Connect with us

Sport

Gsd Casilina Bccr (calcio, I cat.), Piccirilli: «Ultima gara allarmante, ma ho fiducia nel gruppo»

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Roma – La sosta forzata dei campionati (per via dell’aggressione all’arbitro del match di Promozione tra Virtus Olympia e Atletico Torrenova) lascerà il Casilina all’ultimo posto del girone F di Prima categoria per almeno un’altra settimana. Una situazione piuttosto inattesa a inizio stagione, anche se mister Marco Piccirilli ha le idee chiare su questo avvio di campionato. «Il nostro gruppo è molto giovane e in questo girone così equilibrato e scorbutico non è così sorprendente che possa soffrire. Devo dire, comunque, che la squadra ha sempre fatto delle discrete prestazioni, pagando in alcuni momenti proprio una certa mancanza di malizia ed esperienza. Forse è stata proprio l’ultima gara (quella persa in casa contro la Roma VIII per 2-0, ndr) la più allarmante perché, pur avendo colpito due legni, la squadra non si è espressa come aveva fatto in precedenza. L’altro dato preoccupante riguarda le quattro espulsioni rimediate nelle ultime cinque partite, un trend da bloccare immediatamente. Speravamo di fare un campionato diverso da quello dello scorso anno quando il Casilina si salvò all’ultimo minuto dell’ultima giornata, ma al momento dobbiamo avere la mentalità della squadra che deve combattere per quell’obiettivo e invece probabilmente nelle ultime gare il gruppo ha sentito un po’ la “pressione” di una classifica non soddisfacente». La sosta, secondo Piccirilli, non è così malvagia, anzi. «Possiamo sfruttarla per anticipare un po’ di lavoro fisico che avremmo comunque fatto nella breve pausa natalizia di quest’anno» dice l’allenatore che ha un altro cruccio. «Sto facendo il corso per ottenere il patentino Uefa B e quindi nell’ultimo periodo non riesco ad essere vicino alla squadra come vorrei. Ringrazio a tal proposito mister Giacomo Taraborelli che mi affianca nella conduzione della Prima categoria e che talvolta è costretto a portare avanti da solo il lavoro infrasettimanale». Piccirilli, comunque, non è il tipo che si abbatte: «Non si molla nulla. Sono fiducioso delle qualità di questo gruppo e sono convinto che si possa risalire anche perché la classifica è corta». L’allenatore, infine, fa una considerazione di carattere generale. «Il girone è molto complicato e sono rimasto favorevolmente colpito dal fatto che tutte le squadre che ho visto hanno provato a fare calcio, il livello di gioco è sicuramente elevato».

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere
Commenti

Calcio

Albalonga (calcio, serie D) in vetta, Louzada: “Continuiamo a lavorare, occhio al Tuttocuoio”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Albano Laziale (Rm) – L’Albalonga è vetta alla classifica del girone E di serie D. La formazione cara al presidente Bruno Camerini ha sbancato il campo del Foligno, inviolato da ben 33 partite tra Promozione, Eccellenza e quarta serie. Ad aprire le marcature nel 3-1 conquistato in terra umbra è stato l’esterno offensivo brasiliano classe 1994 Adriano Louzada, autore del secondo gol personale in questo campionato: “E’ stata una partita complicata contro un avversario sicuramente valido. Siamo partiti molto forte, ma poi gli umbri hanno reagito e hanno pareggiato i conti, sfiorando anche il sorpasso con un tiro salvato sulla linea da Santoni. Nella ripresa abbiamo ripreso a giocare e Casimirri ci ha portato di nuovo in vantaggio prima del gol decisivo di Magliocchetti che ha fiaccato le speranze dei nostri avversari”. L’Albalonga continua ad essere l’unica squadra laziale imbattuta dell’intera serie D: “E’ un dato che fa indubbiamente piacere come anche il primato in classifica, ma noi continuiamo a lavorare a testa bassa e a pensare semplicemente alla prossima partita”. Che metterà di fronte la testa e la coda del girone: al “Pio XII”, infatti, arriverà un Tuttocuio che sembra in piena crisi con appena due punti conquistati in otto incontri: “Non ci fidiamo assolutamente perché queste sono le partite più pericolose – avverte Louzada che ormai da oltre dieci anni è in Italia – In queste categorie nulla è facile e noi dovremo entrare in campo con la massima concentrazione. Già dal rientro di Foligno stiamo pensando a questa sfida”. L’inserimento di Louzada nel gruppo azzurro sembra procedere a gonfie vele: “Devo ringraziare la società che mi ha fatto sentire importante sin dal primo momento in cui sono arrivato qui. Il gruppo è giovane e mi ha accolto molto bene. Il reparto d’attacco? Ci sono tanti giocatori importanti, ma tra noi non c’è invidia: ci vogliamo bene e c’è sana concorrenza, questo è uno dei segreti dell’Albalonga”.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Calcio

Palestrina (calcio, Eccellenza) non muore mai, Gallaccio da urlo: “Tre gol? Non sono così contento”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Palestrina (Rm) – Il Palestrina non muore mai. La squadra di mister Cristiano Di Loreto mantiene l’imbattibilità stagionale (e anche quella legata all’ormai lungo periodo di gestione dell’ex allenatore del Tor Sapienza, iniziato a febbraio scorso), ma c’è voluta una gran rimonta nel match interno di domenica contro il Formia. I pontini, infatti, hanno chiuso il primo tempo sul 2-0 e poi a inizio ripresa avevano triplicato i conti, ma a quel punto è uscito tutto il carattere dei prenestini, nonostante le assenze pesanti di Marini e Compagnone e gli infortuni dei giovani esterni difensivi Mascioli e Petroni. Il Palestrina ha messo tanto cuore, corsa e tecnica in campo, affidandosi alle doti realizzative dell’incredibile Michele Gallaccio, autore di una fantastica tripletta (il secondo gol su rigore) che lo ha portato a quota 11 reti in campionato. “Rimontare tre gol non è mai semplice, anche se addirittura ci rimane un po’ di rammarico per il finale di partita in cui ci è stato negato anche un rigore per fallo su Renzi e io stesso ho avuto l’opportunità di segnare la quarta marcatura di testa. Comunque la nostra è una squadra viva e lo ha dimostrato anche domenica scorsa, ma dobbiamo migliorare su alcuni aspetti come ad esempio le palle inattive”. Nel finale Gallaccio, che ha colpito anche due pali, ha dovuto alzare bandiera bianca per un problema fisico: “Valuteremo in queste ore, ho sentito una fitta” dice l’attaccante che è stato autore di uno strepitoso avvio di campionato: “Onestamente non me l’aspettavo nemmeno io di poter segnare con questa continuità. Indubbiamente fa piacere, ma se si fa tripletta e non si vincono le partite la soddisfazione è decisamente inferiore. Devo ringraziare tutti i miei compagni e lo staff tecnico che mi mettono nella condizione di poter incidere e poi qui ho trovato un ambiente e una società che mi fanno lavorare benissimo”. Nel prossimo turno il Palestrina sarà ospite sul difficile campo del Casal Barriera: “Obiettivi? Non ce ne poniamo, vogliamo solo pensare a dare il massimo partita dopo partita e poi a dicembre vedremo in quale zona di classifica saremo” conclude Gallaccio.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Calcio

Rocca Priora (calcio, Prom.) settebello, Nuzzi doppietta: “Dedicata a mio padre e a tutta la famiglia”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo

Rocca Priora (Rm) – Vola alto il Rocca Priora che, in quel di Torre Angela, trova anche la prima vittoria esterna della stagione e tra l’altro con il roboante punteggio di 7-2. Oltre al gol di Ponzo e ai sigilli di Halauca e Rocchi (in rete due volte a testa), la formazione castellana ha applaudito la doppietta dell’esterno (o anche centrale) di centrocampo classe 2001 Mattia Nuzzi. “Sono i miei primi gol in prima squadra dopo qualche aver collezionato qualche presenza lo scorso anno in Eccellenza con lo Sporting Genzano e li voglio dedicare a tutta la mia famiglia, ma in particolare a mio padre Alfio che mi ha sempre seguito e sostenuto – dice con evidente emozione – Tra l’altro il primo gol, nato da un assist di Bacchi, è stato davvero molto bello”. Nuzzi, poi, analizza la vittoriosa trasferta di Torre Angela: “La gara non è stata semplice e all’inizio siamo pure andati sotto, ma l’abbiamo ribaltata presto prima sul 3-1 e poi sul 4-2 con cui si è chiusa la prima frazione. All’intervallo il mister Paolo Lunardini ci ha spronato a conquistare questa vittoria e nella ripresa abbiamo dilagato fino al 7-2”. Il Rocca Priora è sesto, ma Nuzzi non si fa prendere da facili entusiasmo: “Siamo appena all’inizio della stagione e il nostro obiettivo non cambia: dobbiamo cercare di raggiungere al più presto la salvezza, anche se questo è un inizio di campionato molto positivo”. Il suo inserimento all’interno del gruppo castellano è stato semplice: “Ho trovato tanti ragazzi umili che mi stanno dando molti consigli. Ho legato tanto con Filiberto Trinca, ma mi trovo bene con tutti”. E poi c’è il “ruolo” di Paolo Lunardini che è un allenatore molto importante per la crescita di un giovane: “Con il mister c’è un buon rapporto, mi ha dato tanta fiducia fin da subito: è un allenatore che ti fa costantemente migliorare, oltre ad essere un grande motivatore” conclude Nuzzi. Il Rocca Priora, nel prossimo turno, tornerà ad esibirsi tra le mura amiche: al “Montefiore” arriverà la capolista Atletico Torrenova per un big match davvero elettrizzante.

Print Friendly, PDF & Email

Continua a leggere

Traduci/Translate/Traducir

Il calendario delle notizie

Ottobre: 2019
L M M G V S D
« Set    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

L’Osservatore su Facebook

I tweet de L’Osservatore

Le più lette di oggi

Copyright © 2017 L'Osservatore d'Italia Aut. Tribunale di Velletri (RM) 2/2012 del 16/01/2012 / Iscrizione Registro ROC 24189 DEL 07/02/2014 Editore: L'osservatore d'Italia Srls - Tel. 345-7934445 oppure 340-6878120 - PEC osservatoreitalia@pec.it Direttore responsabile: Chiara Rai - Cell. 345-7934445 (email: direzione@osservatoreitalia.it