Connect with us

Roma

GENZANO, CENTRODESTRA: FABIO PAPALIA È IL CANDIDATO SINDACO

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 2 minuti Melaranci: "Papalia è l'uomo giusto per risollevare Genzano dalle sabbie mobili in cui è impantanata"

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

Red. Politica
Genzano (RM)
– Fabio Papalia è il candidato a sindaco di centrodestra nella prossima tornata elettorale a Genzano di Roma che vedrà rinnovarsi l'asset del  governo cittadino. E mentre si attende la presentazione ufficiale delle tre liste a sostegno del candidato sindaco di centrodestra, fissata per sabato 30 aprile, alle ore 17 presso l'Auditorium dell'Infiorata, arriva, direttamente dall'avvocato Arnaldo Melaranci, l'investitura per Fabio Papalia nella corsa alla poltrona di primo cittadino di Genzano.

Nessun dubbio per Melaranci, che possa e debba essere proprio Fabio Papalia a guidare lo schieramento rappresentato dalle tre liste civiche. "Papalia è l'uomo giusto per risollevare Genzano dalle sabbie mobili in cui è impantanata. – Afferma Melaranci – Non è più una questione di destra o sinistra – prosegue l'avvocato – che guiderà la Lista Civica 'Genzano Risorge', quanto di gente di buona volontà, che ami Genzano e faccia proposte serie e concrete per migliorarne la qualità della vita. In tal senso – aggiunge Melaranci – Fabio Papalia è l'interprete migliore di una politica di rinnovamento che si basa su valori puri e sulle qualità di chi, pur se ancora giovane, ha già dimostrato di essere più che rodato, essendo stato di gran lunga il consigliere comunale più attivo durante l'intera consiliatura. Negli ultimi 5 anni, e nessuno può negare che non sia stato così, Fabio ha dimostrato il suo attivismo, la sua capacità di far proposte sensate e costruttive, e la sua puntualità nel presentare osservazioni o porre in rilievo aspetti che a tanti altri erano sfuggiti. Un Papalia – ribadisce il noto legale di Genzano  Arnaldo Melaranci – che fa proposte e non si limita a proteste demagogiche. Chi lo vede come un giovane, pensando che questo possa essere un limite, vada a controllare cosa ha fatto in questi anni. Lui, e solo lui, può rappresentare il rinnovamento, anche in termini di capacità amministrativa, visto che finora abbiamo assistito ad una gestione disastrosa, in cui negli ultimi 15 anni si sono alternati sempre gli stessi personaggi, gli stessi che abbiamo ritrovato uno accanto all'altro, nella rosa dei candidati alle Primarie. Proprio per spezzare questo filo Papalia ha in questi anni messo il dito nelle varie piaghe che hanno creato gli amministratori che si sono susseguiti alla guida di Genzano, portando all'attenzione generale diversi argomenti che sarebbero rimasti nella pentola, col coperchio sigillato, a partire dal teatro comunale, per arrivare allo scandalo dell'Assoservizi, sino alla questione dei chioschi comunali e all'empasse sul PalaCesaroni". "Al suo fianco – evidenzia Melaranci, incoronando il collega consigliere – abbiamo portato avanti tante battaglie, talmente giuste che le rifarei tutte, ma non più dall'opposizione, ma in seno all'Amministrazione che cambierà, in meglio, la nostra Genzano. A fronte di sindaci che hanno peccato molto sul versante della gestione dei rapporti umani, rimarco con orgoglio che Fabio Papalia – conclude Arnaldo Melaranci – rappresenta il vero rinnovamento e sarò orgogliosissimo di impegnarmi insieme a lui, combattendo nuovamente in prima linea per il bene di Genzano". L'appuntamento, a questo punto, è proprio per sabato 30 aprile, presso l'Auditorium dell'Infiorata, quando si toglieranno i veli sulle tre liste a sostegno della candidatura di Fabio Papalia a sindaco di Genzano".

 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Castelli Romani

Rocca di Papa, con il sesto titolo di fila per ‘l’aussie’ Boyd Exell e il successo dell’Olanda si chiude il Mondiale di attacchi ai Pratoni del Vivaro

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
Con il successo dell’australiano Boyd Exell, al suo sesto titolo consecutivo, e dell’Olanda nella gara a squadre, cala il sipario sui FEI World Championships di attacchi ai Pratoni del Vivaro. Si concludono così le due settimane di rassegna iridata che hanno caratterizzato  l’inizio di una nuova era per l’impianto equestre di Rocca di Papa – Pratoni del Vivaro.
 
La scommessa della Federazione Italiana Sport Equestri di riqualificare il sito e riproporne il fascino sulla scena internazionale può dirsi vinta. Oltre 51 mila presenze, provenienti da tutto il Mondo, hanno reso onore ad otto giorni di grande sport e ad una cornice ambientale di prim’ordine.
 
“È stato un successo – dice un entusiasta Marco Di Paola, Presidente della Federazione Italiana Sport Equestri -. Abbiamo vissuto due settimane in cui sia il concorso completo che gli attacchi hanno offerto uno straordinario spettacolo sportivo. A goderne è stato un pubblico numeroso di appassionati, tra cui la massima autorità sportiva mondiale, il Presidente del CIO, Thomas Bach, che ha vissuto la giornata del cross country di sabato scorso (che ha fatto registrare il numero record di oltre 22mila presenze, ndr). Siamo soddisfatti soprattutto perché questo Mondiale segna la nuova vita del centro equestre dei Pratoni del Vivaro che, grazie alla sinergia istituzionale con il comune di Rocca di Papa e con la Regione Lazio, è tornato ad essere punto di riferimento degli sport equestri in Italia e nel Mondo e che adesso proseguirà ad ospitare eventi di primo piano ma anche ad accogliere attività di formazione relativa agli sport equestri”.
 
“Il futuro appartiene a questo luogo – è il commento di Diego Nepi Molineris, Direttore Generale di Sport e Salute che, insieme con Fise, ha condiviso la vision e vissuto l’evento iridato -. I Pratoni del Vivaro tornano ad essere la casa degli sport equestri. Continueremo a supportare la FISE nel far vivere ancora di più questo luogo, dove sport e natura si fondono e producono magia e fascino”.
 
Le due settimane di sport hanno rappresentato poi un’ottima vetrina per tutto il territorio dei Castelli romani, grazie anche al “villaggio del gusto” proposto da Coldiretti, ribadendo la valenza in termini economici, turistici e di promozione determinata dall’organizzazione di grandi eventi sportivi.
 
 
 

Continua a leggere

Cronaca

Roma, sicurezza pubblica: proseguono i controlli interforze su Piazza Vittorio Emanuele II e strade limitrofe

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
ROMA – Dalle prime ore del pomeriggio di ieri sono state effettuate ulteriori operazioni straordinarie interforze ad “Alto Impatto” nell’area di Piazza Vittorio Emanuele II, da parte dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale Roma Capitale, seguendo le indicazioni emerse in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e sulla base della pianificazione effettuata in sede di Tavolo Tecnico in Questura.
 
L’area interessata al servizio è stata quella dell’importante snodo stradale e commerciale di piazza Vittorio Emanuele II, incluse le vie che da questa si diramano all’interno del quartiere Esquilino, con particolare attenzione al parco “Giardini Calipari”.
 
L’aumento della sicurezza della zona è l’obiettivo di questa attività continuativa e capillare, sia in termini effettivi che di percezione, da parte dei cittadini, dei lavoratori e dei turisti che numerosi affollano, quotidianamente, l’area multiculturale per eccellenza della nostra città.
 
Il servizio è stato realizzato per intensificare i controlli sul territorio e per fronteggiare situazioni di degrado urbano, focalizzando l’attenzione su obiettivi precisi, già evidenziati e monitorati nel corso dei continui servizi ordinari e straordinari, posti in atto nel medesimo territorio ormai da mesi.
 
Al fianco di attività dirette al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, anche quelle rivolte a verificare la presenza di cittadini stranieri inadempienti alla normativa sull’immigrazione, oltre ai controlli amministrativi degli esercizi commerciali e delle strutture ricettive.
 
I controlli hanno prodotto i seguenti risultati:
 
118 persone controllate di cui 42 stranieri e 15 pregiudicati, sono stati effettuati 7 posti di controlli, 48 i veicoli controllati e 41 le sanzioni al Codice della Strada. Sono stati, inoltre, controllati 24 esercizi pubblici controllati e 1 negozio di alimentari e 4 strutture ricettive sono stati sanzionati amministrativamente e penalmente.
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Continua a leggere

Castelli Romani

Pratoni 2022, da Bridgerton a Rocca di Papa un viaggio nel tempo tra sport ed eleganza

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print
ROCCA DI PAPA (RM) – L’affresco, magnifico, è lo stesso della settimana scorsa. Tra gli alberi e le colline dei Pratoni del Vivaro, a due passi da Rocca di Papa, dove sono partiti oggi i Fei World Championships della disciplina degli Attacchi che termineranno domenica prossima, l’atmosfera però è decisamente cambiata. L’impressione è quella di immergersi in un’epoca lontana, vivere in una serie Tv in cui i protagonisti sono gli stessi di Bridgerton o Downton Abbey. In questa disciplina infatti il cavallo non viene montato, ma “attaccato” alla carrozza (attacchi singoli, pariglie o tiri a quattro). Oggi e domani andrà in scena il dressage, sabato sarà invece la volta della maratona, la prova più spettacolare delle tre in programma nella quale gli attacchi (carrozze più cavalli) dovranno eseguire un percorso nel quale verranno messe alla prova velocità e resistenza attraverso una serie di ostacoli e veri e propri labirinti. Domenica invece si terrà l’ultimo atto con i coni: nell’arena gli attacchi dovranno effettuare uno slalom all’interno di venti coppie di coni che avranno una palla in equilibrio sulla parte più alta che non deve essere fatta cadere pur completando il tracciato nel minor tempo possibile. A rendere ancora più unico lo spettacolo di questi mondiali sono le divise caratteristiche indossate dai cavalieri. Un abbigliamento piuttosto inusuale che regala grande fascino alla manifestazione grazie agli immancabili cappelli a cilindro, gli abiti di gara elegantissimi e le “coperte” ton sur ton abbinate. La polvere alzata dalle carrozze rimanda ai fasti del tempi passati e riporta alla mente epoche ormai tramontate. Terminato l’esercizio sembra quasi di vedere sparire queste carrozze, pronte a tornare indietro nel tempo per riappropriarsi dell’epoca che appartiene loro, un tempo fatto di galanteria, eleganza e buone maniere. Le stesse di una serie tv.
 
 
 
 
 
 
 

Continua a leggere

I più letti