Connect with us

Cronaca

Genova, sfollati in piazza: “Basta bugie!”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

GENOVA – “Liberate la Valpolcevera” è lo slogan con cui i commercianti e i cittadini della Valpolcevera, messi in ginocchio dal crollo del ponte Morandi, manifestano per chiedere interventi per far riprendere la ‘vita’ nella zona.

Lo slogan è scritto su uno striscione che apre il corteo. Alla manifestazione, la prima dei cittadini dal giorno del crollo (14 agosto, 43 morti), partecipa anche una delegazione di sfollati. I manifestanti sfileranno nel centro di Genova con tappe davanti alla Regione e alla prefettura.

I commercianti della Valpolcevera si sono radunati in piazza Caricamento, al Porto Antico.

Gli abitanti della Valpolcevera chiedono con altri striscioni la riapertura delle strade, il potenziamento dei servizi sanitari e la difesa del lavoro. “Oltre il ponte c’e la voglia di ripartire ed avere risposte concrete” dicono dal megafono gli organizzatori. mentre uno dei cori è: “Bucci aprici le strade”. Una delegazione di abitanti e di sfollati ha incontrato il governatore e commissario all’emergenza Giovanni Toti e del sindaco-commissario alla ricostruzione Marco Bucci. Toti e Bucci sono arrivati dalla Prefettura dove hanno incontrato il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli e la commissaria europea Violeta Bulc, che ora si sono diretti per un sopralluogo sotto il ponte Morandi. All’arrivo dei commissari i manifestanti, in attesa da circa un’ora in piazza De Ferrari hanno urlato “Risposte, Risposte”. “Se non le avremo tra un mese siamo pronti a tornare in piazza e a bloccare la città”. Il sindaco ha provato a tranquillizzarli: “Gli sfollati sono la nostra priorità numero uno, il nostro obiettivo è farli tornare nelle loro case al più presto per recuperare i loro oggetti personali, ma la nostra attenzione è per tutta la Valpolcevera”. Ma oggi è dilagante il malumore tra i cittadini: “Molte delle aspettative che avevamo sono rimaste deluse ma più che per la cattiva volontà si è percepita una forma di impotenza rispetto a quello che è il divenire della situazione, per i tempi della giustizia, delle procedure”, dicono.

E la Commissaria europea Violeta Bulc oggi è a Genova con il ministro per le infrastrutture Danilo Toninelli: “Sono qui per onorare la memoria delle vittime – ha detto Bulc -, per un tributo alle famiglie che hanno sofferto per questa grande tragedia e per offrire l’aiuto dell’Europa”.

Il decreto Genova “sarà migliorato. Non contestatelo perchè non solo è scritto col cuore ma anche con una tecnica giuridica così elevata che permetterà al commissario Bucci di lavorare bene senza preoccuparsi dei ricorsi”, ha detto il ministro Danilo Toninelli. “Questa è l’Europa che ci piace, che ascolta le necessità e i bisogni del territorio. Apprezziamo la vicinanza della Ue e sono contento che la Commissaria Bulc abbia approvato l’agenzia per la sicurezza delle Infrastrutture voluta da questo Governo”, ha detto ancora Toninelli.”Ho ricevuto ottime rassicurazioni dalla commissaria”, ha detto il sindaco commissario alla ricostruzione Marco Bucci.

Il ministro Toninelli ha anche incontrato una delegazione di sfollati. “Al ministro abbiamo detto: non raccontateci musse, ovvero non raccontateci bugie. La città non ha necessità di bugie. Vogliamo impegni seri, concreti, fattibili. Il ministro si è detto disponibile a intervenire pesantemente per modificare il decreto sia nella parte legislativa-normativa sia in quella degli indennizzi. Lo verificheremo, oggi noi non applaudiamo nessuno”.

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Cronaca

Palermo, scoperto bazar della droga in via Cipressi: arrestato un 21enne già noto alle forze dell’ordine

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

PALERMO – I Carabinieri della Stazione Centro, durante un servizio antidroga, hanno arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, S.M. 21enne palermitano già noto alle forze dell’ordine.

I militari hanno notato il giovane intrufolarsi all’interno di una palazzina semi-abbandonata in via Cipressi e insospettiti lo hanno raggiunto trovandolo in possesso di 20 dosi tra eroina, crack, hashish e marijuana appena prelevate da un anfratto.

Nel corso della perquisizione i Carabinieri, grazie al supporto dei cani, rinvenivano altri 40 grammi di marijuana e 21 grammi di hashish già ripartiti in dosi, oltre a 440 euro frutto dell’illecita attività.

L’arrestato, su disposizione dell’autorità giudiziaria è stato tradotto presso la propria abitazione, in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida; sullo stupefacente sottoposto a sequestro, i Carabinieri del L.A.S.S. del Comando Provinciale eseguiranno le rituali analisi.

Continua a leggere

Cronaca

Milano e Reggio Calabria, ndrangheta e traffico di droga: 17 arresti per i Corsico – Buccinasco

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Operazione nelle province di Milano (MI) e Reggio Calabria (RC) dove i Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Corsico, supportati dai comandi territorialmente competenti,hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, nei confronti di n. 17 persone (n. 10 in carcere, n. 5 arresti domiciliari, n. 2 obbligo di presentazione alla PG ), ritenuti responsabili di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti (Art. 73-74 D.P.R. 309/90), detenzione e porto di armi clandestine, inoltre a due degli indagati è stata contestata l’aggravante del metodo mafioso (art 416bis C.P.) per avere commesso il fatto al fine di agevolare l’attività dell’associazione mafiosa nota come ‘ndrangheta, nella sua articolazione territoriale della locale di Corsico -Buccinasco.

L’indagine avviata nel settembre 2018 e coordinata dalla DDA di Milano rappresenta la prosecuzione dell’operazione denominata “Quadrato”, conclusa nell’ottobre del 2018. La presente indagine ha consentito di individuare e disarticolare un sodalizio criminale dedito al traffico di ingenti quantitativi di stupefacenti, prevalentemente cocaina e marijuana, operante nel sud-ovest della provincia di Milano.

L’impianto accusatorio è stato altresì suffragato dalle dichiarazioni rese da un collaboratore di giustizia, opportunamente riscontrate durante le investigazioni, utili ad individuare taluni indagati con il ruolo di promotori affiliati alla nota ‘ndrina “BARBARO-PAPALIA” di Platì, attivi nella gestione delle piazze di spaccio nei quartieri di edilizia popolare di Corsico e Cesano Boscone dove da sempre si registra l’egemonia della locale di Corsico – Buccinasco.

Continua a leggere

Cronaca

Notte in spiaggia a Riccione: annega una ragazza di 17 anni

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Finisce in tragedia una notte di festa di un gruppo di quattro amici che da Torino stavano trascorrendo una vacanza in Riviera per festeggiare i loro compleanni. Una ragazza di 17 anni, Merrsia Nunes de Olivera, ha perso la vita, annegata durante un bagno all’alba con il resto della comitiva. I ragazzi, due coppie, che avevano affittato una casa a Rimini, hanno trascorso una notte di festa a Riccione, come hanno riferito a Capitaneria di Porto e carabinieri, senza bere alcol o assumere droghe. A fine serata però, incuranti del forte vento e del mare agitato, hanno deciso di fare il bagno. Disposta l’autopsia sul corpo della giovane.

Per la costa romagnola è stato un sabato nero. Oltre alla tragedia di Merssia, in riviera sono stati diversi gli intereventi di soccorso a bagnanti dovuti al mare agitato e al forte vento. A Riccione un ragazzo di 19 anni è stato soccorso dopo aver accusato un malore mentre faceva un bagno al mare. Portato in riva era privo di sensi ed è ricoverato in rianimazione all’ospedale di Rimini in condizioni critiche. Nel Ravennate a Lido di Classe un ragazzo di 28 anni è morto dopo una nuotata.

Continua a leggere

I più letti