Connect with us

Frosinone

FROSINONE, PAROLA D'ORDINE: TRASPARENZA AMMINISTRATIVA

Clicca e condividi l'articolo

Il concetto di trasparenza viene inteso come accessibilità totale delle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività della pubblica amministrazione

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Redazione

Frosinone – Un’innovazione epocale nella trasparenza e nella gestione amministrativa del Comune. Con l’adozione del programma triennale per la trasparenza e l’integrità il Comune di Frosinone con tutte le sue attività è sempre più vicino ai cittadini.

Il concetto di trasparenza viene inteso come accessibilità totale delle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività della pubblica amministrazione, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche. La trasparenza concorre ad attuare il principio democratico e i principi costituzionali di eguaglianza, di imparzialità, buon andamento, responsabilità, efficacia ed efficienza nell’utilizzo di risorse pubbliche, integrità e lealtà nel servizio alla nazione. Essa è condizione di garanzia delle libertà individuali e collettive, nonché dei diritti civili, politici e sociali, integra il diritto ad una buona amministrazione e concorre alla realizzazione di una amministrazione aperta, al servizio del cittadino. Il principale modo di attuazione di tale disciplina è quindi la pubblicazione nel sito istituzionale di una serie di dati e notizie concernenti l’amministrazione, allo scopo di favorire un rapporto diretto tra l’amministrazione e il cittadino.

Il programma triennale per la trasparenza e l’integrità è pubblicato nel sito internet del Comune all’interno della apposita sezione “Amministrazione trasparente”.

“Questa Amministrazione – spiega il sindaco Nicola Ottaviani – si pone, come obiettivo primario, quello di continuare a rendere conoscibile, da parte dei cittadini e degli utenti, ogni aspetto della vita amministrativa che lo riguarda; tutto questo per favorire forme diffuse di controllo nel rispetto dei principi di buon andamento e imparzialità nell’erogazione dei servizi, a garanzia della legalità e per una pubblica amministrazione orientata al soddisfacimento degli utenti”.

Per garantire un contatto ancor più diretto tra amministrazione e cittadini verrà inoltre organizzato un servizio di gestione dei reclami, in considerazione del fatto che l’Amministrazione è tenuta ad agire tempestivamente a fronte di eventuali segnalazioni. A tal fine nel sito dell’Ente verrà previsto apposito modulo per proporre il reclamo o l’osservazione, da inviare al Protocollo dell’Ente. Quest’ultimo Ufficio provvederà ad indirizzare la segnalazione al Responsabile di Servizio competente per la risposta e a verificare che nel termine di 20 giorni vi sia stato un riscontro. In caso di inerzia lo stesso ufficio Protocollo segnalerà al Dirigente del Settore competente la mancata risposta.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Roccasecca, non gli basta il reddito di cittadinanza e ottengono anche i buoni pasto per l’emergenza Covid: indagati 10 falsi poveri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ROCCASECCA (FR) – Ci sono i primi denunciati per aver percepito illecitamente i buoni pasto da 50 euro e 100 euro, per un totale di 1.850 euro, erogati dal comune di Roccasecca per sostenere le famiglie in difficoltà economica a causa dell’emergenza covid-19.

I Carabinieri della Stazione di Roccasecca hanno avviato i primi accertamenti sulle domande formalizzate e su chi ha ottenuto i bonus. Al momento sono 10 gli indagati, 7 donne e 3 uomini, i quali, già beneficiari del reddito di cittadinanza, hanno fornito informazioni mendaci relative alle proprie condizioni economiche al fine di percepire indebitamente le erogazioni dello Stato. 

Continua a leggere

Cronaca

Sora, cervo in pieno centro salvato dagli uomini della Polizia di Stato

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

SORA (FR) – Questa mattina, gli agenti della Polizia di Stato hanno dovuto prestare soccorso ad un utente alquanto speciale, un giovane esemplare di cervo  rimasto imprigionato nel giardino di un’abitazione del quartiere San Rocco, in pieno centro cittadino.

Il mammifero è apparso da subito fortemente agitato e disorientato, ma gli operatori della Squadra Volante, con pazienza e perizia, sono riusciti a calmarlo impedendo che potesse ferirsi o causare danni a persone o cose. Dopo aver verificato che l’animale fosse in buono stato e privo di ferite, hanno provveduto a liberarlo nel territorio ricadente nel versante laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Continua a leggere

Cronaca

Sora, si accendono i riflettori sullo stadio Tomei per il titolo italiano dei pesi leggeri

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il 28 agosto gli incontri prenderanno il via dalle ore 19.00

SORA (FR) – Sarà la città di Sora ad ospitare venerdì 28 agosto 2020 l’assegnazione del Titolo Italiano Pesi Leggeri di pugilato.

L’evento sportivo, che si terrà presso lo Stadio Tomei, è stato presentato ieri dall’ASD Boxe Sora al Sindaco Roberto De Donatis. Erano presenti l’Assessore allo Sport Daniele Tersigni e il Consigliere Alessandro Mosticone.

Il primo Cittadino ha accolto con grande entusiasmo la notizia dell’evento che trasformerà Sora nel palcoscenico nazionale della grande boxe. Il Sindaco De Donatis ha assicurato ampio supporto alla manifestazione.

Nella giornata del 27 agosto, alle ore 11,  il Comune ospiterà nella Sala Consiliare il rituale della pesatura alla presenza dei soli giornalisti e degli addetti ai lavori. Il 28 agosto gli incontri prenderanno il via presso lo Stadio Tomei dalle ore 19.00.

Continua a leggere

I più letti