Connect with us

Castelli Romani

Genzano, Lorenzon punta sul mercato coperto

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

La Giunta Lorenzon oggi ha approvato un’importante delibera per la valorizzazione del mercato coperto di Genzano di Roma in piazza della Repubblica.

L’indirizzo assunto dall’Amministrazione prevede il supporto alla vendita diretta degli agricoltori del territorio, per la promozione dei prodotti agricoli ed alimentari di provenienza locale fermo restando la priorità per gli operatori già insediati. Si intende altresì incentivare l’apertura domenicale e festiva, in occasione di eventi organizzati dal Comune così da vitalizzare tutta l’area promuovendo nel sito anche specifiche manifestazioni e attività culturali, didattiche e dimostrative.

Gli aspetti operativi dell’iniziativa saranno definiti con un processo partecipativo con le organizzazioni agricole e le imprese di possibile interesse ai fini di addivenire ad un apposito disciplinare e all’aggiornamento del regolamento attuale.

L’iniziativa assunta dalla Giunta attua così le linee programmatiche di mandato dell’Amministrazione comunale per la valorizzazione delle attività produttive locali nell’ambito di un disegno complessivo volto allo sviluppo sostenibile del territorio.

Commenti

Castelli Romani

Roma, un bagno di folla per Matteo Salvini a Palazzo dei Congressi

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Anche le delegazioni di Albano Laziale e Velletri presenti per il “Capitano”

ROMA – Oltre le aspettative. Migliaia di persone hanno partecipato a Palazzo dei Congressi a Roma per l’evento “Roma torna Capitale” organizzato dalla Lega.

Tantissimi Romani e anche le delegazioni di Albano Laziale e Velletri le due importanti città dei Castelli Romani.

In prima fila il candidato sindaco di Albano Laziale Matteo Mauro Orciuoli che ha scambiato una stretta di mano e due chiacchiere veloci con Matteo Salvini prima che il leader della Lega iniziasse l’evento. Calorosa l’accoglienza di Claudio Durigon per Orciuoli, Tony Bruognolo e gli altri della squadra.

Durigon, ex sottosegretario al Lavoro e padrone di casa, galvanizza la folla

«Possiamo farcela, ce la faremo. Roma si merita di più, serve una visione d’insieme. La Raggi diceva che il vento era cambiato: sì quell’odore dei rifiuti che perseguita la città».

“La gente che vedo qui, ci dice che noi vinceremo, è solo una questione di tempo. Lo dico sottovoce, non siete dei romani normali, ci sono 20 gradi la gente è in spiaggia o a villa Borghese, si sta rilassando, mezza città aspetta la partita di stasera”, comincia Matteo Salvini. E aggiunge: “Sono orgoglioso di voi che siete la Roma vera”.

“Perché non processano la Raggi per sequestro di passeggeri, visto quello che sta facendo con la metro Barberini a Roma dove le persone possono solo uscire e non entrare”.

Salvini dal palco rivela che prima dell’iniziativa ha incontrato il biancoazzurro Lotito: “Ho bevuto un caffè col presidente (della Lazio) Lotito prima di entrare, gli ho detto che preferisco perdere sul campo ma mandare a casa il presidente del Consiglio Conte”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, parlando al palazzo dei Congressi dell’Eur a Roma. Brucia ancora la sconfitta del Milan nel recente derby della Madonnina. Ma il leader della Lega non perde di vista il centro della sua azione. E la partita da vincere resta sempre quella del governo e del ko al premier Giuseppe Conte.

Poi, è stata la volta del tema Europa

“Lavoriamo per cambiare l’Europa da dentro, ma per noi vengono prima gli italiani. Io sono ottimista e credo che tornati al governo, riusciremo a cambiarla. Se L’Europa non cambierà, decreta la sua morte. Se continueremo a prendere schiaffoni, ne trarremo le conseguenze”. Un ragionamento che tiene insieme la voglia di Italexit con un approccio più realista. E rispetto alle presunte divergenze con il suo vice,Salvini, dice: ” Con Giorgetti vado d’amore e d’accordo”. Diciamo le stesse cose da anni. Se l’Unione europea ci impedirà di aiutare lavoratori e imprese, ne trarremo conseguenze”.

Salvini respinge anche le voci di un coinvolgimento della Lega in un governo istituzionale che dovrebbe portare il paese al voto anticipato: “Tutto ciò che può portare a elezioni mi interessa, tirare a campare no”. dice Salvini – “Penso che il 99% degli italiani abbiano capito che questo governo è unito dall’odio per Salvini e dal non voler mollare le poltrone. Non vanno avanti troppo”.

Matteo Salvini condanna anche le presunte manovre di Giuseppe Conte per allargare il perimetro della maggioranza, neutralizzzando il peso dei renziani al Senato. “In Parlamento c’è qualcuno che per tirare a campare, venderebbe anche la madre. – dice l’ex ministro dell’Interno – . L’economia italiana è ultima. Al posto di pensare a comprare senatori, dovrebbero pensare a questo”. “Passano le giornate a litigare fra Conte, Renzi, Di Maio e Zingaretti, c’è Conte che va al Quirinale a chiedere aiuto. E’ imbarazzante. E’ una situazione imbarazzante. Noi ci stiamo preparando”, aggiunge.

Si chiude sulle note di “Un estate italiana” di Gianna Nannini e “Vespa 50” dei Lunapop e gli immancabili selfie con Matteo Salvini la manifestazione romana della Lega al Palazzo dei Congressi.

Continua a leggere

Castelli Romani

Grottaferrata, convegno sulla viabilità dei Castelli Romani: entro il 2020 il progetto definitivo della complanare

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

GROTTAFERRATA (RM) – Questa mattina alle 10, l’aula consiliare di Palazzo Consoli di Grottaferrata ha ospitato una conferenza sul tema della viabilità nei Castelli Romani ed in particolare sulla complanare Pratone.

Quest’ultima già progettata nel 1999 e corretta nel 2001 non ha mai visto la luce a causa dell’impasse delle scorse amministrazioni del Comune di Grottaferrata che non sarebbero riuscite a investire i soldi provenienti, allora, dalla Regione Lazio.

La Complanare risulta essere un’opera strategica per la mobilità dei Castelli Romani: collegherebbe la parte superiore di Squarciarelli con Valle Marciana fino ad arrivare alla Via dei Laghi e di lì a Ciampino.

Nel 2020 il governo della cittadina dovrà presentare un definitivo progetto esecutivo in modo tale da concretizzare le previsioni della finanziaria.

Proprio l’approvazione della legge statale ha garantito un investimento di 3 milioni di euro grazie all’emendamento SalvaCastelli presentato dal senatore Saccone e prima dall’onorevole Spena (entrambi presenti).

All’incontro ha partecipato anche l’ex presidente del Consiglio europeo, Antonio Tajani che dopo aver ringraziato il sindaco di Grottaferrata Luciano Andreotti per l’accoglienza ha definito la mobilità dei Castelli “una cosa importantissima come anche per il resto del paese: favorisce i cittadini ed aumenta le possibilità di un turismo di qualità”.

Infatti, la Complanare se inserita in un circolo inter modale può risultare davvero strategica per l’economia dei Castelli Romani che ospitano percorsi storici importanti come anche siti religiosi. In quest’ottica potrebbe rientrare la fermata ferroviaria di Villa Senni che sembra ormai potersi davvero realizzare.

Gli ospiti hanno poi ricordato il sindaco di Ariccia Di Felice da poco deceduto e anche il sindaco eroico di Rocca di Papa Crestini che l’onorevole Spena chiama “sindaco di Italia che ha aiutato a conoscere sempre più i Castelli Romani”

Continua a leggere

Castelli Romani

Nemi allo sbando, Insieme per Nemi: “I negozi chiudono… e loro litigano”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

NEMI (RM) – Critico il manifesto di “Insieme per Nemi” contro l’amministrazione guidata da Alberto Bertucci. Nello scritto si elencano una serie di problematiche che interessano ilpiccolo paese delle fragole che sembra vivere un clima di tensione politica. Ecco il manifesto di Insieme per Nemi

“L’Amministrazione Comunale è allo sbando insieme a tutti i suoi servizi. Infatti l’ufficio dell’assistente sociale e quello dell’anagrafe non funzionano, neppure a singhiozzo.

Il Segretario Comunale, attualmente irreperibile, sarà a mezzo servizio con altri Comuni del circondario con le conseguenze negative facilmente immaginabili. E poi, che cosa accadrà quando l’attuale responsabile dell’Ufficio Tributi andrà in congedo?

Ultima perla: il Sindaco ha licenziato in tronco la responsabile dell’ufficio tecnico. Qualcuno pensa che forse ha atteso troppo tempo. Comunque, però, lo ha fatto senza stile e senza alcuna programmazione. Tutti aspettano con trepidazione e preoccupazione il nominativo del professionista che verrà prescelto in sostituzione. In ogni caso la questione ha fatto scoppiare il putiferio tra gli amministratori favorevoli alla defenestrazione e quelli contrari che hanno trovato una ulteriore ragione al loro scomposto accapigliarsi. Zuffe quotidiane e contese di un pollaio in lotta per il
becchime.

I Consiglieri Comunali di maggioranza vengono contesi dai due prodi “cavalli di razza” anche con le mollichelle delle sportule, vanto e limite di tutti questi protagonisti. Invece di lavorare per risolvere i gravi problemi del paese litigano su tutto. E intanto Nemi sprofonda nel dimenticatoio, scivola nel baratro del declino: i negozi chiudono……e loro litigano.

Un ultimo esempio: vi rendete conto che in sette anni non sono riusciti a realizzare l’Isola Ecologica per portare la raccolta differenziata in tutto il territorio comunale? E pensare che hanno persino comprato inutilmente un terreno con i soldi dei contribuenti.

Ma queste sono soltanto alcune delle innumerevoli riflessioni che balzano agli occhi ripensando alle promesse elettorali delle consigliature Bertucci-Libanori.

Promesse, annunci roboanti e poi il nulla.
Una sintesi: CHIACCHIERE E DISTINTIVO”.

Insieme per Nemi

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Febbraio: 2020
L M M G V S D
« Gen    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it