Connect with us

Roma

FRASCATI, TUTTO PRONTO PER LA "LA FORZA DELLA POESIA" DEDICATA AD OMERO

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 6 minuti Manifestazione che si pone come un eccezionale momento di volontariato in grado di coinvolgere tutta la Città, che conta 21.500 abitanti, e quotidianamente viene frequentata da 10.000 studenti

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 6 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Frascati (RM) – Piovani, Maccarinelli, Bava, Cortellessa, Dorfles, Ferroni, Cerri, Bellucci, Lazzeri, Nicolai, Boitani, Ercolani, Sbardella, Cirio, Lulli, Palmisciano, Giordano, Argenziano, Pace, Duccilli, Napolitano, Rostagno, Rossi, Lonardi, Camarotto, D’Intino, Prete, Raffaeli, Cirolla, Ventre, Grossi, Meccariello, protagonisti della manifestazione insieme a insegnanti, studenti, cittadini.

Dopo il grande successo delle prime due edizioni, dedicate a Leopardi e a Dante, Frascati torna ad ospitare “La forza della Poesia”, che quest’anno avrà per protagonista Omero. La manifestazione è promossa dal Comune di Frascati con il patrocinio della Regione Lazio, la collaborazione delle 3 Università Romane e delle scuole di Frascati. Ideata e curata da Novella Bellucci (Università “La Sapienza”) e Massimo Lazzeri (Università di Salerno) con la collaborazione di Pisana Grossi (Istituto Maffeo Pantaleoni di Frascati) propone cinque giornate dedicate alle parole e ai versi immortali di Omero (dal 6 all’10 maggio 2013), che coinvolgeranno l’intera comunità cittadina, grazie a un articolato programma i cui protagonisti interverranno tutti a titolo gratuito.

«Frascati, da molte stagioni, grazie a un’intensa attività di collaborazione con prestigiosi enti, associazioni e personalità di rilievo, si conferma luogo di importanza nazionale a motivo di una serie di iniziative che, utilizzando modelli innovativi e originali, pongono al centro della propria azione il mondo della scuola, che noi riteniamo strategico, e i cittadini, per generare il senso di una cultura diffusa – dichiara il Sindaco di Frascati Stefano Di Tommaso – È il caso della manifestazione “La Forza della Poesia”, giunta alla sua terza edizione. Manifestazione che si pone come un eccezionale momento di volontariato in grado di coinvolgere tutta la Città, che conta 21.500 abitanti, e quotidianamente viene frequentata da 10.000 studenti dei quali solo la metà sono residenti. Ringrazio gli insegnanti che in un momento di così grave crisi si impegnano meritoriamente ogni giorno e la cui positiva collaborazione con l’amministrazione Comunale permette di realizzare, insieme ad altre, una manifestazione così importante come questa dedicata a Omero».

«In un frangente di così grave emergenza economica, questo modello di gestione partecipata di un evento rilevante, assume forte valore etico e risulta strategico nelle proposte e nelle realizzazioni culturali del Comune di Frascati- dichiarano gli Assessori alle Politiche Culturali Gianpaolo Senzacqua e alle Politiche Educative Armanda Tavani -, che si vogliono fondate sul prezioso lavoro degli insegnanti e dei giovani studiosi. Un ringraziamento va ai partecipanti e ai sostenitori dell’iniziativa».

«Alla poesia oggi più che mai ci rivolgiamo come a una necessaria risorsa; e ai nostri classici che testimoniano del grande valore umano della letteratura. Dopo Leopardi e Dante, Omero ci offre la sua immensa, inesauribile potenza di pensiero e di parola – dichiara la curatrice e ideatrice della manifestazione Novella Bellucci – A lui dedichiamo la terza edizione de “La Forza della Poesia”, riproponendo il fortunato modello organizzativo che gli anni scorsi ha mobilitato tante energie, soprattutto giovani, intorno all’opera dantesca. Grazie alla intera comunità cittadina, agli studiosi, agli insegnanti, agli studenti, agli artisti e ai cittadini che, sostenendo l’iniziativa, riaffermano la fiducia nella forza delle parole cui la grande poesia affida il pensiero umano».

«Per i Greci antichi la poesia di Omero era un testo di cultura, un modello, ed essi hanno cominciato a studiarlo quasi subito, pur considerandolo irraggiungibile, e così si deve dire per il mondo latino – dichiara Massimo Lazzeri, co-curatore della nuova edizione -. Ma la fama di questo poeta, o meglio, di questo nome collettivo che rappresenta la prima poesia occidentale a noi giunta, ha attraversato i secoli (anche quando il greco antico non si leggeva più) via via accresciuta e trasformata: è dunque un lungo processo di ascolto, e poi di lettura, che fa di Omero “il poeta”. Questo significa che, al di fuori di ogni pur necessario ambito d'indagine, lettori di ogni epoca hanno continuato, in modi e con sensibilità diversi, a percorrere l'Iliade e l'Odissea, i poemi che hanno fondato l'immaginario epico, nati prima dell'oggetto di uso comune che è (o dovrebbe essere) per noi il libro. Questa lettura ha continuato, nel tempo, ad affascinare nel profondo le menti e i cuori di molti uomini noti (Virgilio, Dante, Leopardi, Joyce, Wolf), e di moltissimi senza nome: ecco uno dei risultati che ottiene l'eccellenza della poesia. Non vogliamo, non dobbiamo, avere la presunzione di interrompere questa ideale comunanza con i lettori di ogni tempo: al contrario, desideriamo sentire ancora, attraverso i nomi e le gesta di Achille e Odisseo, e dei tanti personaggi di una vicenda eroica, il fascino inarrivabile di una poesia che racconta la guerra e il viaggio, la morte il lutto e il dolore, l'amicizia e l'amore, la ricerca, la scoperta dell'ignoto, la conoscenza, la memoria tramandata nel canto. E allora: perché non leggere Omero oggi (e ancora domani)?».

 

I grandi studiosi di Omero a Frascati

Tra i momenti salienti da sottolineare, la lezione introduttiva di Giovanni Cerri, tra i massimi studiosi di Omero, prevista per lunedì 6 maggio 2013 nelle Scuderie Aldobrandini, dopo il saluto del sindaco Stefano Di Tommaso e l’introduzione alla nuova edizione della manifestazione a cura di Novella Bellucci e Massimo Lazzeri. A seguire interverranno Andrea Ercolani, Livio Sbardella, Amalia Margherita Cirio, Laura Lulli, Riccardo Palmisciano, Manuela Giordano, Paola Argenziano, Roberto Nicolai.

 

 

la Scuola e Omero

 

Protagonista come nelle due precedenti edizioni è il mondo della scuola, cui è stata destinata fin dal suo nascere l’intera manifestazione. La giornata di martedì 7 maggio infatti sarà riservata ad approfondire e analizzare il rapporto tra Omero e la scuola, con la presentazione della professoressa Pisana Grossi, curatrice della sezione, e le relazioni dei lavori svolti dagli studenti delle scuole di Frascati. Gli istituti coinvolti sono: l’istituto Comprensivo di Frascati e il Comprensivo Frascati 1, gli istituti M. Pantaleoni, M. Buonarroti, E. Fermi, il Liceo Classico M.T. Cicerone, il liceo scientifico B. Touschek.

 

Di grande rilevanza nel pomeriggio la conversazione con l’insigne storico della letteratura e critico Giulio Ferroni, moderato da Cristina Pace dell’Università di Tor Vergata sul tema I classici antichi nella trasmissione scolastica.

 

Sempre nella giornata di martedì 7 maggio alle ore 21 sempre nelle Scuderie Aldobrandini del Comune di Frascati si terrà Odissea infinita. Spettacolo teatrale a cura di Teatro della Luce e dell’Ombra, realizzato con gli alunni dell’Istituto Comprensivo Frascati 1 e la regia di Gennaro Duccilli.

 

 

Maratona di letture omeriche. Maccarinelli, Piovani, Dorfles

 

Dalle ore 9 di mercoledì 9 maggio, nelle piazze e nelle strade di Frascati, gli studenti delle scuole del territorio e delle università leggono brani di Omero. Si tratta di una maratona pubblica di lettura, uno dei momenti più significativi dell’intera manifestazione che rende pubblico nella forma festosa della lettura diffusa in tutta la città, il lavoro svolto durante l’intero anno nelle scuole impegnate con passione e rigore a dare valore alla grande parola del poeta.

Alle ore 12 il programma continua nell’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini con l’incontro con il regista Piero Maccarinelli, tra i più interessanti e innovatori della scena teatrale italiana, che ha portato in scena un’importante riduzione di Omero. Nel pomeriggio sono protagonisti i giovani studenti della compagnia teatrale Insani Paradossi del Liceo Scientifico Touschek, che presentano un estratto dallo spettacolo Mitomania. Mentre a seguire ci saranno gli incontri dedicati a Omero in musica, a cura di Michele Napolitano e Antonio Rostagno, e ai Viaggi di Ulisse, conversazione del Premio Oscar Nicola Piovani con Piero Dorfles, conduttore della fortunata trasmissione “Per un pugno di libri” su Raitre.

 

Omero e la modernità. Cortellessa, Bava, Boitani

La giornata di studi di giovedì 9 maggio è dedicata alla modernità di Omero. Gli incontri si aprono alle ore 10 con Gli sguardi di Ulisse. L’Odissea televisiva di Franco Rossi, dove Andrea Cortellessa dialoga con uno degli autori del famoso programma TV Lamberto Bava. A seguire la sezione Con Achille tra i moderni: Hölderlin, Foscolo Leopardi, di Gilberto Lonardi. La discussione con Valerio Camarotto e Franco d’Intino. L’intervento di Piero Boitani su Ulisse e la modernità. Al termine il dibattito a cura di Aldo Meccariello del Liceo Classico M.T. Cicerone.

Come si è tradotto Omero dal secondo Novecento fino a oggi, venerdì 10 maggio, coordinati da Antonio del Prete, partecipano Massimo Raffaeli su Rosa Calzecchi Onesti, Andrea Cortellessa su Emilio Villa, Andrea Cirolla su Giovanni Bemporad, Daniele Ventre. Al termine sono previste letture tratte da Omero de “L’Umana Compagnia”.

 

Mostra Fotografie

Le fotografie dei reperti omerici presenti nel Museo Nazionale di Sperlonga, realizzate da Giampaolo Gratton grazie alla disponibilità della Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio, sono esposte nell’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini del Comune di Frascati insieme ai lavori realizzati per l’occasione dalle scuole.

 

Il coinvolgimento della città

Alcune famiglie ospitano gli studiosi invitati, contribuendo così al risparmio delle spese di accoglienza e ricevendo in cambio il piacere di incontri interessanti e ricchi sul piano umano e intellettuale. Uguale disponibilità è stata chiesta ad alcuni bar e punti di ritrovo, dove gli stessi ospiti possono incontrare studenti, insegnanti, cittadini che vogliano porre quesiti o anche solo discutere e scambiare idee ed esperienze. Con letture estemporanee, reading in versi in vari punti della Città. I momenti conviviali, necessari alla buona riuscita di ogni lavoro che si voglia comune, si svolgono nelle tradizionali “fraschette” cittadine, con cibi preparati da volontari ( e in particolare da alcune classi degli istituti coinvolti), degustando il famoso Vino Frascati Doc-Docg.

 

La partecipazione volontaria, che è la cifra del progetto, assume anche un valore di denuncia nei confronti della sottovalutazione della Cultura, proprio in questo momento agli onori della cronaca, che invece rappresenta una imperdibile risorsa sia nella formazione permanente degli individui e delle collettività sia nella vita economica.

 

 

I soggetti promotori

 

I soggetti promotori della terza edizione, il cui logo è stato realizzato dagli studenti dell’Istituto scolastico “Maffeo Pantaleoni” di Frascati, sono il Comune di Frascati, Sapienza – Università di Roma, l’Università di Roma “Tor Vergata”, l’Università di Roma Tre, l’ADI Scuola, l’Associazione Eta Carinae, con il patrocinio della Regione Lazio, il contributo di Coopseliose e la collaborazione del Museo Nazionale di Sperlonga. Centro propulsore dell’iniziativa sono le Scuderie Aldobrandini del Comune di Frascati; da lì l’iniziativa si estenderà all’intera città, coinvolgendo le famiglie, le tipiche “fraschette” e le strade, i giardini, i luoghi pubblici e gli spazi privati: una città simbolicamente avvolta nella poesia omerica.

 

Info: Scuderie Aldobrandini del Comune di Frascati 06 9417195

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Litorale

Civitavecchia, controlli a tappeto per il Ferragosto: pioggia di sanzioni

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Civitavecchia (RM) – I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia e dei Comandi dipendenti in coincidenza del fine settimana di Ferragosto, ottemperando alle direttive del Comando Provinciale Carabinieri di Roma, hanno ulteriormente incrementato le attività di controllo sul litorale nord della provincia romana.Le attività, mirate a garantire maggior sicurezza ai residenti e ai vacanzieri, hanno consentito di identificare oltre 200 persone e controllare 120 veicoli, elevando oltre 30 sanzioni al Codice della Strada. Denunciate inoltre 5 persone, a vario titolo, per guida in stato di ebbrezza alcolica e guida reiterata con patente revocata. A Santa Marinella, i Carabinieri della locale Stazione hanno anche denunciato due uomini, in evidente stato di ebbrezza alcolica, individuati quali presunti responsabili di alcuni tentativi di furto a bordo di autovetture in sosta sulla pubblica via. In un caso sarebbero riusciti a rubare un paio di occhiali da sole e alcune chiavi Dovranno dunque rispondere di furto aggravato e tentato furto in concorso.Tra i comuni di Ladispoli e Cerveteri, i Carabinieri hanno trovato 6 persone in possesso di modica quantità di stupefacenti, tra hashish e marijuana, e li hanno segnalati alla Prefettura – U.T.G. di Roma, quali assuntori.Nel comune di Fiumicino, soprattutto nella località Passoscuro, affollatissima in questi giorni di vacanze, i Carabinieri della locale Stazione hanno invece concentrato la propria attenzione sul fenomeno delle serate danzanti presso i lidi balneari che, talvolta, si trasformano in vere e proprie discoteche non autorizzate a cielo aperto. Nel corso delle verifiche i gestori di due attività sono stati sanzionati, per oltre 1.500 euro ciascuno, ed è stata disposta anche la sanzione accessoria dell’immediata cessazione dell’attività svolta senza alcuna autorizzazione o licenza comunale. Analoghi servizi proseguiranno anche nei prossimi week-end al fine di garantire un sano divertimento a tutti i frequentatori della zona.

Continua a leggere

Cronaca

Campagnano, maltratta e perseguita due donne. Era stato appena scarcerato

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Nel pomeriggio del 12 agosto 2022 i Carabinieri della Stazione di Campagnano di Roma, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Tivoli su richiesta di questa Procura, hanno arrestato un 40enne, già noto alle forze dell’ordine, gravemente indiziato di atti persecutori e maltrattamenti nei confronti di due donne.

L’uomo, che in passato era già stato arrestato e condannato per gli stessi reati nei confronti delle medesime vittime e di un’altra giovane ragazza, non appena scarcerato, ha reiterato i comportamenti vessatori e persecutori nei confronti delle donne, in particolare con messaggi intimidatori anche tramite social network, nonché presentandosi in più occasioni fuori dall’abitazione di una delle due.Le ragazze hanno subito negli anni condotte violente che si ripetevano anche in occasione dei permessi d’uscita di cui lo stesso fruiva nel periodo di detenzione in carcere.

Il supporto delle famiglie e la professionalità dei Carabinieri hanno incoraggiato le vittime a denunciare le violenze fisiche e psicologiche subite, consentendo alla Procura della Repubblica di Tivoli di chiedere ed ottenere un tempestivo provvedimento restrittivo.

L’indagato sarà nuovamente associato in carcere in attesa di giudizio.Si dimostra ancora una volta l’alto tasso di recidiva degli uomini maltrattante perfino dopo l’espiazione della pena in carcere.Occorrono strumenti di controllo per verificare se il carcere ha raggiunto l’obiettivo della risocializzazione ovvero se gli uomini maltrattante usciti dal carcere proseguono, come accade nell’85% dei casi, nell’aggredire la stessa vittima.La procura di Tivoli da tempo richiede e ottiene misure di prevenzione a tutela delle donne in questi casi In modo tale che l’uomo all’atto della scarcerazione viene sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza e al divieto di avvicinamento alle persone offe. Nel caso in esame la procura di Tivoli non era informata di questa scarcerazione

Continua a leggere

Castelli Romani

Velletri, maltratta la madre per mesi e le estorce soldi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

ROMA – I Carabinieri della Stazione di Velletri hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Velletri su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un cittadino italiano di 46 anni ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia ed estorsione ai danni della madre di 71 anni.La vittima ha denunciato ai Carabinieri di aver subito per mesi (in particolare nel corso di questa estate, tra giugno e agosto) numerosi episodi di vessazioni che, talvolta, sono sfociati in richieste di somme di denaro mediante ripetute minacce. L’ultimo di questi fatti si è verificato lo scorso 8 agosto quando i Carabinieri sono dovuti intervenire per l’ennesima lite tra madre e figlio. In tale frangente la donna, minacciata con un coltello e costretta ad assistere al danneggiamento degli arredi della propria abitazione, ha deciso di presentare formale denuncia-querela che, collegata agli elementi raccolti nell’immediatezza dei fatti, è stata utile ad attivare la cosiddetta procedura del “codice rosso”.Il pronto intervento dei Carabinieri e della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Velletri ha consentito di raccogliere in breve tempo i gravi indizi di colpevolezza richiesti per l’emissione della misura cautelare in carcere.Eventi come quello appena descritto, annoverabile tra i tanti casi di maltrattamenti in famiglia che si verificano tra le mura domestiche, fanno comprendere, ancora una volta, quanto sia importante che la vittima si rivolga alle Autorità competenti. La capacità di ascolto offerta alla vittima, la corretta attuazione delle procedure, la sinergia tra Forze dell’Ordine e Autorità Giudiziaria, sono elementi che portano a interrompere per tempo condotte come quelle appena descritte.L’indagato è da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento – indagini preliminari – fino a un definitivo, eventuale, accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.

Continua a leggere

I più letti