Connect with us

Castelli Romani

Frascati, villa Falconieri: il Parco dei Castelli Romani abbraccia in the same boat

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il Parco dei Castelli Romani patrocina e partecipa al convegno sulla sostenibilità globale, in programma domenica 14 aprile 2019 dalle 17,30 a Frascati.

La tecnologia, soprattutto quella applicata alla comunicazione, rende per la prima volta tutto l’universo completamente connesso. In questo senso ‘siamo tutti nella stessa barca’ però non sappiamo controllarne i remi e il timone. Se questi fenomeni non vengono governati arriviamo al “paradosso per cui siamo capaci di creare una enorme ricchezza, ma non abbiamo un sistema economico che consente di ‘distribuirla’ al maggior numero possibile di persone; o almeno in una forma meno diseguale“.
La riflessione di Zygmunt Baumann, fra i più influenti pensatori contemporanei, professore emerito di sociologia all’Università di Leeds e a quella di Varsavia scomparso nel 2017, è nel docufilm “In the same boat” in cui alcuni tra i più autorevoli studiosi internazionali (Zygmunt Bauman, Tony Atkinson, Serge Latouche, Erik Brynjolfsson, Mariana Mazzucato, Pepe Mujica e altri), si interrogano sulle grandi trasformazioni (globalizzazione, progresso tecnico, avvento della robotica, immigrazione) in atto nelle economie avanzate e sull’impatto che tali trasformazioni potranno avere sul mercato del lavoro, sulla distribuzione del reddito e sui sistemi di sicurezza sociale.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Castelli Romani

Nemi, escursionista si frattura la gamba mentre passeggia nel bosco

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

NEMI (RM) – Escursionista cade a terra e si frattura una gamba. E’ successo oggi a Nemi quando uno di due turisti di Roma, mentre passeggiavano lungo i sentieri boschivi tra Genzano e Nemi dirigendosi verso la valle del lago, è caduto procurandosi la frattura alla gamba.

L’amico ha subito avvisato i soccorsi chiamando il 112. Immediato l’intervento dei militari della stazione dei carabinieri di Nemi che hanno provveduto insieme ai Vigili del Fuoco a soccorrere il malcapitato. Il ferito è stato trasportato all’ospedale romano del San Giovanni dove è stato ricoverato in codice rosso.

Continua a leggere

Castelli Romani

ASL Roma 6, emergenza Covid-19: infermieri a domicilio. Consegnate le prime due vetture dedicate al servizio

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Per sostenere le fragilità nel contesto della Emergenza del Covid-19 sono stati potenziati ulteriormente i servizi territoriali. Prende, infatti, forma e sostanza, l’attività di Assistenza Proattiva Infermieristica (API) della ASL Roma 6: consegnate le prime 2 delle 4 vetture a disposizione del servizio. L’API si occupa di intervenire a domicilio e/o da remoto per far fronte ai bisogni di salute sia legati che non legati al COVID-19.

A questo si aggiunge il compito di gestire le persone con patologie croniche con particolare riguardo alle fasce di popolazione più a rischio, dei casi confermati COVID-19 e il monitoraggio e gli interventi su strutture residenziali sociosanitarie e socio assistenziali.

Al momento l’API sta svolgendo:

  • · tamponi sulla postazione drive-in
  • · prelievi per sieroprevalenza
  • · visite a domicilio per valutazione clinica, tamponi, prelievi
  • · sempre a domicilio consegna il Kit doctor covid e guida al suo utilizzo
  • · coadiuva con Servizio Igiene e Sanità Pubblica per indagine epidemiologica

Il compito dell’infermiere di famiglia e comunità (IFeC)

Per il supporto alla famiglia e la comunità ad affrontare tutte le criticità assistenziali che saranno presenti nelle persone negativizzate COVID-19 interviene l’Infermiere di Famiglia e Comunità.

L’IFeC ha la funzione di garantire la continuità assistenziale nell’area della fragilità/cronicità. Lavora direttamente nelle case degli utenti, attivando i servizi di supporto di tipo socio-sanitario. Le attività integrate dell’IFeC e dell’API sono la garanzia di una presa in carico proattiva, favorendo il passaggio fra setting assistenziali dedicati e personalizzati.

“Sostenere ed aiutare le persone fragili è una nostra priorità e con grande sforzo e grande impegno di tutti stiamo mettendo in campo tutte le iniziative necessarie. Il dinamico evolversi della situazione epidemiologica – spiega il Direttore Generale della ASL Roma 6, Narciso Mostarda -, ha di fatto modificato l’assetto delle attività erogate dalle Aziende Sanitarie e a livello territoriale: Cure Primarie-Cure Intermedie. L’emergenza determinata dall’infezione da Covid 19 rende indispensabile mettere in campo una serie di misure per ri-orientare e rideterminare l’assistenza delle persone Fragili e Croniche, COVID-19 Positivi e COVID-19 Negativi: iniziative relative alla prevenzione, monitoraggio e presa in carico della persone a livello territoriale, attraverso la profilazione di questionari che presuppongono un contatto attivo. Tali iniziative – continua Mostarda – hanno l’obiettivo di offrire una adeguata gestione territoriale, anche attraverso azioni di contenimento atte a ridurre la diffusione del contagio. La gestione di questa tipologia di pazienti in ambito territoriale risulta una delle principali sfide dei sistemi sanitari Regionali e delle Aziende sanitarie. Il nostro progetto, è sviluppato in linea con la disposizione della Regione Lazio “Programma di potenziamento delle Cure Primarie – Emergenza COVID-19”.

Continua a leggere

Castelli Romani

Grottaferrata, tornano i prodotti a Km0: riapre il Mercato Contadino

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

GROTTAFERRATA (RM) – Torna il Mercato Contadino a Grottaferrata dopo il periodo di pausa “forzata” a causa delle normative anti Covid-19.


L’appuntamento con i prodotti a Km0 si svolgerà, come consueto, tutte le domeniche nell’area di piazza De Gasperi dalle 8,30 alle 13,30 a partire da domani.

I volontari dell’’Associazione APS KM0” e dell’’Associazione Carabinieri in congedo” inviteranno le persone ad attendere il proprio turno nel rispetto della distanza di sicurezza. E’ stato infatti previsto un piano di sicurezza per il rispetto delle norme sulle distanze fra i banchi dei produttori agricoli e il controllo dell’afflusso dei consumatori che in questo periodo di chiusura hanno comunque usufruito delle consegne a domicilio delle singole aziende agricole e dell’organizzazione del mercato contadino. Ogni singolo banco sarà delimitato da nastri segnaletici e non potranno essere effettuate degustazioni, infine, sia gli operatori che i consumatori indosseranno guanti e mascherine.

Continua a leggere

I più letti