Connect with us

Frosinone

Frosinone: arriva il decreto antiprostituzione

Clicca e condividi l'articolo

Nel frattempo sono scattate le prime sanzioni amministrative

Print Friendly, PDF & Email

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

 

Redazione

 

FROSINONE – Il consigliere provinciale capogruppo di Forza Italia e presidente della XV Comunità montana Gianluca Quadrini interviene sull’ordinanza antiprostituzione per contrastare la grave problematica che riguarda la zona Asi di Frosinone e si dice favorevole al provvedimento del sindaco del capoluogo avv.Nicola Ottaviani per esigenze di pubblica sicurezza, intralcio alla circolazione stradale e all’incolumità pubblica. “Ritengo che l’ordinanza emessa dal sindaco Ottaviani inserita all’interno di un percorso avviato dai sindaci con il coordinamento della Prefettura sia un primo passo per iniziare a contrastare un fenomeno non semplice da debellare. E’ indispensabile uno strumento di vigilanza e controllo su un territorio dove questo fenomeno ha superato i limiti e mi auguro, anche grazie a una efficace collaborazione tra tutti i sindaci, dia i risultati sperati”.

Nel frattempo sono scattate le prime sanzioni amministrative previste dalle ordinanze sindacali, con cui due prostitute, una ventenne ed una ventunenne, sono state denunciate all'Autorità Giudiziaria per inosservanza del foglio di via obbligatorio emesso dal Questore di Frosinone. La notte scorsa infatti equipaggi delle Volanti hanno espletato un mirato servizio nella zona industriale volto a prevenire e contrastare il fenomeno della prostituzione su strada. Nel corso dei controlli, effettuati anche con l'ausilio di agenti in abiti civili, predisposti dal Questore Santarelli, sono state applicate le norme "antiprostituzione" previste dalle ordinanze dei Sindaci dei comuni di Frosinone, Ceccano, Ferentino, Morolo e Supino.
“Sarebbe inoltre utile che il Governo potesse intervenire con una normativa a livello nazionale che permetta di affrontare il problema in maniera risolutiva, anche nel resto del Paese, non solo sul piano del disagio sociale, ma anche per contrastare lo sfruttamento ad opera di organizzazioni criminali”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Cronaca

Frosinone, orrore: una madre strangola il figlio di 2 anni

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Si delinea come orrore quanto accaduto ieri nella provincia di Frosinone. Alle 4.20 si è concluso l’interrogatorio di Donatella Di Bona, 29 anni, madre di Gabriel Feroletoil bambino morto ieri pomeriggio in locali Volla a Piedimonte San Germano, in provincia di Frosinone. La notizia è sconvolgente: l’avrebbe ucciso la madre.
I carabinieri del colonnello Fabio Cagnazzo sin da subito hanno avuto dubbi sulla dinamica della morte del piccolo Gabriel. La madre, infatti, aveva parlato di un’auto pirata che aveva investito il piccolo, ma le indagini hanno portato in luce un’altra versione: lo avrebbe strangolato, durante una passeggiata in una stradina di fronte l’abitazione di famiglia. Il bambino voleva tornare dalla nonna, ma lei presa da un raptus di follia lo ha afferrato al collo fino a soffocarlo. Il piccolo avrebbe provato a difendersi.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Cronaca

Serena Mollicone, concluse indagini: cinque indagati

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Tre sono della famiglia Mottola e dovranno rispondere per concorso in omicidio aggravato e occultamento di cadavere

La procura di Cassino (Frosinone) ha concluso le indagini sull’omicidio di Serena Mollicone, la studentessa di Arce uccisa all’inizio di giugno 2001, con il relativo “avviso” ai cinque indagati. Ci sono l’ex comandante dei carabinieri di Arce Franco Mottola, la moglie e il figlio Marco e due carabinieri all’epoca dei fatti in servizio nel comune in provincia di Frosinone. I tre membri della famiglia Mottola sono indagati per concorso in omicidio aggravato e occultamento di cadavere. L’ex comandante della stazione dei carabinieri di Arce Franco Mottola, la moglie Annamaria e del figlio Marco, che dovranno rispondere di omicidio volontario sono indagati per concorso in omicidio aggravato e occultamento di cadavere. IL sottufficiale dell’Arma Vincenzo Quatrale è indagato per concorso in omicidio volontario mentre un altro militare, Francesco Suprano, è indagato per favoreggiamento.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Frosinone

Ferentino, camorra, tangenti ed estorsioni: arrestato ex assessore allo sport

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

FROSINONE – I Carabinieri della Compagnia di Tivoli hannoeseguito nun’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura della Repubblica– Direzione Distrettuale Antimafia, che dispone l’arresto dell’ex Assessore allo sport ed al turismo del Comune di Ferentino Luca Bacchi.

La misura cautelare è corollario del prosieguo delle indagini che lo scorso 7 marzo hanno permesso di far arrestare 5 persone, tra cui un consigliere comunale di Ferentino (FR), indiziati di estorsione aggravata dal metodo mafioso, per aver chiesto una tangente a un imprenditore di Tivoli che si era aggiudicato la gara di ampliamento del cimitero comunale di Ferentino.

In tale contesto è emerso il coinvolgimento anche di un ex assessore del comune ciociaro. In particolare lo stesso si sarebbe accordato con il consigliere arrestato per la divisione della tangente e avrebbe avallato la decisione di rivolgersi a esponenti della criminalità organizzata per indurre l’imprenditore a cedere alla richiesta estorsiva.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Aprile: 2019
L M M G V S D
« Mar    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it