Connect with us

Metropoli

Guidonia, licenziamenti lavoratori delle Cave: la Lega scende in piazza dopo una settimana di “inutili promesse”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

GUIDONIA (RM) – Giovanna Ammaturo, consigliere della Lega a Guidonia Montecelio insieme a tutti gli attivisti e simpatizzanti parteciperà alla manifestazione del 12 settembre a fianco dei lavoratori delle cave. Uno sciopero determinato dopo una settimana di inutili promesse ed una tensione acuita dalla chiusura di una terza attività estrattiva a cui è arrivata in data odierna la revoca alla coltivazione della cava.

“La lega senza simboli e bandiere sarà vicina a tutti i lavoratori senza eccezioni e distinguo uniti a loro ed a tutte le forze dell’opposizione alla amministrazione M5S con Barbet a capo. – Ha dichiarato il Consigliere comunale della Lega Giovanna Ammaturo – Se ci sono stati errori od orrori nei controlli – prosegue Ammaturo – non debbono essere 2000 padri di famiglia a pagare. Ma queste sono altre questioni che vanno affrontate sui giusti tavoli vista che la matassa si è ingarbugliata ogni giorno di più. Qui è in gioco il futuro e la storia di una Città, il quinto comparto economico della Regione Lazio. Non ci è sufficiente l’interpretazione di leggi e decreti unilaterali che al contrario sono state accettate da altri Comuni. Non è sufficiente che la politica additi le responsabilità ad altri o alla storia della corresponsabilità. A noi interessano i lavoratori ed il lavoro. Se si volesse, come da programma del M5S e dagli atti fino ad oggi determinati, chiudere il comparto cave di travertino che tanta gloria ha esportato nel mondo occorre anticipare alternative ai lavoratori ed al deficit economico senza incappare in imbarazzi amministrativi. Occorrerebbe anche sapere con certezza con cosa si possono ritombare le cave. A pancia piena è difficile credere a chi è costretto a digiunare. In una settimana 140 licenziati.”

Metropoli

Bracciano, l’estate 2021 parte alla grande: lungolago Argenti fa il pienone di prenotazioni

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

Il Sindaco Tondinelli: “Sono ormai lontani quei tempi in cui le spiagge di Bracciano erano poco frequentate e le prenotazioni sempre più scarse”

BRACCIANO (RM) – Un pieno di visitatori ha frequentato il lago di Bracciano per l’avvio dell’estate e per il prossimo fine settimana già gli operatori balneari confermano di aver ricevuto moltissime prenotazioni: “Il lungolago Argenti – dichiara il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli – si afferma come meta preferita dai romani ma anche dai residenti delle regioni vicine al Lazio. Sono ormai lontani quei tempi in cui le spiagge di Bracciano erano poco frequentate e le prenotazioni sempre più scarse, da noi a Bracciano trovano ospitalità e accoglienza, qualità nei servizi e sicurezza per i bagnanti”. 

L’area parcheggio al lago è ben organizzata con orari e tariffe accessibili: c’è una persona fissa dalle 8 alle 20 (metà giornata dalle 8 alle 14 e dalle 14 alle 20). Da lunedì prossimo sarà attivato il parcometro.

Per l’intero giorno si paga 5 euro, 3 euro per metà giornata mentre per tutti i residenti di Bracciano la tariffa è di 1,50 al giorno: “Capisco che in campagna elettorale – ha concluso il Sindaco – si strumentalizza la qualunque ma fare cattiva promozione diffondendo notizie false e dicendo che siamo ‘costosi’ è soltanto fare cattiva pubblicità a Bracciano. Non mi sembra che i prezzi del parcheggio siano cari, chi scrive il contrario lede soltanto l’immagine della nostra città”. 

Continua a leggere

Metropoli

Anguillara Sabazia, plesso di via Verdi: la Regione finanzia i lavori di sistemazione

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

ANGUILLARA SABAZIA (RM) – La Regione Lazio ha appena approvato il finanziamento in favore del Comune di Anguillara Sabazia per la sistemazione del plesso scolastico di Via Verdi. “Una risposta concreta ad un problema che è durato troppo a lungo.” ha detto il Consigliere regionale del Pd Emiliano Minnucci. “Correttamente chiamata in causa dall’Amministrazione comunale, – ha detto ancora Minnucci – la Regione Lazio ha risposto presente e non poteva essere altrimenti. Questo passaggio è figlio di un’interlocuzione seria tra istituzioni e forze politiche, da un’attività amministrativa di verifiche tecniche e progettualità auspicate da tutti. Ora il passaggio alla Pisana in commissione VI e l’ultima ratifica in giunta.” 

Minnucci non ha mancato di lanciare una stoccatina agli ex amministratori pentastellati che avevano chiuso il plesso: “Rimane il rammarico – ha detto Minnucci – di non essere stati ascoltati al momento dell’improvvida chiusura dell’edificio. Allora cercammo in tutti i modi di farlo capire, ma senza essere presi in considerazione. Ora acceleriamo e restituiamo la loro scuola, ancora più bella ed accogliente, ai nostri figli.” 

Continua a leggere

Metropoli

Fiano Romano, zona industriale: delegazione di FDI con i lavoratori per una ripresa all’insegna del “Made in Italy”

Pubblicato

il

Clicca e condividi l'articolo
image_pdfimage_print

FIANO ROMANO (RM) -“Oggi sono stato a Fiano Romano insieme alla delegazione FDI in visita alla zona industriale. Abbiamo ascoltato gli imprenditori e lanciato alcune proposte programmatiche in vista delle prossime amministrative, insieme al candidato sindaco di Fiano Romano, Ulderico Bellocchi“.  Così in una nota Marco Silvestroni deputato di Fratelli d’Italia e Presidente della Provincia di Roma del partito di Giorgia Meloni che nell’occasione ha rilanciato sulla necessità di una ripresa per le tante professionalità e il tanto artigianato di qualità assoluta presente a Fiano Romano tutto “rigorosamente made in Italy”.

Una visita dove erano presenti anche i Consiglieri regionali di FDI Giancarlo Righini, Chiara Colosimo e Massimiliano Maselli, che è stata anche occasione di approfondimento e di confronto insieme agli imprenditori con il candidato civico del centrodestra alle prossime elezioni autunnali, il sindacalista Ulderico Bellocchi sul quale è ricaduta la scelta unitaria di Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia.

“Gli imprenditori e i lavoratori – ha detto ancora Silvestroni – chiedono soltanto una cosa: di essere messi nelle condizioni di poter lavorare, che per loro vuol dire abbassare il costo del lavoro e avere infrastrutture per essere competitivi in Europa e nel mondo. Queste devono essere le priorità! Niente ius soli, niente cittadinanze regalate o redditi da divano e monopattini.”

Continua a leggere

I più letti