Connect with us

Roma

GENZANO: DEBITI FUORI BILANCIO, IMU E TARES SOTTO L'ALBERO DI NATALE

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti "Debiti fuori bilancio; dal 2012 siamo a quota 135 mila euro."

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Redazione

Genzano (RM) – In una nota il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Fabio Papalia, fa il punto su quanto accaduto al consiglio comunale che si è svolto il 27 Novembre. “Diverse le questioni affrontate nel consiglio del 27; molto importante la situazione dei debiti fuori bilancio e la salvaguardia degli equilibri di bilancio con le rispettive discussioni. Il consiglio, a distanza di un anno, è stato chiamato a riconoscere, ancora una volta, debiti fuori bilancio; dal 2012 siamo a quota 135 mila euro.

In quest’occasione il debito maturato deriva da sentenze di risarcimento riguardanti il periodo in cui il Comune era coperto dall’assicurazione Faro, fallita nel 2011. Ora sono arrivate le sentenze per i risarcimenti degli infortuni e il Comune che nel tempo non ha stanziato nessuna copertura in merito per prevenire queste evenienze ha, quindi, adottato la strategia dei debiti fuori bilancio. Alle nostre osservazioni il sindaco ha risposto che le sentenze si possono vincere e perdere, quindi era impossibile prevedere e stanziare somme in merito.

Purtroppo non considerava il fatto che si trattava di richieste di risarcimento dove il Comune aveva oggettivamente torto; spesso causate dalla scarsa manutenzione del manto stradale oggetto di numerosissime segnalazione da parte nostra e da parte dei cittadini. Probabilmente con una corretta manutenzione si sarebbero potuti evitare numerosi incidenti e infortuni; forse questo è un dettaglio che fa comodo non considerare.  Altra nota dolente è quella riguardante i tagli; risulta un pesante mancato incasso dai parcheggi a pagamento. Da mesi affrontiamo questa problematica e richiediamo alla giunta di predisporre un serio piano parcheggi, ma purtroppo ad oggi tutto tace.

In questo consiglio si attendeva una risposta in merito alla proposta, che avevo presentato il 12 novembre, per l’esenzione dal pagamento della Tarsu e dell’Imu sulle case concesse in comodato a parenti di primo grado. L’assessore al bilancio, Romagnoli, ha praticamente non risposto.
Ha elencato una serie di procedure che il comune avrebbe dovuto mettere in atto per l’adozione di tale proposta (prevista dalla legge 124/2013). Procedure che, per il bene dei cittadini,
un’amministrazione comunale attenta ed efficiente avrebbe affrontato senza perdere altro tempo.

Invece siamo arrivati a ridosso della scadenza,prevista per il 30 Novembre, e l’assessore al bilancio non è stato in grado di rispondere perché neanche conosceva la legge in oggetto. Comportamento gravissimo e irrispettoso nei confronti dei cittadini genzanesi; la proposta era  nel suo ufficio dal 12 novembre e non ha avuto neanche l’accortezza di approfondirla e informarsi.

Sono diversi i comuni che si stanno impegnando per adottare tale “manovra” ma purtroppo a Genzano non è stata recepita. Ennesima dimostrazione dell’incapacità di dare una risposta concreta ai cittadini. La speranza è che almeno per quest’anno la giunta decida di dimezzare i costi per luminarie e addobbi natalizi e di destinare tale fondi agli indigenti e famiglie in difficoltà”.

LEGGI ANCHE:


 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Canale Monterano, salvo il fico del Marchese del Grillo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

La pianta secolare dopo essere parzialmente crollata era rimasta gravemente danneggiata

CANALE MONTERANO (RM) – Salvo il fico centenario, rimasto danneggiato per cause naturali la scorsa settimana, meglio conosciuto come fico “di Don Bastiano”, presso il Convento di San Bonaventura a Monterano. Una vera e propria “icona” monteranese celebre, anche, grazie al film ‘Il marchese del Grillo’.

La pianta, situata all’interno del convento di San Bonaventura a Monterano nei giorni scorsi è crollata. Il grosso fico durante la notte tra il 25 e il 26 giugno ha subito il distaccamento di parte del tronco e dei rami ad esso collegati.

L’amministrazione comunale di Canale Monterano insieme alla Riserva si sono attivati immediatamente facendo rimuovere le parti schiantate o spezzate e facendo operare una potatura specifica delle parti sopravvissute. Così, grazie alle cure operate secondo le indicazioni prescritte dal tecnico forestale della Riserva Naturale, Dott. Fabio Scarfò, la pianta è stata salvata e ora gode nuovamente di un aspetto sano e bello.

“Vogliamo ringraziare la competente Soprintendenza per il supporto fornito dall’Assistente di zona Sig. Luigi Vittorini – commenta il Direttore della Riserva Naturale Regionale Monterano, Fernando Cappelli – e l’Azienda Agricola Camilletti Cesare, affidataria del servizio, per l’attenzione e la cura nei dettagli dimostrata nell’attuazione dell’intervento.”

“Incrociamo le dita – aggiungono il Sindaco di Canale Monterano, Alessandro Bettarelli e il Consigliere delegato alla Riserva Giovanni D’Aiuto – ma sembra che il peggio sia passato. L’augurio è di vedere il fico di San Bonaventura presidiare con la sua maestosa vecchiaia la navata di San Bonaventura per almeno altri cent’anni”.

Continua a leggere

Metropoli

Anguillara, si ribalta betoniera: un ferito

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Traffico in tilt sulla Braccianese all’altezza di Anguillara Sabazia a causa di autobetoniera che si è rivaltata al km 12. Sul posto è intervenuta la squadra VVF di Bracciamo con l’ausilio dell’ autogru. Nessun altro mezzo è stato coinvolto, le cause dell’accaduto al momento restano imprecisate; è stato necessario l’intervento dei soccorritori VVf affinchè la persona venisse estratta viva ed ancora cosciente dalla cabine del mezzo industriale .La stessa è stata affidato al personale del 118 e trasportata al pronto soccorso.

Continua a leggere

Roma

Roma, piazza Venezia: non si fermano all’alt dei Carabinieri e vanno a sbattere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

ROMA – Due ragazzi 19enni romani, a bordo di una moto, non si sono fermati all’alt di una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina, questa notte, in piazza Venezia e si sono dati alla fuga, fino a raggiungere il Lungotevere Tor di Nona, dove hanno perso il controllo scivolando a terra, per fortuna senza farsi male.

Il conducente del veicolo è stato sottoposto a test con etilometro dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, poiché in evidente stato di ubriachezza, risultando positivo all’esame, con tasso superiore al limite di legge per cui la patente gli è stata ritirata. Entrambi dovranno rispondere anche dell’accusa di resistenza a pubblico ufficiale.

Continua a leggere

I più letti