Connect with us

Roma

GENZANO ELEZIONI: FLAVIO GABBARINI SNOCCIOLA I NUMERI SULLA SCUOLA

Clicca e condividi l'articolo

Tempo di lettura 3 minuti Oltre 1 milione di euro per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 3 minuti
image_pdfimage_print

Red. Politica
Genzano (RM)
– “Per l’istruzione e formazione l’amministrazione di Genzano guidata da Flavio Gabbarini ha investito molto. Con le scuole di Genzano è stato instaurata una collaborazione proficua e l’amministrazione, grazie ai fondi stanziati in bilancio in questi cinque anni  e ai bandi ai quali ha partecipato, ha potuto investire sulla manutenzione dei plessi e sui progetti formativi in orario scolastico ed extra scolastico”, Così in una nota il sindaco uscente di Genzano Flavio Gabbarini, che si candida per il secondo mandato alle imminenti amministrative sostenuto da un’ampia coalizione di centrosinistra e di sinistra, che evidenzia il fatto di come in questa prima legislatura si sia puntato molto sull’istruzione.

Flavio Gabbarini specifica il fatto che la Regione Lazio ha stanziato quasi 400 mila euro per la ristrutturazione della scuola elementare e materna De Amicis per la quale sono stati messi in cantiere interventi sui servizi igienici, impianti elettrici e termici, gli infissi, i solai, i cordoli e le facciate esterne e che per la scuola Landi, il Comune di Genzano ha partecipato all’avviso della Regione per la costruzione di scuole innovative, classificandosi tra i comuni che potranno accedere ai fondi con un progetto di  3.720.000,00 euro che prevede il completo rifacimento dell’edificio.

“Seppur in una situazione di ristrettezza economica che accomuna gli oltre ottomila Comuni d’Italia – spiega Gabbarini  – dunque, l’Amministrazione comunale di Genzano ha investito sulle scuole, Oltre 1 milione di euro per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Per la scuola media Garibaldi, ad esempio, sono stati spesi 413.890 euro, per l’asilo nido di via Tevere 183.000 euro, 83.347 euro sono stati invece investiti per la scuola elementare Pascoli e 25.540 euro per la scuola Truzzi. Questi – ha proseguito il primo cittadino – sono solo degli esempi ai quali vanno poi sommati tutti gli interventi di verifica e manutenzione che vengono eseguiti ogni anno con regolarità in tutti i plessi scolastici sugli impianti elettrici, idraulici e termici, sugli impianti antincendio e sugli elevatori, oltre alle ordinarie disinfestazioni e derattizzazioni, interventi che nel solo 2014 hanno inciso ad esempio per 95.551 euro”. Inoltre, presso i locali della scuola “Giovanni Pascoli” di Genzano è stata installata una postazione salvavita, donata all’istituto dall’Associazione Trenta Ore per la Vita – Onlus grazie alla campagna di raccolta fondi promossa dalla stessa associazione in collaborazione con la Croce Rossa Italiana. Ma ci sono stati anche molti piccoli interventi volti all’attenzione ludica dei piccoli, ad esempio nella scuola dell’infanzia “Gianni Rodari” tre nuovi giochi per i bambini: una villa, una gallina e un pony a molla donati al Comune di Genzano dall’Aurora Music Rock, grazie ad una parte del ricavato della manifestazione Rock per un bambino 6. E’ stato inoltre avviato dall’Amministrazione in collaborazione con Energia Plus Roma e Bcc “G. Toniolo”, un progetto che mira a razionalizzare l’utilizzo dell’energia negli edifici pubblici al fine di ridurre i consumi in bolletta. L’Amministrazione comunale di Genzano si è infatti impegnata ad intraprendere una serie di iniziative virtuose in ambito ambientale, iniziative che si inseriscono pienamente all’interno delle recenti evoluzioni legislative in materia di “Semplificazioni” e “Spending Review”.

Non ultima l’adesione, con altre 3mila città europee, al Patto dei Sindaci, un’iniziativa intrapresa per promuovere la sostenibilità ambientale che si pone l’obiettivo, tra gli altri, di ridurre del 20% entro il 2020 le emissioni di CO2, il gas che contribuisce ad aumentare l’effetto serra e il riscaldamento terrestre. E così, su questa strada, il Comune di Genzano ha avviato il progetto di cooperazione con EsCo Energia Plus Roma che si è occupata di determinare le prestazioni energetiche del sistema edificio-impianti individuando i relativi interventi di miglioramento, il tutto pesato in base ad un valido intervento costi-benefici.

Gabbarini ha inteso snocciolare anche tutti gli interventi che hanno riguardato la formazione, l’istruzione e la cultura dei ragazzi: “Lo scrittore inglese Lubbock  ha scritto: ‘La cosa importante non è tanto che ad ogni bambino debba essere insegnato, quanto che ad ogni bambino debba essere dato il desiderio di imparare’ – conclude Gabbarini – ecco, io penso che il desiderio di imparare vada stimolato e che il Comune ha il dovere di essere presente affinché questa condizione si realizzi pienamente”

 

Continua a leggere
Commenta l'articolo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Metropoli

Canale Monterano, salvo il fico del Marchese del Grillo

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura 2 minuti
image_pdfimage_print

La pianta secolare dopo essere parzialmente crollata era rimasta gravemente danneggiata

CANALE MONTERANO (RM) – Salvo il fico centenario, rimasto danneggiato per cause naturali la scorsa settimana, meglio conosciuto come fico “di Don Bastiano”, presso il Convento di San Bonaventura a Monterano. Una vera e propria “icona” monteranese celebre, anche, grazie al film ‘Il marchese del Grillo’.

La pianta, situata all’interno del convento di San Bonaventura a Monterano nei giorni scorsi è crollata. Il grosso fico durante la notte tra il 25 e il 26 giugno ha subito il distaccamento di parte del tronco e dei rami ad esso collegati.

L’amministrazione comunale di Canale Monterano insieme alla Riserva si sono attivati immediatamente facendo rimuovere le parti schiantate o spezzate e facendo operare una potatura specifica delle parti sopravvissute. Così, grazie alle cure operate secondo le indicazioni prescritte dal tecnico forestale della Riserva Naturale, Dott. Fabio Scarfò, la pianta è stata salvata e ora gode nuovamente di un aspetto sano e bello.

“Vogliamo ringraziare la competente Soprintendenza per il supporto fornito dall’Assistente di zona Sig. Luigi Vittorini – commenta il Direttore della Riserva Naturale Regionale Monterano, Fernando Cappelli – e l’Azienda Agricola Camilletti Cesare, affidataria del servizio, per l’attenzione e la cura nei dettagli dimostrata nell’attuazione dell’intervento.”

“Incrociamo le dita – aggiungono il Sindaco di Canale Monterano, Alessandro Bettarelli e il Consigliere delegato alla Riserva Giovanni D’Aiuto – ma sembra che il peggio sia passato. L’augurio è di vedere il fico di San Bonaventura presidiare con la sua maestosa vecchiaia la navata di San Bonaventura per almeno altri cent’anni”.

Continua a leggere

Metropoli

Anguillara, si ribalta betoniera: un ferito

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

Traffico in tilt sulla Braccianese all’altezza di Anguillara Sabazia a causa di autobetoniera che si è rivaltata al km 12. Sul posto è intervenuta la squadra VVF di Bracciamo con l’ausilio dell’ autogru. Nessun altro mezzo è stato coinvolto, le cause dell’accaduto al momento restano imprecisate; è stato necessario l’intervento dei soccorritori VVf affinchè la persona venisse estratta viva ed ancora cosciente dalla cabine del mezzo industriale .La stessa è stata affidato al personale del 118 e trasportata al pronto soccorso.

Continua a leggere

Roma

Roma, piazza Venezia: non si fermano all’alt dei Carabinieri e vanno a sbattere

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
Tempo di lettura < 1 minuto
image_pdfimage_print

ROMA – Due ragazzi 19enni romani, a bordo di una moto, non si sono fermati all’alt di una pattuglia dei Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina, questa notte, in piazza Venezia e si sono dati alla fuga, fino a raggiungere il Lungotevere Tor di Nona, dove hanno perso il controllo scivolando a terra, per fortuna senza farsi male.

Il conducente del veicolo è stato sottoposto a test con etilometro dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, poiché in evidente stato di ubriachezza, risultando positivo all’esame, con tasso superiore al limite di legge per cui la patente gli è stata ritirata. Entrambi dovranno rispondere anche dell’accusa di resistenza a pubblico ufficiale.

Continua a leggere

I più letti