiro sul lago Trasimeno. Quella è stata un’esperienza molto importante per i nostri ragazzi: questo è un gruppo molto rinnovato e quindi, al di là della possibilità di fare una doppia seduta quotidiana, c’è stato modo di conoscersi meglio e creare da subito un certo spirito di squadra”. Picci parla degli obiettivi che dovrà perseguire l’Under 15 regionale del Città di Valmontone: “Siamo un cantiere aperto e quindi sappiamo solo che c’è tanto da lavorare. Il gruppo è molto disponibile al sacrificio e finora ha seguito con tanta abnegazione le indicazioni del sottoscritto e del preparatore atletico Damiano Massa. Il nostro obiettivo primario sul campo è quello di raggiungere la salvezza nella maniera più rapida possibile, poi se riusciremo ad ottenere anche qualcosa di più sarà tanto di guadagnato”. L’inizio del campionato è programmato per il prossimo 24 ottobre: “Abbiamo ancora un mese di lavoro infrasettimanale e di amichevoli. Dopo quella positiva vinta 5-1 a Colonna la scorsa settimana, ora affronteremo la Vjs Velletri. Vincere anche in queste gare aumenta la convinzione dei nostri ragazzi e quindi ci teniamo a fare bene” conclude Picci.

Continua a leggere

Calcio

Palestrina (calcio, Eccellenza), Renzi apre le danze: “Volevamo dare un segnale a noi e agli altri”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Palestrina (Rm) – Sono confortanti i primi passi stagionali del Palestrina. Gli arancioverdi di mister Umberto Fatello hanno violato con un “britannico” 2-0 il campo del Tor Sapienza (retrocesso dalla D) nel primo turno di Coppa Italia di Eccellenza. A “rompere il ghiaccio” a livello di reti segnate è stato Emanuele Renzi, esterno offensivo, trequartista o anche seconda punta classe 1999 che ha segnato il gol del momentaneo 1-0: “Nel primo tempo la partita è stata piuttosto equilibrata, poi siamo riusciti a sbloccarla poco prima dell’intervallo e quello è stato un momento importante. Nella ripresa abbiamo gestito bene, sfiorando anche il gol del raddoppio. Anche i capitolini hanno avuto qualche occasione, ma siamo riusciti a tenere e nel finale Damiani ha siglato il gol del 2-0”. L’approdo al turno successivo di Coppa Italia ha un significato particolare per Renzi: “Volevamo dare un segnale a noi stessi e alle altre, iniziando con una buona prestazione e un risultato positivo. Sono felice di aver aiutato la squadra a centrare questa vittoria”. Il giovane giocatore si è già ritagliato uno spazio importante nello scorso campionato, ma quest’anno è chiamato ad “aumentare i giri” del proprio motore: “Sarà il mio primo anno “da over” e questo mi responsabilizza – rimarca Renzi – L’obiettivo personale è quello di dare il massimo e farmi trovare pronto quando il mister avrà bisogno di me”. Domenica prossima il Palestrina inizierà la sua avventura nel campionato di Eccellenza: a San Cesareo (si giocherà lì per l’indisponibilità del campo “Sbardella”) l’avversario sarà il Real Rocca di Papa: “Conosco alcuni ragazzi di quella compagine e so che ci sarà da sudare: sono una formazione totalmente nuova, ma ha già superato il turno di Coppa Italia dimostrando il suo valore. Ma nella prima parte di stagione, d’altronde, le squadre non possono essere al top della condizione e quindi è tosta con tutti”.

Continua a leggere

Calcio

Real Valle Martella (calcio, II cat.), Macaluso: “In rinvio del campionato? A me non dispiace”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Zagarolo (Rm) – Continua la lunga preparazione pre-campionato del Real Valle Martella che comincerà l’avventura in Seconda categoria dal 25 ottobre prossimo (e non più dall’11 come precedentemente comunicato). Tra i nuovi volti della squadra del presidente Daniele Imola c’è anche quello dell’attaccante classe 1990 Andrea Macaluso che nella passata stagione ha militato in Prima con la maglia della Dinamo Labico: “Ma fare un passo indietro a livello di categoria non è stato un grosso problema, ormai gioco solo per passione – spiega il diretto interessato – Inoltre, nonostante io sia di Palestrina, qui al Real Valle Martella ritrovo un gruppo di amici che conosco da tanto tempo e quindi è un piacere poter far parte di questa rosa”. Lo slittamento di due settimane dell’inizio del campionato non gli è dispiaciuto: “Sono ancora indietro nella condizione per una serie di impegni lavorativi e familiari e il fatto che ci sia un po’ più di tempo mi consentirà di essere in una forma migliore all’appuntamento con la prima di campionato”. Macaluso non si tira indietro quando si tratta di parlare degli obiettivi del Real Valle Martella: “Questo è un gruppo molto valido, composto da ragazzi giovani, ma che hanno già fatto categorie superiori: ci candidiamo per uno dei primi posti del girone”. Un raggruppamento che l’attaccante giudica così: “Ci sono diverse squadre attrezzate come ad esempio il Castel San Pietro, il Praeneste Carchitti e anche il Poli, ci saranno sfide che suoneranno come una sorta di derby e quindi il girone è affascinante. Ma, come detto, vogliamo essere protagonisti”. La chiusura di Macaluso riguarda l’impatto col presidente Imola: “Non lo conoscevo prima. E’ bello vedere che ci siano dirigenti giovani che sono ancora animati da una grande passione per lo sport, il Real Valle Martella è un club ben organizzato e qui si può fare bene”.

Continua a leggere

I più letti